Funzione VirtualAllocEx (memoryapi.h)

Riserva, commit o modifica lo stato di un'area di memoria all'interno dello spazio indirizzi virtuale di un processo specificato. La funzione inizializza la memoria allocata a zero.

Per specificare il nodo NUMA per la memoria fisica, vedere VirtualAllocExNuma.

Sintassi

LPVOID VirtualAllocEx(
  [in]           HANDLE hProcess,
  [in, optional] LPVOID lpAddress,
  [in]           SIZE_T dwSize,
  [in]           DWORD  flAllocationType,
  [in]           DWORD  flProtect
);

Parametri

[in] hProcess

Handle di un processo. La funzione alloca la memoria all'interno dello spazio indirizzi virtuale di questo processo.

L'handle deve avere il diritto di accesso PROCESS_VM_OPERATION . Per altre informazioni, vedere Sicurezza dei processi e diritti di accesso.

[in, optional] lpAddress

Puntatore che specifica un indirizzo iniziale desiderato per l'area delle pagine da allocare.

Se si riserva memoria, la funzione arrotonda questo indirizzo fino al multiplo più vicino della granularità di allocazione.

Se si esegue il commit della memoria già riservata, la funzione arrotonda questo indirizzo fino al limite di pagina più vicino. Per determinare le dimensioni di una pagina e la granularità di allocazione nel computer host, usare la funzione GetSystemInfo .

Se lpAddress è NULL, la funzione determina dove allocare l'area.

Se questo indirizzo si trova all'interno di un'enclave non inizializzata chiamando InitializeEnclave, VirtualAllocEx alloca una pagina di zeri per l'enclave in tale indirizzo. La pagina deve essere annullata in precedenza e non verrà misurata con l'istruzione EEXTEND del modello di programmazione Intel Software Guard Extensions.

Se l'indirizzo in all'interno di un'enclave inizializzato, l'operazione di allocazione ha esito negativo con l'errore ERROR_INVALID_ADDRESS . Ciò vale per le enclave che non supportano la gestione dinamica della memoria (ad esempio SGX1). Le enclave SGX2 consentiranno l'allocazione e la pagina deve essere accettata dall'enclave dopo l'allocazione.

[in] dwSize

Dimensioni dell'area di memoria da allocare, in byte.

Se lpAddress è NULL, la funzione arrotonda dwSize fino al limite di pagina successivo.

Se lpAddress non è NULL, la funzione alloca tutte le pagine che contengono uno o più byte nell'intervallo compreso tra lpAddress e lpAddress+dwSize. Ciò significa, ad esempio, che un intervallo a 2 byte che si allontana da un limite di pagina determina l'allocazione di entrambe le pagine da parte della funzione.

[in] flAllocationType

Tipo di allocazione di memoria. Questo parametro deve contenere uno dei valori seguenti.

Valore Significato
MEM_COMMIT
0x00001000
Alloca i costi di memoria (dalle dimensioni complessive della memoria e dei file di paging su disco) per le pagine di memoria riservate specificate. La funzione garantisce inoltre che quando il chiamante accede inizialmente alla memoria, il contenuto sarà zero. Le pagine fisiche effettive non vengono allocate a meno che/fino a quando non si accede effettivamente agli indirizzi virtuali.

Per riservare ed eseguire il commit delle pagine in un unico passaggio, chiamare VirtualAllocEx con MEM_COMMIT | MEM_RESERVE.

Il tentativo di eseguire il commit di un intervallo di indirizzi specifico specificando MEM_COMMIT senza MEM_RESERVE e un lpAddress non NULL ha esito negativo a meno che l'intero intervallo non sia già stato riservato. Il codice di errore risultante è ERROR_INVALID_ADDRESS.

Un tentativo di eseguire il commit di una pagina già sottoposta a commit non causa l'esito negativo della funzione. Ciò significa che è possibile eseguire il commit delle pagine senza prima determinare lo stato di impegno corrente di ogni pagina.

Se lpAddress specifica un indirizzo all'interno di un'enclave, flAllocationType deve essere MEM_COMMIT.

MEM_RESERVE
0x00002000
Riserva un intervallo dello spazio indirizzi virtuale del processo senza allocare alcuna risorsa di archiviazione fisica effettiva in memoria o nel file di paging su disco.

Per eseguire il commit delle pagine riservate, chiamare nuovamente VirtualAllocEx con MEM_COMMIT. Per riservare ed eseguire il commit delle pagine in un unico passaggio, chiamare VirtualAllocEx con MEM_COMMIT | MEM_RESERVE.

Altre funzioni di allocazione della memoria, ad esempio malloc e LocalAlloc, non possono usare la memoria riservata fino a quando non viene rilasciata.

MEM_RESET
0x00080000
Indica che i dati nell'intervallo di memoria specificato da lpAddress e dwSize non sono più di interesse. Le pagine non devono essere lette o scritte nel file di paging. Tuttavia, il blocco di memoria verrà usato di nuovo in un secondo momento, quindi non deve essere decommesso. Questo valore non può essere utilizzato con qualsiasi altro valore.

L'uso di questo valore non garantisce che l'intervallo gestito con MEM_RESET contenga zeri. Se si desidera che l'intervallo contenga zeri, decommettere la memoria e quindi ripetere il commento.

Quando si usa MEM_RESET, la funzione VirtualAllocEx ignora il valore di fProtect. Tuttavia, è comunque necessario impostare fProtect su un valore di protezione valido, ad esempio PAGE_NOACCESS.

VirtualAllocEx restituisce un errore se si usa MEM_RESET e viene eseguito il mapping dell'intervallo di memoria a un file. Una visualizzazione condivisa è accettabile solo se è mappata a un file di paging.

MEM_RESET_UNDO
0x1000000
MEM_RESET_UNDO deve essere chiamato solo su un intervallo di indirizzi a cui MEM_RESET è stato applicato correttamente in precedenza. Indica che i dati nell'intervallo di memoria specificato da lpAddress e dwSize sono di interesse per il chiamante e tentano di invertire gli effetti di MEM_RESET. Se la funzione ha esito positivo, significa che tutti i dati nell'intervallo di indirizzi specificato sono intatti. Se la funzione ha esito negativo, almeno alcuni dei dati nell'intervallo di indirizzi sono stati sostituiti con zere.

Questo valore non può essere utilizzato con qualsiasi altro valore. Se MEM_RESET_UNDO viene chiamato su un intervallo di indirizzi che non è stato MEM_RESET in precedenza, il comportamento non è definito. Quando si specifica MEM_RESET, la funzione VirtualAllocEx ignora il valore di flProtect. È tuttavia necessario impostare flProtect su un valore di protezione valido, ad esempio PAGE_NOACCESS.

Windows Server 2008 R2, Windows 7, Windows Server 2008, Windows Vista, Windows Server 2003 e Windows XP: Il flag di MEM_RESET_UNDO non è supportato fino a Windows 8 e Windows Server 2012.

 

Questo parametro può anche specificare i valori seguenti, come indicato.

Valore Significato
MEM_LARGE_PAGES
0x20000000
Alloca memoria usando il supporto di pagine di grandi dimensioni.

Le dimensioni e l'allineamento devono essere un multiplo del valore minimo della pagina di grandi dimensioni. Per ottenere questo valore, usare la funzione GetLargePageMinimum .

Se si specifica questo valore, è necessario specificare anche MEM_RESERVE e MEM_COMMIT.

MEM_PHYSICAL
0x00400000
Riserva un intervallo di indirizzi che può essere utilizzato per eseguire il mapping delle pagine AWE ( Address Windowing Extensions ).

Questo valore deve essere usato con MEM_RESERVE e nessun altro valore.

MEM_TOP_DOWN
0x00100000
Alloca la memoria al massimo indirizzo possibile. Questo può essere più lento rispetto alle allocazioni regolari, soprattutto quando sono presenti molte allocazioni.

[in] flProtect

Protezione della memoria per l'area delle pagine da allocare. Se viene eseguito il commit delle pagine, è possibile specificare una delle costanti di protezione della memoria.

Se lpAddress specifica un indirizzo all'interno di un enclave, flProtect non può essere uno dei valori seguenti:

  • PAGE_NOACCESS
  • PAGE_GUARD
  • PAGE_NOCACHE
  • PAGE_WRITECOMBINE

Quando si alloca la memoria dinamica per un enclave, il parametro flProtect deve essere PAGE_READWRITE o PAGE_EXECUTE_READWRITE.

Valore restituito

Se la funzione ha esito positivo, il valore restituito è l'indirizzo di base dell'area allocata delle pagine.

Se la funzione ha esito negativo, il valore restituito è NULL. Per informazioni dettagliate sull'errore, chiamare GetLastError.

Commenti

Ogni pagina ha uno stato di pagina associato. La funzione VirtualAllocEx può eseguire le operazioni seguenti:

  • Eseguire il commit di un'area di pagine riservate
  • Riservare un'area di pagine gratuite
  • Riservare ed eseguire il commit simultaneo di un'area di pagine gratuite
VirtualAllocEx non può riservare una pagina riservata. Può eseguire il commit di una pagina già sottoposta a commit. Ciò significa che è possibile eseguire il commit di un intervallo di pagine, indipendentemente dal fatto che sia già stato eseguito il commit e che la funzione non abbia esito negativo.

È possibile usare VirtualAllocEx per riservare un blocco di pagine e quindi effettuare chiamate aggiuntive a VirtualAllocEx per eseguire il commit di singole pagine dal blocco riservato. In questo modo, un processo può riservare un intervallo dello spazio di indirizzi virtuale senza usare l'archiviazione fisica fino a quando non è necessario.

Se il parametro lpAddress non è NULL, la funzione usa i parametri lpAddress e dwSize per calcolare l'area di pagine da allocare. Lo stato corrente dell'intero intervallo di pagine deve essere compatibile con il tipo di allocazione specificato dal parametro flAllocationType . In caso contrario, la funzione ha esito negativo e nessuna delle pagine viene allocata. Questo requisito di compatibilità non impedisce il commit di una pagina già sottoposta a commit; vedere l'elenco precedente.

Per eseguire codice generato in modo dinamico, usare VirtualAllocEx per allocare memoria e la funzione VirtualProtectEx per concedere l'accesso PAGE_EXECUTE .

La funzione VirtualAllocEx può essere usata per riservare un'area AWE ( Address Windowing Extensions ) di memoria all'interno dello spazio indirizzi virtuale di un processo specificato. Questa area di memoria può quindi essere usata per eseguire il mapping di pagine fisiche in e fuori memoria virtuale in base alle esigenze dell'applicazione. I valori MEM_PHYSICAL e MEM_RESERVE devono essere impostati nel parametro AllocationType . Il valore MEM_COMMIT non deve essere impostato. La protezione della pagina deve essere impostata su PAGE_READWRITE.

La funzione VirtualFreeEx può decommettere una pagina di cui è stato eseguito il commit, rilasciare la risorsa di archiviazione della pagina oppure eseguire simultaneamente il decommit e rilasciare una pagina di cui è stato eseguito il commit. Può anche rilasciare una pagina riservata, rendendola una pagina gratuita.

Quando si crea un'area eseguibile, il programma chiamante ha la responsabilità di garantire la coerenza della cache tramite una chiamata appropriata a FlushInstructionCache dopo che il codice è stato impostato. In caso contrario, i tentativi di eseguire codice dall'area appena eseguibile possono produrre risultati imprevedibili.

Requisiti

   
Client minimo supportato Windows XP [app desktop | App UWP]
Server minimo supportato Windows Server 2003 [app desktop | App UWP]
Piattaforma di destinazione Windows
Intestazione memoryapi.h (include Windows.h, Memoryapi.h)
Libreria onecore.lib
DLL Kernel32.dll

Vedere anche

Funzioni di gestione della memoria

ReadProcessMemory

Funzioni di memoria virtuale

VirtualAllocExNuma

VirtualFreeEx

VirtualLock

VirtualProtect

VirtualQuery

WriteProcessMemory