Condividi tramite


Preparare un'immagine Red Hat Enterprise per le macchine virtuali Azure Stack HCI (anteprima)

Si applica a: Azure Stack HCI, versione 23H2

Questo articolo descrive come preparare un'immagine Red Hat Enterprise Linux per creare una macchina virtuale (VM) nel cluster Azure Stack HCI. Usare l'interfaccia della riga di comando di Azure per la creazione dell'immagine della macchina virtuale.

Prerequisiti

Prima di iniziare, soddisfare i prerequisiti seguenti:

  • Avere accesso a un cluster Azure Stack HCI. Questo cluster viene distribuito, registrato e connesso ad Azure Arc. Passare alla pagina Panoramica nella risorsa cluster Azure Stack HCI. Nella scheda Server nel riquadro destro, Azure Arc dovrebbe essere visualizzato come Connesso.
  • Scaricare l'immagine del server Red Hat Enterprise più recente supportata nel cluster Azure Stack HCI. Le versioni del sistema operativo supportate sono Red Hat Enterprise Linux 9.4, 8.9.0 e 7.9.0. Qui è stato scaricato il file rhel-9.4-x86_64-boot.iso . Questa immagine viene usata per creare un'immagine di macchina virtuale.

Workflow

Per preparare un'immagine Red Hat Enterprise e creare un'immagine di macchina virtuale:

  1. Creare una macchina virtuale Red Hat Enterprise
  2. Connettersi a una macchina virtuale e installare il sistema operativo Red Hat
  3. Configurare la macchina virtuale
  4. Pulire la configurazione residua
  5. Creare un'immagine di macchina virtuale Red Hat

Le sezioni seguenti forniscono istruzioni dettagliate per ogni passaggio del flusso di lavoro.

Creare un'immagine di macchina virtuale da un'immagine Red Hat Enterprise

Importante

È consigliabile preparare un'immagine Red Hat Enterprise se si intende abilitare la gestione guest nelle macchine virtuali.

Seguire questa procedura nel cluster Azure Stack HCI per creare un'immagine di macchina virtuale usando l'interfaccia della riga di comando di Azure.

Passaggio 1: Creare una macchina virtuale Red Hat Enterprise

Per usare l'immagine Red Hat Enterprise scaricata per effettuare il provisioning di una macchina virtuale:

  1. Usare l'immagine scaricata per creare una macchina virtuale con le specifiche seguenti:

    1. Specificare un nome descrittivo per la macchina virtuale.

      Screenshot che mostra la Creazione guidata nuova macchina virtuale nella pagina Specifica nome e posizione.

    2. Specificare la generazione 2 per la macchina virtuale durante l'uso di un'immagine VHDX qui.

      Screenshot che mostra la Creazione guidata nuova macchina virtuale nella pagina Specifica generazione.

    3. Selezionare Assegna memoria e quindi immettere 4096 per Memoria di avvio.

      Screenshot che mostra la Creazione guidata nuova macchina virtuale nella pagina Assegna memoria.

    4. Selezionare Configura rete. Nell'elenco a discesa selezionare il commutatore virtuale usato dalla macchina virtuale per la connessione.

      Screenshot che mostra la Creazione guidata nuova macchina virtuale nella pagina Configura rete.

    5. Accettare le impostazioni predefinite nella pagina Connetti disco rigido virtuale.

      Screenshot che mostra la Creazione guidata nuova macchina virtuale nella pagina Disco rigido virtuale.

    6. Selezionare Opzioni di installazione e quindi installa un sistema operativo da un file di immagine di avvio. Puntare all'ISO scaricato in precedenza.

      Screenshot che mostra la schermata Opzioni di installazione del sistema operativo.

    Per istruzioni dettagliate, vedere Effettuare il provisioning di una macchina virtuale usando la console di gestione di Hyper-V.

  2. Usare il certificato UEFI per proteggere l'avvio della macchina virtuale.

    1. Dopo aver creato la macchina virtuale, viene visualizzata nella console di gestione di Hyper-V. Selezionare la macchina virtuale, fare clic con il pulsante destro del mouse e quindi scegliere Impostazioni.

    2. Nel riquadro sinistro selezionare la scheda Sicurezza . Quindi, in Avvio protetto selezionare Autorità di certificazione UEFI Microsoft nell'elenco a discesa modello.

    3. Selezionare OK per salvare le modifiche.

    Screenshot che mostra la schermata Abilitata per l'avvio protetto UEFI.

  3. Selezionare la macchina virtuale da Console di gestione di Hyper-V e quindi avviare la macchina virtuale. La macchina virtuale viene avviata dall'immagine ISO fornita.

Passaggio 2: Connettersi a una macchina virtuale e installare il sistema operativo Red Hat

Dopo l'esecuzione della macchina virtuale, seguire questa procedura:

  1. Selezionare la macchina virtuale da Console di gestione di Hyper-V, fare clic con il pulsante destro del mouse per aprire il menu e quindi scegliere Connetti.

  2. Selezionare Install Red Hat Enterprise Linux 9.4 (Installa Red Hat Enterprise Linux 9.4 ) dal menu di avvio.

  3. Selezionare la lingua e quindi continua.

    Screenshot che mostra la schermata di selezione lingua.

  4. Nella pagina Riepilogo installazione potrebbero essere visualizzati altri elementi interattivi.

    Screenshot che mostra il riepilogo dell'installazione con elementi interattivi.

  5. Selezionare Connetti a Red Hat e creare le credenziali. Selezionare Registra e quindi Fine.

    Screenshot che mostra la pagina Connetti a Red Hat.

  6. Selezionare Selezione software, mantenere le impostazioni predefinite e selezionare Fine.

    Screenshot che mostra la pagina Selezione software.

  7. Selezionare Destinazione installazione e quindi fine.

    Screenshot che mostra la pagina Destinazione installazione.

  8. Selezionare Network & Host Name (Nome rete e host).

    Screenshot che mostra la pagina Riepilogo installazione completata.

  9. Abilitare il commutatore ON per l'interfaccia di rete e quindi selezionare Fine.

    Screenshot che mostra la pagina Nome rete e host.

  10. Selezionare Impostazione utente e impostare la password radice. Immettere una password, confermare la password e selezionare Fine.

    Screenshot che mostra la pagina delle credenziali.

  11. Selezionare Inizia installazione.

    Screenshot che mostra il pulsante Inizia installazione.

  12. Al termine dell'installazione, selezionare Riavvia sistema per riavviare la macchina virtuale.

    Screenshot che mostra il pulsante Riavvia sistema dopo l'installazione.

Per istruzioni dettagliate, vedere Effettuare il provisioning di una macchina virtuale usando la console di gestione di Hyper-V.

Passaggio 3: Configurare la macchina virtuale

Per configurare la macchina virtuale:

  1. Connettersi e quindi accedere alla macchina virtuale usando la password radice creata durante l'installazione di Red Hat Enterprise.

  2. Assicurarsi che cloud-init non sia stato installato.

    Sudo yum list installed | grep cloud-init
    
  3. Installare lo cloud-init strumento e verificare la versione di cloud-init installata.

    Sudo yum install -y cloud-init
    cloud-init --version
    

    Ecco l'output di esempio:

    [hcitest@localhost ~]$ sudo yum install -y cloud-init
    Installed:
    cloud-init-23.4-7.el9_4.noarch 
    dhcp-client-12:4.4.2-19.bl.el9.x86_64 
    dhcp-common-12:4.4.2-19.bl.el9.noarch 
    geolite2-city-20191217-6.el9.noarch 
    geolite2-country-20191217-6.el9.noarch 
    ipcalc-l.0.0-5.el9.x86_64 
    python3-attrs-20.3.0-7.el9.noarch 
    python3-babel-2.9.1-2.el9.noarch 
    python3-configob j-5.0.6-25.el9.noarch 
    python3-jinja2-2.11.3-5.el9.noarch 
    python3-j sonpatch-1.21-16.el9.noarch 
    python3-j sonpointer-2.0-4.el9.noarch 
    python3-j sonschema-3.2.0-13.el9.noarch 
    python3-markupsafe-l.1.1-12.el9.x86_64 
    python3-netifaces-0.10.6-15.el9.x86_64 
    python3-oauthlib-3.1.1-5.el9.noarch 
    python3-prettytable-0.7.2-27.el9.noarch 
    python3-pyrsistent-0.17.3-8.el9.x86_64 
    python3-pyserial-3.4-12.el9.noarch 
    python3-pytz-2021.1-5.el9.noarch
    
    Complete!
    [hcitest@localhost ~]$ cloud-init —version 
    /usr/bin/cloud-init 23.4-7.el9_4 
    

Passaggio 4: Pulire la configurazione residua

Eliminare file e dati specifici del computer dalla macchina virtuale in modo da poter creare un'immagine di macchina virtuale pulita senza alcuna cronologia o configurazioni predefinite. Seguire questa procedura nel cluster Azure Stack HCI per pulire la configurazione residua.

  1. Pulire cloud-init le configurazioni predefinite.

    sudo yum clean all
    sudo cloud-init clean
    

    Ecco l'output di esempio:

    [hcitest@localhost ~]$ sudo yum clean all 
    Updating Subscription Management repositories.
    17 files removed
    [hcitest@localhost ~]$ sudo cloud-init clean
    
  2. Pulire i log e la cache.

    sudo rm -rf /var/lib/cloud/ /var/log/* /tmp/*
    
  3. Annullare la registrazione della macchina virtuale.

    sudo subscription-manager unregister
    sudo Subscription-manager clean
    

    Ecco l'output di esempio:

    [hcitest@localhost ~]$ sudo subscription-manager unregister 
    Unregistering from: subscription.rhsm.redhat.com:443/subscription 
    System has been unregistered.
    [hcitest@localhost ~]$ sudo subscription-manager clean 
    All local data removed
    
  4. Pulire i dettagli specifici dell'host.

    sudo rm -f /etc/sysconfig/network-scripts/*
    sudo rm -f /etc/ssh/ssh_host*
    sudo rm /etc/lvm/devices/system.devices
    
  5. Rimuovere la cronologia bash.

    sudo rm -f ~/.bash_history 
    export HISTSIZE=0
    exit
    
  6. Arrestare la VM. In Console di gestione di Hyper-V passare a Azione>arresta.

  7. Esportare un VHDX o copiare il VHDX dalla macchina virtuale. È possibile usare i seguenti metodi:

    • Copiare VHDX in una risorsa di archiviazione utente nel volume condiviso del cluster in Azure Stack HCI.
    • In alternativa, copiare VHDX come BLOB di pagine in un contenitore in un account Archiviazione di Azure.

    Screenshot che mostra l'esportazione di una macchina virtuale VHDX.

Passaggio 5: Creare l'immagine della macchina virtuale

Seguire questa procedura nel cluster Azure Stack HCI per creare l'immagine della macchina virtuale da VHDX creata in precedenza.

Usare l'interfaccia della riga di comando di Azure per creare l'immagine della macchina virtuale:

  1. Esegui PowerShell come amministratore.

  2. Accedi. Eseguire il cmdlet seguente:

    az login
    
  3. Impostare la sottoscrizione. Eseguire il cmdlet seguente:

    az account set --subscription <Subscription ID>
    
  4. Impostare i parametri per la sottoscrizione, il gruppo di risorse, la posizione personalizzata, il percorso, il tipo di sistema operativo per l'immagine, il nome dell'immagine e il percorso in cui si trova l'immagine. Sostituire i parametri in < > con i valori appropriati.

    $Subscription = "<Subscription ID>"
    $Resource_Group = "<Resource group>"
    $CustomLocation = "<Custom location>"
    $Location = "<Location for your Azure Stack HCI cluster>"
    $OsType = "<OS of source image>"
    

    I parametri sono descritti nella tabella seguente.

    Parametro Descrizione
    Subscription Sottoscrizione associata al cluster Azure Stack HCI.
    Resource_Group Gruppo di risorse per il cluster Azure Stack HCI associato a questa immagine.
    Location Percorso per il cluster Azure Stack HCI. Ad esempio, la posizione potrebbe essere eastus o westreurope.
    OsType Sistema operativo associato all'immagine di origine. Questo sistema può essere Windows o Linux.
  5. Usare il VHDX della macchina virtuale per creare un'immagine della raccolta. Usare questa immagine di macchina virtuale per creare macchine virtuali Di Azure Arc in Azure Stack HCI.

    Assicurarsi di copiare VHDX nell'archiviazione utente nel volume condiviso del cluster di Azure Stack HCI. Ad esempio, il percorso potrebbe essere simile C:\ClusterStorage\UserStorage_1\linuxvhdxa .

    $ImagePath = "Path to user storage in CSV" 
    
    $ImageName = "mylinuxvmimg" 
    
    az stack-hci-vm image create --subscription $subscription -g $resource_group --custom-location $CustomLocation --location $location --image-path $ImagePath --name $ImageName --debug --os-type 'Linux' 
    
  6. Verificare che l'immagine sia stata creata.