Note sulla versione di Azure Stack Hub

Questo articolo descrive il contenuto dei pacchetti di aggiornamento dell'hub di Azure Stack. L'aggiornamento include miglioramenti e correzioni per la versione più recente dell'hub di Azure Stack.

Per accedere alle note sulla versione per una versione diversa, usare l'elenco a discesa selettore di versione sopra il sommario a sinistra.

Importante

Questo pacchetto di aggiornamento è solo per i sistemi integrati dell'hub di Azure Stack. Non applicare questo pacchetto di aggiornamento a Azure Stack Development Kit (ASDK).

Importante

Se l'istanza dell'hub di Azure Stack è dietro più di due aggiornamenti, viene considerata non conforme. È necessario aggiornare almeno la versione minima supportata per ricevere il supporto.

Importante

Se l'istanza dell'hub di Azure Stack non ha un contratto di supporto attivo con il partner hardware, viene considerato non conforme. È necessario disporre di un contratto di supporto attivo per l'hardware per ricevere il supporto.

Pianificazione degli aggiornamenti

Prima di applicare l'aggiornamento, assicurarsi di esaminare le informazioni seguenti:

Per informazioni sulla risoluzione dei problemi relativi agli aggiornamenti e al processo di aggiornamento, vedere Risolvere i problemi di patch e aggiornamento per l'hub di Azure Stack.

Scaricare l'aggiornamento

È possibile scaricare il pacchetto di aggiornamento dell'hub di Azure Stack usando lo strumento di download dell'aggiornamento dell'hub di Azure Stack.

Riferimento alla compilazione 2206

Il numero di compilazione dell'aggiornamento di Azure Stack Hub 2206 è 1.2206.1.24.

Tipo di aggiornamento

Il tipo di compilazione dell'aggiornamento di Azure Stack Hub 2206 è Full.

L'aggiornamento 2206 include i runtime previsti seguenti in base ai test interni:

  • 4 nodi: 8-28 ore
  • 8 nodi: 11-30 ore
  • 12 nodi: 14-34 ore
  • 16 nodi: 17-40 ore

Le durate di aggiornamento esatte dipendono in genere dalla capacità usata dal sistema dai carichi di lavoro del tenant, dalla connettività di rete di sistema (se connessa a Internet) e dalle specifiche hardware del sistema. Le durate più brevi o più lunghe del valore previsto non sono insolite e non richiedono un'azione da parte degli operatori dell'hub di Azure Stack a meno che l'aggiornamento non riesca. Questa approssimazione del runtime è specifica per l'aggiornamento 2206 e non deve essere confrontata con altri aggiornamenti dell'hub di Azure Stack.

Per altre informazioni sui tipi di compilazione degli aggiornamenti, vedere Gestire gli aggiornamenti nell'hub di Azure Stack.

Novità

Modifiche

  • SQL RP V2 e MySQL RP V2 sono disponibili solo per le sottoscrizioni a cui è stato concesso l'accesso. Se si usa ancora SQL RP V1 e MySQL RP V1, è consigliabile aprire un caso di supporto per eseguire il processo di aggiornamento prima di eseguire l'aggiornamento a ASH 2206.
  • Questa versione offre il supporto per la rotazione del certificato radice dell'hub di Azure Stack. In precedenza, la rotazione del segreto non ruotava la radice. Dopo l'installazione dell'aggiornamento, sarà possibile ruotare il certificato radice. A tale scopo, eseguire la rotazione interna del segreto su o prima della successiva notifica tramite avvisi di scadenza. Se non si ruota il certificato radice e/o si esegue la rotazione interna del segreto, il timbro potrebbe non essere recuperabile.

Correzioni

  • Correzione per migliorare la velocità effettiva SLB.
  • È stato risolto un problema che impediva l'accesso al sottosistema di archiviazione quando vengono riavviati i nodi unità di scalabilità.

Aggiornamenti della sicurezza

Per informazioni sugli aggiornamenti della sicurezza in questo aggiornamento dell'hub di Azure Stack, vedere Aggiornamenti della sicurezza dell'hub di Azure Stack.

Hotfix

Azure Stack Hub rilascia regolarmente gli hotfix. A partire dalla versione 2005, quando si aggiorna a una nuova versione principale (ad esempio, 1.2008.x a 1.2102.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Nota

Le versioni dell'hotfix dell'hub di Azure Stack sono cumulative; è sufficiente installare l'hotfix più recente per ottenere tutte le correzioni incluse in tutte le versioni precedenti dell'hotfix per tale versione.

Per altre informazioni, vedere i criteri di manutenzione.

Gli hotfix dell'hub di Azure Stack sono applicabili solo ai sistemi integrati dell'hub di Azure Stack; non tentare di installare gli hotfix nel file ASDK.

Prerequisiti hotfix: prima di applicare l'aggiornamento 2206

La versione 2206 dell'hub di Azure Stack deve essere applicata alla versione 2108 con gli hotfix seguenti:

Dopo aver applicato correttamente l'aggiornamento 2206

Quando si aggiorna a una nuova versione principale (ad esempio, 1.2102.x a 1.2108.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Dopo l'installazione di 2206, se eventuali hotfix per 2206 vengono successivamente rilasciati, è necessario installarli:

Informazioni di riferimento sulla compilazione 2108

Il numero di compilazione più recente dell'hub di Azure Stack 2108 è 1.2108.2.65. Per informazioni aggiornate sulla compilazione e sull'hotfix, vedere la sezione Hotfix .

Tipo di aggiornamento

Il tipo di compilazione dell'aggiornamento di Azure Stack Hub 2108 è Completo.

L'aggiornamento 2108 include i runtime previsti seguenti in base ai test interni:

  • 4 nodi: 8-28 ore
  • 8 nodi: 11-30 ore
  • 12 nodi: 14-34 ore
  • 16 nodi: 17-40 ore

Le durate di aggiornamento esatte dipendono in genere dalla capacità usata dal sistema dai carichi di lavoro del tenant, dalla connettività di rete di sistema (se connessa a Internet) e dalle specifiche hardware del sistema. Le durate più brevi o più lunghe del valore previsto non sono insolite e non richiedono un'azione da parte degli operatori dell'hub di Azure Stack a meno che l'aggiornamento non riesca. Questa approssimazione del runtime è specifica dell'aggiornamento 2108 e non deve essere confrontata con altri aggiornamenti dell'hub di Azure Stack.

Per altre informazioni sui tipi di compilazione degli aggiornamenti, vedere Gestire gli aggiornamenti nell'hub di Azure Stack.

Novità

  • Gli operatori dell'hub di Azure Stack possono ora configurare le quote GPU per le macchine virtuali.
  • L'accesso alle macchine virtuali di emergenza è ora disponibile nell'hub di Azure Stack senza contattare supporto tecnico Microsoft.
  • Windows Server 2022 è ora supportato come sistema operativo guest. Le macchine virtuali windows Server 2022 devono essere attivate manualmente usando l'attivazione automatica della macchina virtuale in Windows Server nell'hub di Azure Stack che esegue la versione 2108 o successiva. Non può essere attivato nelle versioni precedenti.
  • A partire da questa versione, se la raccolta di log proattiva è disabilitata, i log vengono acquisiti e archiviati localmente per eventi di errore proattivi. I log locali possono essere accessibili solo da Microsoft nel contesto di un caso di supporto. Sono stati aggiunti nuovi avvisi alla raccolta di avvisi della raccolta log proattiva.
  • Due nuovi servizi, servizio Azure Kubernetes e Registro Azure Container, sono disponibili in anteprima pubblica con questa versione.
  • Il modulo AzureStack 2.2.0 viene rilasciato per allinearsi all'hub di Azure Stack versione 2108. L'aggiornamento della versione include modifiche apportate al modulo amministratore di calcolo e ai nuovi moduli Azs.ContainerRegistry.Admin e Azs.ContainerService.Admin. Per altre informazioni, vedere il log delle modifiche.
  • Con questa versione, i dati di telemetria vengono caricati in un account di archiviazione di Azure gestito e controllato da Microsoft. Il servizio di telemetria dell'hub di Azure Stack si connette a https://*.blob.core.windows.net/ e https://azsdiagprdwestusfrontend.westus.cloudapp.azure.com/ per un caricamento dei dati di telemetria riuscito in Microsoft. La porta 443 (HTTPS) deve essere aperta. Per altre informazioni, vedere Dati di telemetria dell'hub di Azure Stack.
  • Questa versione include un'anteprima pubblica del supporto remoto, che consente a un professionista del supporto Microsoft di risolvere il caso di supporto più velocemente consentendo l'accesso al dispositivo in remoto ed eseguendo risoluzione dei problemi e riparazioni limitate. È possibile abilitare questa funzionalità concedendo il consenso, controllando il livello di accesso e la durata dell'accesso. Il supporto può accedere solo al dispositivo dopo l'invio di una richiesta di supporto. Per altre informazioni, vedere Supporto remoto per l'hub di Azure Stack.

Miglioramenti

  • Quando la condivisione SMB esterna è quasi completa, la descrizione dell'avviso è stata modificata per allinearsi al backup progressivo.
  • Per evitare errori di caricamento, il numero di caricamenti del repository di backup dell'infrastruttura parallela nella condivisione SMB esterna è ora limitato.
  • Sostituito l'avviso Node-Inaccessibile per il posizionamento di vm-vm con avvisi per distinguere tra scenari host-unresponsive e hostagent-service-on-node-unresponsive .
  • servizio app ora ha la possibilità di individuare l'INDIRIZZO NAT predefinito per le connessioni in uscita.

Modifiche

  • Prima di avviare l'aggiornamento 2108, è necessario arrestare (deallocate) tutte le macchine virtuali che usano una GPU, per assicurarsi che l'aggiornamento possa essere completato correttamente. Ciò si applica alle GPU AMD e NVIDIA, poiché l'implementazione sottostante cambia in nessuna risorsa in pool.
  • SQL RP e MySQL RP sono disponibili solo per le sottoscrizioni a cui è stato concesso l'accesso. Se si desidera iniziare a usare questi provider di risorse o è necessario eseguire l'aggiornamento da una versione precedente, aprire un caso di supporto e i tecnici di supporto Microsoft possono aiutare a usare il processo di distribuzione o aggiornamento.
  • Set-AzSLegalNotice attiva ora l'aspetto di una nuova schermata contenente la didascalia e il testo impostato durante l'esecuzione del comando. Questa schermata viene visualizzata ogni volta che viene creata una nuova istanza del portale.

Correzioni

  • È stato risolto un problema in cui un errore del repository durante il caricamento nella condivisione SMB esterna ha causato l'esito negativo dell'intero backup dell'infrastruttura.
  • È stato risolto un problema che causava l'esito negativo della creazione di macchine virtuali serie N con più GPU.
  • È stato risolto un problema in cui la disinstallazione di un'estensione della macchina virtuale annulla le impostazioni protette per le estensioni delle macchine virtuali esistenti.
  • È stato risolto un problema che causava l'uso dei servizi di bilanciamento del carico interni.
  • È stato risolto un problema durante il download dei log seriali dal portale.

Aggiornamenti della sicurezza

Per informazioni sugli aggiornamenti della sicurezza in questo aggiornamento dell'hub di Azure Stack, vedere Aggiornamenti della sicurezza dell'hub di Azure Stack.

Hotfix

Azure Stack Hub rilascia regolarmente gli hotfix. A partire dalla versione 2005, quando si aggiorna a una nuova versione principale (ad esempio, 1.2005.x a 1.2008.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Nota

Le versioni dell'hotfix dell'hub di Azure Stack sono cumulative; è sufficiente installare l'hotfix più recente per ottenere tutte le correzioni incluse in tutte le versioni precedenti dell'hotfix per tale versione.

Per altre informazioni sugli hotfix, vedere i criteri di manutenzione.

Gli hotfix dell'hub di Azure Stack sono applicabili solo ai sistemi integrati dell'hub di Azure Stack; non tentare di installare gli hotfix nel file ASDK.

Prerequisiti dell'hotfix: prima di applicare l'aggiornamento 2108

La versione 2108 dell'hub di Azure Stack deve essere applicata alla versione 2102 con gli hotfix seguenti:

Dopo aver applicato correttamente l'aggiornamento 2108

Quando si aggiorna a una nuova versione principale (ad esempio, 1.2102.x a 1.2108.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Dopo l'installazione di 2108, se eventuali hotfix per 2108 vengono successivamente rilasciati, è necessario installarli:

Informazioni di riferimento sulla compilazione 2102

Il numero di compilazione più recente dell'hub di Azure Stack 2102 è 1.2102.30.97. Per informazioni aggiornate sulla compilazione e sull'hotfix, vedere la sezione Hotfix .

Tipo di aggiornamento

Il tipo di compilazione dell'aggiornamento di Azure Stack Hub 2102 è Completo.

L'aggiornamento 2102 include i runtime previsti seguenti in base ai test interni:

  • 4 nodi: 8-20 ore
  • 8 nodi: 11-26 ore
  • 12 nodi: 14-32 ore
  • 16 nodi: 17-38 ore

Le durate di aggiornamento esatte dipendono in genere dalla capacità usata dal sistema dai carichi di lavoro del tenant, dalla connettività di rete di sistema (se connessa a Internet) e dalle specifiche hardware del sistema. Le durate più brevi o più lunghe del valore previsto non sono insolite e non richiedono un'azione da parte degli operatori dell'hub di Azure Stack a meno che l'aggiornamento non riesca. Questa approssimazione del runtime è specifica per l'aggiornamento 2102 e non deve essere confrontata con altri aggiornamenti dell'hub di Azure Stack.

Per altre informazioni sui tipi di compilazione degli aggiornamenti, vedere Gestire gli aggiornamenti nell'hub di Azure Stack.

Novità

  • Questa versione include un'anteprima pubblica del supporto remoto, che consente a un professionista del supporto Microsoft di risolvere il caso di supporto più velocemente consentendo l'accesso al dispositivo in remoto ed eseguendo risoluzione dei problemi e riparazioni limitate. È possibile abilitare questa funzionalità concedendo il consenso, controllando il livello di accesso e la durata dell'accesso. Il supporto può accedere solo al dispositivo dopo l'invio di una richiesta di supporto. Per altre informazioni, vedere Supporto remoto per l'hub di Azure Stack.

  • Il servizio di backup dell'infrastruttura dell'hub di Azure Stack supporta ora il backup progressivo. Questa funzionalità consente di ridurre i requisiti di archiviazione nel percorso di backup esterno e di modificare il modo in cui i file sono organizzati nell'archivio di backup esterno. È consigliabile non modificare i file nella directory radice di backup.

  • I dischi gestiti dell'hub di Azure Stack supportano ora le API disco di Azure versione 2019-07-01, con un subset delle funzionalità disponibili.

  • Archiviazione hub di Azure Stack supporta ora le API di gestione dei servizi di archiviazione di Azure versione 2019-06-01, con un subset di funzionalità totali disponibili.

  • Il portale di amministratore dell'hub di Azure Stack mostra ora informazioni correlate alla GPU, inclusi i dati sulla capacità. Ciò richiede l'installazione di una GPU nel sistema.

  • Gli utenti possono ora distribuire tutte le dimensioni di macchine virtuali supportate usando Nvidia T4 tramite il portale utente dell'hub di Azure Stack.

  • Gli operatori dell'hub di Azure Stack possono ora configurare la multi-tenancy nell'hub di Azure Stack tramite il portale di amministrazione. Per altre informazioni, vedere Configurare la multi-tenancy.

  • Gli operatori dell'hub di Azure Stack possono ora configurare un avviso legale usando l'endpoint con privilegi. Per altre informazioni, vedere Configurare i controlli di sicurezza dell'hub di Azure Stack.

  • Durante il processo di aggiornamento, Granular Bitmap Repair (GBR), viene introdotta un'ottimizzazione nel processo di ripristino dell'archiviazione per ripristinare i dati di sincronizzazione non sincronizzati. Rispetto al processo precedente, i segmenti più piccoli vengono riparati, che comportano meno tempo di ripristino e una durata complessiva dell'aggiornamento più breve. GBR è abilitato per impostazione predefinita per tutte le nuove distribuzioni di 2102. Per un aggiornamento a 2102 da una versione precedente (2008), GBR è abilitato durante l'aggiornamento. GBR richiede che tutti i dischi fisici siano in uno stato integro, quindi è stata aggiunta una convalida aggiuntiva nel controllo UpdateReadiness . L'aggiornamento delle patch & avrà esito negativo in una fase iniziale se la convalida ha esito negativo. A questo punto, un amministratore del cloud deve intervenire per risolvere il problema del disco prima di riprendere l'aggiornamento. Per eseguire il completamento con l'OEM, controllare le informazioni di contatto OEM.

  • L'hub di Azure Stack supporta ora nuove dimensioni di macchine virtuali dv3, Ev3 e serie D specifiche di SQL.

  • L'hub di Azure Stack supporta ora l'aggiunta di GPU a qualsiasi sistema esistente. Per aggiungere una GPU, eseguire stop-azurestack, eseguire il processo di stop-azurestack, aggiungere GPU e quindi eseguire start-azurestack fino al completamento. Se il sistema dispone già di GPU, tutte le macchine virtuali GPU create in precedenza devono essere interrotte e quindi riavviare .

  • Tempo di aggiornamento OEM ridotto usando il processo di aggiornamento live.

  • Il motore del servizio Azure Kubernetes nell'hub di Azure Stack ha aggiunto le nuove funzionalità seguenti. Per informazioni dettagliate, vedere le note sulla versione nella documentazione del motore del servizio Azure Kubernetes:

    • Disponibilità generale di Ubuntu 18.04.
    • Supporto per Kubernetes 1.17.17 e 1.18.15.
    • Anteprima pubblica del comando di rotazione dei certificati.
    • Anteprima pubblica del driver CSI di Azure Disks.
    • Anteprima pubblica del driver NFS CSI.
    • Anteprima privata del driver CSI per BLOB di Azure.
    • T4 Nvidia GPU supporta l'anteprima privata.
    • Anteprima privata dell'integrazione di Azure Active Directory.

Miglioramenti

  • Aumento del periodo di conservazione del log del controller di rete, quindi i log saranno disponibili per più tempo per aiutare i tecnici a risolvere i problemi effettivi, anche dopo che è stato risolto un problema.
  • Miglioramenti per mantenere i log del controller di rete, della macchina virtuale gateway, Load Balancer e dell'agente host durante un aggiornamento.
  • È stata migliorata la logica di eliminazione per le risorse di rete bloccate da uno stato di provisioning non riuscito.
  • Riduzione della memoria XRP a 14 GB per macchina virtuale e memoria WAS a 10 GB per macchina virtuale. Evitando l'aumento del footprint totale della memoria della macchina virtuale, sono distribuibili più macchine virtuali tenant.
  • Il report HTML della raccolta di log, che fornisce uno snapshot dei file nella condivisione stamp e diagnostica, ha ora una visualizzazione riepilogata dei file raccolti, dei ruoli, dei provider di risorse e delle informazioni sugli eventi per comprendere meglio la frequenza di esito positivo e negativo del processo di raccolta log.
  • Aggiunti i cmdlet di PowerShell Set-AzSLegalNotice e Get-AzSLegalNotice all'endpoint con privilegi (PEP) per recuperare e aggiornare il contenuto del testo del banner di accesso dopo la distribuzione.
  • Rimosso Servizi certificati Active Directory (ADCS) e la macchina virtuale della CA interamente dall'hub di Azure Stack. Ciò riduce il footprint dell'infrastruttura e consente di risparmiare fino a 2 ore di tempo di aggiornamento.

Modifiche

  • Le API del provider di risorse di Infrastruttura espongono ora informazioni sulle GPU, se disponibili nell'unità di scala.
  • Gli operatori dell'hub di Azure Stack possono ora modificare il rapporto di partizionamento della GPU tramite PowerShell (solo AMD). Questa operazione richiede la deallocazione di tutte le macchine virtuali.
  • Questa build include una nuova versione di Azure Resource Manager.
  • Il portale utenti dell'hub di Azure Stack ora usa l'esperienza a schermo intero per i servizi di bilanciamento del carico, i gruppi di sicurezza di rete, le zone DNS e la creazione di dischi e macchine virtuali.
  • Nella versione 2102 il Windows Admin Center (WAC) è abilitato su richiesta da una sessione PEP sbloccata. Per impostazione predefinita, WAC non è abilitato. Per abilitarla, specificare il -EnableWac flag, unlock-supportsession -EnableWacad esempio .
  • La raccolta di log proattivi ora usa un algoritmo migliorato, che acquisisce i log durante le condizioni di errore che non sono visibili a un operatore. Questo algoritmo garantisce che le informazioni di diagnostica corrette vengano raccolte al momento giusto, senza richiedere alcuna interazione con l'operatore. In alcuni casi, il supporto Tecnico Microsoft può iniziare a risolvere i problemi prima. I miglioramenti dell'algoritmo iniziale riguardano soprattutto le operazioni di applicazione delle patch e di aggiornamento. È consigliabile abilitare le raccolte di log proattive, poiché sono ottimizzate più operazioni e i vantaggi aumentano.
  • È previsto un aumento temporaneo di 10 GB di memoria usata dall'infrastruttura dell'hub di Azure Stack.

Correzioni

  • È stato risolto un problema per cui le zone DNS interne non erano sincronizzate durante l'aggiornamento e causava l'esito negativo dell'aggiornamento. Questa correzione è stata sottoposta a backporting a 2008 e 2005 tramite hotfix.
  • È stato risolto un problema per cui lo spazio su disco è stato esaurito dai log su host fisici, controller di rete, gateway e servizi di bilanciamento del carico. Questa correzione è stata sottoposta a backporting nel 2008.
  • È stato risolto un problema per cui l'eliminazione di gruppi di risorse o reti virtuali non è riuscita a causa di una risorsa orfana nel livello Controller di rete.
  • Rimosse le dimensioni ND6s_dev dalla selezione delle dimensioni della macchina virtuale, perché si tratta di una dimensione di macchina virtuale non supportata.
  • È stato risolto un problema per cui l'esecuzione di Stop-Deallocate in una macchina virtuale comporta la rimozione di una configurazione MTU nella macchina virtuale. Questo comportamento non è coerente con Azure.

Aggiornamenti della sicurezza

Per informazioni sugli aggiornamenti della sicurezza in questo aggiornamento dell'hub di Azure Stack, vedere Aggiornamenti della sicurezza dell'hub di Azure Stack.

Hotfix

L'hub di Azure Stack rilascia regolarmente gli hotfix. A partire dalla versione 2005, quando si esegue l'aggiornamento a una nuova versione principale (ad esempio, da 1.2005.x a 1.2008.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Per altre informazioni, vedere i criteri di manutenzione.

Gli hotfix dell'hub di Azure Stack sono applicabili solo ai sistemi integrati dell'hub di Azure Stack; non tentare di installare gli hotfix in ASDK.

Nota

Le versioni degli hotfix dell'hub di Azure Stack sono cumulative; è sufficiente installare l'hotfix più recente per ottenere tutte le correzioni incluse in tutte le versioni precedenti degli hotfix per tale versione.

Prerequisiti hotfix: prima di applicare l'aggiornamento 2102

La versione 2102 dell'hub di Azure Stack deve essere applicata alla versione 2008 con gli hotfix seguenti:

Dopo aver applicato correttamente l'aggiornamento 2102

Quando si esegue l'aggiornamento a una nuova versione principale (ad esempio, da 1.2008.x a 1.2102.x), gli hotfix più recenti (se presenti) nella nuova versione principale vengono installati automaticamente. Da questo punto in poi, se viene rilasciato un hotfix per la build, è consigliabile installarlo.

Dopo l'installazione di 2102, se vengono rilasciati aggiornamenti rapidi per la versione 2102, è necessario installarli:

Note sulla versione archiviate nel 2008

Note sulla versione archiviate nel 2005

Note sulla versione archiviate nel 2002

Note sulla versione archiviate nel 1910

Note sulla versione archiviate nel 1908

Note sulla versione archiviate nel 1907

Note sulla versione archiviate nel 1906

Note sulla versione archiviate nel 1905

Note sulla versione archiviate nel 1904

Note sulla versione archiviate nel 1903

Note sulla versione archiviate 1902

Note sulla versione archiviate nel 1901

Note sulla versione archiviate 1811

Note sulla versione archiviate nel 1809

Note sulla versione archiviate 1808

Note sulla versione archiviate nel 1807

Note sulla versione archiviate nel 1805

Note sulla versione archiviate 1804

Note sulla versione archiviate 1803

Note sulla versione archiviate 1802

È possibile accedere alle versioni precedenti delle note sulla versione dell'hub di Azure Stack nel sommario sul lato sinistro, in Archivio delle note sulla versione delle risorse>. Selezionare la versione archiviata desiderata nell'elenco a discesa del selettore di versione in alto a sinistra. Questi articoli archiviati vengono forniti solo a scopo di riferimento e non implicano il supporto per queste versioni. Per informazioni sul supporto dell'hub di Azure Stack, vedere Criteri di manutenzione dell'hub di Azure Stack. Per ulteriore assistenza, contattare il Servizio Supporto Tecnico Clienti Microsoft.