Regole di valutazione per SQL Server Azure SQL Migrazione del database

Si applica a: Database SQL di Azure

Gli strumenti di migrazione convalidano l'istanza di SQL Server di origine eseguendo numerose regole di valutazione per identificare i problemi che devono essere risolti prima di eseguire la migrazione del database SQL Server al database Azure SQL.

Questo articolo fornisce un elenco delle regole usate per valutare la fattibilità della migrazione del database SQL Server al database Azure SQL.

Riepilogo regole

Titolo regola Level Category Dettagli
AgentJobs Istanza Avviso SQL Server Agent processi non sono disponibili nel database Azure SQL.
BulkInsert Database Problema BULK INSERT con origine dati BLOB non di Azure non è supportata nel database Azure SQL.
ClrAssemblies Database Problema Gli assembly CLR SQL non sono supportati nel database di Azure SQL.
ComputeClause Database Avviso La clausola COMPUTE non è più supportata ed è stata rimossa.
CrossDatabaseReferences Database Problema Le query tra database non sono supportate nel database Azure SQL.
Cryptographicprovider Database Problema È stato trovato un uso di CREATE CRYPTOGRAPHIC PROVIDER o ALTER CRYPTOGRAPHIC PROVIDER, che non è supportato in Azure SQL Database.
DatabaseMail Istanza Avviso Posta elettronica database non è supportato nel database Azure SQL.
DatabasePrincipalAlias Database Problema SYS. DATABASE_PRINCIPAL_ALIASES non è più supportato ed è stato rimosso.
DbCompatLevelLowerThan100 Database Avviso Azure SQL Database non supporta i livelli di compatibilità inferiori a 100.
DisableDefCNSTCHK Database Problema L'opzione SET DISABLE_DEF_CNST_CHK non è più supportata ed è stata rimossa.
FastFirstRowHint Database Avviso L'hint di query FASTFIRSTROW non è più supportato ed è stato rimosso.
FileStream Database Problema Filestream non è supportato in Azure SQL Database.
LinkedServer Database Problema La funzionalità del server collegato non è supportata in Azure SQL Database.
MSDTCTransactSQL Database Problema BEGIN DISTRIBUTED TRANSACTION non è supportato nel database di Azure SQL.
NextColumn Database Problema Le tabelle e le colonne denominate NEXT comportano un errore In Azure SQL Database.
NonANSILeftOuterJoinSyntax Database Avviso Lo stile non ANSI a sinistra del join esterno non è più supportato ed è stato rimosso.
NonANSIRightOuterJoinSyntax Database Avviso Il join esterno destro non ANSI non è più supportato ed è stato rimosso.
OpenRowsetWithNonBlobDataSourceBulk Database Problema OpenRowSet usato nell'operazione bulk con l'origine dati di archiviazione BLOB non di Azure non è supportata in Azure SQL Database.
OpenRowsetWithSQLAndNonSQLProvider Database Problema OpenRowSet con il provider SQL o non SQL non è supportato nel database Azure SQL.
RAISERROR Database Avviso Le chiamate RAISERROR in stile legacy devono essere sostituite con equivalenti moderni.
ServerAudits Istanza Avviso I controlli server non sono supportati nel database di Azure SQL.
ServerCredentials Istanza Avviso Le credenziali con ambito server non sono supportate nel database Azure SQL.
ServerScopedTriggers Istanza Avviso Il trigger con ambito server non è supportato nel database di Azure SQL.
ServiceBroker Database Problema La funzionalità di Service Broker non è supportata nel database di Azure SQL.
SQLDBDatabaseSize Database Problema Azure SQL database non supporta le dimensioni del database superiori a 100 TB.
Sqlmail Database Avviso SQL Mail è stato interrotto.
SystemProcedures110 Database Avviso Istruzioni rilevate che fanno riferimento a stored procedure di sistema rimosse che non sono disponibili in Azure SQL Database.
TraceFlags Istanza Avviso Azure SQL database non supporta i flag di traccia.
WindowsAuthentication Istanza Avviso Gli utenti del database mappati con autenticazione di Windows (sicurezza integrata) non sono supportati nel database Azure SQL.
XpCmdshell Database Problema xp_cmdshell non è supportato nel database di Azure SQL.

Inserimento bulk

Titolo: BULK INSERT con origine dati BLOB non di Azure non è supportato nel database di Azure SQL.
Categoria: Problema

Descrizione
Azure SQL Database non può accedere alle condivisioni file o alle cartelle di Windows. Vedere la sezione "Oggetti interessati" per gli usi specifici delle istruzioni BULK INSERT che non fanno riferimento a un BLOB di Azure. Gli oggetti con "BULK INSERT" in cui l'origine non è archiviazione BLOB di Azure non funzionerà dopo la migrazione a Azure SQL Database.

Consiglio
È necessario convertire le istruzioni BULK INSERT che usano file o condivisioni file locali per l'uso di file dall'archiviazione BLOB di Azure, quando si esegue la migrazione a Azure SQL Database. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Clausola di calcolo

Titolo: la clausola COMPUTE non è più supportata ed è stata rimossa.
Categoria: Avviso

Descrizione
La clausola COMPUTE genera totali visualizzati come colonne di riepilogo aggiuntive alla fine del set di risultati. Tuttavia, questa clausola non è più supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
Il modulo T-SQL deve essere riscritto usando invece l'operatore ROLLUP. Il codice seguente illustra come è possibile sostituire COMPUTE con ROLLUP:

USE AdventureWorks 
GO;  

SELECT SalesOrderID, UnitPrice, UnitPriceDiscount 
FROM Sales.SalesOrderDetail 
ORDER BY SalesOrderID COMPUTE SUM(UnitPrice), SUM(UnitPriceDiscount) BY SalesOrderID GO; 

SELECT SalesOrderID, UnitPrice, UnitPriceDiscount,SUM(UnitPrice) as UnitPrice , 
SUM(UnitPriceDiscount) as UnitPriceDiscount 
FROM Sales.SalesOrderDetail 
GROUP BY SalesOrderID, UnitPrice, UnitPriceDiscount WITH ROLLUP; 

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database interrotte in SQL Server

Assembly CLR

Titolo: gli assembly CLR SQL non sono supportati nel database di Azure SQL
Categoria: Problema

Descrizione
Azure SQL database non supporta gli assembly CLR SQL.

Consiglio
Attualmente non è possibile ottenere questo risultato nel database Azure SQL. Le soluzioni alternative consigliate richiedono modifiche al codice dell'applicazione e al database per l'uso di solo assembly supportati da Azure SQL Database. In alternativa, eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server nella macchina virtuale di Azure

Altre informazioni: Differenze Transact-SQL non supportate in database SQL

Provider di crittografia

Titolo: è stato trovato un uso di CREATE CRYPTOGRAPHIC PROVIDER o ALTER CRYPTOGRAPHIC PROVIDER, che non è supportato in Azure SQL Database
Categoria: Problema

Descrizione
Azure SQL database non supporta istruzioni CRYPTOGRAPHIC PROVIDER perché non è in grado di accedere ai file. Vedere la sezione Oggetti interessati per gli usi specifici delle istruzioni CRYPTOGRAPHIC PROVIDER. Gli oggetti con CREATE CRYPTOGRAPHIC PROVIDER o ALTER CRYPTOGRAPHIC PROVIDER non funzioneranno correttamente dopo la migrazione a Azure SQL Database.

Consiglio
Esaminare gli oggetti con CREATE CRYPTOGRAPHIC PROVIDER o ALTER CRYPTOGRAPHIC PROVIDER. In tutti gli oggetti necessari rimuovere gli usi di queste funzionalità. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure

Riferimenti tra database

Titolo: le query tra database non sono supportate nel database Azure SQL
Categoria: Problema

Descrizione
I database in questo server usano query tra database, che non sono supportate nel database Azure SQL.

Consiglio
Azure SQL database non supporta query tra database. Sono consigliate le azioni seguenti:

  • Eseguire la migrazione dei database dipendenti a Azure SQL Database e usare la funzionalità Query database elastica (attualmente in anteprima) per eseguire query tra database Azure SQL.
  • Spostare i set di dati dipendenti da altri database nel database di cui viene eseguita la migrazione.
  • Eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure.
  • Eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: Controllare Azure SQL query del database elastico del database (anteprima)

Compatibilità del database

Titolo: Azure SQL database non supporta i livelli di compatibilità inferiori a 100.
Categoria: Avviso

Descrizione
Il livello di compatibilità del database è uno strumento utile per facilitare la modernizzazione del database, consentendo l'aggiornamento del motore di database SQL Server, mantenendo lo stato funzionale delle applicazioni di connessione mantenendo lo stesso livello di compatibilità del database di pre-aggiornamento. Azure SQL Database non supporta i livelli di compatibilità inferiori a 100.

Consiglio
Valutare se la funzionalità dell'applicazione è intatta quando il livello di compatibilità del database viene aggiornato a 100 in Istanza gestita di SQL di Azure. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure

Posta elettronica del database

Titolo: Posta elettronica database non è supportato nel database di Azure SQL.
Categoria: Avviso

Descrizione
Questo server usa la funzionalità Posta elettronica database, che non è supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
Valutare la possibilità di eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure che supporta Posta elettronica database. In alternativa, è consigliabile usare funzioni di Azure e Sendgrid per eseguire le funzionalità di posta elettronica in Azure SQL Database.

Alias dell'entità di database

Titolo: SYS. DATABASE_PRINCIPAL_ALIASES non è più supportato ed è stato rimosso.
Categoria: Problema

Descrizione
SYS. DATABASE_PRINCIPAL_ALIASES non è più supportato ed è stato rimosso in Azure SQL Database.

Consiglio
Usare ruoli anziché alias.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

opzione DISABLE_DEF_CNST_CHK

Titolo: l'opzione SET DISABLE_DEF_CNST_CHK non è più disponibile ed è stata rimossa.
Categoria: Problema

Descrizione
L'opzione SET DISABLE_DEF_CNST_CHK non è più disponibile ed è stata rimossa in Azure SQL Database.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Hint FASTFIRSTROW

Titolo: l'hint per la query FASTFIRSTROW non è più supportato ed è stato rimosso.
Categoria: Avviso

Descrizione
L'hint per la query FASTFIRSTROW non è più supportato ed è stato rimosso in Azure SQL Database.

Consiglio
Anziché l'hint per la query FASTFIRSTROW, usare OPTION (FAST n).

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Filestream

Titolo: Filestream non è supportato in Azure SQL Database
Categoria: Problema

Descrizione
La funzionalità Filestream, che consente di archiviare dati non strutturati, ad esempio documenti di testo, immagini e video nel file system NTFS, non è supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
Caricare i file non strutturati nell'archivio BLOB di Azure e archiviare i metadati correlati a questi file (nome, tipo, percorso URL, chiave di archiviazione e così via) in Azure SQL Database. Potrebbe essere necessario ri-progettare l'applicazione per abilitare i BLOB di streaming da e verso Azure SQL Database. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: Streaming di BLOB da e verso Azure SQL blog

Server collegato

Titolo: La funzionalità del server collegato non è supportata in Azure SQL Database
Categoria: Problema

Descrizione
I server collegati consentono al motore di database di SQL Server di eseguire comandi su origini dati OLE DB all'esterno dell'istanza di SQL Server.

Consiglio
Azure SQL database non supporta la funzionalità del server collegato. Per eliminare la necessità di server collegati, è consigliabile eseguire le azioni seguenti:

  • Identificare i set di dati dipendenti dai server SQL remoti e valutare la possibilità di spostarli nel database di cui viene eseguita la migrazione.
  • Eseguire la migrazione dei database dipendenti in Azure e usare la funzionalità Query di database elastico (anteprima) per eseguire query tra database in Azure SQL Database.

Altre informazioni: Controllare Azure SQL query elastica del database (anteprima)

MS DTC

Titolo: BEGIN DISTRIBUTED TRANSACTION non è supportato in Azure SQL Database.
Categoria: Problema

Descrizione
La transazione distribuita avviata da Transact SQL BEGIN DISTRIBUTED TRANSACTION e gestita da Microsoft Distributed Transaction Coordinator (MS DTC) non è supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
Esaminare la sezione Oggetti interessati in Azure Migrate per visualizzare tutti gli oggetti che usano BEGIN DISTRUBUTED TRANSACTION. Valutare la possibilità di eseguire la migrazione dei database partecipante a Istanza gestita di SQL di Azure in cui sono supportate le transazioni distribuite tra più istanze (attualmente in anteprima). In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: Transazioni tra più server per Istanza gestita di SQL di Azure

OPENROWSET (bulk)

Titolo: OpenRowSet usato nell'operazione bulk con l'origine dati di archiviazione BLOB non di Azure non è supportato in Azure SQL Database.
Categoria: Problema

Descrizione OPENROWSET supporta operazioni bulk tramite un provider BULK predefinito che consente la lettura e la restituzione dei dati da un file come set di righe. OPENROWSET con origine dati di archiviazione BLOB non di Azure non è supportato in Azure SQL Database.

Consiglio
Azure SQL Database non può accedere alle condivisioni file e alle cartelle di Windows, pertanto i file devono essere importati dall'archivio BLOB di Azure. Pertanto, nella funzione OPENROWSET è supportato solo il tipo di BLOB DATASOURCE. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure

Altre informazioni: Risoluzione delle differenze di Transact-SQL durante la migrazione a database SQL

OPENROWSET (provider)

Titolo: OpenRowSet con provider SQL o non SQL non è supportato nel database Azure SQL.
Categoria: Problema

Descrizione
OpenRowSet con provider SQL o non SQL è un'alternativa all'accesso alle tabelle in un server collegato ed è un metodo monouso ad hoc per la connessione e l'accesso ai dati remoti tramite OLE DB. OpenRowSet con provider SQL o non SQL non è supportato nel database Azure SQL.

Consiglio
Azure SQL Database supporta OPENROWSET solo per l'importazione dall'archiviazione BLOB di Azure. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure

Altre informazioni: Risoluzione delle differenze di Transact-SQL durante la migrazione a database SQL

Left join non ANSI

Titolo: lo stile left outer join non ANSI non è più supportato ed è stato rimosso.
Categoria: Avviso

Descrizione
Lo stile left outer join non ANSI non è più supportato ed è stato rimosso in Azure SQL Database.

Consiglio
Utilizzare la sintassi di join ANSI.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Outer join non ANSI a destra

Titolo: lo stile right outer join non ANSI non è più supportato ed è stato rimosso.
Categoria: Avviso

Descrizione
Lo stile right join non ANSI non è più supportato ed è stato rimosso in Azure SQL Database.

Consiglio
Utilizzare la sintassi di join ANSI.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Colonna successiva

Titolo: le tabelle e le colonne denominate NEXT causeranno un errore In Azure SQL Database.
Categoria: Problema

Descrizione
Sono state rilevate tabelle o colonne denominate NEXT. Le sequenze, introdotte in Microsoft SQL Server, usano la funzione NEXT VALUE FOR standard ANSI. Se una tabella o colonna viene denominata NEXT, le viene associato un alias VALUE e la parola chiave AS dello standard ANSI viene omessa, è possibile che nell'istruzione risultante si verifichi un errore.

Consiglio
Riscrivere le istruzioni in modo da includere la parola chiave AS dello standard ANSI quando si crea l'alias di una tabella o una colonna. Ad esempio, quando una colonna è denominata NEXT e tale colonna è aliasata come VALUE, la query SELECT NEXT VALUE FROM TABLE genererà un errore e deve essere riscritta come SELECT NEXT AS VALUE FROM TABLE. Analogamente, quando una tabella è denominata NEXT e tale tabella è con alias VALUE, la query SELECT Col1 FROM NEXT VALUE genererà un errore e deve essere riscritta come SELECT Col1 FROM NEXT AS VALUE.

RAISERROR

Titolo: le chiamate RAISERROR in stile legacy devono essere sostituite con equivalenti moderni.
Categoria: Avviso

Descrizione
Le chiamate RAISERROR come l'esempio seguente sono denominate legacy perché non includono le virgole e le parentesi. RAISERROR 50001 'this is a test'. Questo metodo di chiamata a RAISERROR non è più supportato e rimosso in Azure SQL Database.

Consiglio
Riscrivere l'istruzione usando la sintassi RAISERROR corrente oppure valutare se l'approccio moderno di BEGIN TRY { } END TRY BEGIN CATCH { THROW; } END CATCH è fattibile.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Controlli del server

Titolo: Usare le funzionalità di controllo del database Azure SQL per sostituire i controlli del server
Categoria: Avviso

Descrizione
I controlli del server non sono supportati in Azure SQL Database.

Consiglio
Prendere in considerazione Azure SQL funzionalità di controllo del database per sostituire i controlli del server. Azure SQL supporta il controllo e le funzionalità sono più avanzate di SQL Server. Azure SQL Database può controllare varie azioni ed eventi del database, tra cui: accesso ai dati, modifiche dello schema (DDL), modifiche dei dati (DML), account, ruoli e autorizzazioni (DCL, eccezioni di sicurezza). Azure SQL controllo del database aumenta la capacità di un'organizzazione di ottenere informazioni approfondite su eventi e modifiche che si verificano all'interno del database, inclusi gli aggiornamenti e le query sui dati. In alternativa, eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server in una macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: Controllo per il database di Azure SQL

Credenziali del server

Titolo: Le credenziali con ambito server non sono supportate in Azure SQL Database
Categoria: Avviso

Descrizione
Una credenziale è un record che contiene le informazioni di autenticazione (credenziali) necessarie per connettersi a una risorsa all'esterno di SQL Server. Azure SQL Database supporta le credenziali del database, ma non quelle create nell'ambito SQL Server.

Consiglio
Azure SQL Database supporta le credenziali con ambito database. Convertire le credenziali con ambito server in credenziali con ambito database. In alternativa, eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server in una macchina virtuale di Azure

Altre informazioni: Creazione di credenziali con ambito database

Service Broker

Titolo: La funzionalità di Service Broker non è supportata in Azure SQL Database
Categoria: Problema

Descrizione
SQL Server Service Broker offre supporto nativo per le applicazioni di messaggistica e accodamento nel motore di database SQL Server. La funzionalità Service Broker non è supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
La funzionalità Service Broker non è supportata in Azure SQL Database. Valutare la possibilità di eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure che supporta Service Broker all'interno della stessa istanza. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Trigger con ambito server

Titolo: Il trigger con ambito server non è supportato in Azure SQL Database
Categoria: Avviso

Descrizione
Un trigger è un tipo speciale di stored procedure che viene eseguito in risposta a determinate azioni in una tabella, ad esempio inserimento, eliminazione o aggiornamento dei dati. I trigger con ambito server non sono supportati in Azure SQL Database. Azure SQL Database non supporta le opzioni seguenti per i trigger: FOR LOGON, ENCRYPTION, WITH APPEND, NOT FOR REPLICATION, EXTERNAL NAME option (non è disponibile alcun supporto del metodo esterno), ALL SERVER Option (DDL Trigger), Trigger on a LOGON event (Logon Trigger), Azure SQL Database non supporta i trigger CLR.

Consiglio
Usare invece il trigger a livello di database. In alternativa, eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server in una macchina virtuale di Azure

Altre informazioni: Risoluzione delle differenze di Transact-SQL durante la migrazione a database SQL

Processi di SQL Agent

Titolo: i processi SQL Server Agent non sono disponibili nel database di Azure SQL
Categoria: Avviso

Descrizione
SQL Server Agent è un servizio di Microsoft Windows che esegue attività amministrative pianificate, denominate processi in SQL Server. SQL Server Agent processi non sono disponibili in database di Azure SQL.

Raccomandazione Usare processi elastici (anteprima), che rappresentano la sostituzione dei processi SQL Server Agent in Azure SQL Database. I processi di database elastici per Azure SQL database consentono di eseguire in modo affidabile script T-SQL che si estendono su più database durante la ripetizione automatica dei tentativi e fornendo garanzie di completamento finale. In alternativa, valutare la possibilità di eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server in Azure Macchine virtuali.

Altre informazioni: Introduzione ai processi di database elastici (anteprima)

dimensioni database SQL

Titolo: Azure SQL database non supporta dimensioni del database superiori a 100 TB.
Categoria: Problema

Descrizione
Le dimensioni del database sono maggiori delle dimensioni massime supportate di 100 TB.

Consiglio
Valutare se i dati possono essere archiviati o compressi o partizionati in più database. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: limiti delle risorse vCore

SQL Mail

Titolo: SQL Mail non è più disponibile.
Categoria: Avviso

Descrizione
SQL Mail non è più disponibile e rimosso nel database di Azure SQL.

Consiglio
Valutare la possibilità di eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure o SQL Server in Azure Macchine virtuali e usare Posta elettronica database.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

SystemProcedures110

Titolo: istruzioni rilevate che fanno riferimento a stored procedure di sistema rimosse che non sono disponibili in Azure SQL Database.
Categoria: Avviso

Descrizione
Le stored procedure estese e di sistema non supportate seguenti non possono essere usate in Azure SQL Database - sp_dboption, , sp_addserversp_dropalias,sp_activedirectory_objsp_activedirectory_scp , sp_activedirectory_start.

Consiglio
Rimuovere i riferimenti alle procedure di sistema non supportate rimosse in Azure SQL Database.

Altre informazioni: Funzionalità del motore di database non più disponibili in SQL Server

Flag di traccia

Titolo: Azure SQL database non supporta i flag di traccia
Categoria: Avviso

Descrizione
I flag di traccia vengono utilizzati per impostare temporaneamente funzionalità del server specifiche o per disattivare un particolare comportamento. I flag di traccia vengono spesso utilizzati per diagnosticare problemi di prestazioni o per eseguire il debug di stored procedure o sistemi complessi. Azure SQL database non supporta i flag di traccia.

Consiglio
Esaminare la sezione Oggetti interessati in Azure Migrate per visualizzare tutti i flag di traccia non supportati in Azure SQL Database e valutare se possono essere rimossi. In alternativa, eseguire la migrazione a Istanza gestita di SQL di Azure che supporta un numero limitato di flag di traccia globali o SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: Risoluzione delle differenze di Transact-SQL durante la migrazione a database SQL

autenticazione di Windows

Titolo: gli utenti del database mappati a autenticazione di Windows (sicurezza integrata) non sono supportati in Azure SQL Database.
Categoria: Avviso

Descrizione
Azure SQL Database supporta due tipi di autenticazione

  • Autenticazione SQL: usa un nome utente e una password
  • Autenticazione di Azure Active Directory: usa le identità gestite da Azure Active Directory ed è supportata per i domini gestiti e integrati.

Gli utenti del database di cui è stato eseguito il mapping con autenticazione di Windows (sicurezza integrata) non sono supportati in Azure SQL Database.

Consiglio
Eseguire la federazione di Active Directory locale con Azure Active Directory. L'identità di Windows può quindi essere sostituita con le identità di Azure Active Directory equivalenti. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Altre informazioni: funzionalità di sicurezza database SQL

Xp_cmdshell

Titolo: xp_cmdshell non è supportato in Azure SQL Database.
Categoria: Problema

Descrizione
xp_cmdshell che genera una shell dei comandi di Windows e passa una stringa per l'esecuzione non è supportata in Azure SQL Database.

Consiglio
Esaminare la sezione Oggetti interessati in Azure Migrate per visualizzare tutti gli oggetti usando xp_cmdshell e valutare se il riferimento a xp_cmdshell o l'oggetto interessato può essere rimosso. Prendere in considerazione anche l'esplorazione di Automazione di Azure che offre l'automazione e il servizio di configurazione basati sul cloud. In alternativa, eseguire la migrazione a SQL Server nella macchina virtuale di Azure.

Passaggi successivi

Per avviare la migrazione del SQL Server a Azure SQL Database, vedere la guida alla migrazione SQL Server a database SQL.