Ridimensionare la migrazione senza agente di macchine virtuali VMware ad Azure

Questo articolo illustra come usare un'appliance con scalabilità orizzontale per eseguire la migrazione di un numero elevato di macchine virtuali VMware in Azure usando il metodo senza agente dello strumento di migrazione server di Azure Migrate per la migrazione di macchine virtuali VMware.

Usando il metodo di migrazione senza agente per le macchine virtuali VMware è possibile:

  • Replicare fino a 300 macchine virtuali da un singolo server vCenter contemporaneamente usando un'appliance di Azure Migrate.
  • Replicare fino a 500 macchine virtuali da un singolo server vCenter contemporaneamente distribuendo un secondo appliance con scalabilità orizzontale per la migrazione.

In questo articolo verrà spiegato come:

  • Aggiungere un'appliance con scalabilità orizzontale per la migrazione senza agente di macchine virtuali VMware
  • Eseguire la migrazione contemporaneamente a 500 macchine virtuali usando l'appliance con scalabilità orizzontale.

Prerequisiti

Prima di iniziare, è necessario eseguire la procedura seguente:

  • Creare il progetto Azure Migrate.
  • Distribuire l'appliance di Azure Migrate (appliance primaria) e l'individuazione completa delle macchine virtuali VMware gestite dal server vCenter.
  • Configurare la replica per una o più macchine virtuali di cui eseguire la migrazione.

Importante

È necessario avere almeno una macchina virtuale di replica nel progetto prima di poter aggiungere un'appliance con scalabilità orizzontale per la migrazione.

Per informazioni su come eseguire l'operazione precedente, vedere l'esercitazione sulla migrazione di macchine virtuali VMware ad Azure con il metodo di migrazione senza agente.

Distribuire un'appliance con scalabilità orizzontale

Per aggiungere un'appliance con scalabilità orizzontale, seguire la procedura descritta di seguito:

  1. Fare clic su Individua le>macchine virtuali?

  2. Selezionare Sì, con VMware vSphere Hypervisor.

  3. Selezionare replica senza agente nel passaggio successivo.

  4. Selezionare Scalabilità orizzontale di un'appliance primaria esistente nel menu selezionare il tipo di appliance.

  5. Selezionare l'appliance primaria (l'appliance con cui è stata eseguita l'individuazione) che si desidera aumentare.

    Screenshot of Discover machines page for scale-out onboarding.

1. Generare la chiave del progetto di Azure Migrate

  1. In Genera chiave di progetto di Azure Migrate specificare un nome suffisso per l'appliance con scalabilità orizzontale. Il suffisso può contenere solo caratteri alfanumerici e ha un limite di lunghezza di 14 caratteri.
  2. Fare clic su Genera chiave per avviare la creazione delle risorse di Azure necessarie. Non chiudere la pagina Individua durante la creazione di risorse.
  3. Copiare la chiave generata. Sarà necessaria la chiave in un secondo momento per completare la registrazione dell'appliance con scalabilità orizzontale.

2. Scaricare il programma di installazione per l'appliance con scalabilità orizzontale

In Scaricare l'appliance di Azure Migrate fare clic su Scarica. È necessario scaricare lo script del programma di installazione di PowerShell per distribuire l'appliance con scalabilità orizzontale in un server esistente che esegue Windows Server 2016 e con la configurazione hardware necessaria (32 GB di RAM, 8 vCPU, circa 80 GB di archiviazione su disco e accesso a Internet, direttamente o tramite un proxy).

Download script for scale-out appliance

Suggerimento

È possibile convalidare il checksum del file zip scaricato usando questa procedura:

  1. Nel server in cui è stato scaricato il file aprire una finestra di comando amministratore.
  2. Eseguire il comando seguente per generare l'hash per il file compresso: - C:\>CertUtil -HashFile <file_location> [Hashing Algorithm] Esempio di utilizzo: C:\>CertUtil -HashFile C:\Users\administrator\Desktop\AzureMigrateInstaller.zip SHA256
  3. Scaricare la versione più recente del programma di installazione dell'appliance con scalabilità orizzontale dal portale se il valore hash calcolato non corrisponde a questa stringa: 277C53620DB299F57E3AC5A6569E9720F06190A245476810B36BF651C8B795B

3. Eseguire lo script del programma di installazione di Azure Migrate

  1. Estrarre il file compresso in una cartella nel server che ospiterà l'appliance. Assicurarsi di non eseguire lo script in un server con un'appliance di Azure Migrate esistente.

  2. Avviare PowerShell nello stesso server con privilegi amministrativi (elevati).

  3. Modificare la directory di PowerShell nella cartella in cui è stato estratto il contenuto del file compresso scaricato.

  4. Eseguire lo script denominato AzureMigrateInstaller.ps1 eseguendo il comando seguente:

    PS C:\Users\administrator\Desktop\AzureMigrateInstaller> .\AzureMigrateInstaller.ps1

  5. Selezionare dallo scenario, dal cloud, dalla configurazione e dalle opzioni di connettività per distribuire l'appliance desiderata. Ad esempio, la selezione illustrata di seguito configura un'appliance con scalabilità orizzontale per avviare repliche simultanee nei server in esecuzione nell'ambiente VMware in un progetto di Azure Migrate con connettività predefinita (endpoint pubblico) nel cloud pubblico di Azure.

    Screenshot that shows how to set up scale-out appliance.

  6. Lo script del programma di installazione esegue le operazioni seguenti:

    • Installa l'agente gateway e gestione configurazione appliance per eseguire repliche di server simultanee.
    • Installa i ruoli di Windows, tra cui il Servizio Attivazione Windows, IIS e PowerShell ISE.
    • Scarica e installa un modulo di IIS riscrivibile.
    • Aggiorna una chiave del Registro di sistema (HKLM) con i dettagli delle impostazioni permanenti per Azure Migrate.
    • Crea i seguenti file nei relativi percorsi:
      • File di configurazione: %Programdata%\Microsoft Azure\Config
      • File di log: %Programdata%\Microsoft Azure\Logs

Dopo l'esecuzione dello script, verrà avviato automaticamente il gestore di configurazione dell'appliance.

Nota

In caso di problemi, è possibile accedere ai log degli script in C:\ProgramData\Microsoft Azure\Logs\AzureMigrateScenarioInstaller_Timestamp.log per la risoluzione dei problemi.

4. Configurare l'appliance

Prima di iniziare, assicurarsi che gli endpoint di Azure siano accessibili dall'appliance con scalabilità orizzontale.

  • Aprire un browser in qualsiasi computer che possa connettersi al server dell'appliance con scalabilità orizzontale e aprire l'URL di Gestione configurazione appliance: https:// nome dell'appliance di scalabilità orizzontale o indirizzo IP: 44368.

    In alternativa, è possibile aprire Configuration Manager dal desktop del server dell'appliance con scalabilità orizzontale usando il collegamento a Configuration Manager.

  • Accettare le condizioni di licenza e leggere le informazioni di terze parti.

Configurare i prerequisiti e registrare l'appliance

In Configuration Manager selezionare Configura prerequisiti e quindi completare questi passaggi:

  1. Connettività: l'appliance verifica che il server disponga dell'accesso a Internet. Se il server usa un proxy:

    • Selezionare Configura proxy per specificare l'indirizzo proxy (nel modulo http://ProxyIPAddress o http://ProxyFQDN, dove FQDN fa riferimento a un nome di dominio completo) e alla porta di ascolto.

    • Immettere le credenziali se il proxy richiede l'autenticazione.

    • Se sono stati aggiunti dettagli proxy o disabilitato il proxy o l'autenticazione, selezionare Salva per attivare la connettività e controllare di nuovo la connettività.

      È supportato solo il proxy HTTP.

  2. Sincronizzazione tempo: verificare che l'ora dell'appliance sia sincronizzata con l'ora internet per il corretto funzionamento dell'individuazione.

  3. Installare gli aggiornamenti e registrare l'appliance: per eseguire l'aggiornamento automatico e registrare l'appliance, seguire questa procedura:

    Screenshot that shows setting up the prerequisites in the appliance configuration manager.

    Nota

    Si tratta di una nuova esperienza utente nell'appliance azure Migrate disponibile solo se è stata configurata un'appliance usando lo script OVA/Installer più recente scaricato dal portale. Le appliance già registrate continueranno a visualizzare la versione precedente dell'esperienza utente e continueranno a funzionare senza problemi.

    1. Per eseguire l'aggiornamento automatico dell'appliance, incollare la chiave di progetto copiata dal portale. Se la chiave non è disponibile, passare ad Azure Migrate: Individuazione e panoramica> della valutazione >Gestire le appliance esistenti. Selezionare il nome dell'appliance specificato quando è stata generata la chiave del progetto e quindi copiare la chiave visualizzata.

    2. L'appliance verificherà la chiave e avvierà il servizio di aggiornamento automatico, che aggiorna tutti i servizi nell'appliance alle versioni più recenti. Quando l'aggiornamento automatico è stato eseguito, è possibile selezionare Visualizza i servizi dell'appliance per visualizzare lo stato e le versioni dei servizi in esecuzione nel server dell'appliance.

    3. Per registrare l'appliance, è necessario selezionare Login. In Continua con Accesso di Azure selezionare Copia l'account di accesso al codice del dispositivo per copiare il codice del dispositivo (è necessario disporre di un codice & dispositivo per l'autenticazione con Azure) e aprire una richiesta di accesso di Azure in una nuova scheda del browser. Assicurarsi di aver disabilitato il blocco popup nel browser per visualizzare il prompt.

      Screenshot that shows where to copy the device code and log in.

    4. In una nuova scheda nel browser incollare il codice del dispositivo e accedere usando il nome utente e la password di Azure. L'accesso con un PIN non è supportato.

      Nota

      Se si chiude la scheda di accesso accidentalmente senza accedere, aggiornare la scheda browser di Gestione configurazione appliance per visualizzare il codice del dispositivo e copiare il pulsante Account di accesso del codice & .

    5. Dopo aver eseguito correttamente l'accesso, tornare alla scheda del browser che visualizza gestione configurazione appliance. Se l'account utente di Azure usato per accedere ha le autorizzazioni necessarie per le risorse di Azure create durante la generazione delle chiavi, viene avviata la registrazione dell'appliance.

      Dopo la registrazione dell'appliance, per visualizzare i dettagli di registrazione, selezionare Visualizza dettagli.

      Importare la configurazione dell'appliance dall'appliance primaria

      Per completare la registrazione dell'appliance con scalabilità orizzontale, fare clic su Importa per ottenere i file di configurazione necessari dall'appliance primaria.

      1. Facendo clic su importa viene aperta una finestra popup con istruzioni su come importare i file di configurazione necessari dall'appliance primaria.

        Screenshot of the Import Configuration files modal.

      2. Accedere (desktop remoto) all'appliance primaria ed eseguire i comandi di PowerShell seguenti:

        PS cd 'C:\Program Files\Microsoft Azure Appliance Configuration Manager\Scripts\PowerShell'

        PS .\ExportConfigFiles.ps1

      3. Copiare il file zip creato eseguendo i comandi precedenti nell'appliance con scalabilità orizzontale. Il file zip contiene i file di configurazione necessari per registrare l'appliance con scalabilità orizzontale.

      4. Nella finestra popup aperta nel passaggio precedente selezionare il percorso del file zip di configurazione copiato e fare clic su Salva.

      Dopo aver importato correttamente i file, la registrazione dell'appliance con scalabilità orizzontale verrà completata e verrà visualizzato il timestamp dell'ultima importazione riuscita. È anche possibile visualizzare i dettagli della registrazione facendo clic su Visualizza dettagli.

  4. Installare VDDK: l'appliance verifica che sia installato VMware vSphere Virtual Disk Development Kit (VDDK). Se VDDK non è installato, scaricare VDDK 6.7 da VMware. Estrarre il contenuto del file ZIP scaricato nel percorso specificato nell'appliance, come indicato nelle istruzioni di installazione.

    Migrazione server di Azure Migrate usa VDDK per replicare i server durante la migrazione ad Azure.

È possibile rieseguire i prerequisiti in qualsiasi momento durante la configurazione dell'appliance per verificare se l'appliance soddisfa tutti i prerequisiti.

A questo punto, è necessario riconvalidare che l'appliance di scalabilità orizzontale sia in grado di connettersi al server vCenter. Fare clic su riconvalida per convalidare la connettività del server vCenter dall'appliance con scalabilità orizzontale. Screenshot shows view credentials and discovery sources to be validated.

Importante

Se si modificano le credenziali del server vCenter nell'appliance primaria, assicurarsi di importare nuovamente i file di configurazione nell'appliance con scalabilità orizzontale per ottenere la configurazione più recente e continuare le repliche in corso.
Se l'appliance con scalabilità orizzontale non è più necessaria, assicurarsi di disabilitare l'appliance con scalabilità orizzontale. Altre informazioni su come disabilitare l'appliance di scalabilità orizzontale quando non è necessario.

Replica

  1. Dopo aver registrato l'appliance con scalabilità orizzontale, nel riquadro Azure Migrate: Migrazione server fare clic su Replica.

  2. Seguire i passaggi sullo schermo per avviare la replica di altre macchine virtuali.

Con l'appliance con scalabilità orizzontale, è ora possibile replicare 500 macchine virtuali contemporaneamente. È anche possibile eseguire la migrazione di macchine virtuali in batch di 200 tramite il portale di Azure.

Lo strumento Migrazione server di Azure Migrate si occuperà della distribuzione delle macchine virtuali tra l'appliance primaria e con scalabilità orizzontale per la replica. Al termine della replica, è possibile eseguire la migrazione delle macchine virtuali.

Suggerimento

È consigliabile eseguire la migrazione di macchine virtuali in batch di 200 per ottenere prestazioni ottimali se si vuole eseguire la migrazione di un numero elevato di macchine virtuali.

Passaggi successivi

In questo articolo si è appreso quanto segue:

  • Come configurare un'appliance con scalabilità orizzontale
  • Come replicare le macchine virtuali usando un'appliance con scalabilità orizzontale

Altre informazioni sulla migrazione dei server ad Azure con Azure Migrate: Strumento di migrazione server.