Motore degli eventi estesi di SQL Server

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate) Sìdatabase SQL di Azure

Il motore degli eventi estesi di SQL Server è una raccolta di servizi e oggetti che:

  • Abilitano la definizione degli eventi.

  • Abilitano l'elaborazione dei dati degli eventi.

  • Gestiscono i servizi e gli oggetti degli eventi estesi nel sistema.

  • Mantengono un elenco di sessioni degli eventi estesi e gestiscono l'accesso a tale elenco.

Il motore degli eventi estesi stesso non fornisce alcun evento o azione da intraprendere quando viene generato un evento. I processi che utilizzano il motore degli eventi estesi definiscono l'interazione con il motore. Questi processi aggiungono dei punti evento e forniscono le azioni da intraprendere in risposta alla generazione dell'evento.

Nell'illustrazione seguente è mostrata una vista semplificata di una sessione degli eventi estesi. Per altre informazioni, vedere Sessioni degli eventi estesi di SQL Server.

Architettura dettagliata di eventi estesi

Tenere presente quanto segue:

  • Ogni processo di Windows può avere uno o più moduli (processo Win32, modulo Win32). Questi sono anche noti come binari o moduli eseguibili.

  • Ciascun modulo del processo di Windows può contenere uno o più pacchetti di eventi estesi (Pacchetto) contenenti uno o più oggetti eventi estesi (Tipo, Destinazione, Azione, Mappa, Predicato ed Evento).

  • In un processo host può esservi solo un'istanza del motore degli eventi estesi (motore degli eventi estesi) che:

    • Gestisce alcuni aspetti della sessione (ad esempio, l'enumerazione delle sessioni).

    • Gestisce la distribuzione (Dispatcher). Ciò è simile a un pool di thread.

    • Gestisce buffer di memoria (Buffer) per gli eventi. Quando i buffer sono riempiti, vengono inviati alle destinazioni.

  • Dopo che una sessione è stata creata e gli eventi sono associati facoltativamente alla sessione (Contesto della sessione):

    • È possibile creare anche istanze di destinazioni (Istanza di destinazione) e aggiungerle alla sessione.

    • Quando i buffer sono riempiti, questi buffer vengono inviati alle destinazioni.

Vedere anche

Eventi estesi