Condivisione di un'app

Completato

Ora che è stata creata, l'app può essere condivisa con utenti e gruppi specifici o con l'intera organizzazione. Quando viene condivisa con altre persone, un'app può essere eseguita in un browser o nei lettori per Apple iOS e Google Android.

È anche possibile concedere a un utente l'autorizzazione per aggiornare l'app.

Per l'autore dell'app, la condivisione della propria app rappresenta la fase conclusiva della procedura di creazione. È utile condividere l'app per testarne la piena funzionalità con alcune parti interessate. In questo modo l'autore potrà ricevere il feedback necessario per ottimizzare la propria app.

Preparativi per condividere un'app

Per completare la procedura seguente, aprire l'app da condividere in modalità di modifica.

  1. In Power Apps Studio selezionare il menu File e scegliere Salva con nome, quindi selezionare Cloud.

  2. Fare clic su Salva nell'angolo inferiore destro.

  3. Dopo che l'app è stata salvata correttamente, fare clic su Condividi.

  4. Nella scheda Condividi specificare gli utenti o i gruppi con cui si vuole condividere l'app. Per aggiungere tutti gli utenti dell'organizzazione, digitare Tutti e selezionare Tutti in Nome azienda. Se è necessario condividere l'app con un nutrito gruppo di utenti, è consigliabile effettuare la condivisione tramite un gruppo di sicurezza di Azure Active Directory.

    Per impostazione predefinita, è necessario disporre dell'autorizzazione utente. Se si desidera che l'utente sia anche in grado di modificare l'app, selezionare la casella di controllo Comproprietario. Di seguito è riportata una descrizione di entrambe le autorizzazioni:

    • Comproprietario: gli utenti possono usare, modificare e condividere l'app, ma non possono eliminare o modificare il proprietario.

    • Utente: gli utenti possono visualizzare e usare l'app, ma non possono modificarla.

  5. Valutare i gruppi di sicurezza.

    • Se si condivide un'app con un gruppo di sicurezza, i membri già esistenti del gruppo e chiunque entri a farne parte avranno l'autorizzazione specificata per tale gruppo. Un utente che lascia il gruppo perde tale autorizzazione a meno che non appartenga a un altro gruppo autorizzato ad accedere o gli sia stata concessa l'autorizzazione come singolo utente.

    • Ogni membro di un gruppo di sicurezza dispone della stessa autorizzazione del resto del gruppo per un'app. Tuttavia, è possibile specificare autorizzazioni a un livello più alto per uno o più membri del gruppo allo scopo di consentire loro un accesso di livello superiore. Ad esempio, è possibile concedere al gruppo di sicurezza A l'autorizzazione per eseguire un'app, ma è anche possibile concedere all'utente B, che appartiene a tale gruppo, l'autorizzazione di Comproprietario. Ogni membro del gruppo di sicurezza può eseguire l'app, ma solo l'utente B può modificarla. Se si assegna al gruppo di sicurezza A l'autorizzazione Comproprietario e all'utente B l'autorizzazione per eseguire l'app, l'utente B potrà comunque modificare l'app.

  6. Per inviare una notifica tramite e-mail agli utenti, assicurarsi che la casella di controllo Invia un invito tramite posta elettronica ai nuovi utenti sia selezionata.

    Se si sceglie di avvisare gli utenti tramite e-mail, tutti gli utenti con cui è stata condivisa l'app riceveranno un messaggio e-mail con un collegamento all'app. Le persone a cui è stata concessa l'autorizzazione Comproprietario per l'app riceveranno anche un collegamento a Modifica app in Power Apps Studio.

  7. Fare clic su Condividi.

    Se vengono apportate e salvate le modifiche all'app condivisa, le persone con cui è stata condivisa visualizzeranno le modifiche non appena vengono pubblicate. Questo comportamento può essere utile se si apportano miglioramenti all'app, ma può anche avere un impatto negativo sugli utenti se si rimuovono o si modificano in modo sostanziale alcune funzionalità. È importante ricordare di creare un piano di notifica per avvisare gli utenti in caso di aggiornamenti importanti.

Autorizzazioni e licenze

È necessario disporre di alcune informazioni di base su autorizzazioni e licenze:

  • Gli utenti e i collaboratori devono disporre di autorizzazioni per le connessioni dati e i gateway usati da un'app condivisa.
  • Alcune autorizzazioni vengono assegnate in modo implicito con l'app, altre devono essere concesse in modo esplicito.
  • Se si crea un'app basata su Microsoft Dataverse, è necessario assicurarsi che gli utenti con cui si condivide l'app dispongano delle autorizzazioni appropriate per la tabella o le tabelle su cui si basa l'app. In particolare, tali utenti devono appartenere a un ruolo di sicurezza in grado di eseguire attività come creazione, lettura, scrittura ed eliminazione di righe pertinenti.
  • In molti casi è opportuno creare uno o più ruoli di sicurezza personalizzati con le autorizzazioni esatte necessarie agli utenti per eseguire l'app. È quindi possibile assegnare un ruolo a ogni utente in base alle esigenze.

Condividere un'app è semplice ed è un modo eccellente per mettere a disposizione degli utenti dell'organizzazione un'app che si ritiene utile.