Eseguire la migrazione di carichi di lavoro SAP in Azure

Avanzato
Amministratore
Azure

Verranno illustrate le principali differenze tra la migrazione in un passaggio e la migrazione in due passaggi. Si apprenderà anche come usare lo strumento Gestione aggiornamenti software (SUM) per creare repository shadow e database di destinazione.

Obiettivi di apprendimento

In questo modulo si comprenderanno le differenze tra la migrazione classica e l'opzione di migrazione SAP DMO (Database Migration Option), talvolta definite, rispettivamente, migrazione in un passaggio e migrazione in due passaggi.

  • Migrazione classica: si usa SAP SWPM (Software Provisioning Manager) come strumento di logistica software, progettato esclusivamente per le migrazioni di database. La migrazione classica usa un approccio basato su una copia eterogenea del sistema e viene definita talvolta "migrazione in due passaggi".
  • SAP DMO (Database Migration Option): consente di eseguire facilmente, con un unico strumento, sia l'aggiornamento di SAP sia la migrazione di un database al database SAP HANA. Il processo SMO viene talvolta definito "migrazione in due passaggi". Si vedrà come lo strumento Gestione aggiornamenti software (SUM) crea un repository shadow per un database esistente mentre in parallelo viene creato un database di destinazione e come, dopo aver copiato il repository shadow, la connessione al database SAP viene spostata sul database di destinazione.

Prerequisiti

Prima di eseguire questo corso, è consigliabile avere superato l'esame per amministratore di Azure (AZ-103) o per architetto di soluzioni di Azure (AZ-300), nonché aver seguito il training per SAP HANA o NetWeaver.