Messaggi driver

Ogni messaggio del driver è costituito da un identificatore di messaggio e da due parametri a 32 bit. L'identificatore del messaggio è un valore univoco controllato dalla funzione DriverProc per determinare quale azione eseguire. Il significato dei parametri del messaggio dipende dal messaggio. I parametri possono rappresentare valori o indirizzi. In molti casi, i parametri non vengono usati e sono impostati su zero.

I messaggi del driver possono essere standard o personalizzati. Windows invia messaggi di driver standard, ad esempio DRV_OPEN, DRV_CLOSE e DRV_CONFIGURE, a un driver installabile in risposta a una richiesta di apertura, chiusura o configurazione del driver. I messaggi standard indirizzano il driver installabile a caricare o scaricare le risorse, abilitarne o disabilitare l'operazione, aprire o chiudere un'istanza del driver e visualizzare una finestra di dialogo di configurazione. Alcuni messaggi standard, ad esempio DRV_POWER e DRV_EXITSESSION, notificano al driver eventi a livello di sistema che influiscono sul funzionamento del driver o su qualsiasi hardware correlato.

Le applicazioni e le DLL inviano messaggi di driver personalizzati per indirizzare un driver installabile per eseguire azioni specifiche del driver. I driver installabili che supportano messaggi personalizzati devono includere l'elaborazione appropriata nella funzione DriverProc . Per evitare conflitti tra messaggi driver personalizzati e standard, gli identificatori di messaggio personalizzati devono avere valori compresi tra DRV_RESERVED e DRV_USER. I messaggi personalizzati passati alla funzione DefDriverProc vengono ignorati.