Condividi tramite


Ottimizzare Windows 10 o il recapito degli aggiornamenti successivi con Configuration Manager

Si applica a: Configuration Manager (Current Branch)

Per molti clienti, un percorso efficace per ottenere e rimanere aggiornati con gli aggiornamenti mensili di Windows inizia con una buona strategia di distribuzione del contenuto usando Configuration Manager. Le dimensioni degli aggiornamenti qualitativi mensili possono essere fonte di preoccupazione per le organizzazioni di grandi dimensioni. Sono disponibili alcune tecnologie che consentono di ridurre la larghezza di banda e il carico di rete per ottimizzare il recapito degli aggiornamenti. Questo articolo illustra queste tecnologie, le confronta e fornisce consigli che consentono di prendere decisioni su quale usare.

Windows offre diversi tipi di aggiornamenti. Per altre informazioni, vedere Aggiornare i tipi in Windows Update for Business. Questo articolo è incentrato sugli aggiornamenti qualitativi di Windows con Configuration Manager.

Recapito degli aggiornamenti rapidi

I download degli aggiornamenti qualitativi di Windows possono essere di grandi dimensioni. Ogni pacchetto contiene tutte le correzioni rilasciate in precedenza per garantire coerenza e semplicità. Microsoft è stato in grado di ridurre le dimensioni del contenuto di Windows Update scaricato da ogni client con una funzionalità denominata express. Express viene usato oggi da milioni di dispositivi che estraggono gli aggiornamenti direttamente dal servizio Windows Update e riducono significativamente le dimensioni di download. Questo vantaggio è disponibile anche per i clienti i cui client non scaricano direttamente dal servizio Windows Update.

Configuration Manager supporta i file di installazione rapida degli aggiornamenti qualitativi Windows 10 o successivi. Per ottenere prestazioni ottimali nella velocità di download, è anche consigliabile usare Windows 10 versione 1703 o successiva.

Nota

Il contenuto della versione rapida è notevolmente più grande della versione completa del file. Un file di installazione rapida contiene tutte le possibili varianti per ogni file che deve essere aggiornato. Di conseguenza, la quantità necessaria di spazio su disco aumenta per gli aggiornamenti nell'origine del pacchetto di aggiornamento e nei punti di distribuzione quando si abilita il supporto rapido in Configuration Manager. Anche se il requisito di spazio su disco nei punti di distribuzione aumenta, le dimensioni del contenuto scaricate dai client da questi punti di distribuzione diminuiscono. I client scaricano solo i bit necessari (delta) ma non l'intero aggiornamento.

Distribuzione del contenuto peer-to-peer

Anche se i client scaricano solo le parti del contenuto necessarie, velocizzare gli aggiornamenti di Windows nell'ambiente usando la distribuzione del contenuto peer-to-peer. Sfruttare i peer come origine di download per gli aggiornamenti qualitativi può essere utile per gli ambienti in cui i punti di distribuzione locali non sono presenti negli uffici remoti. Questo comportamento impedisce a tutti i client di scaricare il contenuto da un punto di distribuzione remoto attraverso un collegamento WAN lento. L'uso di peer può essere utile anche quando i client fallback al servizio Windows Update. È necessario un solo peer per scaricare il contenuto di aggiornamento dal cloud prima di renderlo disponibile ad altri dispositivi.

Configuration Manager supporta molte tecnologie peer-to-peer, tra cui le seguenti:

  • Ottimizzazione recapito Windows
  • Configuration Manager peer cache
  • Windows BranchCache

Le sezioni successive forniscono ulteriori informazioni su queste tecnologie.

Ottimizzazione recapito Windows

Ottimizzazione recapito è la tecnologia di download principale e il metodo di distribuzione peer-to-peer integrato in Windows 10 e versioni successive. I client Windows possono ottenere contenuto da altri dispositivi nella rete locale che scaricano gli stessi aggiornamenti. Usando le opzioni di Windows disponibili per Ottimizzazione recapito, è possibile configurare i client in gruppi. Questo raggruppamento consente all'organizzazione di identificare i dispositivi che sono probabilmente i candidati migliori per soddisfare le richieste peer-to-peer. Ottimizzazione recapito riduce in modo significativo la larghezza di banda complessiva usata per mantenere aggiornati i dispositivi e velocizzare i tempi di download.

Nota

Ottimizzazione recapito è una soluzione gestita in cloud. L'accesso Internet al servizio cloud Ottimizzazione recapito è un requisito per usare la funzionalità peer-to-peer. Per informazioni sugli endpoint Internet necessari, vedere Domande frequenti su Ottimizzazione recapito.

Per ottenere risultati ottimali, potrebbe essere necessario impostare la modalità di download ottimizzazione recapito su Gruppo (2) e definire gli ID gruppo. In modalità gruppo, il peering può attraversare subnet interne tra dispositivi appartenenti allo stesso gruppo, inclusi i dispositivi negli uffici remoti. Usare l'opzione ID gruppo per creare un gruppo personalizzato indipendentemente dai domini e dai siti di Active Directory Domain Services. La modalità di download dei gruppi è l'opzione consigliata per la maggior parte delle organizzazioni che desiderano ottenere la migliore ottimizzazione della larghezza di banda con Ottimizzazione recapito.

La configurazione manuale di questi ID gruppo è complessa quando i client si spostano in reti diverse. Configuration Manager versione 1802 ha aggiunto una nuova funzionalità per semplificare la gestione di questo processo integrando i gruppi di limiti con Ottimizzazione recapito. Quando un client si riattiva, comunica con il punto di gestione per ottenere i criteri e fornisce le informazioni sulla rete e sui gruppi di limiti. Configuration Manager crea un ID univoco per ogni gruppo di limiti. Il sito usa le informazioni sulla posizione del client per configurare automaticamente l'ID gruppo di ottimizzazione recapito del client con l'ID limite Configuration Manager. Quando il client esegue il roaming in un altro gruppo di limiti, comunica con il relativo punto di gestione e viene riconfigurato automaticamente con un nuovo ID gruppo di limiti. Con questa integrazione, Ottimizzazione recapito può usare le informazioni del gruppo di limiti Configuration Manager per trovare un peer da cui scaricare gli aggiornamenti.

Ottimizzazione recapito con Configuration Manager

Con Configuration Manager, è possibile usare Ottimizzazione recapito per la distribuzione di tutto il contenuto di Windows Update per i client che eseguono Windows 10 versione 1709 o successiva, non solo i file di installazione rapida.

Per usare Ottimizzazione recapito per tutti i file di installazione di Windows Update, abilitare le impostazioni client degli aggiornamenti software seguenti:

  • Consenti ai client di scaricare contenuto differenziale quando disponibile impostato su .
  • Porta usata dai client per ricevere richieste di contenuto delta impostate su 8005 (impostazione predefinita) o su un numero di porta personalizzato.

Importante

Limitazioni

  • Ottimizzazione recapito non può essere usata per Microsoft 365 Apps aggiornamenti client se Office COM è abilitato. Office COM viene usato da Configuration Manager per gestire gli aggiornamenti per i client Microsoft 365 Apps. È possibile annullare la registrazione di Office COM per consentire l'uso di Ottimizzazione recapito per gli aggiornamenti Microsoft 365 Apps. Quando Office COM è disabilitato, gli aggiornamenti software per Microsoft 365 Apps vengono gestiti dall'attività predefinita pianificata Office Automatic Aggiornamenti 2.0. Ciò significa che Configuration Manager non determina né monitora il processo di installazione per gli aggiornamenti Microsoft 365 Apps. Configuration Manager continuerà a raccogliere informazioni dall'inventario hardware per popolare Office 365 dashboard di gestione client nella console. Per informazioni su come annullare la registrazione di Office COM, vedere Abilitare i client Office 365 per ricevere gli aggiornamenti dalla rete CDN di Office anziché Configuration Manager.

  • Quando si usa un cmg per l'archiviazione del contenuto, il contenuto per gli aggiornamenti di terze parti non verrà scaricato nei client se è abilitata l'impostazione Scarica contenuto delta quando è abilitatal'impostazione client disponibile.

  • Il download degli aggiornamenti delle funzionalità per Windows può richiedere molto tempo a seconda della rete e se è determinato che è necessario altro contenuto per l'installazione. Questo tempo di download aggiuntivo può anche causare l'esito negativo dell'installazione perché supera il runtime massimo.

Consigli di configurazione per i client che scaricano contenuto delta

Quando l'impostazioneConsenti ai client di scaricare contenuto differenziale quando disponibile è abilitata nei client per il contenuto dell'aggiornamento software, esistono limitazioni nel comportamento di fallback del punto di distribuzione. Per assicurarsi che questi client possano scaricare correttamente il contenuto dell'aggiornamento software, è consigliabile usare le configurazioni seguenti:

  • Assicurarsi che i client si trovino in un gruppo di limiti e che sia presente un punto di distribuzione affidabile con il contenuto necessario associato a tale gruppo di limiti.
  • Distribuire gli aggiornamenti software con fallback a Microsoft Aggiornamento abilitato per i client che possono essere scaricati direttamente da Internet.
    • L'impostazione di distribuzione per questo comportamento di fallback è Se gli aggiornamenti software non sono disponibili nel punto di distribuzione nei gruppi di limiti correnti, adiacenti o del sito, scaricare il contenuto da Microsoft Aggiornamenti ed è disponibile nella pagina Impostazioni di download. Per altre informazioni, vedere Distribuire gli aggiornamenti software.

Se una delle opzioni precedenti non è valida, consentire ai client di scaricare contenuto differenziale quando disponibile può essere disabilitato nelle impostazioni client per consentire la funzionalità di fallback. Il peering ottimizzazione recapito non verrà usato in questo caso perché il client non userà il canale delta.

Consiglio

A partire da Configuration Manager versione 2010, se il contenuto differenziale non è disponibile dai punti di distribuzione nel gruppo di limiti corrente, è possibile eseguire immediatamente il fallback a un adiacente o all'impostazione predefinita del sito. Per altre informazioni, vedere Impostazioni client per gli aggiornamenti software.

Configuration Manager peer cache

La peer cache è una funzionalità di Configuration Manager che consente ai client di condividere con altri client il contenuto direttamente dalla cache Configuration Manager locale. La peer cache non sostituisce l'uso di altre soluzioni di memorizzazione nella cache peer come Windows BranchCache. Collabora con loro per fornire più opzioni per estendere le soluzioni di distribuzione del contenuto tradizionali, ad esempio i punti di distribuzione. La peer cache non si basa su BranchCache. Se non si abilita o si usa BranchCache, la peer cache funziona ancora.

Nota

I client possono scaricare contenuto solo dai client della peer cache che si trovano nel gruppo di limiti corrente.

Windows BranchCache

BranchCache è una tecnologia di ottimizzazione della larghezza di banda in Windows. Ogni client ha una cache e funge da origine alternativa per il contenuto. I dispositivi nella stessa rete possono richiedere questo contenuto. Configuration Manager possibile usare BranchCache per consentire ai peer di origine di contenuto l'uno dall'altro anziché dover sempre contattare un punto di distribuzione. Utilizzando BranchCache, i file vengono memorizzati nella cache di ciascun client e, se necessario, altri client possono recuperarli. Questo approccio distribuisce la cache anziché avere un singolo punto di recupero. Questo comportamento consente di risparmiare una quantità significativa di larghezza di banda, riducendo al tempo i client per ricevere il contenuto richiesto.

Selezione della tecnologia di memorizzazione nella cache peer corretta

La selezione della tecnologia di memorizzazione nella cache peer corretta per i file di installazione rapida dipende dall'ambiente e dai requisiti. Anche se Configuration Manager supporta tutte le tecnologie peer-to-peer precedenti, è consigliabile usare quelle che hanno più senso per l'ambiente. Per la maggior parte dei clienti, presupponendo che i client possano soddisfare i requisiti Internet per Ottimizzazione recapito, la memorizzazione nella cache peer predefinita Windows 10 o successiva con Ottimizzazione recapito dovrebbe essere sufficiente. Se i client non riescono a soddisfare questi requisiti Internet, provare a usare la funzionalità Configuration Manager peer cache. Se attualmente si usa BranchCache con Configuration Manager e soddisfa tutte le esigenze, è possibile che i file rapidi con BranchCache siano l'opzione più adatta.

Grafico di confronto della peer cache

Funzionalità Ottimizzazione recapito Peer cache Branchcache
Supportato tra subnet No
Limitazione della larghezza di banda Sì (nativo) Sì (tramite BITS) Sì (tramite BITS)
Supporto parziale del contenuto Sì, per tutti i tipi di contenuto supportati elencati nella riga successiva di questa colonna. Solo per Microsoft 365 Apps ed Express Aggiornamenti Sì, per tutti i tipi di contenuto supportati elencati nella riga successiva di questa colonna.
Tipi di contenuto supportati Tramite ConfigMgr:
- Aggiornamenti rapidi
- Tutti gli aggiornamenti di Windows (a partire dalla versione 1910). Questo non include gli aggiornamenti Microsoft 365 Apps.

Tramite Microsoft cloud:
- Windows e aggiornamenti
della sicurezza - Driver
- App
di Windows Store - App di Windows Store per le aziende
Tutti i tipi di contenuto ConfigMgr, incluse le immagini scaricate in Windows PE Tutti i tipi di contenuto ConfigMgr, ad eccezione delle immagini
Dimensioni della cache nel controllo del disco
Individuazione di un'origine peer Automatico Manuale (impostazione dell'agente client) Automatico
Individuazione peer Tramite il servizio cloud Ottimizzazione recapito (richiede l'accesso a Internet) Tramite punto di gestione (in base ai gruppi di limiti client) Multicast
Creazione di report Conformità aggiornamenti Dashboard delle origini dati client di ConfigMgr Dashboard delle origini dati client di ConfigMgr
Controllo dell'utilizzo della rete WAN Sì (nativo, può essere controllato tramite le impostazioni dei criteri di gruppo) Gruppi di limiti Solo supporto subnet
Gestione tramite ConfigMgr Parziale (impostazione dell'agente client) Sì (impostazione dell'agente client) Sì (impostazione dell'agente client)

Conclusione

Microsoft consiglia di ottimizzare il recapito degli aggiornamenti qualitativi Windows 10 o versioni successive usando Configuration Manager con file di installazione rapida e una tecnologia di memorizzazione nella cache peer, in base alle esigenze. Questo approccio dovrebbe risolvere i problemi associati ai dispositivi Windows che scaricano contenuti di grandi dimensioni per l'installazione di aggiornamenti qualitativi. È anche consigliabile mantenere aggiornati i dispositivi Windows distribuendo gli aggiornamenti qualitativi ogni mese. Questa procedura riduce il delta del contenuto degli aggiornamenti qualitativi necessario per i dispositivi ogni mese. La riduzione di questo delta del contenuto comporta download di dimensioni inferiori dai punti di distribuzione o dalle origini peer.

A causa della natura dei file di installazione rapida, le dimensioni del contenuto sono notevolmente maggiori rispetto ai file autonomi tradizionali. Queste dimensioni comportano tempi di download degli aggiornamenti più lunghi dal servizio Windows Update al server del sito Configuration Manager. Aumenta anche la quantità di spazio su disco necessaria sia per il server del sito che per i punti di distribuzione. Il tempo totale necessario per scaricare e distribuire gli aggiornamenti qualitativi potrebbe essere più lungo. Tuttavia, i vantaggi sul lato dispositivo dovrebbero essere evidenti durante il download e l'installazione degli aggiornamenti qualitativi da parte dei dispositivi. Per altre informazioni, vedere Uso dei file di installazione rapida.

Se i compromessi sul lato server degli aggiornamenti di dimensioni maggiori sono ostacoli per l'adozione del supporto rapido, ma i vantaggi sul lato dispositivo sono fondamentali per l'azienda e l'ambiente, Microsoft consiglia di usare Windows Update for Business con Configuration Manager. Windows Update for Business offre tutti i vantaggi di express senza la necessità di scaricare, archiviare e distribuire file di installazione rapida in tutto l'ambiente. I client scaricano il contenuto direttamente dal servizio Windows Update, quindi possono comunque usare Ottimizzazione recapito.

Domande frequenti

Come funzionano i download di Windows Express con Configuration Manager?

L'agente di Windows Update (WUA) richiede prima contenuto rapido. Se non riesce a installare l'aggiornamento rapido, può tornare all'aggiornamento completo del file.

  1. Il client Configuration Manager indica a WUA di scaricare il contenuto dell'aggiornamento. Quando WUA avvia un download rapido, scarica prima uno stub (ad esempio, Windows10.0-KB1234567-<platform>-express.cab), che fa parte del pacchetto express.

  2. WUA passa questo stub al programma di installazione di Windows Update, la manutenzione basata su componenti (CBS). CBS usa lo stub per eseguire un inventario locale, confrontando i delta del file nel dispositivo con ciò che è necessario per ottenere la versione più recente del file offerto.

  3. CBS chiede quindi a WUA di scaricare gli intervalli richiesti da uno o più file con estensione psf rapidi.

  4. Se Ottimizzazione recapito è abilitato e vengono individuati peer con gli intervalli necessari, il client verrà scaricato dai peer indipendentemente dal client ConfigMgr. Se Ottimizzazione recapito è disabilitato o nessun peer ha gli intervalli necessari, il client ConfigMgr scaricherà questi intervalli da un punto di distribuzione locale (o da un peer o Microsoft Update). Gli intervalli vengono passati all'agente Windows Update che li rende disponibili a CBS per applicare gli intervalli.

Perché i file express (con estensione psf) sono così grandi se archiviati in Configuration Manager origini peer nella cartella ccmcache?

I file express (con estensione psf) sono file di tipo sparse. Per determinare lo spazio effettivo utilizzato sul disco dal file, controllare la proprietà Size on disk del file. La proprietà Size on disk deve essere notevolmente inferiore al valore Size.

Configuration Manager supporta i file di installazione rapida con gli aggiornamenti delle funzionalità di Windows?

No, Configuration Manager attualmente supporta solo file di installazione rapida con aggiornamenti qualitativi Windows 10 o successivi.

Quanto spazio su disco è necessario per ogni aggiornamento di qualità nel server del sito e nei punti di distribuzione?

Dipende. Per ogni aggiornamento qualitativo, sia la versione completa che quella rapida dell'aggiornamento vengono archiviate nei server. Gli aggiornamenti qualitativi di Windows sono cumulativi, quindi le dimensioni di questi file aumentano ogni mese. Pianificare almeno 5 GB per aggiornamento per lingua.

I client Configuration Manager trarranno comunque vantaggio dai file di installazione rapida quando si torna al servizio Windows Update?

Sì. Se si usa l'opzione di distribuzione degli aggiornamenti software seguente, i client usano comunque gli aggiornamenti rapidi e l'ottimizzazione recapito quando tornano al servizio cloud:

Se gli aggiornamenti software non sono disponibili nel punto di distribuzione nei gruppi correnti, vicini o del sito, scaricare il contenuto da Microsoft Aggiornamenti

Perché il contenuto dei file express non viene scaricato per gli aggiornamenti esistenti dopo l'abilitazione del supporto per i file express?

Le modifiche diventano effettive solo per eventuali nuovi aggiornamenti sincronizzati e distribuiti dopo l'abilitazione del supporto.

Esiste un modo per vedere quanto contenuto viene scaricato dai peer usando Ottimizzazione recapito?

Windows include due cmdlet di PowerShell, Get-DeliveryOptimizationPerfSnap e Get-DeliveryOptimizationStatus. Questi cmdlet offrono maggiori informazioni sull'ottimizzazione recapito e sull'utilizzo della cache. Per altre informazioni, vedere Ottimizzazione recapito per gli aggiornamenti di Windows

Come comunicano i client con Ottimizzazione recapito in rete?

Per altre informazioni sulle porte di rete, i requisiti del proxy e i nomi host per i firewall, vedere Domande frequenti sull'ottimizzazione recapito.

File di registro

Usare i file di log seguenti per monitorare i download delta:

  • WUAHandler.log
  • DeltaDownload.log

Passaggi successivi