Gestire i profili di versione dell'API in hub di Azure Stack

I profili API specificano il provider di risorse di Azure e la versione dell'API per gli endpoint REST di Azure. È possibile creare client personalizzati in lingue diverse usando i profili API. Ogni client usa un profilo API per contattare il provider di risorse e la versione dell'API corretti per hub di Azure Stack.

È possibile creare un'app da usare con i provider di risorse di Azure senza dover conoscere esattamente la versione di ogni API del provider di risorse compatibile con hub di Azure Stack. È sufficiente allineare l'app a un profilo e l'SDK ripristina la versione corretta dell'API.

Questo argomento illustra come:

  • Informazioni sui profili API per hub di Azure Stack.
  • Informazioni su come usare i profili API per sviluppare soluzioni.
  • Vedere dove trovare indicazioni specifiche del codice.

Riepilogo dei profili API

  • I profili API vengono usati per rappresentare un set di provider di risorse di Azure e le relative versioni dell'API.
  • I profili API sono stati creati per creare modelli in più cloud di Azure. I profili forniscono un'interfaccia compatibile e stabile.
  • I profili vengono rilasciati quattro volte all'anno.
  • Vengono usate tre convenzioni di denominazione dei profili:
    • più recenti
      Contiene le versioni api più recenti rilasciate in Azure globale.
    • aaaa-mm-gg-hybrid
      Rilasciata bi-annuale, questa versione è incentrata sulla coerenza e la stabilità in più cloud. Questo profilo è destinato alla compatibilità hub di Azure Stack ottimale.
    • aaaa-mm-gg-profilo
      Bilancia la stabilità ottimale e le funzionalità più recenti.

Profili API di Azure e hub di Azure Stack compatibilità

I profili API di Azure più recenti non sono compatibili con hub di Azure Stack. Usare le convenzioni di denominazione seguenti per identificare i profili da usare per le hub di Azure Stack seguenti:

più recenti
Questo profilo include le versioni api più aggiornate disponibili in Azure globale, che non funzionano in hub di Azure Stack. più recente presenta il maggior numero di modifiche di rilievo. Il profilo mette da parte la stabilità e la compatibilità con altri cloud. Se si sta tentando di usare le versioni più aggiornate dell'API , la versione più recente è il profilo da usare.

Aaaa-mm-gg-hybrid
Questo profilo viene rilasciato a marzo e settembre ogni anno. Ha stabilità e compatibilità ottimali con vari cloud ed è progettato per essere destinato ad Azure e hub di Azure Stack. Le versioni dell'API di Azure elencate in questo profilo saranno le stesse elencate in hub di Azure Stack. Usare questo profilo per sviluppare codice per soluzioni cloud ibride.

aaaa-mm-gg-profilo
Questo profilo viene rilasciato per Azure globale in giugno e dicembre. Non funziona con le hub di Azure Stack e in genere si verificano molte modifiche di rilievo. Anche se bilancia la stabilità ottimale e le funzionalità più recenti, la differenza tra la versione più recente e questo profilo è che la versione più recente è sempre costituita dalle versioni più recenti dell'API, indipendentemente dal momento in cui viene rilasciata l'API. Ad esempio, se viene creata una nuova versione dell'API per l'API di calcolo, tale versione dell'API è elencata nella versione più recente, ma non nel profilo a-mm-gg-profilo , perché questo profilo esiste già. yyyy-mm-gg-profile copre le versioni più aggiornate rilasciate prima di giugno o prima di dicembre.

Azure Resource Manager profili API

hub di Azure Stack non usa la versione più recente delle versioni api disponibili in Azure globale. Quando si crea una soluzione, è necessario trovare la versione dell'API per ogni provider di risorse di Azure compatibile con hub di Azure Stack.

Invece di ricercare ogni provider di risorse e la versione specifica supportata da hub di Azure Stack, è possibile usare un profilo API. Il profilo specifica un set di provider di risorse e versioni api. L'SDK, o uno strumento compilato con l'SDK, tornerà alla destinazione api-version specificata nel profilo. Con i profili API è possibile specificare una versione del profilo che si applica a un intero modello. In fase di Azure Resource Manager seleziona la versione corretta della risorsa.

I profili API funzionano con strumenti che usano Azure Resource Manager, ad esempio PowerShell, l'interfaccia della riga di comando di Azure, il codice fornito nell'SDK e Microsoft Visual Studio. Gli strumenti e gli SDK possono usare i profili per leggere la versione dei moduli e delle librerie da includere durante la compilazione di un'app.

Ad esempio, se si usa PowerShell per creare un account di archiviazione usando il provider di risorse Microsoft.Archiviazione, che supporta api-version 2016-03-30 e una macchina virtuale che usa il provider di risorse Microsoft.Compute con api-version 2015-12-01, è necessario cercare quale modulo di PowerShell supporta la versione 2016-03-30 per Archiviazione e quale modulo supporta la versione 2015-02-01 per Calcolo e quindi installarli. È invece possibile usare un profilo. Usare il cmdlet Install-Profile <profilename>e PowerShell carica la versione corretta dei moduli.

Analogamente, quando si usa Python SDK per compilare un'app basata su Python, è possibile specificare il profilo. L'SDK carica i moduli per i provider di risorse specificati nello script.

Gli sviluppatori possono quindi concentrarsi sulla scrittura della soluzione. Invece di ricercare le versioni dell'API, il provider di risorse e il cloud che funzionano insieme, è possibile usare un profilo e sapere che il codice funziona in tutti i cloud che supportano tale profilo.

Esempi di codice del profilo API

È possibile trovare esempi di codice che consentono di integrare la soluzione con il linguaggio preferito con hub di Azure Stack usando i profili. Attualmente sono disponibili indicazioni ed esempi per le lingue seguenti:

Passaggi successivi