Esercitazione su Log Analytics

Log Analytics è uno strumento nella portale di Azure per modificare ed eseguire query di log dai dati raccolti dai log di Monitoraggio di Azure e analizzare in modo interattivo i risultati. È possibile usare le query di Log Analytics per recuperare i record che corrispondono a determinati criteri, identificare le tendenze, analizzare i modelli e ricavare varie informazioni dai dati.

Questa esercitazione descrive l'interfaccia di Log Analytics, illustra come iniziare a usare alcune query di base e mostra quali operazioni è possibile eseguire sui risultati. Si apprenderà come:

  • Informazioni sullo schema dei dati di log.
  • Scrivere ed eseguire query semplici e modificare l'intervallo di tempo per le query.
  • Filtrare, ordinare e raggruppare i risultati delle query.
  • Visualizzare, modificare e condividere oggetti visivi dei risultati delle query.
  • Caricare, esportare e copiare query e risultati.

Importante

In questa esercitazione si useranno le funzionalità di Log Analytics per creare una query e usare un'altra query di esempio. Quando si è pronti per imparare la sintassi delle query e iniziare direttamente a modificare la query stessa, leggere l'esercitazione Linguaggio di query Kusto. Questa esercitazione illustra le query di esempio che è possibile modificare ed eseguire in Log Analytics. Usa diverse funzionalità apprese in questa esercitazione.

Prerequisiti

Questa esercitazione usa l'ambiente demo di Log Analytics, che include molti dati di esempio che supportano le query di esempio. È anche possibile usare la propria sottoscrizione di Azure, ma potrebbe non avere dati nelle stesse tabelle.

Aprire Log Analytics

Aprire l'ambiente demo di Log Analytics oppure selezionare Log dal menu Monitoraggio di Azure nella sottoscrizione. Questo passaggio imposta l'ambito iniziale su un'area di lavoro Log Analytics in modo che la query selezioni da tutti i dati in tale area di lavoro. Se si seleziona Log dal menu di una risorsa di Azure, l'ambito viene impostato solo sui record di tale risorsa. Per informazioni dettagliate sull'ambito, vedere Ambito query log.

È possibile visualizzare l'ambito nell'angolo superiore sinistro dello schermo. Se si usa il proprio ambiente, verrà visualizzata un'opzione per selezionare un ambito diverso. Questa opzione non è disponibile nell'ambiente demo.

Screenshot that shows the Log Analytics scope for the demo.

Visualizzare le informazioni sulla tabella

Il lato sinistro della schermata include la scheda Tabelle , in cui è possibile controllare le tabelle disponibili nell'ambito corrente. Queste tabelle vengono raggruppate per impostazione predefinita, ma è possibile modificarle o filtrarle.

Espandere la soluzione Gestione log e individuare la tabella AppRequests . È possibile espandere la tabella per visualizzarne lo schema oppure passare il puntatore del mouse sul nome per visualizzare informazioni aggiuntive.

Screenshot that shows the Tables view.

Selezionare il collegamento seguente Collegamenti utili per passare alla tabella di riferimento che documenta ogni tabella e le relative colonne. Selezionare Anteprima dati per esaminare rapidamente alcuni record recenti nella tabella. Questa anteprima può essere utile per assicurarsi che si tratti dei dati previsti prima di eseguire una query con esso.

Screenshot that shows preview data for the AppRequests table.

Scrivere una query

Scriviamo una query usando la tabella AppRequests . Fare doppio clic sul nome per aggiungerlo alla finestra della query. È anche possibile digitare direttamente nella finestra e sfruttare la funzionalità IntelliSense per completare i nomi delle tabelle nell'ambito corrente e i comandi KQL.

Questa è la query più semplice che è possibile scrivere. Restituisce solo tutti i record in una tabella. Eseguirlo selezionando il pulsante Esegui o selezionando MAIUSC+INVIO con il cursore posizionato ovunque nel testo della query.

Screenshot that shows query results.

Come si può osservare, sono stati restituiti risultati. Il numero di record restituiti dalla query viene visualizzato nell'angolo inferiore destro.

Intervallo di ore

Tutte le query restituiscono record generati all'interno di un intervallo di tempo impostato. Per impostazione predefinita, la query restituisce i record generati negli ultimi 24 ore.

È possibile impostare un intervallo di tempo diverso usando l'operatore dove nella query. È anche possibile usare l'elenco a discesa Intervallo di tempo nella parte superiore della schermata.

Si modifica l'intervallo di tempo della query selezionando Ultime 12 ore dall'elenco a discesa Intervallo di tempo. Selezionare Esegui per restituire i risultati.

Nota

La modifica dell'intervallo di tempo tramite l'elenco a discesa Intervallo di tempo non modifica la query nell'editor di query.

Screenshot that shows the time range.

Più condizioni di query

A questo punto, i risultati verranno ulteriormente ridotti aggiungendo un'altra condizione di filtro. Una query può includere qualsiasi numero di filtri al fine di ottenere esattamente il set di record desiderato. Selezionare Recupera home/indice in Nome e quindi selezionare Applica & esecuzione.

Screenshot that shows query results with multiple filters.

Analizzare i risultati

Oltre a facilitare la scrittura e l'esecuzione di query, Log Analytics fornisce anche le funzionalità necessarie per l'utilizzo dei risultati. Per iniziare, espandere un record per visualizzare i valori per tutte le relative colonne.

Screenshot that shows a record expanded in the search results.

Selezionare il nome di una colonna per ordinare i risultati in base a tale colonna. Selezionare l'icona del filtro accanto per specificare una condizione di filtro. Questa azione è simile all'aggiunta di una condizione di filtro alla query stessa, ad eccezione del fatto che questo filtro viene cancellato se la query viene eseguita di nuovo. Usare questo metodo per analizzare rapidamente un set di record come parte dell'analisi interattiva.

Ad esempio, impostare un filtro nella colonna DurationMs per limitare i record a quelli che hanno impiegato più di 150 millisecondi.

Screenshot that shows a query results filter.

Cercare i risultati delle query

Eseguire una ricerca nei risultati della query usando la casella di ricerca in alto a destra del riquadro dei risultati.

Immettere Chicago nella casella di ricerca dei risultati della query e selezionare le frecce per trovare tutte le istanze di questa stringa nei risultati della ricerca.

Screenshot that shows the search box at the top right of the result pane.

Riorganizzare e riepilogare i dati

Per visualizzare meglio i dati, è possibile riorganizzare e riepilogare i dati nei risultati della query in base alle esigenze.

Selezionare Colonne a destra del riquadro dei risultati per aprire la barra laterale Colonne .

Screenshot that shows the Column link to the right of the results pane, which you select to open the Columns sidebar.

Nella barra laterale verrà visualizzato un elenco di tutte le colonne disponibili. Trascinare la colonna URL nella sezione Gruppi di righe . I risultati sono ora organizzati in base a tale colonna ed è possibile comprimere ogni gruppo per semplificare l'analisi. Questa azione è simile all'aggiunta di una condizione di filtro alla query, ma invece di recuperare i dati dal server, si elaborano i dati restituiti dalla query originale. Quando si esegue di nuovo la query, Log Analytics recupera i dati in base alla query originale. Usare questo metodo per analizzare rapidamente un set di record come parte dell'analisi interattiva.

Screenshot that shows query results grouped by URL.

Creare una tabella pivot

Per analizzare le prestazioni delle pagine, creare una tabella pivot.

Nella barra laterale Colonne selezionare Modalità pivot.

Selezionare Url e DurationMs per visualizzare la durata totale di tutte le chiamate a ogni URL.

Per visualizzare la durata massima della chiamata a ogni URL, selezionare sum(DurationMs)>max.

Screenshot that shows how to turn on Pivot Mode and configure a pivot table based on the URL and DurationMS values.

È ora possibile ordinare i risultati in base alla durata massima massima più lunga selezionando la colonna max(DurationMs) nel riquadro dei risultati.

Screenshot that shows the query results pane being sorted by the maximum DurationMS values.

Usare i grafici

Esaminiamo una query che usa i dati numerici che è possibile visualizzare in un grafico. Anziché creare una query, verrà selezionata una query di esempio.

Selezionare Query nel riquadro sinistro. In questo riquadro sono incluse le query di esempio che è possibile aggiungere alla finestra Query. Se si usa la propria area di lavoro, è necessario disporre di varie query in più categorie. Se si usa l'ambiente demo, è possibile che venga visualizzata solo una singola categoria di aree di lavoro Log Analytics . Espanderla per visualizzare le query nella categoria.

Selezionare la query denominata Frequenza di errore della funzione nella categoria Applicazioni . Questo passaggio aggiunge la query alla finestra di query. Si noti che la nuova query è separata dall'altra con una riga vuota. Una query in KQL termina quando rileva una riga vuota, quindi vengono considerate query separate.

Screenshot that shows a new query.

La query corrente corrisponde a quella su cui è posizionato il cursore. È possibile notare che la prima query è evidenziata, indicando che è la query corrente. Fare clic in un punto qualsiasi della nuova query per selezionarla e quindi selezionare il pulsante Esegui per eseguirlo.

Screenshot that shows the query results table.

Per visualizzare i risultati in un grafico, selezionare Grafico nel riquadro dei risultati. Si noti che esistono varie opzioni per l'uso del grafico, ad esempio la modifica in un altro tipo.

Screenshot that shows the query results chart.

Passaggi successivi

Dopo aver appreso come usare Log Analytics, completare l'esercitazione sull'uso delle query di log: