Come viene applicato lo sconto del piano di risparmio

I piani di risparmio di Azure consentono di risparmiare denaro quando si dispone di un utilizzo coerente delle risorse di calcolo di Azure. Un piano di risparmio di Azure può consentire di risparmiare sui costi quando ci si impegna a sostenere una spesa oraria fissa per i servizi di calcolo per periodi di uno o tre anni. I risparmi consentono di ridurre sensibilmente i costi delle risorse, fino al 65% rispetto ai prezzi con pagamento in base al consumo. I tassi di sconto per contatore variano in base al termine di impegno (1 anno o 3 anni), non all'importo dell'impegno.

Ogni ora con il piano di risparmio l'utilizzo di calcolo idoneo viene scontato fino al raggiungimento dell'importo dell'impegno. Una volta superata l'importo dell'impegno, l'utilizzo successivo viene calcolato con le tariffe con pagamento in base al consumo. Affinché risulti idonea a un vantaggio del piano di risparmio, una risorsa all'interno dell'ambito del piano di risparmio deve generare l'utilizzo. Il vantaggio previsto per ogni ora i basa sul principio use-it-or-lose-it, ovvero se non viene usato va perso, e non può essere trasferito a un'altra ora.

Il vantaggio viene prima applicato al prodotto con lo sconto maggiore del piano di risparmio rispetto alla tariffa equivalente del pagamento in base al consumo (vedere il listino prezzi per i prezzi del piano di risparmio). Le priorità dell'applicazione vengono definite per garantire che si riceva il massimo vantaggio dall'impiego del piano di risparmio. Si moltiplica la tariffa del piano di risparmio per l'utilizzo del prodotto e si detrae il risultato dall'impegno del piano di risparmio. Il processo viene ripetuto fino all'esaurimento dell'impegno o fino all'esaurimento dell'utilizzo per lo sfruttamento del vantaggio.

Lo sconto di un piano di risparmio si applica solo alle risorse associate al Contratto Enterprise, al Contratto Microsoft Partner e ai Contratti del cliente Microsoft. Per le risorse eseguite in una sottoscrizione con altri tipi di offerta non è previsto lo sconto.

Ecco un video che illustra come viene applicato un piano di risparmio di Azure all'ambiente di calcolo.

Piani di risparmio e prenotazioni di macchine virtuali

Se sono presenti carichi di lavoro dinamici e stabili, è probabile che siano presenti piani di risparmio e prenotazioni di macchine virtuali di Azure. Poiché i vantaggi della prenotazione sono più restrittivi rispetto a quelli previsti per i piani di risparmio e in genere hanno maggiori sconti, Azure applica prima i vantaggi della prenotazione.

Ad esempio, la macchina virtuale X presenta lo sconto più elevato del piano di risparmio fra tutte le risorse idonee per il piano di risparmio usate in un'ora specifica. Se una prenotazione della macchina virtuale disponibile è compatibile con X, viene usata la prenotazione anziché il piano di risparmio. L'approccio riduce la possibilità di sprecare e garantisce che si ottenga sempre il miglior vantaggio.

Piano di risparmio e sconti per il consumo di Azure

Nella maggior parte dei casi, un piano di risparmio di Azure offre la migliore combinazione di flessibilità e prezzi. Se si usa uno sconto sul consumo di Azure (ACD), in rare occasioni è possibile che le tariffe con pagamento in base al consumo siano inferiori alle tariffe del piano di risparmio. In questi casi, Azure usa la tariffa inferiore tra le due.

Ad esempio, la macchina virtuale X presenta lo sconto più elevato del piano di risparmio fra tutte le risorse idonee per il piano di risparmio usate in un'ora specifica. Se la tariffa ACD è inferiore a quella del piano di risparmio, la tariffa ACD viene applicata all'utilizzo orario. Il risultato è detratto dall'impegno orario. L'approccio garantisce sempre di ottenere la migliore tariffa disponibile.

Finestra di allocazione dei vantaggi

Con un piano di risparmio di Azure si ottengono sconti significativi e flessibili rispetto alle tariffe con pagamento in base al consumo in cambio di un impegno di spesa di uno o tre anni. Quando si usa una risorsa di Azure, i dettagli di utilizzo vengono registrati periodicamente nel sistema di fatturazione di Azure. Il sistema di fatturazione ha l'obiettivo di applicare rapidamente il piano di risparmio nel modo più vantaggioso possibile. I vantaggi del piano vengono applicati prima all'utilizzo che presenta la percentuale di sconto più elevata. Affinché l'applicazione sia più efficace, il sistema di fatturazione deve avere visibilità sull'utilizzo in modo tempestivo.

Il vantaggio del piano di risparmio di Azure è applicato secondo un modello con il vantaggio più adatto. Quando l'applicazione del vantaggio viene valutata per una determinata ora, il sistema di fatturazione incorpora l'utilizzo che arriva fino a 48 ore dopo l'ora in questione. Durante la finestra temporale scorrevole di 48 ore, è possibile che si verifichino modifiche agli addebiti, compresa la possibilità di un utilizzo del piano di risparmio superiore al 100%. La situazione si verifica perché il sistema funziona costantemente per fornire la migliore applicazione di vantaggi possibile. Tenere presente la finestra di 48 ore quando si esamina l'utilizzo.

Usare più piani di risparmio

La finalità di Azure è di massimizzare sempre il vantaggio ottenuto con i piani di risparmio. Quando si hanno più piani di risparmio con durate diverse, Azure applica prima i vantaggi del piano di tre anni. La finalità è di garantire che vengano applicate prima le tariffe migliori. Se sono presenti più piani di risparmio con ambiti di vantaggio diversi, Azure applica prima i vantaggi del piano con ambito più restrittivo. La finalità è di ridurre la possibilità di sprechi.

Quando scade il termine del piano di risparmio

La fine del termine del piano di risparmio comporta anche la scadenza dello sconto sulla fatturazione e a quel punto le risorse vengono fatturate al prezzo in base al consumo. Per impostazione predefinita, i piani di risparmio non sono impostati per il rinnovo automatico. È possibile scegliere di abilitare il rinnovo automatico di un piano di risparmio selezionando l'opzione nelle relative impostazioni.

Passaggi successivi