Plug-in Azure DevOps per IntelliJ IDEA e Android Studio

Azure DevOps Services | Azure DevOps Server 2022 - Azure DevOps Server 2019 | TFS 2018

IntelliJ IDEA è un IDE prodotto da JetBrains. Per altre informazioni, https://www.jetbrains.com/idea/vedere . Il plug-in Azure DevOps per IntelliJ consente di connettersi ai repository Git in Azure DevOps Services e Team Foundation Server (TFS) in modo semplice e intuitivo. È anche possibile usare questo plug-in per importare progetti in Azure Repos o creare richieste pull nel repository Git Azure DevOps Services/TFS.

In questa guida viene illustrato come creare un repository Git usando il portale Web Azure DevOps Services, aggiungere codice di esempio e quindi clonare il repository e creare richieste pull da IntelliJ IDEA.

Prerequisiti

Per completare i passaggi descritti in questa guida, è necessario:

  • Un'organizzazione in Azure DevOps. Se non si ha un'organizzazione, è possibile iscriversi gratuitamente. Ogni organizzazione include repository Git privati gratuiti e illimitati.
  • IntelliJ IDEA installato nel computer. Se non ce l'hai, ottieni IntelliJ IDEA.
  • Plug-in Azure DevOps per IntelliJ. Per istruzioni di installazione, vedere la pagina di download del plug-in IntelliJ . Questo plug-in è compatibile con le edizioni IntelliJ IDEA Ultimate e Community, Android Studio, RubyMine, WebStorm, PhpStorm, PyCharm, AppCode, MPS, 0xDBE e CLion.
  • Strumenti da riga di comando Git.

Creare un repository

  1. Passare al progetto in Azure DevOps passando a https://dev.azure.com/{your organization} e selezionando il nome del progetto. È possibile selezionarlo dall'elenco Tutti i progetti oppure dall'elenco Progetti recenti se è stato eseguito l'accesso di recente.

    Selezionare il progetto

    Nota

    Con Azure DevOps Services, il formato per l'URL del progetto è dev.azure.com/{your organization}/{your project}. Tuttavia, il formato precedente che fa riferimento al visualstudio.com formato è ancora supportato. Per altre informazioni, vedere Introduzione ad Azure DevOps, Cambiare le organizzazioni esistenti per usare il nuovo URL del nome di dominio.

  2. Nell'area Progetto del portale Web selezionare Codice, quindi selezionare l'elenco a discesa accanto al nome del repository corrente e scegliere Nuovo repository.

    Scegliere un nuovo repository dal portale Web

  3. Nella finestra di dialogo Crea un nuovo repository verificare che Git sia il tipo di repository, immettere DeepSpace per il nuovo nome del repository e fare clic su Crea.

    Impostare le opzioni per il nuovo repository nella finestra di dialogo Crea un repository Git

Aggiungere codice di esempio al repository

  1. Selezionare Clona nell'angolo superiore destro della finestra Codice e copiare l'URL clone.

    Recuperare l'URL clone

  2. Aprire la finestra di comando Git (Git Bash in Git per Windows), passare alla cartella in cui si vuole usare il codice dal repository archiviato nel computer ed eseguire git clone seguito dal percorso copiato dall'URL clone nel passaggio precedente, come illustrato nell'esempio seguente.

    git clone https://dev.azure.com/contoso-ltd/MyFirstProject/_git/DeepSpace
    
  3. Passare alla cartella DeepSpace eseguendo il comando seguente.

    cd DeepSpace
    

    Mantenere aperta questa finestra perché verrà usata per i passaggi successivi.

  4. Scaricare il codice di esempio DeepSpace ed estrarlo nella directory locale del computer in cui è stato clonato il repository DeepSpace.

  5. Tornare alla finestra di comando git ed eseguire il comando seguente, che esegue il commit dei file di codice di esempio nel repository locale.

    git add --all
    

    È possibile che vengano visualizzati alcuni avvisi che indicano che i feed di riga verranno sostituiti con avanzamenti di riga di ritorno a capo (ad esempio Avviso: LF verrà sostituito da CRLF). Questi avvisi possono essere ignorati.

  6. Eseguire il commit dei file nel repository locale eseguendo il comando seguente.

    git commit -m "Committing DeepSpace sample files"
    
  7. Eseguire il comando seguente per eseguire il push del commit dei file di esempio DeepSpace fino al repository Azure Repos DeepSpace.

    git push
    
  8. Tornare al portale Web di Azure DevOps Services e aggiornare ed è possibile visualizzare i file aggiunti.

    File DeepSpace

Clonare il repository in IntelliJ

Ora che è disponibile un repository Git con un codice di esempio, si esamini come è possibile usare il codice di IntelliJ IDEA. Per clonare il repository VSTS in IntelliJ è estremamente semplice. Non è nemmeno necessario conoscere l'URL del repository.

  1. Aprire IntelliJ IDEA e selezionare Estrai dal controllo della versione e quindi scegliere GIT VSTS.

    Clonare il repository

  2. A questo punto è sufficiente accedere a Azure DevOps Services...

    accesso Azure DevOps Services

  3. Quando si fa clic su Accedi, verrà visualizzata l'interfaccia utente di accesso standard Azure DevOps Services. Dopo l'accesso, verrà visualizzato l'elenco di tutti i repository a cui si ha accesso in Azure DevOps Services. Scegliere il repository corretto, DeepSpace e fare clic sul pulsante Clona . È anche possibile scegliere dove nel disco rigido il repository viene clonato modificando la directory padre.

    Screenshot che mostra la clonazione di un repository.

  4. Al termine del clone, IntelliJ chiederà se si vuole aprire il progetto. Fare clic su e si dovrebbe terminare con il progetto DeepSpace aperto in IntelliJ IDEA.

    Progetto DeepSpace

Apportare alcune modifiche in IntelliJ

  1. Per iniziare, assicurarsi che il progetto venga compilato usando Compila>progetto Make. Se viene richiesto di aggiungere un SDK per il progetto, è sufficiente aggiungere la versione più recente di Java JDK installata nel computer.

    Se si vuole eseguire il progetto ora per verificare le operazioni eseguite, è possibile eseguire le operazioni seguenti:

    1. Dalla cartella radice DeepSpace nel repository Git eseguire il comando mvn jetty:run (è necessario che maven sia installato)
    2. Da un browser passare a http://localhost:3030/

    Dovresti vedere stelle e pianeti che volano! Se si guarda da vicino, si può notare che la Terra non vola da.

  2. Nell'esempio deepspace sono presenti alcune sezioni di codice che sono state impostate come commento. Se si apre il src/main/java/com.microsoft.tfs.demo/ImageService.java file in IntelliJ, è possibile visualizzare una delle sezioni.

    Terra commentata

    È ora possibile correggere questa sezione di codice in locale. In genere, quando si lavora in un repository Git, è necessario creare un ramo per il proprio lavoro ed eseguire il commit in tale ramo. Creare un ramo tramite IntelliJ usando la finestraDiramazioniGit>vcs> predefinite. Quando richiesto, usare fixBugs per il nome del ramo. Dopo aver creato un ramo in cui apportare le modifiche, è possibile rimuovere il commento dal codice e ricompilare il progetto. Se si seguono le istruzioni riportate sopra per eseguire di nuovo il programma, si dovrebbe vedere la terra volare da.

  3. Ora che le modifiche vengono compilate e testate, è possibile eseguirne il commit in locale usando il menuModifiche commitVCS>. Nella finestra di dialogo commit verrà visualizzato un pulsante VSTS sopra la casella di testo del messaggio di commit. Fare clic su tale pulsante per visualizzare l'elenco di elementi di lavoro assegnati all'utente. Selezionare l'elemento di lavoro Aggiungi terra mancante e fare clic su OK. Verrà visualizzata la casella di testo del messaggio di commit popolata con il tipo, il numero e il titolo dell'elemento di lavoro. L'elemento di lavoro verrà associato a questo commit per la tracciabilità in futuro.

    Commit Earth

    Si noti che questa modifica viene eseguita solo in locale; non è stato ancora modificato nel repository Azure DevOps Services.

Creare una richiesta pull

È possibile eseguire il push del ramo locale nel server e creare una richiesta pull da esaminare per il team. Il plug-in consente di creare la richiesta pull in base al contesto corrente all'interno di IntelliJ. In questo modo è possibile risparmiare diversi passaggi ed eliminare la necessità di passare al browser per creare la richiesta pull.

A tale scopo, è sufficiente selezionare VCS GitCreate Pull Request (Crea richiesta pullGit>VCS>). Verrà visualizzata la finestra di dialogo Crea richiesta pull . Questa finestra di dialogo fornisce molte informazioni, inclusi i file modificati e i commit di cui verrà eseguito il push. È possibile assegnare alla richiesta pull un titolo e una descrizione.

Creare una richiesta pull

Dopo aver fatto clic su Crea richiesta pull, si riceverà una notifica che indica che la richiesta pull è stata creata. Contiene anche un collegamento alla richiesta pull nel caso in cui si voglia aggiungere revisori o commenti specifici. Al termine delle revisioni del codice, è possibile unire la richiesta pull nel ramo principale.

Controllare lo stato della compilazione

Dopo aver unito le modifiche nel ramo principale, è possibile verificare se la compilazione CI è riuscita da IntelliJ. Nell'angolo in basso a destra è presente un'icona che visualizza lo stato della compilazione. Se viene visualizzato un segno di spunta verde, significa che la compilazione è riuscita. Se viene visualizzata una X rossa, la compilazione non è riuscita. Se viene visualizzato un punto interrogativo grigio, la compilazione non è stata trovata o le credenziali potrebbero essere scadute.

Icone dello stato di compilazione

È possibile fare clic sull'icona per altre opzioni, ad esempio visualizzare i dettagli della compilazione, accodare una nuova compilazione e aggiornare manualmente lo stato.

Menu Stato compilazione

Visualizzare richieste pull ed elementi di lavoro

Nel menu Controllo della versione è disponibile una scheda Richiesta pull e elementi di lavoro per consentire di visualizzare facilmente le informazioni necessarie senza uscire dall'IDE. La scheda Richiesta pull mostra le richieste pull correnti create dall'utente e assegnate all'utente insieme al relativo stato. La scheda consente anche di creare e/o abbandonare le richieste pull.

Menu richiesta pull

Nella scheda Elementi di lavoro è possibile visualizzare gli elementi di lavoro in base alle query create o utilizzare la query predefinita per visualizzare gli elementi di lavoro assegnati all'utente. È anche possibile creare un ramo basato su un elemento di lavoro in modo da poter associare un elemento di lavoro al ramo per scopi di tracciabilità futuri.

Menu Elementi di lavoro

Passaggi successivi