Che cos'è disponibile nel portale di governance di Microsoft Purview?

Le soluzioni di Microsoft Purview nel portale di governance forniscono un servizio di governance dei dati unificato che consente di gestire i dati locali, multicloud e software-as-a-service (SaaS). Il portale di governance di Microsoft Purview:

  • Consente di creare una mappa olistica e aggiornata del panorama dei dati con funzionalità di individuazione dei dati automatica, classificazione dei dati sensibili e derivazione dei dati end-to-end.
  • Consente ai curatori dei dati di gestire e proteggere il patrimonio dei dati.
  • Aiuta i consumer di dati a trovare dati di valore e affidabili.

Grafico che mostra l'architettura di alto livello di Microsoft Purview.

Suggerimento

Cercare di gestire i dati in Microsoft 365 mantenendo ciò che è necessario e eliminando ciò che non si ha? Usare Gestione del ciclo di vita dei dati di Microsoft Purview.

Microsoft Purview automatizza l'individuazione dei dati fornendo l'analisi e la classificazione dei dati come servizio per gli asset nel patrimonio di dati. I metadati e le descrizioni degli asset di dati individuati sono integrati in una mappa olistica del patrimonio di dati. Oltre a questa mappa, sono disponibili app create appositamente che creano ambienti per l'individuazione dei dati, la gestione degli accessi e informazioni dettagliate sul panorama dei dati dell'organizzazione.

App Descrizione
Data Map Rende i dati significativi grafico degli asset di dati e le relative relazioni tra il data estate. Mappa dei dati usata per individuare i dati e gestire l'accesso a tali dati.
Data Catalog Trova origini dati attendibili esplorando e cercando gli asset di dati. Il catalogo dati allinea gli asset con termini aziendali descrittivi e classificazione dei dati per identificare le origini dati.
Informazioni dettagliate sul patrimonio di dati Offre una panoramica dell'area dati per individuare i tipi di dati disponibili e dove.
Condivisione dati Consente di condividere in modo sicuro i dati in modo interno o incrociato tra organizzazioni con partner aziendali e clienti.

Data Map

Microsoft Purview Data Map offre la base per l'individuazione dei dati e la governance efficace dei dati. Microsoft Purview Data Map è un servizio PaaS nativo del cloud che acquisisce i metadati sui dati aziendali presenti in sistemi di analisi e operazioni locali e cloud. Microsoft Purview Data Map viene mantenuto aggiornato automaticamente con il sistema di analisi e classificazione automatizzato predefinito. Gli utenti aziendali possono configurare e usare la Microsoft Purview Data Map tramite un'interfaccia utente intuitiva e gli sviluppatori possono interagire a livello di codice con La mappa dati usando api Apache Atlas 2.2 open source. Microsoft Purview Data Map consente di Microsoft Purview Data Catalog e Dati analitici sul patrimonio dati di Microsoft Purview come esperienze unificate all'interno del portale di governance di Microsoft Purview.

Per altre informazioni, vedere l'introduzione alla mappa dei dati.

Data Catalog

Con la Microsoft Purview Data Catalog, gli utenti aziendali e tecnici possono trovare rapidamente e facilmente dati pertinenti usando un'esperienza di ricerca con filtri basati su lenti come termini di glossario, classificazioni, etichette di riservatezza e altro ancora. Per esperti di materia, amministratori e responsabili dei dati, l'Microsoft Purview Data Catalog fornisce funzionalità di cura dei dati, ad esempio la gestione del glossario aziendale e la possibilità di automatizzare l'assegnazione di tag degli asset dei dati con termini di glossario. I consumer di dati e i produttori possono anche tracciare visivamente la derivazione degli asset di dati: ad esempio, a partire dai sistemi operativi locali, attraverso lo spostamento, l'arricchimento della trasformazione & con vari sistemi di archiviazione e elaborazione dati nel cloud, a consumo in un sistema di analisi come Power BI. Per altre informazioni, vedere l'introduzione alla ricerca tramite Data Catalog.

Informazioni dettagliate sul patrimonio di dati

Con l'Dati analitici sul patrimonio dati di Microsoft Purview, i responsabili dei dati e altri stakeholder della governance possono ottenere una vista oculare del proprio patrimonio dati e ottenere informazioni utili sulle lacune di governance che possono essere risolte dall'esperienza stessa.

Per altre informazioni, vedere l'introduzione a Data Estate Insights.

Condivisione dei dati

Condivisione dati di Microsoft Purview consente alle organizzazioni di condividere in modo sicuro i dati all'interno dell'organizzazione o tra organizzazioni con partner commerciali e clienti. È possibile condividere o ricevere dati con pochi clic. I provider di dati possono gestire e monitorare centralmente le relazioni di condivisione dei dati e revocare la condivisione in qualsiasi momento. I consumer di dati possono accedere ai dati ricevuti con i propri strumenti di analisi e trasformare i dati in informazioni dettagliate.

Per altre informazioni, vedere l'introduzione alla condivisione dei dati.

Difficoltà di individuazione per i consumer di dati

L'individuazione di origini dati aziendali è sempre stato un processo organico basato su conoscenze pubblicamente note. Per le aziende che vogliono sfruttare al meglio i propri asset di informazioni, questo approccio presenta numerose sfide:

  • Poiché non esiste alcuna posizione centrale in cui registrare le origini dati, gli utenti potrebbero non essere consapevoli dell'esistenza di un'origine finché non entrano in contatto con essa nell'ambito di un altro processo.
  • Se gli utenti non conoscono la posizione di un'origine dati, non possono connettersi ai dati tramite un'applicazione client. Per poter utilizzare i dati, gli utenti devono conoscere la stringa di connessione o il percorso.
  • Se gli utenti non conoscono la posizione della documentazione di un'origine dati, non possono comprendere le modalità d'uso previste per i dati. Documentazione e origini dati possono trovarsi in varie posizioni ed essere utilizzate tramite diversi tipi di esperienze.
  • Se gli utenti hanno domande su un asset informativo, devono individuare l'esperto o il team responsabile di tali dati e coinvolgerli offline. Non esiste alcuna connessione esplicita tra i dati e gli esperti che comprendono il contesto dei dati.
  • Se gli utenti non conoscono il processo per richiedere l'accesso all'origine dati, l'individuazione dell'origine dati e della relativa documentazione non consentirà comunque di accedere ai dati.

Difficoltà di individuazione per i produttori di dati

Mentre chi utilizza i dati si trova ad affrontare le difficoltà descritte in precedenza, anche gli utenti responsabili della produzione e della gestione degli asset di informazioni affrontano difficoltà specifiche:

  • L'annotazione delle origini dati con metadati descrittivi è spesso una fatica inutile. Le applicazioni client in genere ignorano le descrizioni che vengono archiviate nell'origine dati.
  • La creazione della documentazione per le origini dati può essere un processo difficile e mantenere la documentazione sincronizzata con le origini dati è una responsabilità continua. Gli utenti potrebbero non considerare attendibile una documentazione percepita come obsoleta.
  • La creazione e la manutenzione della documentazione per le origini dati sono operazioni lunghe e complesse. Lo stesso vale per il lavoro necessario per rendere la documentazione disponibile per tutti coloro che usano l'origine dati.
  • Limitare l'accesso alle origini dati e fare in modo che chi le utilizza sappia come richiedere l'accesso è una sfida costante.

Queste sfide, in combinazione, rappresentano un ostacolo significativo per le aziende che vogliono incoraggiare e promuovere l'uso e la comprensione dei dati aziendali.

Difficoltà di individuazione per gli amministratori della sicurezza

Gli utenti responsabili di garantire la sicurezza dei dati dell'organizzazione potrebbero avere una qualsiasi delle sfide elencate sopra come consumer e produttori di dati e le seguenti sfide:

  • I dati di un'organizzazione sono costantemente in crescita e vengono archiviati e condivisi in nuove direzioni. L'attività di individuazione, protezione e governance dei dati sensibili non ha mai fine. È necessario assicurarsi che il contenuto dell'organizzazione venga condiviso con le persone, le applicazioni corrette e con le autorizzazioni corrette.
  • La comprensione dei livelli di rischio nei dati dell'organizzazione richiede un'analisi approfondita del contenuto, la ricerca di parole chiave, modelli RegEx e tipi di dati sensibili. Ad esempio, i tipi di dati sensibili possono includere numeri di carta di credito, numeri di previdenza sociale o numeri di conto bancario. È necessario monitorare costantemente tutte le origini dati per individuare contenuti sensibili, in quanto anche la più piccola perdita di dati può essere un problema serio per l'organizzazione.
  • Garantire che l'organizzazione continui a rispettare i criteri di sicurezza aziendali è un'attività complessa quando il contenuto cresce e cambia e, in quanto tali requisiti e criteri vengono aggiornati per modificare le realtà digitali. Gli amministratori di sicurezza devono garantire la sicurezza dei dati nel tempo più rapido possibile.

Vantaggi di Microsoft Purview

Microsoft Purview è progettato per risolvere i problemi menzionati nelle sezioni precedenti e per aiutare le aziende a ottenere il massimo valore dagli asset informativi esistenti. Il catalogo rende le origini dati facilmente individuabili e comprensibili per gli utenti che gestiscono i dati.

Microsoft Purview offre un servizio basato sul cloud in cui è possibile registrare le origini dati. Durante la registrazione, i dati rimangono nella posizione esistente, ma una copia dei metadati viene aggiunta a Microsoft Purview, insieme a un riferimento al percorso dell'origine dati. I metadati vengono anche indicizzati per semplificare l'individuazione di ogni origine dati tramite una ricerca e per rendere l'origine dati comprensibile per gli utenti che la individuano.

Dopo la registrazione di un'origine dati, è possibile arricchirne i metadati. L'utente che ha registrato l'origine dati o un altro utente dell'organizzazione può aggiungere altri metadati. Qualsiasi utente può annotare un'origine dati, fornendo descrizioni, tag o altri metadati per richiedere l'accesso all'origine dati. Questi metadati descrittivi integrano i metadati strutturali, ad esempio i nomi di colonna e i tipi di dati registrati dall'origine dati.

Individuazione e informazioni sulle origini dati e il relativo utilizzo è lo scopo principale di registrazione delle origini. Gli utenti aziendali potrebbero richiedere dati per business intelligence, sviluppo di applicazioni, data science o qualsiasi altra attività in cui sono necessari i dati corretti. Possono usare l'esperienza di individuazione del catalogo dati per trovare rapidamente i dati corrispondenti alle proprie esigenze, comprendere i dati per valutare il proprio idoneità per scopi e utilizzare i dati aprendo l'origine dati nello strumento di scelta.

Allo stesso tempo, gli utenti possono contribuire al catalogo documentando e annotando le origini dati già registrate, oltre che aggiungendo tag. Possono anche registrare nuove origini dati, che vengono quindi individuate, comprese e utilizzate dalla community di utenti del catalogo.

Passaggi successivi

Suggerimento

Verificare se Microsoft Purview è disponibile nell'area nella pagina di disponibilità a livello di area.

Per iniziare a usare Microsoft Purview, vedere Creare un account Microsoft Purview.