Avvio rapido: Creare una macchina virtuale Linux nel portale di Azure

Si applica a: ✔️ Macchine virtuali Linux

È possibile creare macchine virtuali di Azure tramite il portale di Azure. Il portale di Azure è un'interfaccia utente basata su browser per la creazione di risorse di Azure. Questa guida di avvio rapido illustra come usare il portale di Azure per distribuire una macchina virtuale Linux che esegue Ubuntu 18.04 LTS. Per vedere la macchina virtuale in azione, si stabilisce anche una connessione SSH alla macchina virtuale e si installa il server Web NGINX.

Se non si ha una sottoscrizione di Azure, creare un account gratuito prima di iniziare.

Accedere ad Azure

Accedere al portale di Azure.

Creare macchina virtuale

  1. Immettere le macchine virtuali nella ricerca.

  2. In Servizi selezionare Macchine virtuali.

  3. Nella pagina Macchine virtuali selezionare Crea e quindi Macchina virtuale. Viene visualizzata la pagina Creare una macchina virtuale.

  4. Nella scheda Nozioni di base, sotto Dettagli progetto, verificare che sia selezionata la sottoscrizione corretta e quindi scegliere Crea nuovo gruppo di risorse. Immettere myResourceGroup come nome.*.

    Screenshot della sezione Dettagli progetto che mostra dove selezionare la sottoscrizione di Azure e il gruppo di risorse per la macchina virtuale

  5. In Dettagli istanza immettere myVM come nome macchina virtuale e scegliere Ubuntu 18.04 LTS - Gen2 per l'immagine. Lasciare invariate le altre impostazioni predefinite. Le dimensioni e i prezzi predefiniti vengono visualizzati solo come esempio. La disponibilità e i prezzi delle dimensioni dipendono dall'area geografica e dalla sottoscrizione.

    Screenshot della sezione Dettagli istanza in cui si specifica un nome per la macchina virtuale e si seleziona l'area, l'immagine e le dimensioni.

    Nota

    Alcuni utenti vedranno ora l'opzione per creare macchine virtuali in più zone. Per altre informazioni su questa nuova funzionalità, vedere Creare macchine virtuali in una zona di disponibilità. Screenshot che mostra che è possibile creare macchine virtuali in più zone di disponibilità.

  6. In Account amministratore selezionare Chiave pubblica SSH.

  7. In Nome utente immettere azureuser.

  8. Per l'origine della chiave pubblica SSH, lasciare l'impostazione predefinita Genera nuova coppia di chiavi e quindi immettere myKey come nome della coppia di chiavi.

    Screenshot della sezione Account amministratore in cui è possibile selezionare un tipo di autenticazione e specificare le credenziali di amministratore

  9. Sotto Regole porta in ingresso>Porte in ingresso pubbliche, scegliere Consentire porte selezionate, quindi selezionare SSH (22) e HTTP (80) dall'elenco a discesa.

    Screenshot della sezione Regole porta in ingresso in cui occorre selezionare le porte sulle quali sono consentite le connessioni in ingresso

  10. Lasciare invariate le impostazioni predefinite rimanenti, quindi selezionare il pulsante Rivedi e crea nella parte inferiore della pagina.

  11. Nella pagina Crea macchina virtuale è possibile visualizzare i dettagli sulla macchina virtuale che si sta creando. Quando si è pronti, selezionare Crea.

  12. Quando viene visualizzata la finestra Genera nuova coppia di chiavi, selezionare Scarica la chiave privata e crea la risorsa. Il file della chiave verrà scaricato con il nome myKey.pem. Assicurarsi di sapere dove è stato scaricato il .pem file. Sarà necessario il percorso nel passaggio successivo.

  13. Una volta completata la distribuzione, selezionare Vai alla risorsa.

  14. Nella pagina per la nuova macchina virtuale selezionare l'indirizzo IP pubblico e copiarlo negli Appunti.

    Screenshot che mostra come copiare l'indirizzo IP della macchina virtuale

Connettersi alla macchina virtuale

Creare una connessione SSH con la macchina virtuale.

  1. Se si usa un computer Mac o Linux, aprire un prompt di Bash e impostare l'autorizzazione di sola lettura per il file con estensione pem usando chmod 400 ~/Downloads/myKey.pem. Se si usa un computer Windows, aprire un prompt di PowerShell.

  2. Al prompt, aprire una connessione SSH alla macchina virtuale. Sostituire l'indirizzo IP con quello della macchina virtuale e il percorso di .pem con quello in cui è stato scaricato il file della chiave.

ssh -i ~/Downloads/myKey.pem azureuser@10.111.12.123

Suggerimento

La chiave SSH creata può essere usata la volta successiva che si crea una macchina virtuale in Azure. È sufficiente selezionare Usa una chiave esistente archiviata in Azure per Origine chiave pubblica SSH la volta successiva che si crea una macchina virtuale. La chiave privata è già presente nel computer, quindi non è necessario scaricare niente.

Installare il server Web

Per visualizzare la macchina virtuale in azione, installare il server Web NGINX. Dalla sessione SSH, aggiornare le origini dei pacchetti e quindi installare il pacchetto NGINX più recente.

sudo apt-get -y update
sudo apt-get -y install nginx

Al termine, digitare exit per uscire dalla sessione SSH.

Visualizzare il server Web in azione

Usare il Web browser che si preferisce per vedere la pagina iniziale di NGINX predefinita. Digitare l'indirizzo IP pubblico della macchina virtuale come indirizzo Web. L'indirizzo IP pubblico è reperibile nella pagina di panoramica della macchina virtuale o come parte della stringa di connessione SSH usata in precedenza.

Screenshot che mostra il sito NGINX predefinito in un browser

Pulire le risorse

Quando non servono più, è possibile eliminare il gruppo di risorse, la macchina virtuale e tutte le risorse correlate. A tale scopo, selezionare il gruppo di risorse per la macchina virtuale, selezionare Elimina e quindi confermare il nome del gruppo di risorse da eliminare.

Passaggi successivi

In questa guida introduttiva è stata distribuita una macchina virtuale semplice, sono stati creati un gruppo di sicurezza di rete e una regola ed è stato installato un server Web. Per altre informazioni sulle macchine virtuali di Azure, passare all'esercitazione per le VM di Linux.