Panoramica dei punti di ripristino delle macchine virtuali

Le soluzioni di continuità aziendale e ripristino di emergenza (BCDR) sono progettate principalmente per risolvere la perdita di dati a livello di sito. Le soluzioni che operano su questa scala spesso gestiranno ed eseguono failover automatizzati e failback in più aree. I punti di ripristino delle macchine virtuali di Azure possono essere usati per implementare criteri di backup e conservazione granulari.

È possibile proteggere i dati e proteggersi dai tempi di inattività prolungati creando punti di ripristino della macchina virtuale a intervalli regolari. Sono disponibili diverse opzioni di backup per le macchine virtuali, a seconda del caso d'uso. Per altre informazioni, vedere Opzioni di backup e ripristino per le macchine virtuali in Azure.

Informazioni sui punti di ripristino delle macchine virtuali

Un singolo punto di ripristino della macchina virtuale è una risorsa che archivia gli snapshot coerenti dell'applicazione temporizzato e della configurazione delle macchine virtuali coerenti con tutti i dischi gestiti collegati alla macchina virtuale. È possibile usare i punti di ripristino delle macchine virtuali per acquisire facilmente backup coerenti con più dischi. I punti di ripristino della macchina virtuale contengono un punto di ripristino del disco per ognuno dei dischi collegati e un punto di ripristino del disco è costituito da uno snapshot di un singolo disco gestito.

I punti di ripristino delle macchine virtuali supportano la coerenza delle applicazioni per le macchine virtuali che eseguono sistemi operativi Windows e supportano la coerenza del file system per le macchine virtuali che eseguono il sistema operativo Linux. I punti di ripristino coerenti con l'applicazione usano writer VSS (o pre/post script per Linux) per garantire la coerenza dei dati dell'applicazione prima della creazione di un punto di ripristino. Per ottenere un punto di ripristino coerente con l'applicazione, l'applicazione in esecuzione nella macchina virtuale deve fornire un writer VSS (per Windows) o pre-script (per Linux) per ottenere la coerenza dell'applicazione.

I punti di ripristino delle macchine virtuali sono organizzati in raccolte di punti di ripristino. Una raccolta di punti di ripristino è una risorsa di Gestione risorse di Azure che contiene i punti di ripristino per una macchina virtuale specifica. Per usare i modelli arm per creare punti di ripristino e raccolte di punti di ripristino, visitare il repository public Virtual-Machine-Restore-Points in GitHub.

L'immagine seguente illustra la relazione tra raccolte di punti di ripristino, punti di ripristino della macchina virtuale e punti di ripristino del disco.

Diagramma che illustra la relazione tra l'elemento padre della raccolta di punti di ripristino e gli oggetti figlio del punto di ripristino.

I punti di ripristino delle macchine virtuali sono incrementali. Il primo punto di ripristino archivia una copia completa di tutti i dischi collegati alla macchina virtuale. Per ogni punto di ripristino successivo per una macchina virtuale, viene eseguito il backup solo delle modifiche incrementali apportate ai dischi. Per ridurre i costi, è possibile escludere facoltativamente qualsiasi disco durante la creazione di un punto di ripristino per la macchina virtuale.

Punti di ripristino per le macchine virtuali all'interno del set di scalabilità di macchine virtuali e del set di disponibilità (AvSet)

Attualmente, i punti di ripristino possono essere creati solo in una macchina virtuale alla volta, ovvero non è possibile creare un singolo punto di ripristino tra più macchine virtuali. A causa di questa limitazione, attualmente è supportata la creazione di punti di ripristino per singole macchine virtuali con un set di scalabilità di macchine virtuali in modalità di orchestrazione flessibile o set di disponibilità. Per eseguire il backup di istanze all'interno di un'istanza del set di scalabilità di macchine virtuali o dell'istanza del set di disponibilità, è necessario creare singolarmente punti di ripristino per tutte le macchine virtuali che fanno parte dell'istanza.

Nota

Il set di scalabilità di macchine virtuali con orchestrazione uniforme non è supportato dai punti di ripristino. Non è possibile creare punti di ripristino di macchine virtuali all'interno di un set di scalabilità di macchine virtuali con orchestrazione uniforme.

Limitazioni

  • I punti di ripristino sono supportati solo per i dischi gestiti.
  • I dischi Ultra, i dischi temporanei del sistema operativo e i dischi condivisi non sono supportati.
  • Le API dei punti di ripristino richiedono un'API della versione 2021-03-01 o successiva.
  • È possibile conservare un massimo di 500 punti di ripristino della macchina virtuale in qualsiasi momento per una macchina virtuale, indipendentemente dal numero di raccolte di punti di ripristino.
  • La creazione simultanea dei punti di ripristino per una macchina virtuale non è supportata.
  • I punti di ripristino per set di scalabilità di macchine virtuali in modalità di orchestrazione uniforme non sono supportati.
  • Lo spostamento di Macchine virtuali (VM) tra gruppi di risorse (RG) o sottoscrizioni non è supportato quando la macchina virtuale dispone di punti di ripristino. Lo spostamento della macchina virtuale tra gruppi di risorse o sottoscrizioni non aggiornerà il riferimento alla macchina virtuale di origine nel punto di ripristino e causerà una mancata corrispondenza degli ID ARM tra la macchina virtuale effettiva e i punti di ripristino.

Nota

È disponibile l'anteprima pubblica della creazione e della copia tra aree dei punti di ripristino delle macchine virtuali, con le limitazioni seguenti:

  • I collegamenti privati non sono supportati quando si copiano punti di ripristino tra aree o si creano punti di ripristino in un'area diversa dalla macchina virtuale di origine.
  • I punti di ripristino crittografati con chiave gestita dal cliente, quando vengono copiati in un'area di destinazione o creati direttamente nell'area di destinazione vengono creati come punti di ripristino crittografati con chiave gestita dalla piattaforma.

Risolvere i problemi relativi ai punti di ripristino delle macchine virtuali

Gli errori più comuni dei punti di ripristino sono attribuiti alla comunicazione con l'agente di macchine virtuali e l'estensione e possono essere risolti seguendo i passaggi per la risoluzione dei problemi elencati nell'articolo sulla risoluzione dei problemi .

Passaggi successivi