Chiamata di SQL statico per i pacchetti DB2 personalizzati

Convenzione di denominazione dei pacchetti

DRDA definisce un pacchetto di SQL statico completo usando un PKGNAM (nome pacchetto RDB) costituito da queste più parti.

  • RDBNAM (nome database relazionale)

  • RDBCOLID (identificatore della raccolta RDB)

  • PKGID (identificatore del pacchetto RDB)

    RDBNAME.RDBCOLID.PKGID.PKGCNSTKN.PKGSN

    Nome completo del pacchetto con token di coerenza.

Nota

Se più pacchetti hanno lo stesso valore per PKGNAM, i pacchetti si distinguono per VRSNAM (nome versione) o PKGCNSTKN (token di coerenza del nome del pacchetto).

  • PKGCNSTKN (token di coerenza pacchetto RDB)

  • VRSNAM (nome versione)

Esecuzione di istruzioni SQL statiche

È possibile usare ADO.NET oggetti Command e Parameter per eseguire istruzioni SQL usando una sintassi EXEC STATIC che fa riferimento al nome completo del pacchetto.

EXEC STATIC RDBNAME.RDBCOLID.PKGID.PKGCNSTKN.PKGSN

Sintassi del comando per l'SQL istruzione statica, utilizzando il nome completo del pacchetto.

Facoltativamente, è possibile usare ADO.NET oggetti Command e Parameter per eseguire istruzioni SQL usando una sintassi CALL che fa riferimento al nome dell'alias del pacchetto.

CALL RDBNAME.RDBCOLID.PKALIAS.PKGSN

Sintassi del comando per l'esecuzione SQL istruzione statica, usando il nome alias del pacchetto.

Nota

Quando si associa il pacchetto, è necessario specificare un valore per Alias (V85) o packageSectionAlias (V90).

Metadati SQL set di risultati statici

Microsoft DRDA Client può usare metadati anticipati o metadati in ritardo per interpretare le colonne del set di risultati.

Set di risultati tramite metadati anticipati

È possibile usare i metadati iniziali specificati nel pacchetto XML per definire le colonne del set di risultati (tipi di dati, codifica). Specificare prima di tutto uno o più elementi Column nell'elemento Result Set. Impostare quindi la proprietà di connessione MsDb2Client Use Early Metadata (Usa metadati anticipati) su true. In terzo modo, caricare il SQL per il file XML del pacchetto DB2 usando la proprietà MsDb2Client.

Set di risultati con metadati late

È possibile usare i metadati tardivi restituiti dal server DRDA per definire le colonne del set di risultati (tipi di dati, codifica), impostando la proprietà di connessione MsDb2Client Use Early Metadata su false.