Problemi di prestazioni di Outlook in un file ost o pst in modalità Cached Exchange

Numero originale della Knowledge Base: 2768656

Sintomi

Si verificano sintomi come i seguenti in Microsoft Outlook:

  • Quando si usa la modalità Cached Exchange o un file di dati di Outlook (pst), si notano problemi di prestazioni quando si esegono determinate azioni.
  • Le prestazioni di Outlook diminuiscono se le cartelle Posta in arrivo, Calendario, Attività, Posta inviata o Posta eliminata contengono molti elementi.
  • Le prestazioni del calendario sono inconsistenti. Ad esempio, gli aggiornamenti delle riunioni potrebbero non essere riportati nel calendario principale, condiviso o delegato.
  • La visualizzazione delle cartelle richiede molto tempo o non viene visualizzata correttamente.
  • Se il profilo di Outlook contiene cassette postali condivise e la memorizzazione nella cache è abilitata (è selezionata l'opzione Scarica cartelle condivise ), si verificano problemi di sincronizzazione delle cartelle, problemi di prestazioni o altri problemi se il numero di cartelle condivise per cassetta postale supera 500, come descritto in Prestazioni e problemi di sincronizzazione quando si lavora con le cartelle in una cassetta postale secondaria in Outlook. Inoltre, gli errori vengono registrati nella cartella Problemi di sincronizzazione e gli eventi "9646" vengono registrati in Registro applicazioni.
  • Nei casi estremi in cui sono presenti più di 10.000 cartelle, Outlook è molto lento da aprire. Questo comportamento si verifica a causa del tempo necessario per enumerare il numero elevato di cartelle.

Causa

Questi problemi possono verificarsi se una cassetta postale contiene molte cartelle o se in una cartella sono presenti molti elementi. Non esiste alcun limite rigido al numero di cartelle che una cassetta postale può contenere o al numero di elementi che una cartella può contenere. Tuttavia, è possibile che si verifichi un aumento dei problemi di prestazioni perché il numero di elementi si avvicina a 10.000 elementi del calendario, 10.000 cartelle o 100.000 elementi di posta elettronica per cartella. Un numero elevato di riunioni ricorrenti o di riunioni ricorrenti di lunga durata può anche avere un effetto eccessivo sulle prestazioni.

Risoluzione

Usare le soluzioni seguenti, a seconda delle esigenze, per risolvere i problemi di prestazioni che influiscono sul calendario e sulla posta elettronica.

Risoluzione dei problemi relativi al calendario

Per risolvere i problemi di prestazioni che influiscono sul calendario, provare i metodi seguenti.

Metodo 1: Gestire l'aumento delle eccezioni per le riunioni ricorrenti

Non tutti gli elementi del calendario hanno un effetto uguale sulle prestazioni. Le riunioni occasionali hanno un impatto relativamente basso e le riunioni ricorrenti di lunga durata hanno un effetto maggiore. Quando viene modificata un'istanza di una riunione ricorrente, vengono create eccezioni archiviate nella serie di riunioni ricorrenti. Ogni modifica apportata agli attributi della riunione, ad esempio l'oggetto, il corpo, la posizione o l'ora, crea un'eccezione corrispondente. Alla fine, queste eccezioni ingrandiranno le dimensioni della riunione ricorrente e avranno un costo maggiore per le prestazioni. È possibile risolvere questo costo più elevato usando le impostazioni ricorrenza appuntamenti per impostare un'ora di fine o un numero massimo di ricorrenza. È quindi possibile creare una nuova riunione ricorrente anziché estendere la ricorrenza esistente.

Metodo 2: Abilitare i miglioramenti del calendario condiviso

Usare l'opzione Attiva miglioramenti del calendario condiviso per gli utenti del calendario primario e gli utenti con accesso delegato per migliorare le prestazioni. Quando si abilita questa opzione, le azioni del calendario vengono inviate direttamente al server anziché essere sincronizzate dall'archiviazione locale. Pertanto, la risoluzione dei conflitti può essere eseguita in modo più efficiente.

Per altre informazioni su come attivare e gestire i miglioramenti del calendario condiviso, vedere Come abilitare e disabilitare gli aggiornamenti di condivisione del calendario di Outlook

Metodo 3: Limitare la finestra Sincronizzazione

È possibile limitare la finestra di sincronizzazione usata per le cartelle del calendario per ridurre il numero di elementi archiviati localmente nelle cartelle del calendario. In questo modo è possibile migliorare le prestazioni.

Importante

Seguire attentamente i passaggi in questa sezione. L'errata modifica del Registro di sistema può causare seri problemi. Prima di apportare le modifiche, eseguire il backup del Registro di sistema per il ripristino nel caso si verifichino dei problemi.

In Impostazioni finestra di sincronizzazione, impostare il numero di mesi di dati sincronizzati per i calendari primari condivisi. Per effettuare questa operazione, aggiungere le seguenti chiavi del Registro di sistema.

Nota: questo metodo si applica alla versione 1810 o successiva di Microsoft 365 Apps for enterprise (a portata di clic).

Descrizione Impostazione per abilitare la finestra Sincronizzazione calendario
Percorso del Registro di sistema HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\16.0\Outlook\Cached Mode
Nome CalendarSyncWindowSetting
Tipo REG_DWORD
Valore Value = 0 Inactive
Value = 1 Primary Calendar folder
Value = 2 All Calendar folders
Il valore predefinito è 0 se non è impostato alcun valore
Descrizione Impostazione per controllare il numero di mesi nella finestra Sincronizzazione calendario
Percorso del Registro di sistema HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\16.0\Outlook\Cached Mode
Nome CalendarSyncWindowSettingMonths
Tipo REG_DWORD
Valore Valore = Selezionare un valore decimale per selezionare il numero di mesi nella finestra di sincronizzazione calendario, ad esempio 1, 3, 6 o 12
Il valore predefinito è 6 se non è impostato alcun valore
Descrizione Impostazione per controllare se mantenere tutti gli elementi ricorrenti anziché filtrarli
Percorso del Registro di sistema HKEY_CURRENT_USER\Software\Microsoft\Office\16.0\Outlook\Cached Mode
Nome CalendarSyncWindowAllRecurring
Tipo REG_DWORD
Valore Valore = 0 – Verranno sincronizzate solo le serie di riunioni ricorrenti che hanno una data di fine futura o che rientra nell'impostazione della finestra Sincronizzazione calendario corrente.
Valore = 1 – Tutte le serie di riunioni ricorrenti saranno sincronizzate, indipendentemente dalla data di fine.
Il valore predefinito è 0 se non è impostato alcun valore
Spiegazione Per impostazione predefinita (se il valore non è impostato o è impostato su 0), le serie di riunioni ricorrenti che hanno una data di fine futura o che rientrano nell'impostazione della finestra Sincronizzazione calendario corrente saranno sincronizzate. Ad esempio, se la data odierna è il 3 maggio 2022 e la finestra Sincronizzazione calendario è impostata su 1 mese, tutte le serie di riunioni ricorrenti con data di fine pari o successiva al 3 aprile 2022 saranno sincronizzate. Se la data di fine non è inclusa nell'impostazione della finestra di sincronizzazione, la serie di riunioni ricorrenti verrà rimossa dal file ost.
Per sincronizzare tutte le serie di riunioni ricorrenti indipendentemente dalla data di fine, impostare il valore CalendarSyncWindowAllRecurring su 1.

Queste chiavi del Registro di sistema aggiornano la restrizione di sincronizzazione in modo che il client che usa la modalità cache di Exchange scarica meno elementi del calendario, anche per un calendario con più anni di cronologia nel server. Queste chiavi non puliscono i contenuti del Calendario più vecchi scaricati in precedenza. Tuttavia, questo metodo può essere efficace se si è disposti a cancellare gli elementi offline e a risincronizzare il Calendario (invece di eliminare in blocco i vecchi elementi). Se il calendario è già presente nel profilo, è necessario cancellare gli elementi non in linea dopo aver impostato le chiavi del Registro di sistema e riavviare Outlook.

Per cancellare gli elementi del Calendario offline, seguire questa procedura:

  1. Aprire il riquadro Calendario in Outlook e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella Calendario .
  2. Selezionare Proprietà.
  3. Nella scheda Generale, selezionare Cancella elementi offline.
  4. Selezionare OK.

Risoluzione dei problemi di posta elettronica

Se si dispone di cartelle il cui contenuto si avvicina al limite di 10.000 elementi del calendario, 10.000 cartelle o 100.000 elementi di posta elettronica e questi elementi vengono archiviati in un file di dati di Outlook (pst) o in un file di dati di Outlook offline (.ost), spostare gli elementi dalle cartelle più grandi a cartelle separate o più piccole nello stesso file di dati o cassetta postale. Facoltativamente, se si dispone di un archivio online di Exchange Microsoft, è possibile spostare gli elementi in tale archivio o creare criteri di conservazione per eliminare automaticamente gli elementi meno recenti.

Archivia elementi di Posta elettronica

Se è stata attivata Cassetta postale di archiviazione online, gli elementi vengono archiviati in Cassetta postale di archiviazione online

Applicare un criterio di conservazione

Applicare un criterio di conservazione nelle cartelle Posta o Calendario per eliminare gli elementi meno recenti da questa cartella. Ad esempio: qualsiasi elemento che non viene modificato entro un anno passa alla cartella Posta eliminata.

Eseguire Assistente supporto e ripristino di Microsoft

È possibile usare supporto tecnico Microsoft e Recovery Assistant per diagnosticare sia i problemi di calendario che di posta elettronica che interessano Outlook. Per scaricare e installare l'Assistente, vedere Informazioni su supporto tecnico Microsoft e Recovery Assistant

Nell'Assistente eseguire la diagnostica di Outlook nella sezione Diagnostica avanzata per determinare la causa dei problemi di prestazioni.

Ulteriori informazioni

Per visualizzare il conteggio degli elementi in un Calendario di Outlook quando si usa la modalità Cached Exchange, utilizzare la finestra di dialogo Proprietà calendario:

  1. Aprire il riquadro Calendario in Outlook e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella Calendario .
  2. Selezionare Proprietà.
  3. Nella scheda Generale, selezionare Mostra numero totale di elementi.
  4. Scegli la scheda Sincronizzazione.
  5. Visualizzare il conteggio in Visualizza statistiche per questa cartella.

Outlook utilizza un file .ost solo se l'account di posta elettronica di Exchange è configurato per utilizzare la modalità cache. Quando Outlook è configurato per la connessione alla cassetta postale di Exchange in modalità online, non viene usato un .ost file.

Se il client Outlook è connesso a Exchange in modalità Online e non si dispone di cartelle con numero elevato di elementi in un file pst, potrebbero verificarsi problemi di prestazioni nel server. Per altre informazioni, vedere L'applicazione potrebbe essere sospesa se si dispone di un file di dati di Outlook di grandi dimensioni .