Share via


Utilizzo di deadlock

Un deadlock si verifica quando due o più attività si bloccano a vicenda in modo permanente in quanto ognuna delle attività prevede un blocco su una risorsa che le altre attività stanno cercando di bloccare. Ad esempio:

  • La transazione A acquisisce un blocco di condivisione nella riga 1.

  • La transazione B acquisisce un blocco di condivisione nella riga 2.

  • La transazione A richiede ora un blocco esclusivo nella riga 2 ed è bloccata fino al completamento della transazione B e del relativo rilascio del blocco di condivisione nella riga 2.

  • La transazione B richiede ora un blocco esclusivo nella riga 1 ed è bloccata fino al completamento della transazione A e del relativo rilascio del blocco di condivisione nella riga 1.

La transazione A non può essere completata fino al completamento della transazione B, ma la transazione B è bloccata dalla transazione A. Questa condizione viene anche denominata dipendenza ciclica: la transazione A è dipendente dalla transazione B e la transazione B chiude il cerchio con una dipendenza rispetto alla transazione A.

Entrambe le transazioni in un deadlock restano in attesa per sempre fino a quando il deadlock non viene interrotto da un processo esterno. Tramite la funzionalità di monitoraggio dei deadlock di Microsoft Motore di database di SQL Server vengono periodicamente verificate le attività interessate da un deadlock. Se viene rilevata una dipendenza ciclica, una delle attività viene scelta come vittima e le relative transazioni vengono terminate con un errore. In questo modo l'altra attività potrà completare la propria transazione. L'applicazione la cui transazione è stata terminata con un errore può eseguire un nuovo tentativo di transazione, che viene in genere completato al termine dell'altra transazione bloccata dal deadlock.

L'utilizzo di alcune convenzioni di codice nelle applicazioni riduce la probabilità che le applicazioni provochino deadlock. Per ulteriori informazioni, vedere Riduzione dei deadlock.

Spesso la condizione di deadlock viene confusa con il blocco normale. Quando una transazione richiede un blocco in una risorsa bloccata da un'altra transazione, la transazione che ha eseguito la richiesta resta in attesa fino quando il blocco non viene rilasciato. Per impostazione predefinita, le transazioni di SQL Server non prevedono alcun timeout, a meno che non sia stata impostata l'opzione LOCK_TIMEOUT. La transazione che ha eseguito la richiesta viene bloccata, ma non tramite un deadlock, in quanto non ha tentato di bloccare la transazione proprietaria del blocco. La transazione proprietaria del blocco completa e rilascia il blocco e quindi il blocco viene assegnato alla transazione che ha eseguito la richiesta, che può procedere.

I deadlock sono a volte definiti anche blocchi critici.

Un deadlock si verifica in qualsiasi sistema con più thread e non soltanto in un sistema di gestione di database relazionali, e può interessare anche risorse diverse dai blocchi negli oggetti di database. Un thread, ad esempio, in un sistema operativo a thread multipli può acquisire una o più risorse, ad esempio blocchi di memoria. Se la risorsa che viene acquisita è già utilizzata da un altro thread, il primo thread deve aspettare che la risorsa venga rilasciata. Il thread in attesa è considerato dipendente dal thread proprietario della risorsa richiesta. In un'istanza di Motore di database le sessioni possono causare un deadlock durante l'acquisizione di risorse non di database, ad esempio la memoria o i thread.

Diagramma che illustra il deadlock della transazione

Nell'illustrazione la transazione T1 è dipendente dalla transazione T2 per la risorsa di blocco della tabella Part. In modo analogo, la transazione T2 presenta una dipendenza dalla transazione T1 per la risorsa di blocco della tabella Supplier. Poiché queste dipendenze creano un ciclo, si verifica un deadlock tra le transazioni T1 e T2.

I deadlock possono verificarsi anche quando una tabella è partizionata e l'impostazione LOCK_ESCALATION di ALTER TABLE è impostata su AUTO. Quando LOCK_ESCALATION è impostato su AUTO, la concorrenza aumenta consentendo a Motore di database di bloccare le partizioni della tabella a livello HoBT anziché a livello TABLE. Tuttavia, quando transazioni separate contengono blocchi di partizioni in una tabella e richiedono un blocco in un punto nella partizione delle altre transazioni, si verifica un deadlock. Questo tipo di deadlock può essere evitato impostando LOCK_ESCALATION su TABLE. Tuttavia, questa impostazione ridurrà la concorrenza forzando aggiornamenti di grandi dimensioni a una partizione attendere un blocco di tabella.