Garbage Collection per OLTP in memoria

Si applica a: sìSQL Server (tutte le versioni supportate) Sìdatabase SQL di Azure

Una riga di dati viene considerata non aggiornata se è stata eliminata da una transazione non più attiva. Una riga obsoleta è qualificata per il processo di Garbage Collection. Di seguito sono riportate le caratteristiche del processo di Garbage Collection in OLTP in memoria:

  • Non bloccante. Il processo di Garbage Collection viene distribuito nel tempo con un impatto minimo sul carico di lavoro.

  • Cooperativo. Le transazioni utente partecipano al processo di Garbage Collection con un thread principale di Garbage Collection.

  • Efficiente. Con le transazioni utente vengono scollegate le righe non aggiornate nel percorso di accesso (indice) utilizzato. In questo modo viene ridotto il lavoro richiesto per la rimozione finale della riga.

  • Reattivo. Il numero di richieste di memoria genera operazioni di Garbage Collection aggressive.

  • Scalabile. Dopo il commit, tramite le transazioni utente viene eseguita parte del lavoro di Garbage Collection. Più sono le attività transazionali, più sono numerose le transazioni tramite cui vengono scollegate le righe non aggiornate.

Il processo di Garbage Collection è controllato dal thread principale di Garbage Collection. Il thread principale di Garbage Collection viene eseguito ogni minuto o quando il numero di transazioni completate supera una soglia interna. L'attività di Garbage Collector è costituita dalle azioni seguenti:

  • Identificare le transazioni tramite cui è stato eliminato o aggiornato un set di righe e viene eseguito il commit prima della transazione attiva meno recente.

  • Identificare le versioni di riga create dalle transazioni precedenti.

  • Raggruppare le righe precedenti in una o più unità di 16 righe ciascuna. Questa attività permette di distribuire il lavoro di Garbage Collector in unità più piccole.

  • Spostare nella coda di Garbage Collection le unità di lavoro per ciascuna utilità di pianificazione. Per informazioni dettagliate, vedere le viste a gestione dinamica (DMV) del Garbage Collector: sys.dm_xtp_gc_stats (Transact-SQL), sys.dm_db_xtp_gc_cycle_stats (Transact-SQL) e sys.dm_xtp_gc_queue_stats (Transact-SQL).

Dopo il commit di una transazione utente, vengono identificati tutti gli elementi nella coda associati all'utilità di pianificazione in cui è stata eseguita e quindi rilasciata la memoria. Se la coda di Garbage Collection nell'utilità di pianificazione è vuota, viene cercata una coda non vuota nel nodo NUMA corrente. Se l'attività transazionale è scarsa e sono presenti richieste di memoria, tramite il thread principale di Garbage Collection è possibile accedere alle righe di Garbage Collection da qualsiasi coda. Se non esiste alcuna attività transazionale dopo, ad esempio, l'eliminazione di un numero elevato di righe e non vi sono richieste di memoria, le righe eliminate non verranno sottoposte a Garbage Collection fino a quando l'attività transazionale non viene ripresa o non vi sono richieste di memoria.

Vedere anche

Gestione della memoria per OLTP in memoria