Progettazione di un'app Power Apps

Completato

Prima di iniziare a creare una soluzione Power Apps, i creatori di app elaborano un processo di progettazione. Quando si progetta una soluzione Power Apps, ci sono diversi fattori da considerare:

  • Requisiti aziendali
  • Modello di dati
  • Esperienza utente
  • Interfaccia utente
  • Logica di business
  • Output

Con un semplice processo di progettazione preliminare, è possibile eliminare eventuali problemi minori all'origine, prima che diventino più gravi una volta inviata l'app in produzione. È anche importante capire che questo processo di progettazione è per le app canvas.

Quindi come si passa da una semplice app canvas vuota, come quella mostrata di seguito,

Screenshot dell'app canvas vuota in Power Apps Studio.

a una soluzione di app canvas completamente personalizzata?

Screenshot dell'app canvas operativa in Power Apps Studio.

Identificazione delle esigenze dell'utente

Una delle parti più efficaci e, allo stesso tempo, impegnative della creazione di un'app canvas è che si parte con uno schermo vuoto. Questa partenza offre la possibilità di creare ciò che si vuole, ma per farlo è necessario sapere cosa fare.

In molti casi, quando si acquista software per risolvere e/o ottimizzare soluzioni aziendali, ci sono molti processi aziendali che non rientrano del tutto nelle linee guida supportate dal software. Quando si verifica questo problema, in genere, vengono tenute diverse discussioni e riunioni interne per determinare in che modo è possibile aggiornare/modificare quei processi non supportati per soddisfare i requisiti del software. Per la maggior parte delle organizzazioni, questo approccio non è l'ideale a causa dei costi o dei tempi necessari per aggiornare i processi aziendali. La grande notizia è che usando Power Apps per creare la soluzione, non è necessario preoccuparsi di soluzioni aziendali non supportate. Perché? Perché con Power Apps è possibile creare una soluzione personalizzata su misura per le specifiche esigenze aziendali.

Spesso, quando si crea un'app, si è tentati di ricreare esattamente il pezzo di carta o il processo legacy basato sul software. Questa è una soluzione possibile ma non è detto sia quella ideale. Sfidando il processo esistente e chiedendosi cosa deve fare l'azienda, non cosa permette di fare il pezzo di carta o il vecchio software, si apre la possibilità di processi migliori e più efficienti. Ad esempio, probabilmente durante il processo cartaceo l'utente deve inserire delle note su ciò che vede. Non sarebbe meglio invece fare una semplice foto? Questo tipo di considerazione porta ad app e risultati migliori.

Requisiti aziendali

Ogni app che si sviluppa ha una serie diversa di requisiti aziendali in base alla soluzione. Pensare con attenzione a tutti i requisiti è la chiave per lanciare app di successo in produzione.

A seconda della soluzione o dei criteri aziendali, è possibile che siano in atto determinati requisiti di sicurezza, privacy o conformità che è necessario seguire. Ad esempio, si supponga di dover raccogliere nell'app informazioni personali protette. È necessario assicurarsi che queste informazioni siano archiviate in modo sicuro e non siano visibili a tutti.

Durante questo processo, è necessario anche identificare eventuali regolamenti governativi o requisiti di autenticazione/autorizzazione (se applicabili). Non è necessario trovare tutte le risposte in questa sede. Lo scopo è solo quello di presentare tutti i requisiti.

Modello di dati

Nel modulo "Tecnologie correlate a Power Apps" sono state illustrate alcune delle origini dati comuni per la creazione di app, ma con tutte queste scelte come si decide effettivamente quale origine dati usare per la soluzione? È possibile che sia già stata implementata un'origine dati con cui gli utenti lavorano quotidianamente, come SharePoint. È possibile semplicemente usarla come origine dati per creare l'app? È necessario connettersi a più origini dati? Queste sono tutte domande comuni interessanti, ma ci sono una serie di altri fattori da considerare, come ad esempio:

  • Requisiti aziendali: ogni origine dati e le funzionalità supportate sono leggermente diverse. Pertanto, a seconda dei requisiti dell'app, è necessario selezionare l'origine dati che supporta le proprie esigenze o modificare i requisiti aziendali per conformità alle funzionalità supportate per l'origine dati selezionata.
  • Licenza/Costo: alcune origini dati come Microsoft Dataverse o SQL sono considerate "origini dati premium". Un'origine dati premium richiede a ogni utente che usa l'app di disporre di un Piano per app Power Apps o un Piano per utente Power Apps. Per altre informazioni sulle licenze, vedere Prezzi di Power Apps

Esperienza utente

La progettazione della soluzione Power Apps in un'app canvas consente di avere il controllo completo dell'esperienza dell'utente finale. Consente di personalizzare completamente quasi ogni aspetto dell'app. Tuttavia, solo perché è possibile non significa necessariamente che lo si debba fare. Quando si progetta la soluzione Power Apps l'obiettivo deve essere mirare alla semplicità. Quando gli utenti finali aprono l'applicazione e iniziano a usarla, non devono avere esitazioni su cosa selezionare o dove andare. Se l'app richiede un ampio programma di training per consentire agli utenti di capire come usarla, è possibile che l'app debba essere riprogettata.

Alcuni degli elementi di progettazione di base che è necessario considerare sono:

  • Marchio personalizzato (logo e colori)
  • Popup
  • Azioni Nascondi/Mostra pulsanti in base alle autorizzazioni di accesso degli utenti

Screenshot di un'app di sondaggio popup per un corso di formazione.

Uno dei miglioramenti più comuni dell'esperienza utente che è possibile implementare nelle applicazioni sono i popup. Con i popup è possibile fornire agli utenti una visuale semplice ma utile per confermare ciò che l'utente ha selezionato o come schermata di caricamento mentre viene elaborata la logica sul back-end. Ad esempio, nello screenshot seguente quando un utente fa clic su "Invia", è possibile visualizzare un semplice popup per informarlo che l'invio è andato a buon fine.

In questa app di esempio, l'utente completa un sondaggio per il corso di formazione che ha appena frequentato.

Screenshot di un'app di sondaggio per un corso di formazione.

Una volta che tutte le informazioni sono state inserite correttamente nell'origine dati, viene generato un popup per confermare che l'invio è andato a buon fine.

Screenshot di un messaggio di completamento dell'app di sondaggio.

Senza conferma, l'utente potrebbe non essere sicuro che la sua richiesta sia stata accettata. Potrebbe provare a fare di nuovo clic sul pulsante, causando la scrittura di dati errati o incoerenti nell'origine dati.

Tenere presente che queste non sono le uniche personalizzazioni che è possibile apportare all'app, ma sono solo alcune di quelle più comuni. Un'altra cosa da tenere a mente quando si aggiungono diverse funzionalità di progettazione è che maggiore è la logica che si aggiunge per la personalizzazione dell'app, maggiore sarà il codice che l'applicazione dovrà elaborare. Quindi, ad esempio, se si aggiungono diverse funzioni per nascondere i pulsanti o mostrare i popup in una determinata schermata, ciò potrebbe rallentare le prestazioni dell'applicazione mentre ogni codice viene eseguito.

Infine, porsi continuamente nuovi obiettivi per migliorare l'esperienza utente. Oggi l'utente registra la temperatura ambiente facendo clic in una casella, cambiando la tastiera del dispositivo da lettere a numeri e quindi digitando "20". Un'opzione migliore potrebbe essere quella di usare un dispositivo di scorrimento il cui valore predefinito è 20 e varia da 15 a 25. Quindi, con un tocco del dito, è possibile registrare la temperatura. Piccoli cambiamenti come questo rendono gli utenti delle app più felici e più produttivi.

Interfaccia utente

Per visualizzare completamente l'interfaccia utente è possibile prendere in considerazione la creazione di un mockup dell'applicazione. Di seguito sono riportati due modi comuni per creare un mockup dell'applicazione:

  • Usare Visio per creare un diagramma wireframe. Un wireframe è una rappresentazione visiva dell'interfaccia utente di un'applicazione. Per iniziare, sono disponibili vari modelli di wireframe per siti Web e dispositivi mobili, oppure è possibile iniziare da un modello vuoto. I diagrammi sono un modo rapido per mostrare la funzionalità dell'app e ottenere il consenso del team sulla progettazione.

L'esempio seguente mostra un semplice wireframe di Visio di una schermata di acquisto articoli in un'app di inventario.

Screenshot di esempio di un semplice wireframe Visio.

  • Usare Power Apps per creare un mockup dell'applicazione. È possibile aggiungere la maggior parte dei controlli, della grafica, dei moduli e di altri elementi alle schermate dell'app e modificare il layout e le dimensioni di ogni elemento come se realmente si stesse costruendo l'app. Quando si progetta l'interfaccia utente non è necessario aggiungere la logica alla base dei vari elementi posizionati sullo schermo. L'obiettivo qui è concentrarsi su come appare l'app e come funziona. È simile a quello che si fa con un wireframe Visio, ma uno dei maggiori vantaggi è che si acquisisce maggiore esperienza con Power Apps e altre informazioni sui vari elementi dell'interfaccia utente disponibili nel processo. Tutta l'esperienza e la conoscenza che si acquisisce creando il mockup dell'app in Power Apps ripagherà solo in seguito, quando sarà il momento di avviare l'app di produzione. Un altro vantaggio significativo nell'uso di Power Apps per il mockup è che se il team gradisce questa procedura è possibile continuare a sviluppare quest'app o creare una nuova app e copiare gli elementi da mantenere nell'altra applicazione. Non dovendo ricreare l'interfaccia utente o dovendo rifare solo parti di essa, è possibile potenzialmente risparmiare ore di lavoro.

L'esempio seguente mostra un semplice mockup di una schermata Nuovo ordine fornitore.

Screenshot di un mockup dell'app per un nuovo ordine fornitore.

Dipende davvero dalle preferenze e dall'esperienza con il software che si sta usando per creare il mockup. È opportuno anche considerare la licenza e i costi quando si prende questa decisione. Visio richiede altre licenze per ottenere la funzionalità completa necessaria per la creazione di un diagramma wireframe. Mentre con Power Apps, non è importante quale licenza si ha. Se si ha Power Apps (e le autorizzazioni necessarie nell'ambiente), è possibile creare app e app mockup.

Durante la progettazione dell'interfaccia utente è opportuno considerare anche l'accessibilità e la localizzazione. È importante assicurarsi che l'interfaccia dell'app segua le linee guida per l'accessibilità in modo che tutti gli utenti possano interagire con l'applicazione senza problemi. Per rivedere queste linee guida e altre proprietà di accessibilità, vedere Creare app canvas accessibili in Power Apps.

Anche la localizzazione può essere considerata quando si sviluppa l'applicazione. A seconda di dove verrà usata l'app, è possibile dover usare una punteggiatura diversa. Ad esempio, alcune aree geografiche del mondo usano un punto (.) come separatore decimale mentre altri usano una virgola (,). Per altre informazioni sulla creazione di un'applicazione supportata a livello globale, vedere Integrare il supporto globale nelle app canvas.

Per altre informazioni, vedere Pianificazione di un progetto Power Apps.