Licenza di macchine virtuali Windows Server in Azure Stack HCI

Si applica a: Azure Stack HCI, versioni 22H2 e 21H2; Windows Server 2022, Windows Server 2019 Datacenter Edition e versioni successive

Le macchine virtuali Windows Server devono essere concesse in licenza e attivate prima di poterle usare in Azure Stack HCI. È possibile usare qualsiasi licenza di Windows Server esistente e metodi di attivazione già disponibili. Facoltativamente, Azure Stack HCI offre nuovi modelli di licenza e strumenti per semplificare questo processo. Questo articolo descrive i concetti generali relativi alle licenze e le nuove opzioni disponibili in Azure Stack HCI.

Riepilogo

La figura seguente mostra le diverse opzioni di licenza per le macchine virtuali Windows Server:

Licenze delle macchine virtuali

Scegliere prima di tutto una delle due opzioni di licenza:

  • Sottoscrizione di Windows Server: sottoscrivere le licenze guest di Windows Server tramite Azure. Disponibile solo per Azure Stack HCI.
  • Bring Your Own License (BYOL): applica le licenze di Windows Server esistenti.

Per altre informazioni, vedere Confrontare le opzioni di licenza.

Attivare quindi le macchine virtuali Windows Server:

  • Se si usa la sottoscrizione di Windows Server, AVMA viene abilitato automaticamente nell'host. È possibile attivare immediatamente le macchine virtuali nel cluster usando chiavi client AVMA generice.
  • Se si usa BYOL, è necessario usare le chiavi corrispondenti associate alla licenza e applicarle usando il metodo di attivazione scelto. Uno dei modi più pratici consiste nell'usare l'attivazione automatica delle macchine virtuali (AVMA).
  • Per usare altri metodi per attivare le macchine virtuali, vedere Pianificazione dell'attivazione di Key Management Services (KMS).

Confrontare le opzioni di licenza

Scegliere l'opzione di licenza più adatta alle proprie esigenze:

Domanda Sottoscrizione di Windows Server Bring Your Own License (BYOL)
Dove si vogliono distribuire le macchine virtuali Windows Server (WS)? Solo Azure Stack HCI. Può essere applicato ovunque.
Quali versioni delle macchine virtuali WS si vogliono usare? Sempreverdi: tutte le versioni fino alla versione più recente. Specifica della versione.
Questa opzione consente anche di usare Windows Server: Azure Edition? Sì. È necessario disporre di chiavi multilicenza Software Assurance (SA) e WS.
Ricerca per categorie attivare le macchine virtuali WS? Nessuna chiave lato host: AVMA viene abilitato automaticamente. Dopo l'abilitazione, è possibile applicare le chiavi AVMA generice sul lato client. Basato su chiave, ad esempio KMS/AVMA/immettere le chiavi nella macchina virtuale.
Quali sono i requisiti cal? Nessuna licenza CAL necessaria: inclusa nella sottoscrizione WS. Windows Server CAL.
Qual è il modello di determinazione prezzi? Prezzi per core fisici/mese, acquistati e fatturati tramite Azure (versione di valutazione gratuita entro i primi 60 giorni di registrazione di Azure Stack HCI). Per informazioni dettagliate, vedere Prezzi per la sottoscrizione di Windows Server. Licenze di base. Per informazioni dettagliate, vedere Licenze di Windows Server e prezzi per le licenze di Windows Server.

Versioni guest

La tabella seguente illustra i sistemi operativi guest che i diversi metodi di licenza possono attivare:

Versione Licenza BYO Windows Server 2019 Licenza BYO Windows Server 2022 Sottoscrizione di Windows Server
Windows Server 2012/R2 X X X
Windows Server 2016 X X X
Windows Server 2019 X X X
Windows Server 2022 X X
Windows Server 2022: Azure Edition Richiede Software Assurance Richiede Software Assurance X
Edizioni future (Sempreverdi) X

Attivare la sottoscrizione di Windows Server

La sottoscrizione di Windows Server consente di sottoscrivere le licenze guest di Windows Server in Azure Stack HCI tramite Azure. Per le tariffe per le sottoscrizioni di Windows Server, vedere la sezione Carichi di lavoro del componente aggiuntivo (facoltativo) nella pagina dei prezzi di Azure Stack HCI .

Come funziona la sottoscrizione di Windows Server?

Quando si acquista la sottoscrizione di Windows Server, i server Azure Stack HCI recuperano le licenze dal cloud e configurano automaticamente AVMA nel cluster. Dopo aver configurato AVMA, è quindi possibile applicare le chiavi AVMA generice sul lato client.

Sottoscrizione di Windows Server

Prerequisiti

  • Un cluster Azure Stack HCI

  • Se si usa Windows Admin Center:

    • Windows Admin Center (versione 2103 o successiva) con l'estensione Cluster Manager (versione 2.41.0 o successiva).

Abilitare la sottoscrizione di Windows Server

È possibile abilitare la sottoscrizione di Windows Server tramite metodi diversi. Selezionare una delle schede seguenti in base al metodo preferito.

  1. Nella pagina della risorsa cluster Azure Stack HCI passare alla schermata Configurazione .

  2. Nel componente aggiuntivo della sottoscrizione di Windows Server selezionare Acquista. Nel riquadro di contesto selezionare di nuovo Acquista per confermare.

  3. Quando la sottoscrizione di Windows Server è stata acquistata correttamente, è possibile iniziare a usare macchine virtuali Windows Server nel cluster. L'applicazione delle licenze nel cluster richiederà alcuni minuti.

    Conferma dell'acquisto

Risolvere i problemi di sottoscrizione

Errore: uno o più server nel cluster non hanno le modifiche più recenti apportate a questa impostazione. Le modifiche verranno applicate non appena i server vengono sincronizzati di nuovo.

Correzione: il cluster non ha lo stato più recente nella sottoscrizione di Windows Server (ad esempio, è stato appena registrato o annullato) e pertanto potrebbe non aver recuperato le licenze per configurare AVMA. Nella maggior parte dei casi, la sincronizzazione cloud successiva risolverà questo errore. Per una risoluzione più rapida, è possibile eseguire la sincronizzazione manualmente. Per altre informazioni, vedere Sincronizzazione di Azure Stack HCI.

Attivare le macchine virtuali in un server host

Ora che AVMA è stato abilitato tramite la sottoscrizione di Windows Server, è possibile attivare le macchine virtuali nel server host seguendo la procedura descritta in Attivazione automatica delle macchine virtuali in Windows Server.

Attivare bring your own license (BYOL) tramite AVMA

È possibile usare qualsiasi metodo esistente per attivare le macchine virtuali in Azure Stack HCI. Facoltativamente, è possibile usare AVMA, che consente ai server host attivati di attivare automaticamente le macchine virtuali in esecuzione. Per altre informazioni, vedere AVMA in Windows Server.

Attivare le macchine virtuali

Vantaggi di AVMA

L'attivazione di macchine virtuali tramite server host offre diversi vantaggi:

  • Le singole macchine virtuali non devono essere connesse a Internet. Sono necessari solo server host con licenza con connettività Internet.
  • La gestione delle licenze è semplificata. Invece di dover eseguire il conteggio dell'utilizzo delle chiavi true-up per singole macchine virtuali, è possibile attivare qualsiasi numero di macchine virtuali con solo un server con licenza corretta.
  • AVMA funge da meccanismo di prova di acquisto. Questa funzionalità consente di garantire che i prodotti Windows vengano usati in conformità ai diritti di utilizzo dei prodotti e alle condizioni di licenza software Microsoft.

La watch video sull'uso dell'attivazione automatica della macchina virtuale in Windows Admin Center richiede alcuni minuti:

Prerequisiti

Prima di iniziare:

  • Ottenere le chiavi necessarie di Windows Server Datacenter:

    • Edizioni chiave: Windows Server 2019 Datacenter o versione successiva. Per informazioni sulle versioni guest attivate dalla chiave, vedere Versioni guest.
    • Numero di chiavi: Una chiave univoca per ogni server host che si sta attivando, a meno che non si disponga di un codice multilicenza valido.
    • Coerenza tra cluster: Tutti i server in un cluster devono usare la stessa edizione di chiavi, in modo che le macchine virtuali rimangano attivate indipendentemente dal server in cui vengono eseguite.
  • Un cluster Azure Stack HCI (versione 20H2 con l'aggiornamento cumulativo dell'8 giugno 2021 o versione successiva).

  • Windows Admin Center (versione 2103 o successiva).

  • Estensione di Cluster Manager per Windows Admin Center (versione 1.523.0 o successiva).

Nota

Affinché le macchine virtuali rimangano attivate indipendentemente dal server in cui vengono eseguite, è necessario configurare AVMA per ogni server nel cluster.

Configurare AVMA

È possibile configurare AVMA tramite metodi diversi. Selezionare una delle schede seguenti in base al metodo preferito.

Usare Windows Admin Center o PowerShell per configurare AVMA.

Risolvere i problemi di AVMA con Windows Admin Center

Se vengono visualizzati i messaggi di errore AVMA seguenti, provare a usare i passaggi di verifica descritti in questa sezione per risolverli.

Errore 1: "La chiave immessa non funziona"

Questo errore potrebbe essere dovuto a uno dei problemi seguenti:

  • Una chiave inviata per attivare un server nel cluster non è stata accettata.
  • Un'interruzione del processo di attivazione ha impedito l'attivazione di un server nel cluster.
  • Una chiave valida non è ancora stata applicata a un server aggiunto al cluster.

Per risolvere questi problemi, nella finestra Attiva macchine virtuali Windows Server selezionare il server con l'avviso e quindi selezionare Gestisci chiavi di attivazione per immettere una nuova chiave.

Errore 2: "Alcuni server usano chiavi per una versione precedente di Windows Server"

Tutti i server devono usare la stessa versione delle chiavi. Aggiornare le chiavi alla stessa versione per assicurarsi che le macchine virtuali rimangano attivate indipendentemente dal server in cui vengono eseguite.

Errore 3: "Server inattivo"

Il server è offline e non può essere raggiunto. Portare online tutti i server e quindi aggiornare la pagina.

Errore 4: "Impossibile controllare lo stato in questo server" o "Per usare questa funzionalità, installare l'aggiornamento più recente"

Uno o più server non vengono aggiornati e non hanno i pacchetti necessari per configurare AVMA. Assicurarsi che il cluster sia aggiornato e quindi aggiornare la pagina. Per altre informazioni, vedere Aggiornare i cluster HCI di Azure Stack.

Domande frequenti

In questa sezione vengono fornite risposte ad alcune domande frequenti sulle licenze di Windows Server.

Gli utenti guest di Windows Server Datacenter Azure Edition si attivano in Azure Stack HCI?

Sì, ma è necessario usare AVMA basato su sottoscrizione di Windows Server oppure portare chiavi di Windows Server Datacenter con Software Assurance. Per BYOL, è possibile usare entrambi:

Sono ancora necessari elenchi di certificazione di Windows Server?

Sì, sono ancora necessari gli elenchi DI CONTROLLO di Windows Server per BYOL, ma non per la sottoscrizione di Windows Server.

Devo essere connesso a Internet?

È necessaria la connettività Internet:

  • Per sincronizzare i server host in Azure almeno una volta ogni 30 giorni, per mantenere i requisiti di connettività di Azure Stack HCI 30 giorni e sincronizzare le licenze host per AVMA.
  • Quando si acquista o annulla la sottoscrizione di Windows Server.

Non è necessaria la connettività Internet:

  • Per le macchine virtuali da attivare tramite sottoscrizione di Windows Server o AVMA basato su BYOL. Per i requisiti di connettività per altre forme di attivazione, vedere la documentazione di Windows Server.

Quando la fatturazione della sottoscrizione di Windows Server inizia/termina?

La sottoscrizione di Windows Server avvia la fatturazione e attiva le macchine virtuali Windows Server immediatamente dopo l'acquisto. Se si abilita la sottoscrizione di Windows Server entro i primi 60 giorni di attivazione di Azure Stack HCI, si dispone automaticamente di una versione di valutazione gratuita per la durata di tale periodo.

È possibile iscriversi o annullare la sottoscrizione di Windows Server in qualsiasi momento. Dopo l'annullamento, la fatturazione e l'attivazione tramite Azure si arresta immediatamente. Assicurarsi di avere una forma di licenza alternativa se si continua a eseguire macchine virtuali Windows Server nel cluster.

È disponibile una licenza per Windows Server, è possibile eseguire Windows Server 2016 macchine virtuali in Azure Stack HCI?

Sì. Anche se non è possibile usare le chiavi Windows Server 2016 per configurare AVMA in Azure Stack HCI, possono comunque essere applicate usando altri metodi di attivazione. Ad esempio, è possibile immettere direttamente una chiave Windows Server 2016 nella macchina virtuale Windows Server 2016.

Dove è possibile ottenere chiavi BYOL per AVMA?

Per ottenere un codice Product Key, scegliere tra le opzioni seguenti:

  • Provider OEM: trovare un'etichetta di chiave Certificate of Authenticity (COA) all'esterno dell'hardware OEM. È possibile usare questa chiave una volta per ogni server nel cluster.
  • Volume Licensing Service Center (VLSC): da VLSC è possibile scaricare una chiave di attivazione multipla (MAK) che è possibile riutilizzare fino a un numero predeterminato di attivazioni consentite. Per altre informazioni, vedere Chiavi MAK.
  • Canali di vendita al dettaglio: è anche possibile trovare una chiave di vendita al dettaglio in un'etichetta di vendita al dettaglio. È possibile usare questa chiave una sola volta per server nel cluster. Per altre informazioni, vedere Software in pacchetto.

Voglio modificare una chiave esistente. Cosa accade alla chiave precedente se la sovrascrittura ha esito positivo o negativo?

Dopo aver associato un codice Product Key a un dispositivo, tale associazione è permanente. La sovrascrittura delle chiavi non riduce il numero di attivazioni per le chiavi usate. Se si applica correttamente un'altra chiave, entrambe le chiavi verranno considerate "usate" una volta. Se non è riuscita a applicare una chiave, lo stato di attivazione del server host rimane invariato e le impostazioni predefinite vengono modificate per l'ultima chiave aggiunta.

Voglio passare a un'altra chiave di una versione diversa. È possibile cambiare le chiavi tra le versioni?

È possibile aggiornare alle versioni più recenti delle chiavi o sostituire le chiavi esistenti con la stessa versione, ma non è possibile eseguire il downgrade a una versione precedente.

Cosa accade se si aggiunge o si rimuove un nuovo server?

È necessario aggiungere chiavi di attivazione per ogni nuovo server, in modo che le macchine virtuali di Windows Server possano essere attivate sul nuovo server. La rimozione di un server non influisce sul modo in cui AVMA è configurato per i server rimanenti nel cluster.

In precedenza ho acquistato una soluzione Windows Server Software-Defined Datacenter (WSSD) con una chiave Windows Server 2019. È possibile usare tale chiave per Azure Stack HCI?

Sì, ma sarà necessario usare le chiavi per Windows Server 2022 o versioni successive, che saranno disponibili dopo la disponibilità generale di Windows Server 2022.

Passaggi successivi