Guida alla migrazione: IBM Db2 to Azure SQL Database

Si applica a: Database SQL di Azure

In questa guida viene illustrato come eseguire la migrazione dei database IBM Db2 al database Azure SQL usando SQL Server Migration Assistant per Db2.

Per altre guide alla migrazione, vedere Guide alla migrazione del database di Azure.

Prerequisiti

Per eseguire la migrazione del database Db2 a database SQL, è necessario:

Pre-migrazione

Dopo aver soddisfatto i prerequisiti, è possibile individuare la topologia dell'ambiente e valutare la fattibilità della migrazione cloud di Azure.

Valutazione e conversione

Usare SSMA per DB2 per esaminare gli oggetti e i dati del database e valutare i database per la migrazione.

Per creare una valutazione, seguire questa procedura:

  1. Aprire SSMA per Db2.

  2. SelezionareNuovo progettofile>.

  3. Specificare un nome del progetto e una posizione per salvare il progetto. Selezionare quindi Azure SQL Database come destinazione di migrazione dall'elenco a discesa e selezionare OK.

    Screenshot che mostra i dettagli del progetto da specificare.

  4. In Connetti a Db2 immettere i valori per i dettagli della connessione Db2.

    Screenshot che mostra le opzioni per connettersi all'istanza di Db2.

  5. Fare clic con il pulsante destro del mouse sullo schema Db2 che si desidera eseguire la migrazione e scegliere Crea report. Verrà generato un report HTML. In alternativa, è possibile scegliere Create report (Crea report) dalla barra di spostamento dopo aver selezionato lo schema.

    Screenshot che mostra come creare un report.

  6. Leggere il report HTML per esaminare le statistiche di conversione e gli eventuali errori o avvisi. È anche possibile aprire il report in Excel per ottenere un inventario degli oggetti DB2 e dell'impegno necessario per eseguire le conversioni dello schema. Il percorso predefinito per il report si trova nella cartella del report all'interno di SSMAProjects.

    Ad esempio: drive:\<username>\Documents\SSMAProjects\MyDb2Migration\report\report_<date>.

    Screenshot del report esaminato per identificare eventuali errori o avvisi.

Convalidare i tipi di dati

Convalidare i mapping dei tipi di dati predefiniti e modificarli in base ai requisiti, se necessario. A questo scopo, attenersi alla procedura seguente:

  1. Selezionare Tools (Strumenti) dal menu.

  2. Selezionare Project Settings (Impostazioni progetto).

  3. Selezionare la scheda Type mappings (Mapping tipi).

    Screenshot che mostra la selezione dello schema e del mapping dei tipi.

  4. È possibile modificare il mapping dei tipi per ogni tabella selezionando la tabella in Esplora metadati db2.

Converti schema

Per convertire lo schema, seguire questa procedura:

  1. (Facoltativo) Aggiungere query dinamiche o ad hoc alle istruzioni. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nodo e quindi scegliere Add statements (Aggiungi istruzioni).

  2. Selezionare Connetti al database Azure SQL.

    1. Immettere i dettagli di connessione per connettere il database in Azure SQL Database.
    2. Scegliere il database SQL di destinazione dall'elenco a discesa oppure specificare un nuovo nome, nel qual caso verrà creato un database nel server di destinazione.
    3. Specificare i dettagli di autenticazione.
    4. Selezionare Connetti.

    Screenshot che mostra i dettagli necessari per connettersi al server logico in Azure.

  3. Fare clic con il pulsante destro del mouse sullo schema e scegliere Converti schema. In alternativa, è possibile scegliere Convert Schema (Converti schema) dalla barra di spostamento superiore dopo aver selezionato lo schema.

    Screenshot che mostra la selezione dello schema e la conversione.

  4. Al termine della conversione, confrontare e esaminare la struttura dello schema per identificare potenziali problemi. Risolvere i problemi in base alle raccomandazioni.

    Screenshot che mostra il confronto e la revisione della struttura dello schema per identificare potenziali problemi.

  5. Nel riquadro Output selezionare Rivedi i risultati. Nel riquadro Elenco errori esaminare gli errori.

  6. Salvare il progetto in locale per un esercizio di correzione dello schema offline. Dal menu File selezionare Salva progetto. In questo modo è possibile valutare gli schemi di origine e di destinazione offline ed eseguire la correzione prima di poter pubblicare lo schema in database SQL.

Migrazione

Dopo aver completato la valutazione dei database e corretto eventuali discrepanze, il passaggio successivo consiste nell'eseguire il processo di migrazione.

Per pubblicare lo schema ed eseguire la migrazione dei dati, seguire questa procedura:

  1. Pubblicare lo schema. In Azure SQL Esplora metadati del database, dal nodo Database fare clic con il pulsante destro del mouse sul database. Selezionare Quindi Sincronizza con database.

    Screenshot che mostra l'opzione per la sincronizzazione con il database.

  2. Eseguire la migrazione dei dati. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul database o sull'oggetto che si desidera eseguire la migrazione in Esplora metadati db2 e scegliere Esegui migrazione dei dati. In alternativa, è possibile selezionare Eseguire la migrazione dei dati dalla barra di spostamento. Per eseguire la migrazione dei dati per un intero database, selezionare la casella di controllo accanto al nome del database. Per eseguire la migrazione dei dati da singole tabelle, espandere il database, espandere Tables e quindi selezionare la casella di controllo accanto alla tabella. Per omettere dati da singole tabelle, deselezionare la casella di controllo.

    Screenshot che mostra la selezione dello schema e la scelta di eseguire la migrazione dei dati.

  3. Specificare i dettagli di connessione per Db2 e database di Azure SQL.

  4. Al termine della migrazione, visualizzare il report migrazione dei dati.

    Screenshot che mostra dove esaminare il report di migrazione dei dati.

  5. Connettersi al database in Azure SQL Database usando SQL Server Management Studio. Convalidare la migrazione esaminando i dati e lo schema.

    Screenshot che mostra il confronto dello schema in SQL Server Management Studio.

Post-migrazione

Al termine della migrazione, è necessario eseguire una serie di attività post-migrazione per assicurarsi che tutto funzioni in modo uniforme ed efficiente.

Correggere le applicazioni

Dopo la migrazione dei dati nell'ambiente di destinazione, tutte le applicazioni che in precedenza usavano l'origine devono iniziare a usare la destinazione. Per ottenere questo risultato, in alcuni casi sarà necessario apportare modifiche alle applicazioni.

Eseguire test

Il test è costituito dalle attività seguenti:

  1. Sviluppare i test di convalida: per testare la migrazione del database, è necessario usare query SQL. È necessario creare le query di convalida da eseguire sia sul database di origine che su quello di destinazione. Le query di convalida devono essere estese all'ambito definito.
  2. Configurare l'ambiente di test: l'ambiente di test deve contenere una copia del database di origine e del database di destinazione. Assicurarsi di isolare l'ambiente di test.
  3. Eseguire test di convalida: eseguire i test di convalida sull'origine e sulla destinazione, quindi analizzare i risultati.
  4. Eseguire test delle prestazioni: eseguire test delle prestazioni sull'origine e sulla destinazione, quindi analizzare e confrontare i risultati.

Funzionalità avanzate

Assicurarsi di sfruttare le funzionalità avanzate basate sul cloud offerte da database SQL, ad esempio disponibilità elevata predefinita, rilevamento delle minacce e monitoraggio e ottimizzazione del carico di lavoro.

Alcune funzionalità SQL Server sono disponibili solo quando il livello di compatibilità del database viene modificato al livello di compatibilità più recente.

Risorse per la migrazione

Per ulteriore assistenza, vedere le risorse seguenti, che sono state sviluppate a supporto di un progetto di migrazione reale:

Asset Descrizione
Strumento e modello di valutazione dei carichi di lavoro dei dati Questo strumento indica le piattaforme di destinazione "più idonee" suggerite, la preparazione per il cloud e il livello di correzione di applicazioni/database per un determinato carico di lavoro. Offre funzionalità semplici e accessibili con un solo clic per l'esecuzione di calcoli e la generazione di report, che consentono di accelerare le valutazioni in ambienti estesi grazie a un processo decisionale automatizzato e uniforme per la piattaforma di destinazione.
Individuazione e pacchetto di valutazione degli asset di dati Db2 zOS Dopo aver eseguito lo script SQL in un database, è possibile esportare i risultati in un file nel file system. Sono supportati diversi formati di file, incluso il formato CSV, in modo che sia possibile acquisire i risultati in strumenti esterni come i fogli di calcolo. Questo metodo può essere utile se si vogliono condividere facilmente i risultati con i team che non hanno installato il workbench.
Script e artefatti di inventario per IBM DB2 LUW Questo asset include una query SQL che raggiunge le tabelle di sistema IBM Db2 LUW versione 11.1 e fornisce un numero di oggetti per schema e tipo di oggetto, una stima approssimativa dei "dati non elaborati" in ogni schema e il ridimensionamento delle tabelle in ogni schema, con i risultati archiviati in un formato CSV.
IBM Db2 to SQL DB - Utilità di confronto del database L'utilità Confronto database è un'applicazione console di Windows che è possibile usare per verificare che i dati siano identici sia nelle piattaforme di origine che di destinazione. È possibile usare lo strumento per confrontare in modo efficiente i dati con il livello di riga o colonna in tutte le tabelle, righe e colonne selezionate.

Queste risorse sono state progettate dal team di progettazione dei dati di SQL. L'obiettivo principale di questo team consiste nello sbloccare e accelerare la modernizzazione complessa per i progetti di migrazione della piattaforma dati alla piattaforma dati di Microsoft Azure.

Passaggi successivi