Condivisione dei dati sul posto di Archiviazione di Azure con Microsoft Purview (anteprima)

Importante

Questa funzionalità è attualmente in anteprima. Le Condizioni per l'utilizzo supplementari per Microsoft anteprime di Azure includono termini legali aggiuntivi applicabili alle funzionalità di Azure disponibili in versione beta, in anteprima o altrimenti non ancora rilasciate nella disponibilità generale.

Tradizionalmente, le organizzazioni hanno condiviso i dati con team interni o partner esterni generando feed di dati che richiedono investimenti nelle pipeline di copia e aggiornamento dei dati. Il risultato è un costo maggiore per l'archiviazione e lo spostamento dei dati, la proliferazione dei dati (ovvero più copie di dati) e il ritardo nell'accesso ai dati sensibili al tempo.

Con Condivisione dei dati di Microsoft Purview, i provider di dati possono ora condividere i dati sul posto da Azure Data Lake Storage Gen2 e account di archiviazione di Azure, sia all'interno che all'interno delle organizzazioni. Condividere i dati direttamente con utenti e partner senza duplicazione dei dati e gestire centralmente le attività di condivisione da Microsoft Purview.

Con Condivisione dei dati di Microsoft Purview, i consumer di dati possono ora accedere quasi in tempo reale ai dati condivisi. L'accesso ai dati di archiviazione e le transazioni vengono addebitati ai consumer di dati in base a ciò che usano e senza costi aggiuntivi per i provider di dati.

Funzionamento della condivisione dei dati sul posto

Microsoft Purview consente la condivisione di file e cartelle sul posto dagli account di archiviazione BLOB e ADLS Gen2.

Diagramma di flusso che mostra un provider di dati con un archivio di origine che condivide un invito a un consumer di dati con un archivio di destinazione. La connessione dell'archivio di origine e dell'archivio di destinazione è una freccia con etichetta di accesso sul posto che punta dalla destinazione all'origine.

Un provider di dati crea una condivisione selezionando un'origine dati registrata in Microsoft Purview, scegliendo i file e le cartelle da condividere e con chi condividerli. Microsoft Purview invia quindi un invito a ogni consumer di dati.

Quando un consumer accetta l'invito, specifica un account di archiviazione di destinazione nella propria sottoscrizione di Azure che userà per accedere ai dati condivisi. In questo modo viene stabilita una relazione di condivisione tra il provider e gli account di archiviazione consumer. Questa relazione di condivisione fornisce al consumer di dati l'accesso in sola lettura ai dati condivisi tramite l'account di archiviazione del consumer. Le modifiche apportate ai dati nell'account di archiviazione di origine del provider si riflettono quasi in tempo reale nell'account di archiviazione del consumer.

Il provider di dati paga l'archiviazione dei dati e il proprio accesso ai dati, mentre l'utente dei dati paga le proprie transazioni di accesso ai dati.

I provider di dati possono revocare l'accesso ai dati condivisi in qualsiasi momento o impostare una scadenza della condivisione per l'accesso associato a tempo ai dati. I consumer di dati possono anche terminare l'accesso alla condivisione in qualsiasi momento.

Dove sono archiviati i dati

Condivisione dei dati di Microsoft Purview archivia solo i metadati relativi alla condivisione. Non archivia una copia dei dati condivisi stessi. I dati vengono archiviati nell'account di archiviazione di origine sottostante che viene condiviso. È possibile avere gli account di archiviazione in un'area di Azure diversa rispetto all'account Microsoft Purview.

Funzionalità principali

  • Condividere i dati all'interno dell'organizzazione o con partner e clienti esterni all'organizzazione (all'interno dello stesso tenant di Azure o in tenant di Azure diversi).
  • Condividere dati da ADLS Gen2 o archiviazione BLOB sul posto senza duplicazione dei dati.
  • Condividere i dati con più destinatari.
  • Accedere ai dati condivisi quasi in tempo reale.
  • Gestire centralmente le relazioni di condivisione e tenere traccia dell'utente con cui i dati vengono condivisi.
  • Revocare o terminare l'accesso alla condivisione in qualsiasi momento.
  • Esperienza flessibile tramite Microsoft portale di governance di Purview o tramite LE API REST.

Introduzione

Per iniziare a usare Microsoft condivisione dei dati sul posto per Archiviazione di Azure, vedere una demo e seguire la guida introduttiva alla condivisione dei dati.

Scenari di condivisione dei dati

Condivisione dei dati di Microsoft Purview può essere utile per diversi scenari di condivisione dei dati, tra cui:

  • Collaborare con partner commerciali esterni mantenendo al tempo stesso la sicurezza dei dati nel proprio ambiente.
  • Esternalizzare la trasformazione e l'elaborazione dei dati a ISV o aggregatori di dati di terze parti condividendo i dati non elaborati e ricevendo i risultati di analisi e dati normalizzati.
  • Automatizzare la condivisione di Big Data (ad esempio: dati IoT, dati scientifici, immagini di sorveglianza o video, dati di mercato finanziario) quasi in tempo reale e senza duplicazione dei dati.
  • Condividere i dati tra diversi reparti all'interno dell'organizzazione.

Passaggi successivi