Unità di streaming a scalabilità automatica (anteprima)

Le unità di streaming rappresentano le risorse di calcolo allocate per eseguire un processo di Analisi di flusso. Maggiore è il numero di UNITÀ, più le risorse cpu e memoria vengono allocate al processo. Analisi di flusso offre due tipi di scalabilità, che consente di avere il numero corretto di unità di streaming in esecuzione per gestire il carico del processo.

Questo articolo illustra come usare questi diversi metodi di ridimensionamento per il processo di Analisi di flusso nell'portale di Azure.

I due tipi di ridimensionamento supportati da Analisi di flusso sono scalabilità manuale e scalabilità automatica personalizzata.

La scalabilità manuale consente di gestire e modificare un numero fisso di unità di streaming per il processo.

La scalabilità automatica personalizzata consente di specificare il numero minimo e massimo di unità di streaming per il processo per regolare dinamicamente in base alle definizioni delle regole. La scalabilità automatica personalizzata esamina il set preconfigurato di regole. Determina quindi di aggiungere unità unità per gestire gli aumenti di carico o per ridurre il numero di unità unità quando le risorse di calcolo sono inattive. Per altre informazioni sulla scalabilità automatica in Monitoraggio di Azure, vedere Panoramica della scalabilità automatica in Microsoft Azure.

Nota

Anche se è possibile usare la scalabilità manuale indipendentemente dallo stato del processo, la scalabilità automatica personalizzata può essere abilitata solo quando il processo si trova nello running stato.

Esempi di regole di scalabilità automatica personalizzate includono:

  • Aumentare le unità di streaming quando l'utilizzo medio su% del processo negli ultimi 2 minuti supera il 75%.
  • Ridurre le unità di streaming quando l'utilizzo medio su% del processo negli ultimi 15 minuti è inferiore al 30%.
  • Usare più unità di streaming durante le ore lavorative e meno durante le ore di off.

Limiti di scalabilità automatica

Tutti i processi di Analisi di flusso possono ridimensionare automaticamente tra 1, 3 e 6 UR. La scalabilità automatica oltre 6 UR richiede che il processo abbia una topologia parallela o imbarazzante. I processi paralleli creati con unità di streaming inferiori o uguali a 6 possono ridimensionare automaticamente il valore su massimo per tale processo in base al numero di partizioni.

Ridimensionamento del processo di Analisi di flusso

Per prima cosa, seguire questa procedura per passare alla pagina Ridimensiona per il processo di Analisi di flusso di Azure.

  1. Accedere al portale di Azure.
  2. Nell'elenco delle risorse trovare il processo di Analisi di flusso da ridimensionare e aprirlo.
  3. Nell'intestazione Configura della pagina del processo selezionare Ridimensiona.
    Screenshot showing navigation to Scale.
  4. In Configura verranno visualizzate due opzioni per il ridimensionamento: scalabilità manuale e scalabilità automatica personalizzata.
    Screenshot showing the Configure area where you select Manual scale or custom autoscale.

Scalabilità manuale

Questa impostazione consente di impostare un numero fisso di unità di streaming per il processo. Si noti che il numero predefinito di UR è 3 durante la creazione di un processo.

Per ridimensionare manualmente il processo

  1. Selezionare Scalabilità manuale se non è già selezionata.
  2. Usare dispositivo di scorrimento per impostare le CPU per il processo o digitare direttamente nella casella. Quando il processo è in esecuzione, è limitato a impostazioni su specifiche. La limitazione dipende dalla configurazione del processo.
    Screenshot showing Manual scale where you select the number of streaming units with a slider.
  3. Selezionare Salva sulla barra degli strumenti per salvare l'impostazione.
    Screenshot showing the Save option in the Configure area.

Scalabilità automatica personalizzata - condizione predefinita

È possibile configurare la scalabilità automatica delle unità di streaming usando le condizioni. La condizione di scalabilità predefinita viene eseguita quando nessuna delle altre condizioni di scala corrisponde. Di conseguenza, è necessario selezionare una condizione predefinita per il processo. È possibile scegliere un nome per la condizione predefinita o lasciarlo come Auto created scale condition, che è precompilato.

Screenshot showing the Custom autoscale default condition that you edit.

Impostare la condizione Predefinita scegliendo una delle modalità di scalabilità seguenti:

  • Ridimensionare in base a una metrica (ad esempio l'utilizzo della CPU o della memoria)
  • Ridimensionare il numero specifico di unità di streaming

Nota

Non è possibile impostare una pianificazione nella condizione Predefinita. Il valore predefinito viene eseguito solo quando non vengono soddisfatte altre condizioni di pianificare.

Ridimensiona in base a una metrica

La procedura seguente illustra come aggiungere una condizione per aumentare automaticamente le unità di streaming (scalabilità orizzontale) quando l'utilizzo di SU (memoria) è maggiore del 75%. In alternativa, come ridurre le unità di streaming (scale in) quando l'utilizzo del servizio su è minore del 25%. Gli incrementi vengono eseguiti da 1 a 3 a 6. Analogamente, i decrementi vengono eseguiti da 6 a 3 a 1.

  1. Nella pagina Ridimensiona selezionare Scalabilità automatica personalizzata.
  2. Nella sezione Impostazione predefinita della pagina specificare un nome per la condizione predefinita. Selezionare il simbolo della matita per modificare il testo.
  3. Selezionare Ridimensiona in base a una metrica per la modalità scalabilità.
  4. Selezionare + Aggiungi una regola.
    Screenshot showing the add scale rule option.
  5. Nella pagina Scala regola seguire questa procedura:
    1. In Spazio dei nomi metrica selezionare una metrica dall'elenco a discesa Nome metrica . In questo esempio si tratta dell'utilizzo di % SU.
    2. Selezionare un operatore e i valori soglia. In questo esempio sono maggiori di e 75 per la soglia metrica per attivare l'azione di scalabilità.
    3. Selezionare un'operazione nella sezione Azione . In questo esempio è impostato su Aumenta.
    4. Selezionare quindi Aggiungi.
      Screenshot showing adding a rule metric options.
  6. Selezionare + Aggiungi di nuovo una regola e seguire questa procedura nella pagina Regole di scalabilità :
    1. Selezionare una metrica dall'elenco a discesa Nome metrica . In questo esempio si tratta dell'utilizzo di % SU.
    2. Selezionare un operatore e i valori soglia. In questo esempio sono meno di e 25 per la soglia metrica per attivare l'azione di scalabilità.
    3. Selezionare un'operazione nella sezione Azione . In questo esempio è impostata su Ridurre.
    4. Selezionare quindi Aggiungi.
  7. La funzionalità di scalabilità automatica riduce le unità di streaming per lo spazio dei nomi se l'utilizzo complessivo di SU è inferiore al 25% in questo esempio.
  8. Impostare il numero minimo e massimo e predefinito di unità di streaming. Le unità di streaming minime e massime rappresentano le limitazioni di ridimensionamento per il processo. Il valore predefinito viene usato nell'istanza rara in cui il ridimensionamento non è riuscito. È consigliabile impostare il valore predefinito sul numero di UR con cui è in esecuzione il processo.
  9. Selezionare Salva.
    Screenshot showing the Save option for a rule.

Ridimensionare il numero specifico di unità di streaming

Seguire questa procedura per configurare la regola per ridimensionare il processo per usare un numero specifico di unità di streaming. Di nuovo, la condizione predefinita viene applicata quando nessuna delle altre condizioni di scalabilità corrisponde.

  1. Nella pagina Ridimensiona selezionare Scalabilità automatica personalizzata.
  2. Nella sezione Impostazione predefinita della pagina specificare un nome per la condizione predefinita.
  3. Selezionare Ridimensiona per unità di streaming specifiche per la modalità scalabilità.
  4. Per Unità di streaming selezionare il numero di unità di streaming predefinite.

Scalabilità automatica personalizzata: aggiungere altre condizioni di scalabilità

La sezione precedente illustra come aggiungere una condizione predefinita per l'impostazione di scalabilità automatica. Questa sezione illustra come aggiungere altre condizioni all'impostazione di scalabilità automatica. Per queste altre condizioni non predefinite, è possibile impostare un pianificare in base a giorni specifici della settimana o a un intervallo di date.

Ridimensiona in base a una metrica

  1. Nella pagina Ridimensiona selezionare Scalabilità automatica personalizzata per l'opzione Scegli come ridimensionare la risorsa .
  2. Selezionare Aggiungi una condizione di scala nel blocco predefinito .
    Screenshot showing the custom autoscale scale condition.
  3. Specificare un nome per la condizione.
  4. Verificare che sia selezionata l'opzione Ridimensiona in base a una metrica .
  5. Selezionare + Aggiungi una regola per aggiungere una regola per aumentare le unità di streaming quando l'utilizzo complessivo della su % supera il 75%. Seguire i passaggi della sezione Condizione predefinita precedente.
  6. Impostare il numero minimo e massimo e predefinito di unità di streaming.
  7. Impostare Pianificazione, Fuso orario, Data di inizio e Data di fine nella condizione personalizzata (ma non nella condizione predefinita). È possibile specificare le date di inizio e fine per la condizione (o) selezionare Ripeti giorni specifici (lunedì, martedì e così via) di una settimana.
    • Se si seleziona Specifica le date di inizio/fine, selezionare il fuso orario, la data e l'ora di inizio e l'ora di fine per rendere effettiva la condizione.
    • Se si seleziona Ripeti giorni specifici, selezionare i giorni della settimana, il fuso orario, l'ora di inizio e l'ora di fine in cui deve essere applicata la condizione.

Ridimensionare in un numero specifico di unità di streaming

  1. Nella pagina Scalabilità selezionare Scalabilità automatica personalizzata per l'opzione Scegliere come ridimensionare la risorsa .
  2. Selezionare Aggiungi una condizione di scalabilità nel blocco Predefinito .
  3. Specificare un nome per la condizione.
  4. Selezionare l'opzione Ridimensiona in unità di streaming specifiche per la modalità di scalabilità.
  5. Digitare il numero di unità di streaming.
  6. Per Pianificazione specificare le date di inizio e fine per la condizione (o) selezionare giorni specifici (lunedì, martedì e così via) di una settimana e di un'ora.
    1. Se si seleziona Specifica le date di inizio/fine, selezionare il fuso orario, la data e l'ora di inizio e l'ora di fine per rendere effettiva la condizione.
    2. Se si seleziona Ripeti giorni specifici, selezionare i giorni della settimana, il fuso orario, l'ora di inizio e l'ora di fine in cui deve essere applicata la condizione.

Per altre informazioni sul funzionamento delle impostazioni di scalabilità automatica, in particolare sul modo in cui seleziona un profilo o una condizione e valuta più regole, vedere Informazioni sulle impostazioni di scalabilità automatica.

Passaggi successivi