az sql db

Gestisce i database.

Comandi

az sql db audit-policy

Gestire i criteri di controllo di un database.

az sql db audit-policy show

Mostra i criteri di controllo del database.

az sql db audit-policy update

Aggiornare i criteri di controllo di un database.

az sql db audit-policy wait

Posizionare l'interfaccia della riga di comando in uno stato di attesa fino a quando non viene soddisfatta una condizione dei criteri di controllo del database.

az sql db classification

Gestire le classificazioni di riservatezza.

az sql db classification delete

Eliminare la classificazione di riservatezza di una colonna specificata.

az sql db classification list

Ottenere le classificazioni di riservatezza di un determinato database.

az sql db classification recommendation

Gestire le raccomandazioni di classificazione della riservatezza.

az sql db classification recommendation disable

Disabilitare le raccomandazioni di riservatezza per una determinata colonna (le raccomandazioni sono abilitate per impostazione predefinita su tutte le colonne).

az sql db classification recommendation enable

Abilitare le raccomandazioni di riservatezza per una colonna specificata (le raccomandazioni sono abilitate per impostazione predefinita su tutte le colonne).

az sql db classification recommendation list

Elencare le classificazioni di riservatezza consigliate di un determinato database.

az sql db classification show

Ottenere la classificazione di riservatezza di una determinata colonna.

az sql db classification update

Aggiornare la classificazione di riservatezza di una colonna.

az sql db copy

Creare una copia di un database.

az sql db create

Creare un database.

az sql db delete

Eliminare un database.

az sql db export

Esportare un database in un bacpac.

az sql db import

Importa un bacpac in un database esistente.

az sql db ledger-digest-uploads

Gestire le impostazioni di caricamento del digest ledger.

az sql db ledger-digest-uploads disable

Disabilitare il caricamento dei digest del ledger.

az sql db ledger-digest-uploads enable

Abilitare il caricamento dei digest ledger in un account di archiviazione di Azure o in Un ledger riservato di Azure. Se il caricamento dei digest ledger è già abilitato, il cmdlet reimposta l'endpoint di archiviazione del digest in un nuovo valore.

az sql db ledger-digest-uploads show

Visualizzare le impostazioni correnti del digest del ledger.

az sql db list

Elencare i database in un server o in un pool elastico.

az sql db list-deleted

Ottiene un elenco di database eliminati ripristinabili.

az sql db list-editions

Mostra le edizioni di database disponibili per la sottoscrizione attualmente attiva.

az sql db list-usages

Ottiene gli usi del database.

az sql db ltr-backup

Gestire i backup di conservazione a lungo termine del database SQL.

az sql db ltr-backup delete

Eliminare un backup di conservazione a lungo termine.

az sql db ltr-backup list

Elencare i backup di conservazione a lungo termine per un percorso, un server o un database.

az sql db ltr-backup restore

Ripristinare un backup di conservazione a lungo termine in un nuovo database.

az sql db ltr-backup show

Ottenere un backup di conservazione a lungo termine per un database.

az sql db ltr-backup wait

Posizionare l'interfaccia della riga di comando in uno stato di attesa fino a quando non viene soddisfatta una condizione del database.

az sql db ltr-policy

Gestire i criteri di conservazione a lungo termine del database SQL.

az sql db ltr-policy set

Aggiornare le impostazioni di conservazione a lungo termine per un database.

az sql db ltr-policy show

Visualizzare i criteri di conservazione a lungo termine per un database.

az sql db op

Gestire le operazioni in un database.

az sql db op cancel

Annulla l'operazione asincrona nel database.

az sql db op list

Ottiene un elenco delle operazioni eseguite nel database.

az sql db rename

Rinominare un database.

az sql db replica

Gestire la replica tra i database.

az sql db replica create

Creare un database come replica secondaria leggibile di un database esistente.

az sql db replica delete-link

Arrestare definitivamente la replica dei dati tra due repliche di database.

az sql db replica list-links

Elencare le repliche di un database e il relativo stato di replica.

az sql db replica set-primary

Impostare il database di replica primaria eseguendo il failover dal database di replica primaria corrente.

az sql db restore

Creare un nuovo database ripristinando da un backup.

az sql db show

Ottenere i dettagli per un database.

az sql db show-connection-string

Genera una stringa di connessione al database.

az sql db str-policy

Gestire i criteri di conservazione a breve termine del database SQL.

az sql db str-policy set

Aggiornare le impostazioni di conservazione a breve termine per un database attivo.

az sql db str-policy show

Visualizzare i criteri di conservazione a breve termine per un database live.

az sql db str-policy wait

Posizionare l'interfaccia della riga di comando in uno stato di attesa fino a quando non viene impostato il criterio.

az sql db tde

Gestire la crittografia dei dati trasparente di un database.

az sql db tde set

Imposta la configurazione trasparente della crittografia dei dati di un database.

az sql db tde show

Mostra una crittografia dati trasparente.

az sql db threat-policy

Gestire i criteri di rilevamento delle minacce di un database.

az sql db threat-policy show

Ottiene un criterio di rilevamento delle minacce.

az sql db threat-policy update

Aggiornare i criteri di rilevamento delle minacce di un database.

az sql db update

Aggiornare un database.

az sql db copy

Creare una copia di un database.

È possibile visualizzare un elenco completo delle opzioni del livello di prestazioni eseguendo az sql db list-editions -a -o table -l LOCATION. Il database di destinazione della copia deve avere la stessa edizione del database di origine, ma è possibile modificare l'edizione dopo il completamento della copia.

az sql db copy --dest-name
               [--auto-pause-delay]
               [--backup-storage-redundancy]
               [--capacity]
               [--compute-model {Provisioned, Serverless}]
               [--dest-resource-group]
               [--dest-server]
               [--elastic-pool]
               [--family]
               [--ha-replicas]
               [--ids]
               [--license-type {BasePrice, LicenseIncluded}]
               [--min-capacity]
               [--name]
               [--no-wait]
               [--read-scale {Disabled, Enabled}]
               [--resource-group]
               [--server]
               [--service-objective]
               [--tags]
               [--zone-redundant {false, true}]

Esempio

Creare un database con livello di prestazioni S0 come copia di un database Standard esistente.

az sql db copy -g mygroup -s myserver -n originalDb --dest-name newDb --service-objective S0

Creare un database con GeneralPurpose edition, hardware Gen4 e 1 vcore come copia di un database GeneralPurpose esistente.

az sql db copy -g mygroup -s myserver -n originalDb --dest-name newDb -f Gen4 -c 1

Creare un database con ridondanza dell'archiviazione di backup locale come copia di un database esistente

az sql db copy -g mygroup -s myserver -n originalDb --dest-name newDb --backup-storage-redundancy Local

Parametri necessari

--dest-name

Nome del database che verrà creato come destinazione di copia.

Parametri facoltativi

--auto-pause-delay

Tempo in minuti dopo il quale il database viene automaticamente sospeso. Il valore -1 indica che la sospensione automatica è disabilitata.

--backup-storage-redundancy --bsr

Ridondanza dell'archiviazione di backup usata per archiviare i backup. I valori consentiti includono: Local, Zone, Geo.

--capacity -c

Componente della capacità dello SKU in numero intero di DTU o vcore.

--compute-model

Modello di calcolo del database.

valori accettati: Provisioned, Serverless
--dest-resource-group

Nome del gruppo di risorse in cui creare la copia. Se non specificato, per impostazione predefinita viene specificato il gruppo di risorse di origine.

--dest-server

Nome del server in cui creare la copia. Se non specificato, per impostazione predefinita viene predefinito il server di origine.

--elastic-pool

Nome o ID risorsa del pool elastico in cui creare il database.

--family -f

Componente di generazione di calcolo dello SKU (solo per sku vcore). I valori consentiti includono: Gen4, Gen5.

--ha-replicas --read-replicas

Numero di repliche a disponibilità elevata di cui effettuare il provisioning per il database. Solo impostabile per l'edizione Hyperscale.

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--license-type

Tipo di licenza da applicare per questo database.LicenseIncluded se è necessaria una licenza o BasePricese si ha una licenza e si è idonei per Azure HybridBenefit.

valori accettati: BasePrice, LicenseIncluded
--min-capacity

Capacità minima allocata dal database, se non sospesa.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--read-scale

Se abilitata, le connessioni con finalità dell'applicazione impostate su readonly nella stringa di connessione potrebbero essere instradate a una replica secondaria di sola lettura. Questa proprietà è impostata solo per i database Premium e business critical.

valori accettati: Disabled, Enabled
--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

--service-objective

Obiettivo del servizio per il nuovo database. Ad esempio: Basic, S0, P1, GP_Gen4_1, GP_Gen5_S_8, BC_Gen5_2, HS_Gen5_32.

--tags

Tag separati da spazi: key[=value] [key[=value] ...]. Usare "" per cancellare i tag esistenti.

--zone-redundant -z

Specifica se abilitare la ridondanza della zona.

valori accettati: false, true

az sql db create

Creare un database.

È possibile visualizzare un elenco completo delle opzioni del livello di prestazioni eseguendo az sql db list-editions -a -o table -l LOCATION.

az sql db create --name
                 --resource-group
                 --server
                 [--auto-pause-delay]
                 [--backup-storage-redundancy]
                 [--capacity]
                 [--catalog-collation {DATABASE_DEFAULT, SQL_Latin1_General_CP1_CI_AS}]
                 [--collation]
                 [--compute-model {Provisioned, Serverless}]
                 [--edition]
                 [--elastic-pool]
                 [--family]
                 [--ha-replicas]
                 [--ledger-on {Disabled, Enabled}]
                 [--license-type {BasePrice, LicenseIncluded}]
                 [--maint-config-id]
                 [--max-size]
                 [--min-capacity]
                 [--no-wait]
                 [--read-scale {Disabled, Enabled}]
                 [--sample-name {AdventureWorksLT}]
                 [--service-objective]
                 [--tags]
                 [--yes]
                 [--zone-redundant {false, true}]

Esempio

Creare un database S0 Standard.

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb --service-objective S0

Creare un database con GeneralPurpose Edition, hardware Gen4 e 1 vcore

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -e GeneralPurpose -f Gen4 -c 1

Creare un database con ridondanza della zona abilitata

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -z

Creare un database con ridondanza della zona disabilitato in modo esplicito

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -z false

Creare un database serverless generalPurpose Gen5 2 con ritardo di sospensione automatica di 120 minuti

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -e GeneralPurpose -f Gen5 -c 2 --compute-model Serverless --auto-pause-delay 120

Creare un database vcore Hyperscale Gen5 2 con 2 repliche in lettura

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -e Hyperscale -f Gen5 -c 2 --read-replicas 2

Creare un database GeneralPurpose con l'archiviazione di backup con ridondanza locale

az sql db create -g mygroup -s myserver -n mydb -e GeneralPurpose --backup-storage-redundancy Local

Parametri necessari

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

Parametri facoltativi

--auto-pause-delay

Tempo in minuti dopo il quale il database viene sospeso automaticamente. Il valore -1 indica che la sospensione automatica è disabilitata.

--backup-storage-redundancy --bsr

Ridondanza dell'archiviazione di backup usata per archiviare i backup. I valori consentiti includono: Local, Zone, Geo.

--capacity -c

Componente della capacità dello SKU in numero intero di DTU o vcore.

--catalog-collation

Regole di confronto del catalogo dei metadati.

valori accettati: DATABASE_DEFAULT, SQL_Latin1_General_CP1_CI_AS
--collation

Regole di confronto del database.

--compute-model

Modello di calcolo del database.

valori accettati: Provisioned, Serverless
--edition --tier -e

Componente dell'edizione dello SKU. I valori consentiti includono: Basic, Standard, Premium, GeneralPurpose, BusinessCritical, Hyperscale.

--elastic-pool

Nome o ID risorsa del pool elastico in cui creare il database.

--family -f

Componente di generazione di calcolo dello SKU (solo per sku vcore). I valori consentiti includono: Gen4, Gen5.

--ha-replicas --read-replicas

Numero di repliche a disponibilità elevata di cui effettuare il provisioning per il database. Solo impostabile per l'edizione Hyperscale.

--ledger-on

Creare un database libro mastro in cui l'integrità di tutti i dati è protetta dalla funzionalità libro mastro. Tutte le tabelle nel database libro mastro devono essere tabelle libro mastro. Nota: il valore di questa proprietà non può essere modificato dopo la creazione del database.

valori accettati: Disabled, Enabled
--license-type

Tipo di licenza da applicare per questo database.LicenseIncluded se è necessaria una licenza o BasePricese si ha una licenza e si è idonei per Azure HybridBenefit.

valori accettati: BasePrice, LicenseIncluded
--maint-config-id -m

ID o nome della configurazione di manutenzione specificati per questa risorsa.

--max-size

Dimensioni massime di archiviazione. Se non viene specificata alcuna unità, il valore predefinito è byte (B).

--min-capacity

Capacità minima allocata dal database, se non sospesa.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--read-scale

Se abilitata, le connessioni con finalità dell'applicazione impostate su readonly nella stringa di connessione potrebbero essere instradate a una replica secondaria di sola lettura. Questa proprietà è impostata solo per i database Premium e business critical.

valori accettati: Disabled, Enabled
--sample-name

Nome dello schema di esempio da applicare durante la creazione di questo database.

valori accettati: AdventureWorksLT
--service-objective

Obiettivo del servizio per il nuovo database. Ad esempio: Basic, S0, P1, GP_Gen4_1, GP_Gen5_S_8, BC_Gen5_2, HS_Gen5_32.

--tags

Tag separati da spazi: key[=value] [key[=value] ...]. Usare "" per cancellare i tag esistenti.

--yes -y

Indica che non è richiesta la conferma.

--zone-redundant -z

Specifica se abilitare la ridondanza della zona.

valori accettati: false, true

az sql db delete

Eliminare un database.

az sql db delete [--ids]
                 [--name]
                 [--no-wait]
                 [--resource-group]
                 [--server]
                 [--yes]

Esempio

Eliminare un database. (generato automaticamente)

az sql db delete --name MyAzureSQLDatabase --resource-group MyResourceGroup --server myserver

Parametri facoltativi

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

--yes -y

Indica che non è richiesta la conferma.

az sql db export

Esportare un database in un bacpac.

az sql db export --admin-password
                 --admin-user
                 --storage-key
                 --storage-key-type {SharedAccessKey, StorageAccessKey}
                 --storage-uri
                 [--auth-type {ADPassword, SQL}]
                 [--ids]
                 [--name]
                 [--no-wait]
                 [--resource-group]
                 [--server]

Esempio

Ottenere una chiave di firma di accesso condiviso da usare nell'operazione di esportazione.

az storage blob generate-sas --account-name myAccountName -c myContainer -n myBacpac.bacpac \
    --permissions w --expiry 2018-01-01T00:00:00Z

Esportare bacpac usando una chiave di firma di accesso condiviso.

az sql db export -s myserver -n mydatabase -g mygroup -p password -u login \
    --storage-key "?sr=b&sp=rw&se=2018-01-01T00%3A00%3A00Z&sig=mysignature&sv=2015-07-08" \
    --storage-key-type SharedAccessKey \
    --storage-uri https://myAccountName.blob.core.windows.net/myContainer/myBacpac.bacpac

Esportare bacpac usando una chiave dell'account di archiviazione.

az sql db export -s myserver -n mydatabase -g mygroup -p password -u login \
    --storage-key MYKEY== --storage-key-type StorageAccessKey \
    --storage-uri https://myAccountName.blob.core.windows.net/myContainer/myBacpac.bacpac

Parametri necessari

--admin-password -p

Obbligatorio. Password di accesso amministratore.

--admin-user -u

Obbligatorio. Nome di accesso amministratore.

--storage-key

Obbligatorio. Chiave di archiviazione.

--storage-key-type

Obbligatorio. Tipo di chiave di archiviazione.

valori accettati: SharedAccessKey, StorageAccessKey
--storage-uri

Obbligatorio. Uri di archiviazione.

Parametri facoltativi

--auth-type -a

Tipo di autenticazione.

valori accettati: ADPassword, SQL
--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db import

Importa un bacpac in un database esistente.

az sql db import --admin-password
                 --admin-user
                 --storage-key
                 --storage-key-type {SharedAccessKey, StorageAccessKey}
                 --storage-uri
                 [--auth-type {ADPassword, SQL}]
                 [--ids]
                 [--name]
                 [--no-wait]
                 [--resource-group]
                 [--server]

Esempio

Ottenere una chiave di firma di accesso condiviso da usare nell'operazione di importazione.

az storage blob generate-sas --account-name myAccountName -c myContainer -n myBacpac.bacpac \
    --permissions r --expiry 2018-01-01T00:00:00Z

Importare bacpac in un database esistente usando una chiave di firma di accesso condiviso.

az sql db import -s myserver -n mydatabase -g mygroup -p password -u login \
    --storage-key "?sr=b&sp=rw&se=2018-01-01T00%3A00%3A00Z&sig=mysignature&sv=2015-07-08" \
    --storage-key-type SharedAccessKey \
    --storage-uri https://myAccountName.blob.core.windows.net/myContainer/myBacpac.bacpac

Importare bacpac in un database esistente usando una chiave dell'account di archiviazione.

az sql db import -s myserver -n mydatabase -g mygroup -p password -u login --storage-key MYKEY== \
    --storage-key-type StorageAccessKey \
    --storage-uri https://myAccountName.blob.core.windows.net/myContainer/myBacpac.bacpac

Parametri necessari

--admin-password -p

Obbligatorio. Password di accesso amministratore.

--admin-user -u

Obbligatorio. Nome di accesso amministratore.

--storage-key

Obbligatorio. Chiave di archiviazione.

--storage-key-type

Obbligatorio. Tipo di chiave di archiviazione.

valori accettati: SharedAccessKey, StorageAccessKey
--storage-uri

Obbligatorio. Uri di archiviazione.

Parametri facoltativi

--auth-type -a

Tipo di autenticazione.

valori accettati: ADPassword, SQL
--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti 'ID risorsa'. È necessario specificare gli argomenti --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database di Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db list

Elencare i database in un server o in un pool elastico.

az sql db list [--elastic-pool]
               [--ids]
               [--resource-group]
               [--server]

Esempio

Elencare i database in un server o in un pool elastico. (generato automaticamente)

az sql db list --resource-group MyResourceGroup --server myserver

Parametri facoltativi

--elastic-pool

Se specificato, elenca solo i database in questo pool elastico.

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti 'ID risorsa'. È necessario specificare gli argomenti --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db list-deleted

Ottiene un elenco di database eliminati ripristinabili.

az sql db list-deleted [--ids]
                       [--resource-group]
                       [--server]

Parametri facoltativi

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti 'ID risorsa'. È necessario specificare gli argomenti --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db list-editions

Mostra le edizioni di database disponibili per la sottoscrizione attualmente attiva.

Include obiettivi di servizio disponibili e limiti di archiviazione. Per ridurre la verbosità, le impostazioni per ridurre intenzionalmente i limiti di archiviazione sono nascoste per impostazione predefinita.

az sql db list-editions --location
                        [--available]
                        [--dtu]
                        [--edition]
                        [--service-objective]
                        [--show-details {max-size}]
                        [--vcores]

Esempio

Visualizzare tutte le edizioni di database in un percorso.

az sql db list-editions -l westus -o table

Mostra tutti gli obiettivi del servizio di database disponibili per l'edizione Standard.

az sql db list-editions -l westus --edition Standard -o table

Mostra dimensioni massime di database disponibili per l'obiettivo del servizio P1

az sql db list-editions -l westus --service-objective P1 --show-details max-size

Parametri necessari

--location -l

Posizione. Usare i valori ottenuti con az account list-locations. È possibile configurare la posizione predefinito con az configure --defaults location=<location>.

Parametri facoltativi

--available -a

Se specificato, visualizzare solo i risultati disponibili nell'area specificata.

--dtu

Numero di DTU da cercare. Se non specificato, vengono visualizzate tutte le dimensioni DTU.

--edition --tier -e

Edizione da cercare. Se non specificato, vengono visualizzate tutte le edizioni.

--service-objective

Obiettivo del servizio per cercare. Se non specificato, vengono visualizzati tutti gli obiettivi del servizio.

--show-details -d

Elenco di dettagli aggiuntivi da includere nell'output.

valori accettati: max-size
--vcores

Numero di vcore da cercare. Se non specificato, vengono visualizzate tutte le dimensioni del vcore.

az sql db list-usages

Ottiene gli usi del database.

az sql db list-usages [--ids]
                      [--name]
                      [--resource-group]
                      [--server]

Parametri facoltativi

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti 'ID risorsa'. È necessario specificare gli argomenti --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database di Azure SQL.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db rename

Rinominare un database.

az sql db rename --new-name
                 [--ids]
                 [--name]
                 [--resource-group]
                 [--server]

Esempio

Rinominare un database. (generato automaticamente)

az sql db rename --name MyAzureSQLDatabase --new-name MyNew --resource-group MyResourceGroup --server myserver

Parametri necessari

--new-name

Nuovo nome a cui verrà rinominato il database.

Parametri facoltativi

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti 'ID risorsa'. È necessario specificare gli argomenti --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database di Azure SQL.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server di Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db restore

Creare un nuovo database ripristinando da un backup.

az sql db restore --dest-name
                  [--auto-pause-delay]
                  [--backup-storage-redundancy]
                  [--capacity]
                  [--compute-model {Provisioned, Serverless}]
                  [--deleted-time]
                  [--edition]
                  [--elastic-pool]
                  [--family]
                  [--ha-replicas]
                  [--ids]
                  [--license-type {BasePrice, LicenseIncluded}]
                  [--min-capacity]
                  [--name]
                  [--no-wait]
                  [--read-scale {Disabled, Enabled}]
                  [--resource-group]
                  [--server]
                  [--service-objective]
                  [--tags]
                  [--time]
                  [--zone-redundant {false, true}]

Esempio

Creare un nuovo database ripristinando da un backup. (generato automaticamente)

az sql db restore --dest-name MyDest --edition GeneralPurpose --name MyAzureSQLDatabase --resource-group MyResourceGroup --server myserver --subscription MySubscription --time "2018-05-20T05:34:22"

Creare un nuovo database con archiviazione di backup con ridondanza geografica ripristinando da un backup. (generato automaticamente)

az sql db restore --dest-name MyDest --edition GeneralPurpose --name MyAzureSQLDatabase --resource-group MyResourceGroup --server myserver --subscription MySubscription --time "2018-05-20T05:34:22" --backup-storage-redundancy Geo

Parametri necessari

--dest-name

Nome del database che verrà creato come destinazione di ripristino.

Parametri facoltativi

--auto-pause-delay

Tempo in minuti dopo il quale il database viene sospeso automaticamente. Il valore -1 indica che la sospensione automatica è disabilitata.

--backup-storage-redundancy --bsr

Ridondanza dell'archiviazione di backup usata per archiviare i backup. I valori consentiti includono: Local, Zone, Geo.

--capacity -c

Componente della capacità dello SKU in numero intero di DTU o vcore.

--compute-model

Modello di calcolo del database.

valori accettati: Provisioned, Serverless
--deleted-time

Se specificato, eseguire il ripristino da un database eliminato anziché da un database esistente. Deve corrispondere all'ora di eliminazione di un database eliminato nello stesso server. È necessario specificare --time o --deleted-time (o entrambi). L'ora deve essere nel formato seguente: "AAAA-MM-GGTHH:MM:SS".

--edition --tier -e

Componente dell'edizione dello SKU. I valori consentiti includono: Basic, Standard, Premium, GeneralPurpose, BusinessCritical, Hyperscale.

--elastic-pool

Nome o ID risorsa del pool elastico in cui creare il database.

--family -f

Componente di generazione di calcolo dello SKU (solo per sku vcore). I valori consentiti includono: Gen4, Gen5.

--ha-replicas --read-replicas

Numero di repliche a disponibilità elevata di cui effettuare il provisioning per il database. Solo impostabile per l'edizione Hyperscale.

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--license-type

Tipo di licenza da applicare per questo database.LicenseIncluded se è necessaria una licenza o BasePricese si ha una licenza e si è idonei per Azure HybridBenefit.

valori accettati: BasePrice, LicenseIncluded
--min-capacity

Capacità minima allocata dal database, se non sospesa.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--read-scale

Se abilitata, le connessioni con finalità dell'applicazione impostate su readonly nella stringa di connessione potrebbero essere instradate a una replica secondaria di sola lettura. Questa proprietà è impostata solo per i database Premium e business critical.

valori accettati: Disabled, Enabled
--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

--service-objective

Obiettivo del servizio per il nuovo database. Ad esempio: Basic, S0, P1, GP_Gen4_1, GP_Gen5_S_8, BC_Gen5_2, HS_Gen5_32.

--tags

Tag separati da spazi: key[=value] [key[=value] ...]. Usare "" per cancellare i tag esistenti.

--time -t

Punto nel tempo del database di origine che verrà ripristinato per creare il nuovo database. Deve essere maggiore o uguale al valore meno recenteRestoreDate del database di origine. È necessario specificare --time o --deleted-time (o entrambi). L'ora deve essere nel formato seguente: "AAAA-MM-GGTHH:MM:SS".

--zone-redundant -z

Specifica se abilitare la ridondanza della zona.

valori accettati: false, true

az sql db show

Ottenere i dettagli per un database.

az sql db show [--ids]
               [--name]
               [--resource-group]
               [--server]

Esempio

Ottenere i dettagli per un database. (generato automaticamente)

az sql db show --name MyAzureSQLDatabase --resource-group MyResourceGroup --server myserver

Parametri facoltativi

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

az sql db show-connection-string

Genera una stringa di connessione al database.

az sql db show-connection-string --client {ado.net, jdbc, odbc, php, php_pdo, sqlcmd}
                                 [--auth-type {ADIntegrated, ADPassword, SqlPassword}]
                                 [--ids]
                                 [--name]
                                 [--server]

Esempio

Generare una stringa di connessione per ado.net

az sql db show-connection-string -s myserver -n mydb -c ado.net

Parametri necessari

--client -c

Tipo di provider di connessione client.

valori accettati: ado.net, jdbc, odbc, php, php_pdo, sqlcmd

Parametri facoltativi

--auth-type -a

Tipo di autenticazione.

valori accettati: ADIntegrated, ADPassword, SqlPassword
valore predefinito: SqlPassword
--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

valore predefinito: <databasename>
--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

valore predefinito: <servername>

az sql db update

Aggiornare un database.

az sql db update [--add]
                 [--auto-pause-delay]
                 [--backup-storage-redundancy]
                 [--capacity]
                 [--compute-model {Provisioned, Serverless}]
                 [--edition]
                 [--elastic-pool]
                 [--family]
                 [--force-string]
                 [--ha-replicas]
                 [--ids]
                 [--maint-config-id]
                 [--max-size]
                 [--min-capacity]
                 [--name]
                 [--no-wait]
                 [--read-scale {Disabled, Enabled}]
                 [--remove]
                 [--resource-group]
                 [--server]
                 [--service-objective]
                 [--set]
                 [--zone-redundant {false, true}]

Esempio

Aggiornare un database all'edizione Standard, il livello di prestazioni S0 (10 DTU) specificando la capacità DTU. Si noti che GeneralPurpose consente una gamma più ampia di dimensioni massime rispetto all'edizione Standard.

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --edition Standard --capacity 10 --max-size 250GB

Aggiornare un database all'edizione Standard, il livello di prestazioni S1 (20 DTU) specificando il nome del livello di prestazioni. Si noti che GeneralPurpose consente una gamma più ampia di dimensioni massime rispetto all'edizione Standard.

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --edition Standard --service-objective S1 --max-size 250GB

Aggiornare un database a GeneralPurpose Edition, 4 vcore con hardware gen5

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --edition GeneralPurpose --capacity 4 --family Gen5

Aggiornare il database con dimensioni massime aumentate

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --max-size 500GB

Aggiornare il database con ridondanza della zona abilitata

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb -z

Aggiornare il database con ridondanza della zona disabilitato in modo esplicito

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb -z false

Aggiornare il database al modello di calcolo serverless

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --edition GeneralPurpose --capacity 2 --family Gen5 --compute-model Serverless

Aggiornare il database con l'archiviazione di backup con ridondanza locale

az sql db update -g mygroup -s myserver -n mydb --backup-storage-redundancy Local

Parametri facoltativi

--add

Aggiungere un oggetto a un elenco di oggetti specificando coppie percorso e valore chiave. Esempio: --add property.listProperty <key=value, stringa o stringa> JSON.

--auto-pause-delay

Tempo in minuti dopo il quale il database viene sospeso automaticamente. Il valore -1 indica che la sospensione automatica è disabilitata.

--backup-storage-redundancy --bsr

Ridondanza dell'archiviazione di backup usata per archiviare i backup. I valori consentiti includono: Local, Zone, Geo.

--capacity -c

Componente della capacità dello SKU in numero intero di DTU o vcore.

--compute-model

Modello di calcolo del database.

valori accettati: Provisioned, Serverless
--edition --tier -e

Componente dell'edizione dello SKU. I valori consentiti includono: Basic, Standard, Premium, GeneralPurpose, BusinessCritical, Hyperscale.

--elastic-pool

Nome o ID risorsa del pool elastico in cui spostare il database.

--family -f

Componente di generazione di calcolo dello SKU (solo per sku vcore). I valori consentiti includono: Gen4, Gen5.

--force-string

Quando si usa 'set' o 'add', mantenere i valori letterali stringa anziché tentare di eseguire la conversione in JSON.

--ha-replicas --read-replicas

Numero di repliche a disponibilità elevata di cui effettuare il provisioning per il database. Solo impostabile per l'edizione Hyperscale.

--ids

Uno o più ID della risorsa (delimitato da spazio). Deve essere un ID risorsa completo contenente tutte le informazioni degli argomenti "ID risorsa". È necessario specificare --ids o altri argomenti 'ID risorsa'.

--maint-config-id -m

ID o nome della configurazione di manutenzione specificati per questa risorsa.

--max-size

Nuova dimensione massima del database espressa in byte.

--min-capacity

Capacità minima allocata dal database, se non sospesa.

--name -n

Nome del database Azure SQL.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

--read-scale

Se abilitata, le connessioni con finalità dell'applicazione impostate su readonly nella stringa di connessione potrebbero essere instradate a una replica secondaria di sola lettura. Questa proprietà è impostata solo per i database Premium e business critical.

valori accettati: Disabled, Enabled
--remove

Rimuovere una proprietà o un elemento da un elenco. Esempio: --remove property.list OR --remove propertyToRemove.

--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

--server -s

Nome del server Azure SQL. È possibile configurare l'impostazione predefinita usando az configure --defaults sql-server=<name>.

--service-objective

Nome del nuovo obiettivo di servizio. Se si tratta di un obiettivo di servizio del database autonomo e il database si trova attualmente in un pool elastico, il database viene rimosso dal pool.

--set

Aggiornare un oggetto specificando un percorso e un valore della proprietà da impostare. Esempio: --set property1.property2=.

--zone-redundant -z

Specifica se abilitare la ridondanza della zona.

valori accettati: false, true