Share via


az storage blob

Nota

Questo gruppo di comandi include comandi definiti sia nell'interfaccia della riga di comando di Azure che in almeno un'estensione. Installare ogni estensione per trarre vantaggio dalle funzionalità estese. Altre informazioni sulle estensioni.

Gestire l'archiviazione oggetti per i dati non strutturati (BLOB).

Specificare uno dei parametri di autenticazione seguenti per i comandi: --auth-mode, --account-key, --connection-string, --sas-token. È anche possibile usare le variabili di ambiente corrispondenti per archiviare le credenziali di autenticazione, ad esempio AZURE_STORAGE_KEY, AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING e AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

Comandi

Nome Descrizione Tipo Stato
az storage blob access

Gestire le proprietà di controllo di accesso di un BLOB quando lo spazio dei nomi gerarchico è abilitato.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob access set

Impostare le proprietà di controllo di accesso di un BLOB.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob access show

Visualizzare le proprietà di controllo di accesso di un BLOB.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob access update

Aggiornare le proprietà di controllo di accesso di un BLOB.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob copy

Gestire le operazioni di copia BLOB. Usare az storage blob show per controllare lo stato dei BLOB.

Core ed estensione Disponibilità generale
az storage blob copy cancel

Interrompere un'operazione di copia in corso.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob copy start

Copiare un BLOB in modo asincrono. Usare az storage blob show per controllare lo stato dei BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob copy start (storage-blob-preview estensione)

Avviare un processo blob di copia.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob copy start-batch

Copiare più BLOB in un contenitore BLOB. Usare az storage blob show per controllare lo stato dei BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob delete

Contrassegnare un BLOB o uno snapshot per l'eliminazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob delete (storage-blob-preview estensione)

Contrassegnare un BLOB o uno snapshot per l'eliminazione.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob delete-batch

Eliminare i BLOB da un contenitore BLOB in modo ricorsivo.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob directory

Gestire le directory BLOB nel contenitore dell'account di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory access

Gestire le proprietà di controllo di accesso di una directory quando lo spazio dei nomi gerarchico è abilitato.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory access set

Impostare le proprietà di controllo di accesso di una directory.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory access show

Visualizzare le proprietà del controllo di accesso di una directory.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory access update

Aggiornare le proprietà di controllo di accesso di una directory.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory create

Creare una directory BLOB di archiviazione in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory delete

Eliminare una directory BLOB di archiviazione in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory download

Scaricare i BLOB in un percorso di file locale.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory exists

Verificare l'esistenza di una directory BLOB in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory list

Elencare BLOB e sottodirectory BLOB in una directory di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory metadata

Gestire i metadati della directory.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory metadata show

Mostra tutti i metadati definiti dall'utente per la directory BLOB specificata.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory metadata update

Impostare i metadati definiti dall'utente per la directory BLOB specificata come una o più coppie nome-valore.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory move

Spostare una directory di archiviazione in un'altra directory BLOB di archiviazione in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory show

Visualizzare le proprietà di una directory BLOB di archiviazione in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob directory upload

Caricare BLOB o sottodirectory in una directory BLOB di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob download

Scaricare un BLOB in un percorso di file.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob download-batch

Scaricare BLOB da un contenitore BLOB in modo ricorsivo.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob exists

Verificare l'esistenza di un BLOB in un contenitore.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob filter

Elencare i BLOB in tutti i contenitori i cui tag corrispondono a una determinata espressione di ricerca.

Estensione Anteprima
az storage blob generate-sas

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob generate-sas (storage-blob-preview estensione)

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob immutability-policy

Gestire i criteri di immutabilità dei BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob immutability-policy delete

Eliminare i criteri di immutabilità del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob immutability-policy set

Impostare i criteri di immutabilità del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob incremental-copy

Gestire le operazioni di copia incrementale del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob incremental-copy cancel

Interrompe un'operazione di copy_blob in sospeso e lascia un BLOB di destinazione con lunghezza zero e metadati completi.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob incremental-copy start

Copia in modo asincrono una copia incrementale di un BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease

Gestire i lease dei BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease acquire

Richiedere un nuovo lease.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease break

Interrompere il lease, se il contenitore o il BLOB ha un lease attivo.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease change

Modificare l'ID lease di un lease attivo.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease release

Rilasciare il lease.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob lease renew

Rinnovare il lease.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob list

Elencare i BLOB in un determinato contenitore.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob metadata

Gestire i metadati del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob metadata show

Restituisce tutti i metadati definiti dall'utente per il BLOB o lo snapshot specificato.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob metadata update

Imposta i metadati definiti dall'utente per il BLOB come una o più coppie nome-valore.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob move

Spostare un BLOB in un contenitore di archiviazione.

Estensione Anteprima e deprecato
az storage blob query

Consentire agli utenti di selezionare/proiettare nei dati di snapshot BLOB o BLOB fornendo espressioni di query semplici.

Memoria centrale Anteprima
az storage blob restore

Ripristinare i BLOB negli intervalli di BLOB specificati.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob rewrite

Creare un nuovo BLOB in blocchi in cui il contenuto del BLOB viene letto da un DETERMINATO URL.

Memoria centrale Anteprima
az storage blob service-properties

Gestire le proprietà del servizio BLOB di archiviazione.

Core ed estensione Disponibilità generale
az storage blob service-properties delete-policy

Gestire le proprietà del servizio delete-policy del BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob service-properties delete-policy show

Visualizzare i criteri di eliminazione del BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob service-properties delete-policy update

Aggiornare i criteri di eliminazione del BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob service-properties show

Ottiene le proprietà del servizio BLOB di un account di archiviazione, incluso Archiviazione di Azure Analytics.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob service-properties update

Aggiornare le proprietà del servizio BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob service-properties update (storage-blob-preview estensione)

Aggiornare le proprietà del servizio BLOB di archiviazione.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob set-legal-hold

Impostare il blocco a fini giudiziari del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob set-tier

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob set-tier (storage-blob-preview estensione)

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob show

Ottenere i dettagli di un BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob show (storage-blob-preview estensione)

Ottenere i dettagli di un BLOB.

Estensione Disponibilità generale
az storage blob snapshot

Crea uno snapshot del BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob sync

Sincronizzare i BLOB in modo ricorsivo in un contenitore BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Anteprima
az storage blob tag

Gestire i tag BLOB.

Estensione Anteprima
az storage blob tag list

Ottenere tag in un BLOB o in una versione di BLOB specifica o in uno snapshot.

Estensione Anteprima
az storage blob tag set

Impostare tag in un BLOB o in una versione di BLOB specifica, ma non in uno snapshot.

Estensione Anteprima
az storage blob undelete

Ripristinare uno snapshot o UN BLOB eliminato leggero.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob update

Imposta le proprietà di sistema nel BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob upload

Caricare un file in un BLOB di archiviazione.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob upload-batch

Caricare file da una directory locale in un contenitore BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale
az storage blob url

Creare l'URL per accedere a un BLOB.

Memoria centrale Disponibilità generale

az storage blob delete

Contrassegnare un BLOB o uno snapshot per l'eliminazione.

Il BLOB viene contrassegnato per l'eliminazione successiva durante l'operazione di Garbage Collection. Per eliminare un BLOB, è necessario eliminare anche tutti i relativi snapshot. Entrambi possono essere rimossi contemporaneamente.

az storage blob delete [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--blob-url]
                       [--connection-string]
                       [--container-name]
                       [--delete-snapshots {include, only}]
                       [--if-match]
                       [--if-modified-since]
                       [--if-none-match]
                       [--if-unmodified-since]
                       [--lease-id]
                       [--name]
                       [--sas-token]
                       [--snapshot]
                       [--tags-condition]
                       [--timeout]

Esempio

Eliminare un BLOB.

az storage blob delete -c mycontainer -n MyBlob

Eliminare un BLOB usando le credenziali di accesso.

az storage blob delete -c mycontainer -n MyBlob --account-name mystorageaccount --auth-mode login

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--delete-snapshots

Obbligatorio se il BLOB ha associato snapshot. I valori includono: "only": elimina solo gli snapshot dei BLOB. "include": elimina il BLOB insieme a tutti gli snapshot.

valori accettati: include, only
--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, quando presente, specifica lo snapshot del BLOB da eliminare.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob delete (storage-blob-preview estensione)

Contrassegnare un BLOB o uno snapshot per l'eliminazione.

Il BLOB viene contrassegnato per l'eliminazione successiva durante l'operazione di Garbage Collection. Per eliminare un BLOB, è necessario eliminare anche tutti i relativi snapshot. Entrambi possono essere rimossi contemporaneamente.

az storage blob delete [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--blob-url]
                       [--connection-string]
                       [--container-name]
                       [--delete-snapshots {include, only}]
                       [--if-match]
                       [--if-modified-since]
                       [--if-none-match]
                       [--if-unmodified-since]
                       [--lease-id]
                       [--name]
                       [--sas-token]
                       [--snapshot]
                       [--tags-condition]
                       [--timeout]
                       [--version-id]

Esempio

Eliminare un BLOB.

az storage blob delete -c mycontainer -n MyBlob

Eliminare un BLOB usando le credenziali di accesso.

az storage blob delete -c mycontainer -n MyBlob --account-name mystorageaccount --auth-mode login

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--delete-snapshots

Obbligatorio se il BLOB ha associato snapshot. "only": elimina solo gli snapshot dei BLOB. "include": elimina il BLOB insieme a tutti gli snapshot.

valori accettati: include, only
--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB da recuperare.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

--version-id

ID versione BLOB facoltativo. Questo parametro è solo per l'account abilitato per il controllo delle versioni.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob delete-batch

Eliminare i BLOB da un contenitore BLOB in modo ricorsivo.

az storage blob delete-batch --source
                             [--account-key]
                             [--account-name]
                             [--auth-mode {key, login}]
                             [--blob-endpoint]
                             [--connection-string]
                             [--delete-snapshots {include, only}]
                             [--dryrun]
                             [--if-match]
                             [--if-modified-since]
                             [--if-none-match]
                             [--if-unmodified-since]
                             [--lease-id]
                             [--pattern]
                             [--sas-token]
                             [--timeout]

Esempio

Eliminare tutti i BLOB che terminano con ".py" in un contenitore che non sono stati modificati per 10 giorni.

date=`date -d "10 days ago" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob delete-batch -s mycontainer --account-name mystorageaccount --pattern "*.py" --if-unmodified-since $date --auth-mode login

Eliminare tutti i BLOB in una directory denominata "dir" in un contenitore denominato "mycontainer".

az storage blob delete-batch -s mycontainer --pattern "dir/*"

Eliminare i BLOB con il formato 'cli-2018-xx-xx.txt' o 'cli-2019-xx-xx.txt' in un contenitore.

az storage blob delete-batch -s mycontainer --pattern "cli-201[89]-??-??.txt"

Eliminare tutti i BLOB con il formato 'cli-201x-xx-xx.txt' ad eccezione di cli-2018-xx-xx.txt' e 'cli-2019-xx-xx.txt' in un contenitore.

az storage blob delete-batch -s mycontainer --pattern "cli-201[!89]-??-??.txt"

Parametri necessari

--source -s

Contenitore BLOB da cui verranno eliminati i file.

L'origine può essere l'URL del contenitore o il nome del contenitore. Quando l'origine è l'URL del contenitore, il nome dell'account di archiviazione verrà analizzato dall'URL.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--delete-snapshots

Obbligatorio se il BLOB ha associato snapshot.

valori accettati: include, only
--dryrun

Visualizzare il riepilogo delle operazioni da eseguire invece di eliminare effettivamente i file.

Se viene specificato, ignorerà tutti gli argomenti precondizione che includono --if-modified-since e --if-unmodified-since. I file verranno quindi eliminati con il comando senza --dryrun potrebbe essere diverso dall'elenco dei risultati con il flag --dryrun.

valore predefinito: False
--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (*).

Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly (*) per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

ID lease attivo per il BLOB.

--pattern

Modello usato per i file o i BLOB glob nell'origine. I modelli supportati sono '*', '?', '[seq]' e '[!seq]'. Per altre informazioni, vedere https://docs.python.org/3.7/library/fnmatch.html.

Quando si usa '*' in --pattern, corrisponderà a qualsiasi carattere incluso il separatore di directory '/'. È anche possibile provare il comando "az storage remove" con --include e --exclude con l'interfaccia della riga di comando di Azure >= 2.0.70 per trovare la corrispondenza con più modelli.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob download

Scaricare un BLOB in un percorso di file.

az storage blob download [--account-key]
                         [--account-name]
                         [--auth-mode {key, login}]
                         [--blob-endpoint]
                         [--blob-url]
                         [--connection-string]
                         [--container-name]
                         [--end-range]
                         [--file]
                         [--if-match]
                         [--if-modified-since]
                         [--if-none-match]
                         [--if-unmodified-since]
                         [--lease-id]
                         [--max-connections]
                         [--name]
                         [--no-progress]
                         [--open-mode]
                         [--overwrite {false, true}]
                         [--sas-token]
                         [--snapshot]
                         [--start-range]
                         [--tags-condition]
                         [--timeout]
                         [--validate-content]
                         [--version-id]

Esempio

Scaricare un BLOB.

az storage blob download -f /path/to/file -c mycontainer -n MyBlob

Scaricare un contenuto BLOB in stdout(supporto pipe).

az storage blob download -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key myaccountkey

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--end-range

Fine dell'intervallo di byte da usare per il download di una sezione del BLOB. Se viene specificato end_range, è necessario specificare start_range. I parametri start_range e end_range sono inclusivi. Ad esempio: start_range=0, end_range=511 scaricherà i primi 512 byte di BLOB.

--file -f

Percorso del file in cui scrivere. Se non specificato, verrà usato stdout e max_connections verrà impostato su 1.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--max-connections

Numero di connessioni parallele con cui scaricare.

valore predefinito: 2
--name -n

Nome del BLOB.

--no-progress

Includere questo flag per disabilitare la segnalazione dello stato di avanzamento per il comando .

valore predefinito: False
--open-mode

Modalità da usare quando si apre il file. Si noti che l'aggiunta solo open_mode impedisce il download parallelo. Pertanto, max_connections deve essere impostato su 1 se viene usato questo open_mode.

valore predefinito: wb
--overwrite

Sovrascrivere un file esistente quando specificato. Il valore predefinito è true.

valori accettati: false, true
valore predefinito: True
--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB da recuperare.

--start-range

Inizio dell'intervallo di byte da usare per il download di una sezione del BLOB. Se non viene specificato alcun end_range, tutti i byte dopo il start_range verranno scaricati. I parametri start_range e end_range sono inclusivi. Ad esempio: start_range=0, end_range=511 scaricherà i primi 512 byte di BLOB.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

--validate-content

Se true, calcola un hash MD5 per ogni blocco del BLOB. Il servizio di archiviazione controlla l'hash del contenuto che è arrivato con l'hash inviato. Ciò è particolarmente utile per rilevare bitflips in transito se si usa http anziché https, come https (impostazione predefinita), verrà già convalidata. Si noti che questo hash MD5 non è archiviato con il BLOB. Si noti anche che, se abilitato, l'algoritmo efficiente per la memoria non verrà usato perché il calcolo dell'hash MD5 richiede il buffering di interi blocchi e in questo modo lo scopo dell'algoritmo efficiente per la memoria.

valore predefinito: False
--version-id

ID versione BLOB facoltativo. Questo parametro è solo per l'account abilitato per il controllo delle versioni.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob download-batch

Scaricare BLOB da un contenitore BLOB in modo ricorsivo.

az storage blob download-batch --destination
                               --source
                               [--account-key]
                               [--account-name]
                               [--auth-mode {key, login}]
                               [--blob-endpoint]
                               [--connection-string]
                               [--dryrun]
                               [--max-connections]
                               [--no-progress]
                               [--overwrite {false, true}]
                               [--pattern]
                               [--sas-token]

Esempio

Scaricare tutti i BLOB che terminano con .py

az storage blob download-batch -d . --pattern "*.py" -s mycontainer --account-name mystorageaccount --account-key 00000000

Scaricare tutti i BLOB in una directory denominata "dir" dal contenitore denominato "mycontainer".

az storage blob download-batch -d . -s mycontainer --pattern "dir/*"

Scaricare tutti i BLOB con il formato 'cli-2018-xx-xx.txt' o 'cli-2019-xx-xx.txt' nel contenitore nel percorso corrente.

az storage blob download-batch -d . -s mycontainer --pattern "cli-201[89]-??-??.txt"

Scaricare tutti i BLOB con il formato 'cli-201x-xx-xx.txt' ad eccezione di cli-2018-xx-xx.txt' e 'cli-2019-xx-xx.txt' nel contenitore nel percorso corrente.

az storage blob download-batch -d . -s mycontainer --pattern "cli-201[!89]-??-??.txt"

Parametri necessari

--destination -d

Cartella di destinazione esistente per questa operazione di download.

--source -s

Contenitore BLOB da cui verranno scaricati i file.

L'origine può essere l'URL del contenitore o il nome del contenitore. Quando l'origine è l'URL del contenitore, il nome dell'account di archiviazione verrà analizzato dall'URL.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--dryrun

Mostra il riepilogo delle operazioni da eseguire invece di scaricare effettivamente i file.

valore predefinito: False
--max-connections

Numero di connessioni parallele con cui scaricare.

valore predefinito: 2
--no-progress

Includere questo flag per disabilitare la segnalazione dello stato di avanzamento per il comando .

valore predefinito: False
--overwrite

Sovrascrivere un file esistente quando specificato. Il valore predefinito è false.

valori accettati: false, true
valore predefinito: False
--pattern

Modello usato per i file o i BLOB glob nell'origine. I modelli supportati sono '*', '?', '[seq]' e '[!seq]'. Per altre informazioni, vedere https://docs.python.org/3.7/library/fnmatch.html.

Quando si usa '*' in --pattern, corrisponderà a qualsiasi carattere incluso il separatore di directory '/'.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob exists

Verificare l'esistenza di un BLOB in un contenitore.

az storage blob exists [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--blob-url]
                       [--connection-string]
                       [--container-name]
                       [--name]
                       [--sas-token]
                       [--snapshot]
                       [--timeout]

Esempio

Verificare l'esistenza di un BLOB in un contenitore. (generato automaticamente)

az storage blob exists --account-key 00000000 --account-name MyAccount --container-name mycontainer --name MyBlob

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob filter

Anteprima

Questo comando è in anteprima e in fase di sviluppo. Livelli di riferimento e supporto: https://aka.ms/CLI_refstatus

Elencare i BLOB in tutti i contenitori i cui tag corrispondono a una determinata espressione di ricerca.

az storage blob filter --tag-filter
                       [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--connection-string]
                       [--container-name]
                       [--sas-token]

Parametri necessari

--tag-filter

Espressione per trovare i BLOB i cui tag corrispondono alla condizione specificata. Ad esempio: ""yourtagname"='firsttag' e "yourtagname2"='secondtag'".

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Usato quando si desidera elencare i BLOB in un contenitore specificato.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob generate-sas

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB.

az storage blob generate-sas [--account-key]
                             [--account-name]
                             [--as-user]
                             [--auth-mode {key, login}]
                             [--blob-endpoint]
                             [--blob-url]
                             [--cache-control]
                             [--connection-string]
                             [--container-name]
                             [--content-disposition]
                             [--content-encoding]
                             [--content-language]
                             [--content-type]
                             [--encryption-scope]
                             [--expiry]
                             [--full-uri]
                             [--https-only]
                             [--ip]
                             [--name]
                             [--permissions]
                             [--policy-name]
                             [--snapshot]
                             [--start]
                             [--timeout]

Esempio

Generare un token di firma di accesso condiviso per un BLOB con autorizzazioni di sola lettura.

end=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob generate-sas -c myycontainer -n MyBlob --permissions r --expiry $end --https-only

Generare un token di firma di accesso condiviso per un BLOB con intervallo ip specificato.

end=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob generate-sas -c myycontainer -n MyBlob --ip "176.134.171.0-176.134.171.255" --permissions r --expiry $end --https-only

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB. (generato automaticamente)

az storage blob generate-sas --account-key 00000000 --account-name MyStorageAccount --container-name mycontainer --expiry 2018-01-01T00:00:00Z --name MyBlob --permissions r

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--as-user

Indica che questo comando restituisce la firma di accesso condiviso firmata con la chiave di delega utente. Il parametro expiry e '--auth-mode login' sono obbligatori se questo argomento è specificato.

valore predefinito: False
--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--cache-control

Valore dell'intestazione della risposta per Cache-Control quando si accede alla risorsa usando questa firma di accesso condiviso.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--content-disposition

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Disposition quando si accede alla risorsa usando questa firma di accesso condiviso.

--content-encoding

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Encoding quando si accede alla risorsa usando questa firma di accesso condiviso.

--content-language

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Language quando si accede alla risorsa usando questa firma di accesso condiviso.

--content-type

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Type quando si accede alla risorsa usando questa firma di accesso condiviso.

--encryption-scope

Ambito di crittografia predefinito usato per crittografare i dati nel servizio.

--expiry

Specifica il valore datetime UTC (Y-m-d'T'H:M'Z') in corrispondenza del quale la firma di accesso condiviso non è valida. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --policy-name che specifica questo valore.

--full-uri

Indica che questo comando restituisce l'URI BLOB completo e il token di firma di accesso condiviso.

valore predefinito: False
--https-only

Consentire solo le richieste effettuate con il protocollo HTTPS. Se omesso, le richieste provenienti dal protocollo HTTP e HTTPS sono consentite.

--ip

Specifica l'indirizzo IP o l'intervallo di indirizzi IP da cui accettare le richieste. Supporta solo gli indirizzi di stile IPv4.

--name -n

Nome del BLOB.

--permissions

Autorizzazioni concesse dalla firma di accesso condiviso. Valori consentiti: (a)dd (c)reate (d)elete (e)xecute (i)set_immutability_policy (m)ove (r)ead (t)ag (w)rite (x)delete_previous_version (y)permanent_delete. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --id che specifica questo valore. Può essere combinato.

--policy-name

Nome di un criterio di accesso archiviato all'interno dell'ACL del contenitore.

--snapshot

ID snapshot del BLOB facoltativo. Valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB per concedere l'autorizzazione.

--start

Specifica il valore datetime UTC (Y-m-d'H:M'Z') in corrispondenza del quale la firma di accesso condiviso diventa valida. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --policy-name che specifica questo valore. Il valore predefinito è l'ora della richiesta.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob generate-sas (storage-blob-preview estensione)

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB.

az storage blob generate-sas --container-name
                             --name
                             [--account-key]
                             [--account-name]
                             [--as-user]
                             [--auth-mode {key, login}]
                             [--blob-endpoint]
                             [--cache-control]
                             [--connection-string]
                             [--content-disposition]
                             [--content-encoding]
                             [--content-language]
                             [--content-type]
                             [--expiry]
                             [--full-uri]
                             [--https-only]
                             [--ip]
                             [--permissions]
                             [--policy-name]
                             [--snapshot]
                             [--start]
                             [--version-id]

Esempio

Generare un token di firma di accesso condiviso per un BLOB con autorizzazioni di sola lettura.

end=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob generate-sas -c myycontainer -n MyBlob --permissions r --expiry $end --https-only

Generare un token di firma di accesso condiviso per un BLOB con intervallo ip specificato.

end=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob generate-sas -c myycontainer -n MyBlob --ip "176.134.171.0-176.134.171.255" --permissions r --expiry $end --https-only

Generare una firma di accesso condiviso per il BLOB. (generato automaticamente)

az storage blob generate-sas --account-key 00000000 --account-name MyStorageAccount --container-name mycontainer --expiry 2018-01-01T00:00:00Z --name MyBlob --permissions r

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--as-user

Indica che questo comando restituisce la firma di accesso condiviso firmata con la chiave di delega utente. Il parametro expiry e '--auth-mode login' sono obbligatori se questo argomento è specificato.

valore predefinito: False
--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--cache-control

Valore dell'intestazione della risposta per Cache-Control quando la risorsa accede a questa firma di accesso condiviso.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--content-disposition

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Disposition quando la risorsa accede a questa firma di accesso condiviso.

--content-encoding

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Encoding quando la risorsa accede a questa firma di accesso condiviso.

--content-language

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Language quando la risorsa accede a questa firma di accesso condiviso.

--content-type

Valore dell'intestazione della risposta per Content-Type quando la risorsa accede a questa firma di accesso condiviso.

--expiry

Specifica il valore datetime UTC (Y-m-d'T'H:M'Z') in corrispondenza del quale la firma di accesso condiviso non è valida. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --id che specifica questo valore.

--full-uri

Indicare che questo comando restituisce l'URI BLOB completo e il token di firma di accesso condiviso.

valore predefinito: False
--https-only

Consentire solo le richieste effettuate con il protocollo HTTPS. Se omesso, le richieste provenienti dal protocollo HTTP e HTTPS sono consentite.

--ip

Specificare un indirizzo IP o un intervallo di indirizzi IP da cui accettare le richieste. Se l'indirizzo IP da cui ha origine la richiesta non corrisponde all'indirizzo IP o all'intervallo di indirizzi specificato nel token di firma di accesso condiviso, la richiesta non viene autenticata. Ad esempio, specificando ip=168.1.5.65 o ip=168.1.5.60-168.1.5.70 nella firma di accesso condiviso, la richiesta viene limitato a tali indirizzi IP.

--permissions

Autorizzazioni concesse dalla firma di accesso condiviso. Valori consentiti: (a)dd (c)reate (d)elete (x)delete_previous_version (e)xecute (m)ove (p)ermanent_delete (r)ead (s)et_immutability_policy (t)ag (w)rite. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --policy-name che specifica questo valore. Può essere combinato.

--policy-name

Nome di un criterio di accesso archiviato all'interno dell'ACL del contenitore.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB da recuperare.

--start

Specifica il valore datetime UTC (Y-m-d'H:M'Z') in corrispondenza del quale la firma di accesso condiviso diventa valida. Non usare se viene fatto riferimento a un criterio di accesso archiviato con --id che specifica questo valore. Il valore predefinito è l'ora della richiesta.

--version-id
Anteprima

ID versione BLOB facoltativo. Questo parametro è solo per l'account abilitato per il controllo delle versioni.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob list

Elencare i BLOB in un determinato contenitore.

az storage blob list --container-name
                     [--account-key]
                     [--account-name]
                     [--auth-mode {key, login}]
                     [--blob-endpoint]
                     [--connection-string]
                     [--delimiter]
                     [--include]
                     [--marker]
                     [--num-results]
                     [--prefix]
                     [--sas-token]
                     [--show-next-marker]
                     [--timeout]

Esempio

Elencare tutti i BLOB di archiviazione in un contenitore i cui nomi iniziano con 'foo'; corrisponderà ai nomi come "foo", "foobar" e "foo/bar"

az storage blob list -c mycontainer --prefix foo

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--delimiter

Quando la richiesta include questo parametro, l'operazione restituisce un elemento BlobPrefix nell'elenco dei risultati che funge da segnaposto per tutti i BLOB i cui nomi iniziano con la stessa sottostringa fino all'aspetto del carattere delimitatore. Il delimitatore può essere un singolo carattere o una stringa.

--include

Specificare uno o più set di dati aggiuntivi da includere nella risposta. Le opzioni includono: (c)opy, (d)eleted, (m)etadata, (s)napshots, (v)ersions, (t)ags, (i)mmutabilitypolicy, (l)egalhold, (d)eletedwithversions. Può essere combinato.

--marker

Valore stringa che identifica la parte dell'elenco di contenitori da restituire con l'operazione di elenco successiva. L'operazione restituisce il valore NextMarker all'interno del corpo della risposta se l'operazione di elenco non ha restituito tutti i contenitori rimanenti da elencare con la pagina corrente. Se specificato, questo generatore inizierà a restituire i risultati dal punto in cui il generatore precedente è stato arrestato.

--num-results

Specificare il numero massimo da restituire. Se la richiesta non specifica num_results o specifica un valore maggiore di 5000, il server restituirà fino a 5000 elementi. Si noti che se l'operazione di elenco supera un limite di partizione, il servizio restituirà un token di continuazione per recuperare i risultati rimanenti. Specificare "*" per restituire tutto.

valore predefinito: 5000
--prefix

Filtrare i risultati per restituire solo i BLOB il cui nome inizia con il prefisso specificato.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--show-next-marker

Mostra nextMarker nel risultato quando specificato.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob move

Anteprima Deprecato

Il gruppo di comandi 'az storage' è in anteprima e in fase di sviluppo. Livelli di riferimento e supporto: https://aka.ms/CLI_refstatus

Questo comando è stato deprecato e verrà rimosso in una versione futura. Usare invece 'az storage fs file move'. Per altre informazioni, passare a https://github.com/Azure/azure-cli/blob/dev/src/azure-cli/azure/cli/command_modules/storage/docs/ADLS%20Gen2.md

Spostare un BLOB in un contenitore di archiviazione.

az storage blob move --container-name
                     --destination-blob
                     --source-blob
                     [--account-key]
                     [--account-name]
                     [--auth-mode {key, login}]
                     [--connection-string]
                     [--lease-id]
                     [--sas-token]
                     [--source-if-match]
                     [--source-if-modified-since]
                     [--source-if-none-match]
                     [--source-if-unmodified-since]
                     [--source-lease-id]
                     [--timeout]

Esempio

Spostare un BLOB in un contenitore di archiviazione.

az storage blob move -c MyContainer -d DestinationBlobPath -s SourceBlobPath --account-name MyStorageAccount

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

--destination-blob -d

Nome del BLOB di destinazione. Deve essere un percorso assoluto nel contenitore. ad esempio'topdir1/dirbar'.

--source-blob -s

Nome del BLOB di origine. Deve essere un percorso assoluto nel contenitore. ad esempio'topdir1/dirsubfoo'.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--lease-id

Facoltativo. ID lease per il new_path. Il new_path deve avere un lease attivo e l'ID lease deve corrispondere.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--source-if-match

Facoltativo. Valore ETag. Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione di ridenominazione solo se l'ETag dell'origine corrisponde al valore specificato.

--source-if-modified-since

Facoltativo. Un valore di data e ora. Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione di ridenominazione solo se l'origine è stata modificata dopo la data e l'ora specificate.

--source-if-none-match

Facoltativo. Valore ETag o valore con caratteri jolly speciali ("*"). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione di ridenominazione solo se l'ETag dell'origine non corrisponde al valore specificato.

--source-if-unmodified-since

Facoltativo. Un valore di data e ora. Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione di ridenominazione solo se l'origine non è stata modificata dopo la data e l'ora specificate.

--source-lease-id

Facoltativo. ID lease per il source_path. Il source_path deve avere un lease attivo e l'ID lease deve corrispondere.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob query

Anteprima

Questo comando è in anteprima e in fase di sviluppo. Livelli di riferimento e supporto: https://aka.ms/CLI_refstatus

Consentire agli utenti di selezionare/proiettare nei dati di snapshot BLOB o BLOB fornendo espressioni di query semplici.

az storage blob query --query-expression
                      [--account-key]
                      [--account-name]
                      [--auth-mode {key, login}]
                      [--blob-endpoint]
                      [--blob-url]
                      [--connection-string]
                      [--container-name]
                      [--if-match]
                      [--if-modified-since]
                      [--if-none-match]
                      [--if-unmodified-since]
                      [--in-column-separator]
                      [--in-escape-char]
                      [--in-has-header]
                      [--in-line-separator]
                      [--in-quote-char]
                      [--in-record-separator]
                      [--input-format {csv, json}]
                      [--lease-id]
                      [--name]
                      [--out-column-separator]
                      [--out-escape-char]
                      [--out-has-header]
                      [--out-line-separator]
                      [--out-quote-char]
                      [--out-record-separator]
                      [--output-format {csv, json}]
                      [--result-file]
                      [--sas-token]
                      [--tags-condition]
                      [--timeout]

Esempio

Consentire agli utenti di selezionare/proiettare nel BLOB fornendo espressioni di query semplici.

az storage blob query -c mycontainer -n myblob --query-expression "SELECT _2 from BlobStorage"

Consentire agli utenti di selezionare/proiettare nel BLOB fornendo espressioni di query semplici e salvandole nel file di destinazione.

az storage blob query -c mycontainer -n myblob --query-expression "SELECT _2 from BlobStorage" --result-file result.csv

Parametri necessari

--query-expression

Espressione di query in SQL. La dimensione massima dell'espressione di query è 256KiB. Per altre informazioni sulla sintassi dell'espressione, vedere https://docs.microsoft.com/azure/storage/blobs/query-acceleration-sql-reference.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--in-column-separator

Stringa utilizzata per separare le colonne.

valore predefinito: ,
--in-escape-char

Stringa utilizzata come carattere di escape. Il valore predefinito è vuoto.

--in-has-header

Indica se i dati BLOB includono intestazioni nella prima riga. Il valore predefinito è False, ovvero i dati verranno restituiti inclusi nella prima riga. Se è impostata su True, i dati verranno restituiti esclusivi della prima riga.

valore predefinito: False
--in-line-separator

Stringa utilizzata per separare i record.

valore predefinito:
--in-quote-char

Stringa utilizzata per citare un campo specifico.

valore predefinito: "
--in-record-separator

Stringa utilizzata per separare i record.

valore predefinito:
--input-format

Tipo di serializzazione dei dati attualmente archiviati nel BLOB. L'impostazione predefinita consiste nel trattare i dati BLOB come dati CSV formattati nel dialetto predefinito. I dati BLOB verranno riformattati in base a tale profilo quando viene specificato il formato BLOB. Se si sceglie json, specificare Output Json Text Configuration Arguments di conseguenza; Se si sceglie csv, specificare Output Delimited Text Configuration Arguments.

valori accettati: csv, json
--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--name -n

Nome del BLOB.

--out-column-separator

Stringa utilizzata per separare le colonne.

valore predefinito: ,
--out-escape-char

Stringa utilizzata come carattere di escape. Il valore predefinito è vuoto.

--out-has-header

Indica se i dati BLOB includono intestazioni nella prima riga. Il valore predefinito è False, ovvero i dati verranno restituiti inclusi nella prima riga. Se è impostata su True, i dati verranno restituiti esclusivi della prima riga.

valore predefinito: False
--out-line-separator

Stringa utilizzata per separare i record.

valore predefinito:
--out-quote-char

Stringa utilizzata per citare un campo specifico.

valore predefinito: "
--out-record-separator

Stringa utilizzata per separare i record.

valore predefinito:
--output-format

Tipo di serializzazione di output per il flusso di dati. Per impostazione predefinita, i dati verranno restituiti come rappresentati nel BLOB. Fornendo un formato di output, i dati BLOB verranno riformattati in base a tale profilo. Se si sceglie json, specificare Output Json Text Configuration Arguments di conseguenza; Se si sceglie csv, specificare Output Delimited Text Configuration Arguments.

valori accettati: csv, json
--result-file

Specificare il percorso del file per salvare il risultato.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob restore

Ripristinare i BLOB negli intervalli di BLOB specificati.

az storage blob restore --account-name
                        --time-to-restore
                        [--blob-range]
                        [--no-wait]
                        [--resource-group]

Esempio

Ripristinare i BLOB in due intervalli di BLOB specificati. Ad esempio, (container1/blob1, container2/blob2) e (container2/blob3.. container2/blob4).

az storage blob restore --account-name mystorageaccount -g MyResourceGroup -t 2020-02-27T03:59:59Z -r container1/blob1 container2/blob2 -r container2/blob3 container2/blob4

Ripristinare i BLOB negli intervalli di BLOB specificati dall'inizio dell'account alla fine dell'account.

az storage blob restore --account-name mystorageaccount -g MyResourceGroup -t 2020-02-27T03:59:59Z -r "" ""

Ripristinare i BLOB nell'intervallo di BLOB specificato.

time=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob restore --account-name mystorageaccount -g MyResourceGroup -t $time -r container0/blob1 container0/blob2

Ripristinare i BLOB nell'intervallo di BLOB specificato senza attendere ed eseguire query sullo stato di ripristino del BLOB con 'az storage account show'.

time=`date -u -d "30 minutes" '+%Y-%m-%dT%H:%MZ'`
az storage blob restore --account-name mystorageaccount -g MyResourceGroup -t $time -r container0/blob1 container0/blob2 --no-wait

Parametri necessari

--account-name -n

nome dell'account di archiviazione.

--time-to-restore -t

Ripristinare il BLOB nell'ora specificata, che deve essere UTC datetime in (Y-m-d'H:M:S'Z').

Parametri facoltativi

--blob-range -r

Intervalli di BLOB da ripristinare. È necessario specificare due valori per specificare start_range e end_range per ogni intervallo di BLOB, ad esempio -r blob1 blob2. Nota: vuoto significa che l'account inizia come valore dell'intervallo iniziale e indica la fine dell'account per l'intervallo di fine.

--no-wait

Indica che non è necessario attendere il termine dell'operazione a esecuzione prolungata.

valore predefinito: False
--resource-group -g

Nome del gruppo di risorse. È possibile configurare il gruppo predefinito con az configure --defaults group=<name>.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob rewrite

Anteprima

Questo comando è in anteprima e in fase di sviluppo. Livelli di riferimento e supporto: https://aka.ms/CLI_refstatus

Creare un nuovo BLOB in blocchi in cui il contenuto del BLOB viene letto da un DETERMINATO URL.

Il contenuto di un BLOB esistente viene sovrascritto con il nuovo BLOB.

az storage blob rewrite --container-name
                        --name
                        --source-uri
                        [--account-key]
                        [--account-name]
                        [--auth-mode {key, login}]
                        [--blob-endpoint]
                        [--connection-string]
                        [--encryption-scope]
                        [--if-match]
                        [--if-modified-since]
                        [--if-none-match]
                        [--if-unmodified-since]
                        [--lease-id]
                        [--sas-token]
                        [--tags-condition]
                        [--tier {Archive, Cold, Cool, Hot, P10, P15, P20, P30, P4, P40, P50, P6, P60, P70, P80}]
                        [--timeout]

Esempio

Aggiornare l'ambito di crittografia per il BLOB esistente.

az storage blob rewrite --source-uri https://srcaccount.blob.core.windows.net/mycontainer/myblob?<sastoken> --encryption-scope newscope -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

--source-uri -u

URL di lunghezza massima di 2 KB che specifica un file o un BLOB. Il valore deve essere codificato con URL come apparirebbe in un URI della richiesta. Se l'origine si trova in un altro account, l'origine deve essere pubblica o deve essere autenticata tramite una firma di accesso condiviso. Se l'origine è pubblica, non è necessaria alcuna autenticazione.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--encryption-scope

Ambito di crittografia predefinito usato per crittografare i dati nel servizio. È possibile creare un ambito di crittografia usando l'API di gestione e fare riferimento qui in base al nome. Se nel contenitore è stato definito un ambito di crittografia predefinito, questo valore ne eseguirà l'override se l'ambito a livello di contenitore è configurato per consentire le sostituzioni. In caso contrario, verrà generato un errore.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo. Il valore può essere un oggetto BlobLeaseClient o l'ID lease come stringa.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--tier

Valore del livello BLOB standard su cui impostare il BLOB. Per questa versione della libreria, questa opzione è applicabile solo ai BLOB in blocchi negli account di archiviazione standard.

valori accettati: Archive, Cold, Cool, Hot, P10, P15, P20, P30, P4, P40, P50, P6, P60, P70, P80
--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

Impostare il blocco a fini giudiziari del BLOB.

az storage blob set-legal-hold --container-name
                               --legal-hold {false, true}
                               --name
                               [--account-key]
                               [--account-name]
                               [--auth-mode {key, login}]
                               [--blob-endpoint]
                               [--connection-string]
                               [--sas-token]
                               [--timeout]

Configurare il blocco legale del BLOB.

az storage blob set-legal-hold --legal-hold -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000

Cancellare il blocco legale del BLOB.

az storage blob set-legal-hold --legal-hold false -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000
--container-name -c

Nome del contenitore.

--legal-hold

Specificato se è necessario impostare un blocco a fini giudiziari nel BLOB.

valori accettati: false, true
--name -n

Nome del BLOB.

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob set-tier

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB.

Per il BLOB in blocchi questo comando supporta solo BLOB in blocchi in account di archiviazione standard. Per il BLOB di pagine, questo comando supporta solo per i BLOB di pagine in account Premium.

az storage blob set-tier --tier
                         [--account-key]
                         [--account-name]
                         [--auth-mode {key, login}]
                         [--blob-endpoint]
                         [--blob-url]
                         [--connection-string]
                         [--container-name]
                         [--name]
                         [--rehydrate-priority {High, Standard}]
                         [--sas-token]
                         [--timeout]
                         [--type {block, page}]

Esempio

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB. (generato automaticamente)

az storage blob set-tier --account-key 00000000 --account-name MyAccount --container-name mycontainer --name MyBlob --tier P10

Parametri necessari

--tier

Valore del livello su cui impostare il BLOB.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

--rehydrate-priority -r
Anteprima

Indicare la priorità con cui riattivare un BLOB archiviato. La priorità può essere impostata su un BLOB una sola volta, il valore predefinito è Standard.

valori accettati: High, Standard
--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--timeout

Il parametro di timeout è espresso in secondi. Questo metodo può effettuare più chiamate al servizio di Azure e il timeout verrà applicato singolarmente a ogni chiamata.

--type -t

Tipo di BLOB.

valori accettati: block, page
valore predefinito: block
Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob set-tier (storage-blob-preview estensione)

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB.

Per il BLOB in blocchi questo comando supporta solo BLOB in blocchi in account di archiviazione standard. Per il BLOB di pagine, questo comando supporta solo per i BLOB di pagine in account Premium.

az storage blob set-tier --tier
                         [--account-key]
                         [--account-name]
                         [--auth-mode {key, login}]
                         [--blob-endpoint]
                         [--blob-url]
                         [--connection-string]
                         [--container-name]
                         [--name]
                         [--rehydrate-priority {High, Standard}]
                         [--sas-token]
                         [--tags-condition]
                         [--timeout]
                         [--type {block, page}]
                         [--version-id]

Esempio

Impostare i livelli di blocco o di pagina nel BLOB. (generato automaticamente)

az storage blob set-tier --account-key 00000000 --account-name MyAccount --container-name mycontainer --name MyBlob --tier P10

Parametri necessari

--tier

Valore del livello su cui impostare il BLOB.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

--rehydrate-priority -r
Anteprima

Indicare la priorità con cui riattivare un BLOB archiviato.

valori accettati: High, Standard
--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Il parametro di timeout è espresso in secondi. Questo metodo può effettuare più chiamate al servizio di Azure e il timeout verrà applicato singolarmente a ogni chiamata.

--type -t

Tipo di BLOB.

valori accettati: block, page
valore predefinito: block
--version-id

ID versione BLOB facoltativo. Questo parametro è solo per l'account abilitato per il controllo delle versioni.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob show

Ottenere i dettagli di un BLOB.

az storage blob show [--account-key]
                     [--account-name]
                     [--auth-mode {key, login}]
                     [--blob-endpoint]
                     [--blob-url]
                     [--connection-string]
                     [--container-name]
                     [--if-match]
                     [--if-modified-since]
                     [--if-none-match]
                     [--if-unmodified-since]
                     [--lease-id]
                     [--name]
                     [--sas-token]
                     [--snapshot]
                     [--tags-condition]
                     [--timeout]

Esempio

Mostra tutte le proprietà di un BLOB.

az storage blob show -c mycontainer -n MyBlob

Ottenere i dettagli di un BLOB (generato automaticamente)

az storage blob show --account-name mystorageccount --account-key 00000000 --container-name mycontainer --name MyBlob

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB da recuperare.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob show (storage-blob-preview estensione)

Ottenere i dettagli di un BLOB.

az storage blob show [--account-key]
                     [--account-name]
                     [--auth-mode {key, login}]
                     [--blob-endpoint]
                     [--blob-url]
                     [--connection-string]
                     [--container-name]
                     [--if-match]
                     [--if-modified-since]
                     [--if-none-match]
                     [--if-unmodified-since]
                     [--lease-id]
                     [--name]
                     [--sas-token]
                     [--snapshot]
                     [--tags-condition]
                     [--timeout]
                     [--version-id]

Esempio

Mostra tutte le proprietà di un BLOB.

az storage blob show -c mycontainer -n MyBlob

Ottenere i dettagli di un BLOB (generato automaticamente)

az storage blob show --account-name mystorageccount --account-key 00000000 --container-name mycontainer --name MyBlob

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Il parametro snapshot è un valore DateTime opaco che, se presente, specifica lo snapshot del BLOB da recuperare.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

--version-id
Anteprima

ID versione BLOB facoltativo. Questo parametro è solo per l'account abilitato per il controllo delle versioni.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob snapshot

Crea uno snapshot del BLOB.

Uno snapshot è una versione di sola lettura di un BLOB eseguito in un determinato momento. Può essere letta, copiata o eliminata, ma non modificata. Gli snapshot consentono di eseguire il backup di un BLOB così com'è in un determinato momento. Uno snapshot di un BLOB ha lo stesso nome del BLOB di base da cui viene acquisito lo snapshot, con un valore DateTime aggiunto per indicare l'ora in cui è stato creato lo snapshot.

az storage blob snapshot [--account-key]
                         [--account-name]
                         [--auth-mode {key, login}]
                         [--blob-endpoint]
                         [--blob-url]
                         [--connection-string]
                         [--container-name]
                         [--if-match]
                         [--if-modified-since]
                         [--if-none-match]
                         [--if-unmodified-since]
                         [--lease-id]
                         [--metadata]
                         [--name]
                         [--sas-token]
                         [--tags-condition]
                         [--timeout]

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--metadata

Metadati in coppie chiave=valore separate da spazi. In questo modo vengono sovrascritti tutti i metadati esistenti.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob sync

Anteprima

Questo comando è in anteprima e in fase di sviluppo. Livelli di riferimento e supporto: https://aka.ms/CLI_refstatus

Sincronizzare i BLOB in modo ricorsivo in un contenitore BLOB di archiviazione.

az storage blob sync --container
                     --source
                     [--account-key]
                     [--account-name]
                     [--connection-string]
                     [--delete-destination {false, prompt, true}]
                     [--destination]
                     [--exclude-path]
                     [--exclude-pattern]
                     [--include-pattern]
                     [--sas-token]
                     [<EXTRA_OPTIONS>]

Esempio

Sincronizzare un singolo BLOB in un contenitore.

az storage blob sync -c mycontainer -s "path/to/file" -d NewBlob

Sincronizzare una directory in un contenitore.

az storage blob sync -c mycontainer --account-name mystorageccount --account-key 00000000 -s "path/to/directory"

Sincronizzare una directory in un contenitore con azcopy options pass-through (in questo caso il limite della banda di caricamento con 20 MBit/s).

az storage blob sync -c mycontainer --account-name mystorageccount --account-key 00000000 -s "path/to/directory" -- --cap-mbps=20

Parametri necessari

--container -c

Contenitore di destinazione della sincronizzazione.

--source -s

Percorso del file di origine da cui eseguire la sincronizzazione.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--delete-destination

Definisce se eliminare file aggiuntivi dalla destinazione che non sono presenti nell'origine. Può essere impostato su true, false o prompt. Se impostato su prompt, l'utente verrà posta una domanda prima di pianificare i file e i BLOB per l'eliminazione.

valori accettati: false, prompt, true
valore predefinito: true
--destination -d

Percorso di destinazione che verrà anteporre al nome del BLOB.

--exclude-path

Escludere questi percorsi. Questa opzione non supporta caratteri jolly (*). Controlla il prefisso del percorso relativo. Ad esempio: myFolder; myFolder/subDirName/file.pdf.

--exclude-pattern

Escludere questi file in cui il nome corrisponde all'elenco dei criteri. Ad esempio: .jpg;. Pdf; exactName. Questa opzione supporta caratteri jolly (*).

--include-pattern

Includere solo questi file in cui il nome corrisponde all'elenco dei criteri. Ad esempio: .jpg;. Pdf; exactName. Questa opzione supporta caratteri jolly (*).

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

<EXTRA_OPTIONS>
Sperimentale

Altre opzioni che verranno passate a azcopy così come sono. Inserire tutte le opzioni aggiuntive dopo un oggetto --.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob undelete

Ripristinare uno snapshot o UN BLOB eliminato leggero.

L'operazione avrà esito positivo solo se viene usato entro il numero specificato di giorni impostati nei criteri di conservazione di eliminazione. Il tentativo di annullare l'eliminazione di un BLOB o di uno snapshot non eliminato soft avrà esito positivo senza modifiche.

az storage blob undelete [--account-key]
                         [--account-name]
                         [--auth-mode {key, login}]
                         [--blob-endpoint]
                         [--blob-url]
                         [--connection-string]
                         [--container-name]
                         [--name]
                         [--sas-token]
                         [--timeout]

Esempio

Annullare l'eliminazione di un BLOB.

az storage blob undelete -c mycontainer -n MyBlob

Annullare l'eliminazione di un BLOB usando le credenziali di accesso.

az storage blob undelete -c mycontainer -n MyBlob --account-name mystorageaccount --auth-mode login

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob update

Imposta le proprietà di sistema nel BLOB.

Se per la content_settings è impostata una proprietà, tutte le proprietà verranno sottoposte a override.

az storage blob update --container-name
                       --name
                       [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--clear-content-settings {false, true}]
                       [--connection-string]
                       [--content-cache]
                       [--content-disposition]
                       [--content-encoding]
                       [--content-language]
                       [--content-md5]
                       [--content-type]
                       [--if-match]
                       [--if-modified-since]
                       [--if-none-match]
                       [--if-unmodified-since]
                       [--lease-id]
                       [--sas-token]
                       [--tags-condition]
                       [--timeout]

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--clear-content-settings

Se questo flag è impostato, se viene impostata una o più delle proprietà seguenti (--content-cache-control, --content-disposition, --content-encoding, --content-language, --content-md5, --content-type), tutte queste proprietà vengono impostate insieme. Se non viene specificato un valore per una determinata proprietà quando viene impostata almeno una delle proprietà elencate di seguito, tale proprietà verrà cancellata.

valori accettati: false, true
--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--content-cache --content-cache-control

Stringa di controllo della cache.

--content-disposition

Fornisce informazioni aggiuntive su come elaborare il payload della risposta e può essere usato anche per allegare metadati aggiuntivi.

--content-encoding

Tipo di codifica del contenuto.

--content-language

Lingua del contenuto.

--content-md5

Hash MD5 del contenuto.

--content-type

Tipo MIME del contenuto.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob upload

Caricare un file in un BLOB di archiviazione.

Creare un nuovo BLOB da un percorso di file o aggiornare il contenuto di un BLOB esistente con notifiche automatiche di suddivisione in blocchi e stato.

az storage blob upload [--account-key]
                       [--account-name]
                       [--auth-mode {key, login}]
                       [--blob-endpoint]
                       [--blob-url]
                       [--connection-string]
                       [--container-name]
                       [--content-cache]
                       [--content-disposition]
                       [--content-encoding]
                       [--content-language]
                       [--content-md5]
                       [--content-type]
                       [--data]
                       [--encryption-scope]
                       [--file]
                       [--if-match]
                       [--if-modified-since]
                       [--if-none-match]
                       [--if-unmodified-since]
                       [--lease-id]
                       [--length]
                       [--max-connections]
                       [--maxsize-condition]
                       [--metadata]
                       [--name]
                       [--no-progress]
                       [--overwrite {false, true}]
                       [--sas-token]
                       [--socket-timeout]
                       [--tags]
                       [--tags-condition]
                       [--tier]
                       [--timeout]
                       [--type {append, block, page}]
                       [--validate-content]

Esempio

Caricare in un BLOB.

az storage blob upload -f /path/to/file -c mycontainer -n MyBlob

Caricare in un BLOB con URL di firma di accesso condiviso BLOB.

az storage blob upload -f /path/to/file --blob-url https://mystorageaccount.blob.core.windows.net/mycontainer/myblob?sv=2019-02-02&st=2020-12-22T07%3A07%3A29Z&se=2020-12-23T07%3A07%3A29Z&sr=b&sp=racw&sig=redacted

Caricare un file in un BLOB di archiviazione. (generato automaticamente)

az storage blob upload --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000 --container-name mycontainer --file /path/to/file --name myblob

Caricare una stringa in un BLOB.

az storage blob upload --data "teststring" -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000

Caricare in una pipe.

echo $data | az storage blob upload --data @- -c mycontainer -n myblob --account-name mystorageaccount --account-key 0000-0000

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--blob-url

URL completo dell'endpoint per il BLOB, incluso il token di firma di accesso condiviso e lo snapshot, se usato. Può trattarsi dell'endpoint primario o dell'endpoint secondario a seconda dell'oggetto corrente location_mode.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--container-name -c

Nome del contenitore.

--content-cache --content-cache-control

Stringa di controllo della cache.

--content-disposition

Fornisce informazioni aggiuntive su come elaborare il payload della risposta e può essere usato anche per allegare metadati aggiuntivi.

--content-encoding

Tipo di codifica del contenuto.

--content-language

Lingua del contenuto.

--content-md5

Hash MD5 del contenuto.

--content-type

Tipo MIME del contenuto.

--data
Anteprima

Dati BLOB da caricare.

--encryption-scope

Ambito di crittografia predefinito usato per crittografare i dati nel servizio.

--file -f

Percorso del file da caricare come contenuto BLOB.

--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly () per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

Obbligatorio se il BLOB ha un lease attivo.

--length
Anteprima

Numero di byte da leggere dal flusso. Questa opzione è facoltativa, ma deve essere fornita per ottenere prestazioni ottimali. Collaborare con --data.

--max-connections

Numero massimo di connessioni parallele da usare quando le dimensioni del BLOB superano 64 MB.

valore predefinito: 2
--maxsize-condition

Lunghezza massima in byte consentita per un BLOB di accodamento.

--metadata

Metadati in coppie chiave=valore separate da spazi. In questo modo vengono sovrascritti tutti i metadati esistenti.

--name -n

Nome del BLOB.

--no-progress

Includere questo flag per disabilitare la segnalazione dello stato di avanzamento per il comando .

valore predefinito: False
--overwrite

Indica se il BLOB da caricare deve sovrascrivere i dati correnti. Se True, l'operazione di caricamento BLOB sovrascriverà i dati esistenti. Se impostato su False, l'operazione avrà esito negativo con ResourceExistsError. L'eccezione a quella precedente riguarda i tipi di BLOB Append: se è impostata su False e i dati esistono già, non verrà generato un errore e i dati verranno accodati al BLOB esistente. Se impostato overwrite=True, il BLOB di accodamento esistente verrà eliminato e ne verrà creato uno nuovo. Il valore predefinito è False.

valori accettati: false, true
--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--socket-timeout

Timeout socket (secs), usato dal servizio per regolare il flusso di dati.

--tags

Tag separati da spazi: key[=value] [key[=value] ...]. Usare "" per cancellare i tag esistenti.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--tier

Valore del livello su cui impostare il BLOB. Per il BLOB di pagine, il livello è correlato alle dimensioni del BLOB e al numero di operazioni di I/O al secondo consentite. I valori possibili sono P10, P15, P20, P30, P4, P40, P50, P6, P60, P70, P80 e questo è applicabile solo ai BLOB di pagine sugli account di archiviazione Premium; Per i BLOB in blocchi, i valori possibili sono Archive, Cold, Cool e Hot. Questo è applicabile solo ai BLOB in blocchi per gli account di archiviazione standard.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

--type -t

L'impostazione predefinita è 'page' per i file *.vhd o 'block' in caso contrario.

valori accettati: append, block, page
--validate-content

Specificare che un hash MD5 deve essere calcolato per ogni blocco del BLOB e verificato dal servizio al momento dell'arrivo del blocco.

valore predefinito: False
Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob upload-batch

Caricare file da una directory locale in un contenitore BLOB.

az storage blob upload-batch --destination
                             --source
                             [--account-key]
                             [--account-name]
                             [--auth-mode {key, login}]
                             [--blob-endpoint]
                             [--connection-string]
                             [--content-cache]
                             [--content-disposition]
                             [--content-encoding]
                             [--content-language]
                             [--content-md5]
                             [--content-type]
                             [--destination-path]
                             [--dryrun]
                             [--if-match]
                             [--if-modified-since]
                             [--if-none-match]
                             [--if-unmodified-since]
                             [--lease-id]
                             [--max-connections]
                             [--maxsize-condition]
                             [--metadata]
                             [--no-progress]
                             [--overwrite {false, true}]
                             [--pattern]
                             [--sas-token]
                             [--tags]
                             [--tags-condition]
                             [--tier]
                             [--timeout]
                             [--type {append, block, page}]
                             [--validate-content]

Esempio

Caricare tutti i file che terminano con .py a meno che il BLOB non esista e sia stato modificato dopo la data specificata.

az storage blob upload-batch -d mycontainer --account-name mystorageaccount --account-key 00000000 -s <path-to-directory> --pattern "*.py" --if-unmodified-since 2018-08-27T20:51Z

Caricare tutti i file dalla directory del percorso locale in un contenitore denominato "mycontainer".

az storage blob upload-batch -d mycontainer -s <path-to-directory>

Caricare tutti i file con il formato 'cli-2018-xx-xx.txt' o 'cli-2019-xx-xx.txt' nella directory del percorso locale.

az storage blob upload-batch -d mycontainer -s <path-to-directory> --pattern "cli-201[89]-??-??.txt"

Caricare tutti i file con il formato 'cli-201x-xx-xx.txt' ad eccezione di cli-2018-xx-xx.txt' e 'cli-2019-xx-xx.txt' in un contenitore.

az storage blob upload-batch -d mycontainer -s <path-to-directory> --pattern "cli-201[!89]-??-??.txt"

Parametri necessari

--destination -d

Contenitore BLOB in cui verranno caricati i file.

La destinazione può essere l'URL del contenitore o il nome del contenitore. Quando la destinazione è l'URL del contenitore, il nome dell'account di archiviazione verrà analizzato dall'URL.

--source -s

Directory in cui si trovano i file da caricare.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--content-cache --content-cache-control

Stringa di controllo della cache.

--content-disposition

Fornisce informazioni aggiuntive su come elaborare il payload della risposta e può essere usato anche per allegare metadati aggiuntivi.

--content-encoding

Tipo di codifica del contenuto.

--content-language

Lingua del contenuto.

--content-md5

Hash MD5 del contenuto.

--content-type

Tipo MIME del contenuto.

--destination-path

Percorso di destinazione che verrà anteporre al nome del BLOB.

--dryrun

Visualizzare il riepilogo delle operazioni da eseguire invece di caricare effettivamente i file.

valore predefinito: False
--if-match

Valore ETag o carattere jolly (*). Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa corrisponde al valore specificato.

--if-modified-since

Inizia solo se modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--if-none-match

Valore ETag o carattere jolly (*).

Specificare questa intestazione per eseguire l'operazione solo se l'ETag della risorsa non corrisponde al valore specificato. Specificare il carattere jolly (*) per eseguire l'operazione solo se la risorsa non esiste e non eseguire l'operazione se esiste.

--if-unmodified-since

Inizia solo se non modificato dopo l'ora UTC specificata (Y-m-d'T'H:M'Z').

--lease-id

ID lease attivo per il BLOB.

--max-connections

Numero massimo di connessioni parallele da usare quando le dimensioni del BLOB superano 64 MB.

valore predefinito: 2
--maxsize-condition

Lunghezza massima in byte consentita per un BLOB di accodamento.

--metadata

Metadati in coppie chiave=valore separate da spazi. In questo modo vengono sovrascritti tutti i metadati esistenti.

--no-progress

Includere questo flag per disabilitare la segnalazione dello stato di avanzamento per il comando .

valore predefinito: False
--overwrite

Indica se il BLOB da caricare deve sovrascrivere i dati correnti. Se True, l'operazione di caricamento BLOB sovrascriverà i dati esistenti. Se impostato su False, l'operazione avrà esito negativo con ResourceExistsError. L'eccezione a quella precedente riguarda i tipi di BLOB Append: se è impostata su False e i dati esistono già, non verrà generato un errore e i dati verranno accodati al BLOB esistente. Se impostato overwrite=True, il BLOB di accodamento esistente verrà eliminato e ne verrà creato uno nuovo. Il valore predefinito è False.

valori accettati: false, true
--pattern

Modello usato per i file o i BLOB glob nell'origine. I modelli supportati sono '*', '?', '[seq]' e '[!seq]'. Per altre informazioni, vedere https://docs.python.org/3.7/library/fnmatch.html.

Quando si usa '*' in --pattern, corrisponderà a qualsiasi carattere incluso il separatore di directory '/'.

--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--tags

Tag separati da spazi: key[=value] [key[=value] ...]. Usare "" per cancellare i tag esistenti.

--tags-condition

Specificare una clausola SQL where sui tag BLOB da usare solo nei BLOB con un valore corrispondente.

--tier

Valore del livello su cui impostare il BLOB. Per il BLOB di pagine, il livello è correlato alle dimensioni del BLOB e al numero di operazioni di I/O al secondo consentite. I valori possibili sono P10, P15, P20, P30, P4, P40, P50, P6, P60, P70, P80 e questo è applicabile solo ai BLOB di pagine sugli account di archiviazione Premium; Per i BLOB in blocchi, i valori possibili sono Archive, Cold, Cool e Hot. Questo è applicabile solo ai BLOB in blocchi per gli account di archiviazione standard.

--timeout

Timeout della richiesta in secondi. Si applica a ogni chiamata al servizio.

--type -t

L'impostazione predefinita è 'page' per i file *.vhd o 'block' in caso contrario. L'impostazione eseguirà l'override dei tipi di BLOB per ogni file.

valori accettati: append, block, page
--validate-content

Specifica che un hash MD5 deve essere calcolato per ogni blocco del BLOB e verificato dal servizio al momento dell'arrivo del blocco.

valore predefinito: False
Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.

az storage blob url

Creare l'URL per accedere a un BLOB.

az storage blob url --container-name
                    --name
                    [--account-key]
                    [--account-name]
                    [--auth-mode {key, login}]
                    [--blob-endpoint]
                    [--connection-string]
                    [--protocol {http, https}]
                    [--sas-token]
                    [--snapshot]

Esempio

Creare l'URL per accedere a un BLOB (generato automaticamente)

az storage blob url --connection-string $connectionString --container-name container1 --name blob1

Creare l'URL per accedere a un BLOB (generato automaticamente)

az storage blob url --account-name storageacct --account-key 00000000 --container-name container1 --name blob1

Parametri necessari

--container-name -c

Nome del contenitore.

--name -n

Nome del BLOB.

Parametri facoltativi

--account-key

Archiviazione chiave dell'account. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_KEY.

--account-name

Nome dell'account di archiviazione. Variabile di ambiente correlata: AZURE_STORAGE_ACCOUNT. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. Se nessuno dei due elementi è presente, il comando tenterà di eseguire una query sulla chiave dell'account di archiviazione usando l'account Azure autenticato. Se viene eseguito un numero elevato di comandi di archiviazione, è possibile che venga raggiunta la quota api.

--auth-mode

Modalità in cui eseguire il comando. La modalità "login" userà direttamente le credenziali di accesso per l'autenticazione. La modalità "chiave" legacy tenterà di eseguire una query per una chiave dell'account se non vengono forniti parametri di autenticazione per l'account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_AUTH_MODE.

valori accettati: key, login
--blob-endpoint

Archiviazione endpoint del servizio dati. Deve essere usato insieme alla chiave dell'account di archiviazione o a un token di firma di accesso condiviso. È possibile trovare ogni endpoint primario del servizio con az storage account show. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_edizione Standard RVICE_ENDPOINT.

--connection-string

Archiviazione stringa di connessione account. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_CONNECTION_STRING.

--protocol

Protocollo da usare.

valori accettati: http, https
valore predefinito: https
--sas-token

Firma di accesso condiviso. Deve essere usato insieme al nome dell'account di archiviazione o all'endpoint di servizio. Variabile di ambiente: AZURE_STORAGE_SAS_TOKEN.

--snapshot

Valore stringa che identifica in modo univoco lo snapshot. Il valore di questo parametro di query indica la versione dello snapshot.

Parametri globali
--debug

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione per mostrare tutti i log di debug.

--help -h

Visualizza questo messaggio della guida ed esce.

--only-show-errors

Mostra solo gli errori, eliminando gli avvisi.

--output -o

Formato di output.

valori accettati: json, jsonc, none, table, tsv, yaml, yamlc
valore predefinito: json
--query

Stringa di query JMESPath. Per altre informazioni ed esempi, vedere http://jmespath.org/.

--subscription

Nome o ID della sottoscrizione. È possibile configurare la sottoscrizione predefinita usando az account set -s NAME_OR_ID.

--verbose

Aumenta il livello di dettaglio della registrazione. Usare --debug per log di debug completi.