Domini remoti in Exchange Online

Esistono molti motivi per cui è consigliabile controllare i tipi e il formato dei messaggi inviati dagli utenti Exchange Online ai destinatari in domini esterni. Ad esempio:

  • Non si desidera consentire agli utenti di inoltrare messaggi a destinatari in altri domini.

  • Si lavora con un'organizzazione da cui non si desidera ricevere messaggi automatici( ad esempio, rapporti di mancato recapito e risposte fuori sede).

  • Si dispone di un partner commerciale esterno all'organizzazione e si desidera che il partner riceva le stesse risposte fuori sede ricevute dalle persone all'interno dell'organizzazione.

  • I propri utenti di frequente inviano messaggi di posta elettronica a un'azienda che supporta formati di messaggi di posta elettronica limitati e si desidera assicurarsi che tutti i messaggi di posta elettronica inviati a tale organizzazione vengano inviati in un formato per loro leggibile.

A tale scopo, è possibile utilizzare un dominio remoto. Le impostazioni del dominio remoto sostituiscono le impostazioni che gli utenti possono configurare in Outlook o Outlook sul web (in precedenza noto come Outlook Web App) o configurate nell'interfaccia di amministrazione di Exchange (EAC) o Exchange Online PowerShell. È possibile, ad esempio, che gli utenti abbiano configurato una risposta di fuori sede per le persone esterne all'organizzazione, ma se un mittente da un dominio remoto invia loro della posta, e il dominio remoto non è impostato per ricevere risposte di fuori sede, non viene inviata alcuna risposta di fuori sede. Per modificare le impostazioni, è possibile effettuare le seguenti operazioni:

  • Creare un dominio remoto per un dominio specifico e impostare proprietà univoche per i messaggi di posta elettronica inviati a tale dominio.

  • Modificare le impostazioni per il dominio remoto predefinito. Se non si dispone di altri domini remoti configurati, le modifiche al domino remoto predefinito si applicano a tutti i domini esterni. Se si dispone di altri domini remoti configurati, le modifiche al domino remoto predefinito si applicano a tutti gli altri domini esterni.

Per istruzioni su come creare e configurare domini remoti, vedere Manage remote domains in Exchange Online.

Riduzione o aumento del flusso di informazioni a un'altra società

Quando un messaggio arriva dall'esterno della propria organizzazione, è possibile generare automaticamente diversi tipi di risposta. Alcuni tipi di risposte vengono impostati dagli utenti in Outlook o Outlook sul web e altri vengono impostati dagli amministratori. Poiché le impostazioni del dominio remoto sostituiscono quelle configurate dagli utenti, nonché le impostazioni dell'utente di posta elettronica e del contatto di posta configurate dagli amministratori, è possibile scegliere quali tipi di risposta automatica vengono inviati a ogni utente di un dominio remoto.

Se una configurazione di dominio remoto blocca l'invio di un tipo di risposta specifico, ad esempio un rapporto di mancato recapito, ai destinatari di quel dominio, la risposta viene generata, ma viene poi eliminata prima di essere inviata. Non viene inviato alcun messaggio di errore. Ad esempio, se si disattiva l'inoltro automatico sul dominio remoto predefinito, quando gli utenti tentano di inoltrare automaticamente i messaggi di posta elettronica a un altro dominio, possono modificare le proprie impostazioni o creare la regola per la Posta in arrivo, ma i loro messaggi non saranno comunque inoltrati.

Nella tabella seguente vengono mostrati i tipi di risposta che è possibile controllare in un dominio remoto e le impostazioni che vengono sostituite da ciascuna impostazione di dominio remoto.

Tipo di risposta Descrizione Impostazioni per utente sostituite dall'impostazione di questo dominio remoto
Messaggi fuori sede Specificare se un messaggio di fuori sede deve essere inviato alle persone del dominio remoto e, in tal caso, quale messaggio utilizzare. È possibile selezionare sia la risposta che l'utente del dominio ha configurato per le persone esterne all'organizzazione, sia quella per le persone all'interno dell'organizzazione. Il valore predefinito consiste nell'inviare la risposta di fuori sede agli utenti esterni all'organizzazione. Questa impostazione sostituisce le impostazioni di risposta fuori sede specificate dai singoli utenti in Outlook o Outlook sul web.
Risposte automatiche Consentire o impedire le risposte automatiche ai mittenti del dominio remoto. Il valore predefinito consiste nel consentire le risposte automatiche. Questa impostazione sostituisce le risposte automatiche configurate dagli amministratori utilizzando il cmdlet Set-MailboxAutoReplyConfiguration.
Inoltri automatici Consentire o impedire automaticamente che i messaggi inoltrati vengano inviati agli utenti del dominio remoto. Il valore predefinito consiste nel consentire l'inoltro automatico. Quando gli utenti configurano l'inoltro automatico ai destinatari in un dominio remoto, le impostazioni del dominio remoto sostituiscono le impostazioni di inoltro automatico degli utenti (i messaggi vengono bloccati se gli in avanti automatici sono disabilitati per il dominio remoto). Gli utenti possono configurare l'inoltro automatico utilizzando i seguenti metodi:

Nota: Quando gli amministratori usano altri metodi per configurare l'inoltro automatico per gli utenti, i messaggi inoltrati non sono interessati dalle impostazioni del dominio remoto (i messaggi vengono inoltrati ai destinatari nel dominio remoto anche se gli inoltri automatici sono disabilitati per il dominio remoto). Ad esempio:

.
I propri utenti di Consentire o impedire l'invio di una conferma di recapito agli utenti del dominio remoto. Il valore predefinito consiste nel consentire l'invio delle conferme di recapito. Il mittente di un messaggio di posta elettronica del dominio remoto può richiedere una conferma di recapito per un messaggio. Questa impostazione del dominio remoto può sostituire la richiesta del mittente di una conferma di recapito e impedire l'invio di tale conferma. Per ulteriori informazioni sulla richiesta di una conferma di recapito, vedere Add delivery receipt to track an e-mail message.
Rapporto di mancato recapito Consentire o impedire l'invio di rapporti di mancato recapito (noti anche NDR o notifiche di mancato recapito) agli utenti del dominio remoto. Il valore predefinito consiste nel consentire l'invio dei rapporti di mancato recapito. Questa impostazione del dominio remoto è l'unico modo per impedire l'invio dei rapporti di mancato recapito quando non è possibile recapitare un messaggio.
Notifiche di inoltro riunione Impedire o consentire l'invio di notifiche di inoltro riunione agli utenti del dominio remoto. Il valore predefinito consiste nell'impedire l'invio di notifiche di inoltro riunione. Le notifiche di inoltro riunione vengono create automaticamente e inviate all'organizzatore della riunione quando il partecipante a una riunione inoltra una riunione. In genere, vengono inviati agli organizzatori delle riunioni solo nei domini che fanno parte dell'Exchange Online organizzazione. Gli amministratori possono consentire l'invio di queste notifiche agli organizzatori di riunioni del dominio remoto.

Specifica del formato del messaggio

Per assicurarsi che la posta elettronica inviata dall'organizzazione di Exchange Online sia compatibile con il sistema di messaggistica di ricezione nel dominio remoto, è possibile specificare il formato del messaggio e il set di caratteri da utilizzare per tutti i messaggi di posta elettronica inviati a tale dominio remoto. Ad esempio, se si è a sapere che il dominio remoto non utilizza Exchange, è possibile specificare di non utilizzare mai il formato RTF (Rich Text Format). Nella tabella che segue sono descritte le impostazioni relative al formato dei messaggi.

Impostazione Descrizione Impostazioni sostituite da questa impostazione
Rich Text Format (RTF) Scegliere la modalità di formattazione dei messaggi:
  • Sempre: utilizzare questo valore se il dominio remoto utilizza Exchange.
  • Never: If the remote domain does not use Exchange, use this value.
  • Seguire le impostazioni utente: utilizzare le impostazioni del formato dei messaggi definite dall'utente. Utilizzare questo valore se non si conosce il sistema di posta elettronica utilizzato dal dominio remoto.

L'impostazione predefinita consiste nel seguire le impostazioni dell'utente.

Il formato dei messaggi può essere definito in diverse posizioni: Outlook o Outlook sul web e l'amministratore può anche utilizzare i cmdlet Set-MailContact o Set-MailUser per modificare le impostazioni per destinatario.
Le impostazioni del dominio remoto sostituiscono le impostazioni specificate da un utente o dall'amministratore. Per ulteriori informazioni sui formati dei messaggi e sull'ordine di precedenza delle impostazioni del formato dei messaggi, vedere Message format and transmission in Exchange Online.
Set di caratteri MIME e set di caratteri non MIME
  • Nessuno: utilizzare il set di caratteri specificato nel messaggio.
  • Selezionare un set di caratteri dall'elenco: se il messaggio non dispone di un set di caratteri, verrà utilizzato il set di caratteri selezionato.

Per impostazione predefinita, non è specificato alcun set di caratteri.

Queste impostazioni vengono utilizzate solo se il messaggio non include un set di caratteri. Per un elenco completo dei set di caratteri supportati, vedere Set di caratteri supportati per i domini remoti.

Se si specifica un particolare formato di messaggio per il dominio remoto, il formato delle intestazioni e il contenuto dei messaggi inviati al dominio vengono modificati.

Altre impostazioni

È possibile configurare altre impostazioni dei messaggi per i domini remoti utilizzando Exchange Online PowerShell. Per un elenco completo delle impostazioni, vedere Set-RemoteDomain.

Altre informazioni

  • Non è possibile eliminare il dominio remoto predefinito.

  • Quando si crea un dominio remoto, è possibile specificare tutti i sottodomini.

Vedere anche

Gestione dei domini remoti in Exchange Online