Che cosa sono i piani di chiamata?

Un piano di chiamata è un set denominato di regole di normalizzazione che traducono i numeri di telefono composto da un singolo utente in un formato alternativo (in genere E.164) ai fini dell'autorizzazione alle chiamate e del routing vocale.

Un piano di chiamata è costituito da una o più regole di normalizzazione che definiscono come i numeri di telefono espressi in vari formati vengono convertiti in un formato alternativo. La stessa stringa di chiamata può essere interpretata e tradotta in modo diverso in piani di chiamata diversi, quindi a seconda del piano di chiamata assegnato a un determinato utente, lo stesso numero di chiamata può essere tradotto e instradato in modo diverso. Possono essere disponibili al massimo 1.000 piani di chiamata tenant.

Vedere Creare e gestire piani di chiamata per creare e gestire piani di chiamata tenant.

Ambito tenant del piano di chiamata

L'ambito di un piano di chiamata determina il livello gerarchico in cui il piano di chiamata può essere applicato. I client ottengono il piano di chiamata appropriato tramite le impostazioni di provisioning che vengono fornite automaticamente quando gli utenti accedono a Teams. Gli amministratori possono gestire e assegnare i livelli di ambito del piano di chiamata usando l'interfaccia di amministrazione di Microsoft Teams o Una remota PowerShell.

In Teams esistono due tipi di piani di chiamata: con ambito di servizio e ambito tenant (che è per l'organizzazione). Viene definito un piano di chiamata con ambito di servizio per ogni paese o area geografica in cui è disponibile Sistema telefonico. A ogni utente viene assegnato automaticamente il piano di chiamata del Paese di servizio corrispondente alla posizione di utilizzo assegnata all'utente. Non è possibile modificare il piano di chiamata di servizio del Paese, ma è possibile creare piani di chiamata con ambito tenant, per aumentare il piano di chiamata di servizio del Paese. Man mano che viene eseguito il provisioning, i clienti ottengono un "piano di chiamata efficace", che è una combinazione del piano di chiamata di servizio del Paese e del piano di chiamata tenant con ambito appropriato. Pertanto, non è necessario definire tutte le regole di normalizzazione nel piano di chiamata tenant, in quanto potrebbero già essere presenti nel piano di chiamata di servizio del Paese.

I piani di chiamata tenant possono essere ulteriormente suddivisi in due ambiti: ambito tenant o ambito utente. Se un tenant definisce e assegna un piano di chiamata con ambito utente, all'utente verrà eseguito il provisioning con un piano di chiamata effettivo del piano di chiamata del Paese di servizio dell'utente e del piano di chiamata utente assegnato. Se un tenant definisce un piano di chiamata con ambito tenant ma non assegna un piano di chiamata con ambito utente, all'utente verrà fornito un piano di chiamata effettivo del piano di chiamata di servizio del Paese e del piano di chiamata tenant.

Di seguito è riportato il modello di ereditarietà dei piani di chiamata in Teams.

Come vengono ereditati i piani di chiamata in Teams.

Di seguito sono riportati i possibili piani di chiamata effettivi.

Service Country Se non è definito alcun piano di chiamata con ambito tenant e non è assegnato alcun piano di chiamata con ambito utente tenant all'utente di cui è stato eseguito il provisioning, l'utente riceverà un piano di chiamata effettivo mappato al paese di servizio associato alla sua posizione di utilizzo.

Tenant globale - Service Country Se un piano di chiamata utente tenant è definito ma non assegnato a un utente, l'utente di cui è stato eseguito il provisioning riceverà un piano di chiamata effettivo costituito da un piano di chiamata di ambito tenant unito e dal piano di chiamata di servizio del Paese associato alla sua posizione di utilizzo.

Tenant User - Service Country Se un piano di chiamata utente tenant è definito e assegnato a un utente, l'utente di cui è stato eseguito il provisioning riceverà un piano di chiamata effettivo costituito dal piano di chiamata utente del tenant unito e dal piano di chiamata di servizio del Paese associato alla sua posizione di utilizzo.

Vedere Creare e gestire piani di chiamata per creare piani di chiamata tenant.

Nota

Nello scenario in cui nessuna regola di normalizzazione del piano di chiamata si applica a un numero composto, la stringa chiamata viene ancora normalizzata per anteporre "+CC" dove CC è il codice paese della posizione di utilizzo dell'utente che compone. Si applica ai piani per chiamate, al routing diretto e agli scenari di chiamata in uscita per conferenze PSTN. Inoltre, se una regola di normalizzazione del piano di chiamata tenant genera un numero che non inizia con "+", il servizio chiamante tenterà di normalizzare il numero ricevuto dal client Teams in base al piano di chiamata tenant e, in caso di mancata corrispondenza, al piano di chiamata dell'area geografica. Per evitare la doppia normalizzazione, è consigliabile che i clienti di Direct Routing normalizzino i numeri per includere un segno + e quindi rimuovere + usando le regole di traduzione trunk.

Pianificazione dei piani di chiamata tenant

Per pianificare piani di chiamata personalizzati, attenersi alla seguente procedura.

  • Passaggio 1 Decidi se è necessario un piano di chiamata personalizzato per migliorare l'esperienza di chiamata dell'utente. In genere, la necessità di uno sarebbe quello di supportare la chiamata non E.164, come estensioni o componimenti nazionali abbreviati.

  • Passaggio 2 Determinare se sono necessari piani di chiamata tenant globali o tenant con ambito utente o entrambi. Sono necessari piani di chiamata di ambito utente se gli utenti hanno diversi requisiti di composizione locali.

  • Passo 3 Identificare i modelli di numerazione validi per ciascun piano di chiamata richiesto. Sono richiesti solo i modelli di numerazione che non sono definiti nel piano di chiamata di ambito di servizio del Paese.

  • Passo 4 Sviluppare un sistema a livello di organizzazione per la denominazione dei piani di chiamata. L'adozione di uno schema di denominazione standard assicura la coerenza in tutta l'organizzazione e rende più semplici la manutenzione e gli aggiornamenti.

Creazione del nuovo piano di chiamata

Quando si crea un nuovo piano di chiamata, è necessario mettere le informazioni richieste.

Nome e nome semplice

Per i piani di chiamata utente, è consigliabile specificare un nome descrittivo che identifichi gli utenti a cui verrà assegnato il piano di chiamata. Il nome semplice del piano di chiamata è prepopolato con una stringa derivata dal nome del piano di chiamata. Il campo Nome semplice è modificabile, per creare una convenzione di denominazione più descrittiva per i piani di chiamata. Il valore Nome semplice non può essere vuoto e deve essere unico. L'approccio ideale è sviluppare una convenzione di denominazione per l'intera organizzazione e quindi utilizzare questa convenzione in modo coerente in tutte le sedi e per tutti gli utenti.

Descrizione

Consigliamo di digitare il nome comune riconoscibile della posizione geografica o del gruppo di utenti a cui si applica il piano di chiamata corrispondente.

Prefisso di accesso esterno

È possibile specificare un prefisso di accesso esterno di un massimo di quattro caratteri (#, * e 0-9), se gli utenti hanno bisogno di comporre una o più cifre iniziali (ad esempio 9) per accedere alla linea esterna.

Nota

Se si specifica un prefisso di accesso esterno, non è necessario creare un'ulteriore regola di normalizzazione che comprenda il prefisso.

Vedere Creare e gestire piani di chiamata per creare piani di chiamata tenant.

Regole di normalizzazione

Le regole di normalizzazione definiscono come i numeri di telefono espressi in vari formati devono essere convertiti. La stessa stringa numerica può essere interpretata e tradotta in modo diverso, a seconda della posizione da cui viene composta. Le regole di normalizzazione possono essere necessarie se gli utenti devono essere in grado di comporre numeri interni o esterni abbreviati.

Devono essere assegnate una o più regole di normalizzazione al piano di chiamata. Le regole di normalizzazione vengono confrontate dall'alto verso il basso, quindi l'ordine in cui appaiono in un piano di chiamata tenant è importante. Ad esempio, se un piano di chiamata tenant ha 10 regole di normalizzazione, la logica di abbinamento del numero composto verrà applicata per prima cosa alla prima regola di normalizzazione; se non corrisponde, passerà alla seconda, e così via. Se si ottiene un abbinamento, viene utilizzata quella regola e non vengono controllate le corrispondenze con altre regole definite. In un determinato piano di chiamata tenant possono essere presenti al massimo 50 regole di normalizzazione.

Determinare le regole di normalizzazione richieste

Poiché qualsiasi piano di chiamata tenant viene di fatto unito al piano di chiamata di servizio del Paese di un determinato utente, è probabile che le regole di normalizzazione del piano di chiamata di servizio del Paese debbano essere valutate per determinare quali regole di normalizzazione del piano di chiamata tenant sono necessarie. Il cmdlet Get-CsEffectiveTenantDialPlan può essere utilizzato per questo scopo. Il cmdlet prende l'identità dell'utente come parametro di input e restituisce tutte le regole di normalizzazione applicabili per l'utente.

Creazione di regole di normalizzazione

Le regole di normalizzazione usano le espressioni regolari .NET Framework per specificare modelli numerici di corrispondenza usati dal server per tradurre le stringhe di composizione in formato E.164. Possono essere create regole di normalizzazione specificando l'espressione regolare per cercare l'abbinamento e la conversione da eseguire quando si trova l'abbinamento. Terminata l'operazione, è possibile immettere un numero di prova per verificare che la regola di normalizzazione funzioni come previsto.

Per informazioni dettagliate sull'uso delle espressioni regolari di .NET Framework, vedere Espressioni regolari di .NET Framework.

Vedere Creare e gestire piani di chiamata per creare e gestire regole di normalizzazione per i piani di chiamata tenant.

Nota

Le regole di normalizzazione con il primo token come facoltativo non sono attualmente supportate nei dispositivi a 3pip (ad esempio, modello Polycom VVX 601). Se vuoi applicare regole di normalizzazione con funzionalità facoltative nei dispositivi a 3pip, devi creare due regole di normalizzazione invece di una. Ad esempio, la regola ^0? (999)$ dovrebbe essere sostituito dalle due regole seguenti: (999)$ (Traduzione:$1) e ^0(999)$ (Traduzione:$1).

Esempio di regole di normalizzazione

La tabella seguente mostra esempi di regole di normalizzazione scritte sotto forma di espressioni regolari .NET Framework. Si tratta solo di esempi, non di regole fisse di riferimento per la creazione di regole di normalizzazione.

Regole di normalizzazione tramite espressioni regolari di .NET Framework

Nome regola
Descrizione
Schema numerico
Conversione
Esempio
4digitExtension
Converte i numeri interni a 4 cifre.
^(\d{4})$
+1425555$1
0100 viene convertito in +14255550100
5digitExtension
Converte i numeri interni a 5 cifre.
^5(\d{4})$
+1425555$1
50100 viene convertito in +14255550100
7digitcallingRedmond
Converte i numeri a 7 cifre in numeri locali di Redmond.
^(\d{7})$
+1425$1
5550100 viene convertito in +14255550100
RedmondOperator
Converte 0 nel numero del centralino per Redmond.
^0$
+14255550100
0 viene convertito in +14255550100
RedmondSitePrefix
Converte i numeri con il prefisso in rete (6) e il codice di sede di Redmond (222).
^6222(\d{4})$
+1425555$1
62220100 viene convertito in +14255550100
5digitRange
Converte i numeri interni a 5 cifre iniziando con l'intervallo di cifre da 3 a 7, limiti inclusi.
^([3-7]\d{4})$
+142555$1
54567 viene convertito in +14255554567
PrefixAdded
Aggiunge un prefisso internazionale prima di un numero a 9 cifre, con limitazioni sulla prima e terza cifra.
^([2-9]\d\d[2-9]\d{6})$
1$1
4255554567 viene convertito in 14255554567
NoTranslation
Abbinamento a 5 cifre senza conversione.
^(\d{5})$
$1
34567 viene convertito in 34567

Piano di chiamata Redmond basato sulle regole di normalizzazione sopra indicate.

La tabella seguente illustra un piano di chiamata di esempio per Redmond, Washington, Stati Uniti, in base alle regole di normalizzazione indicate nella tabella precedente.

Piano di chiamata Redmond
5digitExtension
7digitcallingRedmond
RedmondSitePrefix
RedmondOperator

Nota

I nomi delle regole di normalizzazione mostrati nella tabella precedente non includono spazi, ma è una questione di scelta. Il primo nome nella tabella, ad esempio, avrebbe potuto essere "5 digit extension" o "5-digit Extension" e sarebbe stato comunque valido.

Creare e impostare dial plan

Diversi tipi di numeri di telefono utilizzati nei Piani per chiamate

Gestire i numeri di telefono per la propria organizzazione

Termini e condizioni per le chiamate al numero di emergenza

Dichiarazione di esonero da responsabilità per le chiamate di emergenza