Amministrazione di Power BI - Domande frequenti

Questo articolo contiene le risposte alle domande frequenti sull'amministrazione di Power BI. Per una panoramica dell'amministrazione di Power BI, vedere Che cos'è l'amministrazione di Power BI?.

Contenuto dell'articolo

Sezione relativa all'iscrizione a Power BI

Sezione relativa all'amministrazione di Power BI

Sezione relativa alla sicurezza in Power BI

Iscriversi a Power BI

Utilizzo di PowerShell

Alcune delle procedure di questa sezione richiedono gli script di Windows PowerShell. Se no si ha familiarità con PowerShell, vedere Guida introduttiva a Windows PowerShell. Per eseguire gli script, installare la versione a 64 bit più recente di Azure Active Directory PowerShell per Graph.

In che modo gli utenti si iscrivono a Power BI?

Un amministratore di Microsoft 365 può iscriversi a Power BI tramite il sito Web Power BI o la pagina Acquisto di servizi nell'interfaccia di amministrazione di Microsoft 365. Quando un amministratore di Microsoft 365 si iscrive a Power BI, può poi assegnare le licenze utente agli utenti che devono avere accesso al servizio.

Anche i singoli utenti dell'organizzazione potrebbero essere in grado di iscriversi a Power BI tramite il sito web di Power BI. Quando un utente dell'organizzazione si iscrive a Power BI, il servizio gli assegna automaticamente una licenza di Power BI. Per altre informazioni, vedere Iscriversi a Power BI come utente singolo e Gestione delle licenze di Power BI nell'organizzazione.

In che modo si iscrivono i singoli utenti dell'organizzazione?

Esistono tre possibili scenari:

  • Scenario 1: l'organizzazione ha già un ambiente Microsoft 365 e l'utente che effettua l'iscrizione a Power BI ha già un account di Microsoft 365. In questo scenario, se un utente ha già un account aziendale o dell'istituto di istruzione nel tenant (ad esempio contoso.com) ma non ha ancora Power BI, Microsoft attiva semplicemente il piano Power BI (gratuito) per tale account. L'utente riceve automaticamente una notifica relativa a come usare il servizio Power BI.

  • Scenario 2: l'organizzazione ha già un ambiente Microsoft 365, ma l'utente che effettua l'iscrizione a Power BI non ha un account di Microsoft 365. In questo scenario l'utente ha un indirizzo di posta elettronica nel dominio dell'organizzazione (ad esempio, contoso.com) ma non ha ancora un account di Microsoft 365. In questo caso, l'utente può iscriversi a Power BI e gli viene assegnato automaticamente un account. Ciò consente all'utente di accedere al servizio Power BI. Se, ad esempio, una dipendente di nome Nancy esegue l'iscrizione usando il suo indirizzo di posta elettronica aziendale, come nancy@contoso.com, Microsoft aggiunge automaticamente Nancy come utente nell'ambiente Microsoft 365 di Contoso e attiva Power BI per tale account.

  • Scenario 3: l'organizzazione non ha un ambiente Microsoft 365 connesso al proprio dominio di posta elettronica. Non sono necessarie azioni amministrative da parte dell'organizzazione per poter usufruire di Power BI. Il servizio aggiunge gli utenti a una nuova directory utente solo cloud. È anche possibile scegliere di acquisire la proprietà come amministratore globale di Microsoft 365 per il tenant e provvedere alla gestione.

Importante

Se l'organizzazione ha più domini di posta elettronica e si preferisce che tutte le estensioni degli indirizzi di posta elettronica siano incluse nello stesso tenant, aggiungere tutti i domini di indirizzi di posta elettronica a un tenant di Azure Active Directory prima dell'iscrizione di qualsiasi utente. Una volta creati gli utenti, non c'è alcun meccanismo automatico per spostarli tra tenant. Per altre informazioni su questo processo, vedere Se si hanno più domini, è possibile controllare il tenant di Microsoft 365 in cui vengono aggiunti gli utenti? più avanti in questo articolo e Aggiungere un dominio a Microsoft 365.

Come si può impedire agli utenti di aggiungersi all'attuale tenant di Microsoft 365?

Questa è la procedura che un amministratore globale può eseguire per impedire agli utenti di aggiungersi al tenant di Microsoft 365 esistente. Se si blocca l'accesso, i tentativi di iscrizione degli utenti hanno esito negativo e viene visualizzato un messaggio che invita gli utenti a contattare l'amministratore dell'organizzazione. Non è necessario ripetere questa procedura se è già stata disabilitata la distribuzione automatica delle licenze (ad esempio tramite Office 365 Education per studenti, istituti di istruzione e docenti).

Usare lo script di PowerShell seguente per impedire ai nuovi utenti di aggiungersi a un tenant gestito. Altre informazioni su PowerShell.

$msolcred = get-credential
connect-msolservice -credential $msolcred

Set-MsolCompanySettings -AllowEmailVerifiedUsers $false

Nota

Bloccando l'accesso si impedisce ai nuovi utenti dell'organizzazione di iscriversi a Power BI. Gli utenti che si iscrivono a Power BI prima della disabilitazione delle nuove iscrizioni per l'organizzazione mantengono le proprie licenze. Per rimuovere un utente, vedere Come si rimuove Power BI per gli utenti che hanno già effettuato l'iscrizione?, più avanti in questo articolo.

Come si può consentire agli utenti di aggiungersi al tenant esistente di Microsoft 365?

Usare lo script di PowerShell seguente per consentire ai nuovi utenti di aggiungersi a un tenant gestito. Altre informazioni su PowerShell.

$msolcred = get-credential
connect-msolservice -credential $msolcred

Set-MsolCompanySettings -AllowEmailVerifiedUsers $true

Come si controlla se è attivato il blocco nel tenant?

Usare lo script di PowerShell seguente per controllare le impostazioni. AllowEmailVerifiedUsers deve essere false. Altre informazioni su PowerShell.

$msolcred = get-credential
connect-msolservice -credential $msolcred

Get-MsolCompanyInformation | fl allow*

Come è possibile impedire agli utenti di iniziare a usare Power BI?

L'impostazione di Azure AD che controlla questa operazione è AllowAdHocSubscriptions. Per la maggior parte dei tenant questa opzione è true, ovvero abilitata. Se Power BI è stato acquistato attraverso un partner, l'impostazione potrebbe essere false, ovvero disabilitata.

Usare lo script di PowerShell seguente per disabilitare le sottoscrizioni ad hoc. (Altre informazioni su PowerShell.)

  1. Accedere ad Azure Active Directory usando le credenziali di Microsoft 365. La prima riga dello script PowerShell seguente richiede le credenziali. La seconda riga si connette ad Azure Active Directory.

     $msolcred = get-credential
     connect-msolservice -credential $msolcred
    

    Screenshot dell'accesso ad Azure Active Directory tramite PowerShell.

  2. Dopo aver effettuato l'accesso, eseguire il comando seguente per vedere come è configurato il tenant.

     Get-MsolCompanyInformation | fl AllowAdHocSubscriptions
    
  3. Eseguire il comando seguente per abilitare ($true) o disabilitare ($false) AllowAdHocSubscriptions.

     Set-MsolCompanySettings -AllowAdHocSubscriptions $false
    

Nota

Usare il flag AllowAdHocSubscriptions per controllare diverse funzionalità utente nell'organizzazione, tra cui la possibilità per gli utenti di iscriversi al servizio Azure Rights Management. La modifica di questo flag ha effetto su tutte queste funzionalità. Con l'impostazione false gli utenti possono comunque iscriversi per una singola versione di valutazione di Power BI Pro.

Come si può consentire agli utenti esistenti di iscriversi a Power BI?

Per consentire agli utenti esistenti di iscriversi a Power BI, eseguire il comando indicato per la domanda precedente, ma passare $true invece di $false nell'ultimo passaggio.

Amministrazione di Power BI

In che modo questo cambierà la gestione delle identità per gli utenti dell'organizzazione?

Esistono tre possibili scenari:

  • Scenario 1: se l'organizzazione ha già un ambiente Microsoft 365 e tutti gli utenti dell'organizzazione hanno account di Microsoft 365, il processo di gestione delle identità rimane invariato.

  • Scenario 2: se l'organizzazione ha già un ambiente Microsoft 365 ma non tutti gli utenti dell'organizzazione hanno account di Microsoft 365, viene creato un utente nel tenant e le licenze vengono assegnate in base all'indirizzo di posta elettronica aziendale o dell'istituto di istruzione dell'utente.

    Di conseguenza, il numero di utenti da gestire in un determinato momento aumenta man mano che nuovi utenti nell'organizzazione si iscrivono al servizio.

  • Scenario 3: se l'organizzazione non ha un ambiente Microsoft 365 connesso al dominio di posta elettronica, la gestione delle identità rimane invariata.

    Il servizio aggiunge gli utenti a una nuova directory utente solo cloud. È anche possibile scegliere di acquisire la proprietà come amministratore globale di Microsoft 365 e provvedere alla gestione.

Come si gestisce Power BI?

Power BI offre un portale di amministrazione di Power BI per gli utenti del ruolo Amministratore globale di Microsoft 365 e per gli utenti del ruolo di amministratore del servizio Power BI. Per usare il portale di amministrazione di Power BI, l'account deve essere contrassegnato come Amministratore globale in Microsoft 365 o in Azure Active Directory o avere ricevuto il ruolo di amministratore del servizio Power BI. Per altre informazioni, vedere Informazioni sul ruolo di amministratore di Power BI e Portale di amministrazione di Power BI. Il portale offre la possibilità di controllare le impostazioni a livello di tenant e di visualizzare le statistiche di utilizzo di Power BI, oltre a un collegamento all'interfaccia di amministrazione di Microsoft 365 per gestire utenti e gruppi.

Qual è il processo per gestire un tenant creato da Microsoft per gli utenti?

Quando un utente self-service si iscrive a un servizio cloud che usa Azure AD, viene aggiunto a una directory di Azure AD non gestita in base al dominio di posta elettronica. È possibile richiedere e gestire un tenant creato da un altro utente con un processo noto come acquisizione della proprietà come amministratore. Per altre informazioni, vedere Acquisire la proprietà di una directory non gestita come amministratore in Azure Active Directory. Il tipo di acquisizione della proprietà dipende dalla presenza o meno di un tenant gestito esistente associato al dominio:

  • Power BI supporta l'acquisizione interna della proprietà come amministratore. Quando si esegue un' acquisizione interna della proprietà come amministratore di una directory di Azure non gestita, si viene aggiunti come amministratore globale della directory non gestita. Non viene eseguita la migrazione di utenti, domini o piani di servizio a nessun'altra directory amministrata dall'utente.

  • Power BI non supporta più l'acquisizione esterna della proprietà come amministratore. Quando si esegue un'acquisizione esterna della proprietà come amministratore di una directory di Azure non gestita, si aggiunge il nome di dominio DNS della directory non gestita alla directory di Azure gestita. L'acquisizione esterna della proprietà comporterà la perdita dell'accesso all'intero contenuto di Power BI nel tenant non gestito originale. I report di Power BI dovranno essere ripubblicati nel nuovo tenant e i dashboard e le app di Power BI dovranno essere ricreati nel nuovo tenant.

Se si hanno più domini, è possibile controllare il tenant di Microsoft 365 in cui vengono aggiunti gli utenti?

Se non si interviene in alcun modo, il servizio crea un tenant per ogni domino e sottodominio di posta elettronica degli utenti. Se si vuole che tutti gli utenti si trovino nello stesso tenant indipendentemente dalle estensioni degli indirizzi di posta elettronica: Creare un tenant di destinazione anticipatamente o usare un tenant esistente. Aggiungere quindi tutti i domini e i sottodomini esistenti da consolidare all'interno del tenant. Tutti gli utenti con indirizzi di posta elettronica che terminano con tali domini e sottodomini vengono automaticamente aggiunti al tenant di destinazione quando effettuano l'iscrizione.

Importante

Una volta creati gli utenti, non c'è alcun meccanismo automatico supportato per spostarli tra tenant. Per informazioni sull'aggiunta di domini a un singolo tenant di Microsoft 365, vedere Aggiungere utenti e dominio in Microsoft 365.

Come si rimuove Power BI per gli utenti che hanno già effettuato l'iscrizione?

Se un utente ha effettuato l'iscrizione a Power BI ma non si vuole più consentirgli di accedere al servizio, è possibile rimuovere la licenza di Power BI di tale utente.

  1. Passare all'interfaccia di amministrazione di Microsoft 365.

  2. Nel riquadro di spostamento selezionare Utenti>Utenti attivi.

  3. Trovare l'utente di cui si vuole rimuovere la licenza e selezionare il relativo nome.

    È anche possibile eseguire in blocco la gestione delle licenze per gli utenti. A tale scopo, selezionare più utenti e quindi Modifica licenze di prodotto.

  4. Nella pagina dei dettagli dell'utente, vicino a Licenze di prodotto selezionare Modifica.

  5. A seconda della licenza applicata all'account, impostare Power BI (gratuito) o Power BI Pro su Disattivato.

  6. Selezionare Salva.

Come si può sapere se nuovi utenti si aggiungono al tenant?

Ai nuovi utenti che si aggiungono al tenant tramite l'iscrizione in modalità self-service viene assegnata una licenza univoca che è possibile filtrare nel riquadro degli utenti attivi del dashboard di amministrazione. Per creare questa nuova visualizzazione, seguire questi passaggi.

  1. Passare all'interfaccia di amministrazione di Microsoft 365.

  2. Nel riquadro di spostamento selezionare Utenti>Utenti attivi.

  3. Dal menu Visualizzazioni scegliere Aggiungi visualizzazione personalizzata.

  4. Assegnare un nome alla nuova visualizzazione e in Licenza di prodotto assegnata selezionare Power BI (gratuito) o Power BI Pro.

    È possibile selezionare una sola licenza per ogni visualizzazione. Se nell'organizzazione sono disponibili sia licenze di Power BI (gratuito) che di Power BI Pro, è possibile creare due visualizzazioni.

  5. Immettere eventuali altre condizioni desiderate e quindi selezionare Aggiungi.

  6. Dopo essere stata creata, la nuova visualizzazione è disponibile nel menu Visualizzazioni.

È necessario prepararsi per altro?

Si potrebbe riscontrare un aumento di richieste di reimpostazione delle password. Per informazioni su questo processo, vedere Reimpostare la password di un utente.

È possibile rimuovere un utente dal tenant tramite il processo standard nell'interfaccia di amministrazione di Microsoft 365. Se tuttavia l'utente ha ancora un indirizzo di posta elettronica attivo dell'organizzazione, può aggiungersi di nuovo, a meno che non si impedisca a tutti gli utenti di aggiungersi.

Dove si trova il tenant di Power BI?

Per informazioni sull'area dati in cui si trova il tenant di Power BI, vedere Dove si trova il tenant di Power BI?.

Che cos'è il Contratto di servizio di Power BI?

Per informazioni sul contratto di servizio di Power BI, vedere l'articolo Condizioni e documentazione per le licenze nella sezione Licenze del sito Web Microsoft Licensing.

In che modo Power BI gestisce la disponibilità elevata e il failover?

Per informazioni sulla disponibilità elevata e sul failover, vedere Domande frequenti su disponibilità elevata, failover e ripristino di emergenza in Power BI.

Sicurezza in Power BI

Power BI soddisfa i requisiti di conformità nazionali, regionali e specifici del settore?

Per altre informazioni sulla conformità di Power BI, vedere Microsoft Trust Center.

Come funziona la sicurezza in Power BI?

Power BI è basato su Microsoft 365, che a sua volta è basato su servizi di Azure come Azure Active Directory. Per una panoramica dell'architettura di Power BI, vedere Sicurezza di Power BI.