Estendere gli oggetti visivi con descrizioni comando per le pagine dei report

Questo articolo è destinato ai progettisti di report di Power BI. Fornisce suggerimenti e consigli per la creazione di descrizioni comando basate sulle pagine del report.

Suggerimenti

Le descrizioni comando delle pagine del report possono migliorare l'esperienza degli utenti del report. Le descrizioni comando delle pagine consentono agli utenti del report di ottenere informazioni approfondite in modo rapido ed efficiente da un oggetto visivo. Possono essere associate a oggetti del report diversi:

  • Immagini: In base a un oggetto visivo, è possibile configurare quali oggetti visivi visualizzeranno la descrizione comando della pagina. È possibile fare in modo che ogni singolo oggetto visivo non mostri descrizioni comando, che mostri le descrizioni comando degli oggetti visivi (configurate nel riquadro dei campi degli oggetti visivi) per impostazione predefinita o che usi una specifica descrizione comando della pagina.
  • Intestazioni visive: È possibile configurare oggetti visivi specifici per visualizzare una descrizione comando di pagina. Gli utenti del report possono visualizzare la descrizione comando della pagina quando passano il cursore sull'icona dell'intestazione dell'oggetto visivo. Assicurarsi quindi che gli utenti siano informati di questa icona.

Nota

Un oggetto visivo del report può mostrare una descrizione comando della pagina solo quando i filtri della pagina della descrizione comando sono compatibili con la progettazione dell'oggetto visivo. Ad esempio, un oggetto visivo che crea un raggruppamento per prodotto è compatibile con una pagina di descrizione comando che applica un filtro per prodotto.

Le descrizioni comando delle pagine non supportano l'interattività. Se si vuole che gli utenti del report interagiscano, creare invece una pagina drill-through.

Power BI oggetti visivi non supportano le descrizioni comandi di pagina.

Ecco alcuni scenari di progettazione consigliati:

Punto di vista diverso

Una descrizione comando di pagina può visualizzare gli stessi dati dell'oggetto visivo di origine. È possibile usare lo stesso oggetto visivo e trasformare i gruppi tramite Pivot oppure usare tipi di oggetti visivi diversi. Le descrizioni comando della pagina possono anche applicare filtri diversi da quelli applicati all'oggetto visivo di origine.

L'esempio seguente illustra che cosa accade quando l'utente del report passa il cursore sul valore EnabledUsers. Il contesto del filtro per il valore è Yammer a novembre 2018.

A matrix visual displays a grid of values grouped by year and month on the rows. The report user has hovered their cursor over a single value. A page tooltip has appeared.

Viene mostrata una descrizione comando della pagina che presenta un oggetto visivo dati diverso (grafico a linee e istogramma a colonne raggruppate) e applica un filtro temporale a differente. Si noti che il contesto del filtro per il punto dati è novembre 2018, ma la descrizione comando della pagina visualizza la tendenza per dodici interi mesi.

Aggiungere un dettaglio

Una descrizione comando della pagina può visualizzare altri dettagli e aggiungere il contesto.

L'esempio seguente illustra che cosa accade quando l'utente del report passa il cursore sul valore Average of Violation Points per il codice postale 98022.

A table visual displays a grid of values, and the table contains three columns. A page tooltip has appeared.

Viene mostrata una descrizione comando della pagina che presenta statistiche e attributi specifici del codice postale 98022.

Aggiungere il contenuto della Guida

Le intestazioni degli oggetti visivi possono essere configurate per mostrare le descrizioni comando della pagina per le intestazioni degli oggetti visivi. È possibile aggiungere la documentazione della Guida a una descrizione comando della pagina usando caselle di testo con formattazione RTF. È anche possibile aggiungere immagini e forme.

È interessante notare che pulsanti, immagini, caselle di testo e forme possono anche mostrare una descrizione comando di pagina per l'intestazione di un oggetto visivo.

L'esempio seguente illustra che cosa accade quando l'utente del report passa il cursore sull'icona dell'intestazione dell'oggetto visivo.

A report user has hovered their cursor over the visual header icon (question mark icon). A richly formatted tooltip has appeared.

Viene mostrata una descrizione comando della pagina Presenta il testo con formattazione RTF in quattro caselle di testo e una forma (riga). La descrizione comando di pagina fornisce informazioni che descrivono ogni acronimo visualizzato nell'oggetto visivo.

Consigli

In fase di progettazione del report, è consigliabile seguire queste procedure:

  • Dimensioni pagina: Configurare la descrizione comando della pagina in modo che sia piccola. È possibile usare l'opzione Descrizione comando predefinita (320 pixel di larghezza e 240 pixel di altezza) o impostare dimensioni personalizzate. Cercare di non usare dimensioni della pagina troppo grandi perché possono nascondere gli oggetti visivi nella pagina di origine.
  • Visualizzazione pagina: Nella finestra di progettazione report impostare la visualizzazione pagina su Dimensioni effettive (visualizzazione pagina predefinita su Adatta a pagina). In questo modo è possibile vedere le dimensioni effettive della descrizione comando della pagina mentre la si progetta.
  • Stile: È consigliabile progettare la descrizione comando della pagina per usare lo stesso tema e lo stile del report. In questo modo, agli utenti sembrerà di essere nello stesso report. In alternativa, progettare uno stile complementare per le descrizioni comando e assicurarsi di applicare questo stile a tutte le descrizioni comando della pagina.
  • Filtri della descrizione comando: Assegnare filtri alla descrizione comando della pagina in modo che sia possibile visualizzare in anteprima un risultato realistico durante la progettazione. Assicurarsi di rimuovere questi filtri prima di pubblicare il report.
  • Visibilità pagina: Nascondere sempre le pagine della descrizione comando: gli utenti non devono spostarsi direttamente su di essi.

Passaggi successivi

Per altre informazioni correlate a questo articolo, vedere le risorse seguenti: