Condividi tramite


Plan hybrid federated search for SharePoint Server

SI APPLICA A:yes-img-132013 yes-img-162016 yes-img-192019 yes-img-seSubscription Edition yes-img-sopSharePoint in Microsoft 365

Un ambiente ibrido di SharePoint consente di fornire soluzioni ibride che integrano funzionalità e accesso ai dati tra servizi e funzionalità di SharePoint in Microsoft 365 e SharePoint Server. Con la ricerca federata ibrida di SharePoint, le ricerche utente da un Centro ricerche visualizzano i risultati ibridi, ovvero i risultati degli indici di ricerca di SharePoint Server 2013 e SharePoint in Microsoft 365.

Opzioni per la visualizzazione di soluzioni di ricerca federate ibride

È possibile configurare la ricerca federata ibrida di SharePoint in modo che funzioni in uno o in entrambi i modi seguenti:

È possibile configurare prima entrambe le opzioni di ricerca e quindi, facoltativamente, anche l'altra in qualsiasi momento.

Guardare un video su alcuni dei concetti principali alla base della ricerca ibrida di SharePoint. (Lunghezza: 9 minuti e 20 secondi)

Importante

L'opzione Exchange per la ricerca dei risultati dall'origine di scambio visualizzata al segno di 6 minuti e 50 secondi nel video è deprecata.

Come si decide se configurare la ricerca federata ibrida nella farm di SharePoint Server (ricerca ibrida in uscita) o in SharePoint in Microsoft 365 (ricerca ibrida in ingresso) o entrambi? Ciò può dipendere in parte da quali utenti di distribuzione lavorano, in quale contenuto saranno necessari e da dove viene archiviato il contenuto.

La ricerca ibrida in uscita è in genere la soluzione di ricerca federata ibrida più semplice da configurare, principalmente perché non richiede la configurazione di un dispositivo proxy inverso. In genere è anche la soluzione di ricerca federata ibrida più sicura perché, a differenza della ricerca ibrida in ingresso, non comporta la ricezione di chiamate non richieste da Internet.

Per praticità degli utenti, può essere utile configurare la ricerca federata ibrida nella distribuzione in cui lavora la maggior parte degli utenti. In questo modo, gli utenti non devono passare alla distribuzione remota per cercare il contenuto.

Per motivi di prestazioni, può essere utile configurare la ricerca federata ibrida nella distribuzione in cui viene archiviata la maggior parte del contenuto. Se la maggior parte dei risultati della ricerca proviene da una distribuzione locale, la latenza complessiva della query probabilmente sarà inferiore (le altre cose uguali) rispetto a quando molto risultati provengono dalla distribuzione remota. Inoltre, in generale, quando un utente fa clic su un risultato della ricerca per il contenuto locale, il tempo di risposta per aprire tale contenuto sarà più veloce di quello per aprire contenuto archiviato in remoto. Questo è particolarmente vero per i file di grandi dimensioni.

Può essere ragionevole configurare la ricerca federata ibrida in entrambe le distribuzioni in una delle circostanze seguenti:

  • Molti utenti lavorano in una distribuzione e molti altri utenti lavorano nell'altra distribuzione.

  • Gran parte del contenuto si trova in una distribuzione e molto è nell'altra distribuzione.

  • La maggior parte degli utenti lavora in una distribuzione e la maggior parte del contenuto si trova nell'altra distribuzione.

Importante

Se in SharePoint Server è presente contenuto che non si vuole che gli utenti di SharePoint in Microsoft 365 siano in grado di visualizzare a causa di vincoli normativi o legali o geopolitici, non è consigliabile configurare alcuna ricerca federata ibrida in SharePoint in Microsoft 365 che potrebbe restituire risultati che includono il contenuto di SharePoint Server. Per altre informazioni, vedere Eliminare elementi dall'indice di ricerca o dai risultati della ricerca in SharePoint Server.

Questa sezione illustra le fasi del processo di distribuzione ibrida che è necessario completare prima di eseguire ognuna delle possibili configurazioni di ricerca federata ibrida di SharePoint.

Contenuto della sezione:

Prima di configurare SharePoint Server per visualizzare i risultati della ricerca federata ibrida, è necessario completare tutti i passaggi della roadmap Configurare la ricerca federata ibrida da SharePoint Server a SharePoint in Microsoft 365 - roadmap. È anche necessario eseguire le operazioni seguenti:

  • Eseguire almeno una ricerca per indicizzazione nella distribuzione di SharePoint Server, in modo che sia presente contenuto nell'indice di ricerca di SharePoint Server. Anche il contenuto di SharePoint in Microsoft 365 deve essere sottoposto a ricerca per indicizzazione, ma non è necessario eseguirne la ricerca per indicizzazione perché SharePoint in Microsoft 365 esegue automaticamente la ricerca per indicizzazione del contenuto. Per altre informazioni, vedere Gestire la ricerca per indicizzazione in SharePoint Server.

  • Creare un Centro ricerche organizzazione nella distribuzione di SharePoint Server usando il modello Centro ricerche organizzazione per creare una nuova raccolta siti. Per altre informazioni, vedere Creare un sito del Centro ricerche in SharePoint Server.

Prima di configurare SharePoint in Microsoft 365 per visualizzare i risultati della ricerca federata ibrida, è necessario completare tutti i passaggi della roadmap Configurare la ricerca federata ibrida da SharePoint in Microsoft 365 a SharePoint Server.

È inoltre necessario eseguire almeno una ricerca per indicizzazione nella distribuzione di SharePoint Server, in modo che sia presente contenuto nell'indice di ricerca di SharePoint Server. Anche il contenuto di SharePoint in Microsoft 365 deve essere sottoposto a ricerca per indicizzazione, ma non è necessario eseguirne la ricerca per indicizzazione perché SharePoint in Microsoft 365 esegue automaticamente la ricerca per indicizzazione del contenuto. Per altre informazioni, vedere Gestire la ricerca per indicizzazione in SharePoint Server.

Contenuto della sezione:

Prima di distribuire la ricerca federata ibrida, è consigliabile testare la ricerca locale in qualsiasi distribuzione si intende distribuire la ricerca federata ibrida, ad esempio in SharePoint in Microsoft 365 o in SharePoint Server. In quel momento, risolvere eventuali problemi che si verificano correlati alla ricerca locale, fino a quando la ricerca locale funziona senza problemi. In questo modo, se si verificano problemi correlati alla ricerca dopo la distribuzione della ricerca federata ibrida, è possibile avere un'idea migliore se tali problemi potrebbero essere attribuibili alla ricerca federata ibrida.

Ad esempio, nella ricerca federata ibrida, i risultati della ricerca delle due distribuzioni vengono visualizzati in modo sincrono, il che significa che non vengono visualizzati risultati finché non sono disponibili i risultati di entrambe le distribuzioni. Per questo motivo, se è presente una latenza di query significativa, è probabile che non sia immediatamente evidente se il recupero dei risultati da una distribuzione o dall'altra causa il ritardo. Pertanto, prima di distribuire la ricerca federata ibrida, testare le prestazioni della ricerca locale per determinare i benchmark per la latenza delle query. A tale scopo, è possibile eseguire test che simulano il carico delle query utente. Provare quindi gli stessi test dopo aver distribuito la ricerca federata ibrida. Se si verifica un aumento della latenza delle query dopo la distribuzione della ricerca federata ibrida, potrebbe essere dovuto a un ritardo nel recupero dei risultati della ricerca dalla distribuzione remota. La distribuzione remota potrebbe essere lenta a rispondere o potrebbero verificarsi ritardi correlati alla rete causati da fattori come una larghezza di banda di rete bassa o una distanza geografica tra le due distribuzioni.

Pianificare la posizione in cui creare l'origine dei risultati e la regola di query

Quando si configura la ricerca ibrida in uscita o in ingresso, sono disponibili due passaggi principali. Eseguire questi passaggi nella distribuzione in cui si vuole che gli utenti siano in grado di ottenere risultati di ricerca federati ibridi. Il primo passaggio consiste nel creare un'origine dei risultati, che specifica da dove ottenere i risultati della ricerca remota. Ad esempio, se si configura la ricerca in uscita, si crea un'origine dei risultati nella farm di SharePoint Server che specifica SharePoint in Microsoft 365 come provider remoto da cui ottenere i risultati della ricerca. Nel secondo passaggio si crea una regola di query. Quando la regola di query viene attivata, i risultati della ricerca del contenuto della distribuzione remota vengono visualizzati in un gruppo separato, denominato blocco di risultati, in una pagina dei risultati della ricerca nella distribuzione locale.

È possibile creare l'origine dei risultati e la regola di query a livello di applicazione servizio di ricerca in SharePoint Server (o a livello di tenant in SharePoint in Microsoft 365), a livello di raccolta siti o a livello di sito. Se si crea l'origine dei risultati a livello di applicazione servizio di ricerca, l'origine dei risultati sarà disponibile per qualsiasi regola di query creata allo stesso livello e anche per qualsiasi regola di query creata per una raccolta siti o un sito che si trova in un'applicazione Web che utilizza l'applicazione servizio di ricerca. Inoltre, se si crea l'origine dei risultati e la regola di query a livello di applicazione servizio di ricerca, potrebbero essere più facili da tenere traccia e in genere possono essere ripristinate in caso di scenario di ripristino di emergenza. Tuttavia, il vantaggio di creare l'origine dei risultati e la regola di query a livello di raccolta siti o a livello di sito consiste nel fatto che il lavoro amministrativo di gestione dell'origine dei risultati e della regola di query viene eseguito a tale livello, in modo che l'amministratore dell'applicazione servizio di ricerca non sia responsabile.

Pianificare la posizione in cui visualizzare il blocco di risultati dalla distribuzione remota

Nella regola di query creata per la ricerca federata ibrida, è possibile configurare il blocco di risultati dalla distribuzione remota da visualizzare nella parte superiore della prima pagina dei risultati della ricerca (sopra tutti i risultati della distribuzione locale) o per essere classificato in base alla pertinenza rispetto ai risultati della distribuzione locale. Per i test e la risoluzione dei problemi, è consigliabile visualizzare il blocco di risultati nella parte superiore della prima pagina dei risultati della ricerca in modo che sia possibile visualizzarlo facilmente. In questo modo è facile verificare che i risultati della distribuzione remota vengano visualizzati nel blocco dei risultati e verificare che facendo clic su un risultato non si verifichi un errore nella visualizzazione della destinazione del risultato della ricerca. Al termine dei test e della risoluzione dei problemi, è possibile modificare la regola di query in modo che il blocco dei risultati venga classificato in base alla rilevanza rispetto ai risultati della distribuzione locale. Questa impostazione che classifica il blocco di risultati in base alla rilevanza rispetto ai risultati della ricerca locale è in genere più utile per gli utenti.

Valutare la possibilità di fornire risultati di ricerca federati ibridi solo per determinate ricerche

Il modo più semplice per configurare la ricerca federata ibrida consiste nel creare una regola di query nella distribuzione locale che viene attivata e ottiene i risultati dalla distribuzione remota per qualsiasi testo di query. In alternativa, per evitare ritardi nel recupero dei risultati della ricerca dalla distribuzione remota, è possibile creare una o più regole di query che attivano e ottengono i risultati della ricerca dalla distribuzione remota solo per determinate ricerche, ad esempio le ricerche per le quali si sa che nella distribuzione remota è presente contenuto rilevante. Ad esempio, se nella distribuzione remota è presente contenuto relativo all'uso di uno strumento software interno specifico, è possibile specificare le condizioni in una regola di query in modo che la regola venga attivata solo se una query di ricerca contiene il nome dello strumento. Quando si crea una regola di query, è anche possibile restringerne l'ambito specificando che la regola deve essere eseguita solo da determinate categorie (in base ai termini per le categorie di argomenti nell'archivio termini di un'applicazione di servizio metadati gestiti) o specificando che la regola deve essere eseguita solo dagli utenti in determinati segmenti di utente (in base ai termini che descrivono gli utenti nell'archivio termini di un'applicazione di servizio metadati gestiti).

Eseguire il training degli utenti su come spostarsi nell'ambiente ibrido di SharePoint

Con la ricerca federata ibrida, la destinazione di un risultato di ricerca potrebbe essere un documento o un sito nella distribuzione remota. Dopo che un utente fa clic su un risultato di ricerca di questo tipo, potrebbe essere difficile per l'utente sapere come tornare alla distribuzione in cui stava lavorando prima o dove andare per eseguire un'altra ricerca. Gli utenti possono fare clic sul pulsante Indietro nel browser per tornare alla posizione in cui stavano lavorando in precedenza. Tuttavia, può essere utile condividere gli URL con gli utenti per comunicare loro come accedere a siti e centri di ricerca che dovranno usare nell'ambiente ibrido di SharePoint.

Vedere anche

Concetti

Configurare la ricerca federata ibrida dal server di SharePoint in SharePoint in Microsoft 365 - Guida di orientamento

Configurare la ricerca federata ibrida da SharePoint in Microsoft 365 a SharePoint Server- Guida di orientamento