Criteri di supporto tecnico per Microsoft SQL Server

Questo articolo descrive i criteri di supporto per Microsoft SQL Server.

Versione originale del prodotto: SQL Server 2017 in Linux (tutte le edizioni), SQL Server 2017 in Windows (tutte le edizioni)
Numero KB originale: 4047326

Riepilogo

Questo articolo descrive i criteri di supporto e i limiti di risoluzione dei problemi per i prodotti SQL Server installati nelle piattaforme supportate.

Sistemi operativi supportati

A seconda della versione e dell'edizione di SQL Server, è possibile installare SQL Server in un sistema operativo Windows o Linux supportato.

Questa documentazione descrive i sistemi operativi specifici in cui il prodotto viene testato e convalidato. Quando si installa la versione precedente di SQL Server nei sistemi operativi Windows più recenti, è necessario usare un Service Pack supportato.

A partire da SQL Server 2017, è possibile installare SQL Server in Linux sistemi operativi. Le linee guida per l'installazione per SQL Server in Linux delineano l'elenco corrente dei sistemi operativi Linux supportati in cui è possibile installare e configurare SQL Server per l'uso in produzione.

A partire da SQL Server 2019, è possibile distribuire il cluster Big Data SQL Server in Kubernetes. Esaminare il sistema operativo host supportato per Kubernetes nelle note sulla versione SQL Server 2019 cluster Big Data nella sezione Supporto.

Hardware supportato

SQL Server Installazioni sono supportate in processori basati su x64 (AMD e Intel). Non sono più supportati nei processori basati su x86. Per informazioni aggiornate, vedere il SQL Server 2016 e 2017: Requisiti hardware e software.

Tecnologie di virtualizzazione supportate

Microsoft supporta la distribuzione di SQL Server in tecnologie di virtualizzazione che includono Microsoft Hyper-V e altri hypervisor certificati tramite il server Virtualization Validation Program (SVVP). Per altre informazioni su SVVP, vedere Windows Server Virtualization Validation Program.For more information about SVVP, see Windows Server Virtualization Validation Program.

Se si ospita una macchina virtuale Linux in Hyper-V, assicurarsi di disporre di Macchine virtuali Linux in Hyper-V. Microsoft supporta le installazioni SQL Server nei servizi di infrastruttura cloud, ad esempio Macchina virtuale di Azure, Amazon EC2 e Google Cloud.

I fornitori del sistema operativo host pubblicano gli hypervisor supportati per i propri sistemi. L'elenco seguente include alcuni esempi:

Nella documentazione del sistema operativo cercare l'hypervisor corrente e aggiornato supportato in versioni specifiche del sistema operativo.

SQL Server in esecuzione in contenitori Linux

Questa sezione descrive i criteri di supporto e le configurazioni supportate per SQL Server in esecuzione in contenitori Linux.

SQL Server è un'applicazione eseguita nello spazio utente di un contenitore Linux. SQL Server e le relative dipendenze nel contenitore SQL Server effettuano chiamate al sistema operativo host sottostante e al relativo kernel. Diversi sistemi operativi Linux sono dotati di diversi set di applicazioni per lo spazio utente e kernel Linux ben testati in combinazione con SQL Server. Anche se è possibile eseguire SQL Server in una configurazione non testata o non supportata di combinazioni di contenitori e host, Microsoft non consiglia di eseguire questa operazione. Sono supportate solo configurazioni che usano le linee guida seguenti. Queste linee guida definiscono le configurazioni ben testate e supportate per l'esecuzione di SQL Server contenitori Linux.

Le linee guida e gli esempi seguenti si applicano al supporto per le distribuzioni di contenitori SQL Server in Linux.

Linee guida

  1. Il sistema operativo del contenitore SQL Server deve corrispondere al sistema operativo host del contenitore in termini di distribuzione e versione principale.
  2. Una distribuzione di contenitori SQL Server in Linux supporta lo stesso set di piattaforme supportate di SQL Server in Linux in esecuzione in carichi di lavoro non in contenitori. Per altre informazioni, vedere Indicazioni sull'installazione per SQL Server in Linux.
  • Esempi di configurazioni supportate

    • SQL Server 2019 in contenitori Red Hat 7.x in esecuzione in un host Red Hat 7.x
    • SQL Server 2017 nel contenitore Ubuntu 16.04 in esecuzione in un host Ubuntu 16.04
    • SQL Server 2017 nel contenitore SLES 12.x in esecuzione in un host SLES 12.x
    • SQL Server 2017 nel contenitore Ubuntu 16.04 in esecuzione in una macchina virtuale Ubuntu 16.04 ospitata nel sistema operativo Windows
  • Esempi di configurazioni non supportate

    • SQL Server 2017 in contenitori Red Hat 7.6 in esecuzione in un host Ubuntu Container

    • Distribuzione del sistema operativo Linux non corrispondente tra il contenitore e l'host

    • SQL Server 2017 nel contenitore Ubuntu 16.04 in esecuzione in un host Ubuntu 18.04

    • Una versione del sistema operativo Linux non corrispondente tra il contenitore e l'host

    • SQL Server 2017 in un contenitore CentOS in un host contenitore CentOS (CentOS non è una distribuzione del sistema operativo Linux supportata per SQL Server in Linux. Microsoft risolverà solo i problemi riproducibili in una configurazione supportata.

L'immagine del contenitore Linux per SQL Server 2017 è disponibile nel Registro Contenitori. È possibile usare l'immagine Linux nei tipici scenari di distribuzione DevOps, CI/CD o di produzione. Per altre informazioni, vedere la pagina della documentazione per la distribuzione del contenitore.

Per altre informazioni sul supporto dei componenti nel contenitore e nel sistema operativo host da parte dei fornitori del sistema operativo, vedere i canali seguenti:

SQL Server in esecuzione nei contenitori di Windows

SQL Server distribuzioni nei contenitori di Windows non sono coperte dal supporto. Per lo sviluppo e il test, creare immagini di contenitori personalizzate da usare con SQL Server nei contenitori di Windows. I file di esempio sono disponibili in GitHub , ma sono disponibili solo per riferimento.

contenitori SQL Server in esecuzione su agenti di orchestrazione contenitori

Microsoft supporta la distribuzione e la gestione di contenitori SQL Server tramite OpenShift e Kubernetes.

A partire da SQL Server 2019, è possibile distribuire il cluster Big Data SQL Server in Kubernetes. Esaminare le piattaforme Kubernetes supportate nelle note sulla versione cluster Big Data SQL Server 2019 nella sezione Supporto.

Personalizzazione di contenitori SQL Server

La creazione di contenitori Linux SQL Server personalizzati è supportata quando viene personalizzata in base a SQL Server contenitori di base scaricati da MCR (Registro contenitori), oltre a garantire che non si modifichi l'oggetto SQL directories/binaries/licenses che si trova nelle posizioni: /opt/mssql/* e /usr/share/doc/*, che, se modificato in modo errato, potrebbe comportare SQL Server processo non viene avviato.

È anche possibile creare immagini del contenitore SQL Server personalizzate da zero, dato che l'immagine di base del contenitore del sistema operativo Linux usata per generare l'immagine del contenitore SQL Server personalizzata corrisponde alle piattaforme supportate per SQL Server in Linux e si seguono le linee guida indicate in precedenza.

Nell'ambito della risoluzione dei problemi, se il contenitore personalizzato presenta SQL Server problemi di avvio o altri SQL Server eccezione/errore, Microsoft può richiedere di disinstallare la personalizzazione o aggiungere strumenti o pacchetti specifici per risolvere e replicare il problema. Se il problema non si verifica dopo la rimozione della personalizzazione, Microsoft non supporterà la personalizzazione o lo script personalizzato.

La personalizzazione del contenitore SQL non è supportata per l'uso in altri prodotti Microsoft che usano contenitori SQL Linux, ad esempio Azure Arc for Data Services, Azure SQL Edge e così via,

  • Esempi di configurazioni supportate:

    1. Si scarica l'immagine del contenitore SQL da MCR e quindi si usa dockerfile per aggiungere funzionalità come Polybase, MSDTC e così via. Queste modifiche o modifiche simili sono supportate per semplificare la creazione di un'immagine del contenitore SQL personalizzata.

    2. È anche possibile creare un'immagine contenitore SQL Server 2019 personalizzata su una piattaforma del sistema operativo Linux supportata, ad esempio un'immagine del contenitore UBI RHEL 8.2 o immagini di base SLES 12.

  • Esempi di configurazioni non supportate:

    Si prova a creare un'immagine personalizzata sopra qualsiasi piattaforma Linux non menzionata nella documentazione delle piattaforme supportate .

File system supportati

Se si installa SQL Server in Windows, i file system supportati sono NTFS e ReFS. Questo vale per i volumi che archivia i file di database e i file binari del programma.

Se si installa SQL Server in Linux, i file system supportati per i volumi che ospitano i file di database sono EXT4 e XFS.

Soluzioni a disponibilità elevata supportate

Quando si configura una soluzione a disponibilità elevata per SQL Server in Windows, fare riferimento ai criteri e ai requisiti di supporto in Microsoft SQL Server criteri di supporto per Il clustering Microsoft e i prerequisiti, le restrizioni e le raccomandazioni per i gruppi di disponibilità Always On.

Quando si configura una soluzione a disponibilità elevata per SQL Server in Linux, esaminare i criteri di supporto del fornitore del sistema operativo specifici per la disponibilità elevata. Gli ambienti di produzione richiedono un agente di isolamento, ad esempio STONITH, per la disponibilità elevata. Un cluster Linux usa la recinzione per riportare il cluster a uno stato noto. Il modo corretto in cui configurare la isolamento dipende dalla distribuzione e dall'ambiente. Attualmente, la recinzione non è disponibile in alcuni ambienti cloud. Per altre informazioni, vedere i criteri e le raccomandazioni dei fornitori del sistema operativo seguenti:

Per la soluzione a disponibilità elevata supportata in SQL Server in Linux, vedere Continuità aziendale e ripristino del database - SQL Server in Linux.

Funzionalità non supportate

È possibile trovare l'elenco corrente delle funzionalità SQL Server non supportate nella sezione Funzionalità e servizi non supportati nelle note sulla versione per SQL Server 2017 in Linux. Se si tenta di usare i componenti o le funzionalità elencati nelle note come non supportati, potrebbero verificarsi sintomi ed errori imprevisti. Quando si usa una combinazione di funzionalità per l'applicazione o la soluzione, assicurarsi che l'interoperabilità tra le funzionalità sia documentata come supportata. Per indicazioni, vedere Always On gruppi di disponibilità: interoperabilità (SQL Server).For guidance, see Always On availability groups: interoperability (SQL Server).

Criteri di supporto

Microsoft fornisce supporto tecnico e correzioni di prodotto per SQL Server componenti distribuiti in sistemi operativi, file system, hypervisor e architetture hardware supportati in base alla documentazione del prodotto. Microsoft può fornire supporto tecnico limitato o nessun supporto tecnico per SQL Server componenti software distribuiti in sistemi operativi, file system, hypervisor e piattaforme hardware non supportati.

Se si distribuisce SQL Server in un sistema operativo, un file system o un hypervisor non supportato, è possibile che si verifichino comportamenti e risultati inspiegabili. Quando si risolve questo problema, il team supporto tecnico Microsoft potrebbe chiedere di riprodurre il problema in una combinazione supportata di sistema operativo, file system, hypervisor e architettura hardware. In queste circostanze, Microsoft potrebbe non essere in grado di fornire supporto o una risoluzione del problema se il problema si verifica solo nella combinazione non supportata di sistema operativo, file system, hypervisor o architettura.

Quando si risolveno i problemi che si verificano quando si usa una soluzione o un'applicazione compilata usando SQL Server, supporto tecnico Microsoft tenterà di isolare la causa del problema nell'origine del livello software o hardware specifico. Il problema potrebbe essere nel software SQL Server o nei componenti del sistema operativo con cui SQL Server interagisce. Se il problema si trova in SQL Server, supporto tecnico Microsoft fornirà soluzioni e soluzioni alternative appropriate per il problema. Se il problema si verifica nel comportamento del sistema operativo, supporto tecnico Microsoft riferirà al fornitore del sistema operativo per il completamento e la risoluzione. Per i sistemi operativi supportati, supporto tecnico Microsoft collaborerà con il fornitore del supporto del sistema operativo per offrire una risoluzione commercialmente funzionante.

Prima di distribuire SQL Server in una versione specifica di un sistema operativo, controllare la documentazione del prodotto per SQL Server e verificare con il fornitore del sistema operativo i requisiti di supporto per l'intera soluzione che si sta creando per assicurarsi che i diversi componenti coinvolti siano compatibili e supportati. Contattare il fornitore del sistema operativo per informazioni sui criteri di supporto applicabili ai criteri di supporto aggiuntivi per i livelli di virtualizzazione, archiviazione e hardware.

Microsoft supporterà l'uso di immagini di contenitori ufficiali pubblicate da Microsoft nei vari repository di contenitori. Se si usano immagini SQL Server contenitore di altri collaboratori, supporto tecnico Microsoft potrebbe richiedere di riprodurre il problema nell'immagine ufficiale del contenitore. Questo passaggio potrebbe essere necessario per escludere la possibilità che le personalizzazioni o le modifiche all'immagine del contenitore privato stiano contribuendo al problema.

Se il problema è isolato rispetto al comportamento del motore del contenitore, è necessario collaborare con il fornitore del motore del contenitore per risolvere il problema.

Microsoft potrebbe non essere in grado di fornire supporto tecnico se si usa una funzionalità non supportata o si usa una funzionalità in modo non supportato o non documentato.

SQL Server in Azure

Se è stato distribuito SQL Server in una macchina virtuale in Azure, i criteri di supporto per Azure si applicano quando si risolveno i problemi. Vedere Distribuzioni linux approvate in Azure.

Se si distribuiscono SQL Server in altre soluzioni cloud o piattaforme, rivolgersi al provider di soluzioni cloud per informazioni sui criteri specifici che regolano la produzione o il supporto commerciale.

Ciclo di vita del prodotto

SQL Server segue i criteri fissi relativi al ciclo di vita per ottenere supporto e aggiornamenti. Vedere Informazioni sul ciclo di vita dei prodotti e dei servizi di ricerca per il ciclo di vita e la fase (mainstream, estesa e non supportata) per ogni versione del prodotto. cluster Big Data è un componente aggiuntivo per SQL Server 2019 ed è regolato come tale in base ai criteri fissi relativi al ciclo di vita.

I Service Pack vengono rilasciati per SQL Server fino alla versione 2016. Il supporto termina 12 mesi dopo le prossime versioni del Service Pack o alla fine del ciclo di vita del supporto del prodotto, a seconda di quale delle due versioni viene rilasciata per prima. Per altre informazioni, vedere i criteri fissi relativi al ciclo di vita.

A partire da SQL Server 2017 non verrà rilasciato alcun Service Pack. Per altre informazioni, vedere SQL Server Service Pack non sono più disponibili a partire da SQL Server 2017.

Per le versioni che iniziano da SQL Server 2017, è consigliabile applicare l'aggiornamento cumulativo più recente (o un aggiornamento cumulativo rilasciato nell'ultimo anno) per la versione corrispondente. Il team di supporto potrebbe richiedere l'applicazione di un cu specifico che risolve un problema specifico quando si risolve un problema.

I sistemi operativi seguono i propri cicli di vita. Contattare il fornitore del sistema per informazioni sull'intervallo di tempo del ciclo di vita applicabile e sulle versioni supportate.

Ottenere supporto da Microsoft

Esistono molti canali attraverso i quali è possibile ottenere supporto per SQL Server. Se si verifica un problema che interessa una distribuzione locale di SQL Server, è possibile esaminare le opzioni di supporto per gli utenti aziendali per ottenere supporto assistito dal team di supporto. Se è stato distribuito SQL Server in un ambiente cloud di Azure, è possibile inviare richieste di supporto dalla Guida e dal supporto tecnico nel portale di gestione di Azure.

È anche possibile inviare il report sui problemi o il suggerimento di prodotto al sito Connect.

Inoltre, è possibile interagire con il team di progettazione SQL Server usando le opzioni seguenti:

Ottenere il supporto dai fornitori di sistemi operativi Linux

Se il problema tecnico riscontrato non esiste nel prodotto SQL Server ma si verifica nel sistema operativo, è possibile collaborare direttamente con il fornitore del sistema operativo per risolvere il problema. È possibile contattare i team di supporto dei fornitori del sistema operativo usando i canali seguenti:

Ottenere supporto da fornitori PaaS basati su SQL Server

Se il problema tecnico riscontrato esiste in un'offerta PaaS cloud di terze parti, collaborare direttamente con il fornitore della soluzione per risolvere il problema. Ad esempio:

Informazioni sulla dichiarazione di non responsabilità di terze parti

Dichiarazione di non responsabilità sulle informazioni di terze parti

I prodotti di terzi citati in questo articolo sono prodotti da società indipendenti da Microsoft. Microsoft non rilascia alcuna garanzia implicita o esplicita relativa alle prestazioni o all'affidabilità di tali prodotti