Risoluzione avanzata dei problemi di avvio di Windows

Provare l'agente virtuale: consente di identificare e risolvere rapidamente i problemi di avvio comuni di Windows.

Nota

l'articolo è destinato all'utilizzo da parte di agenti di supporto e professionisti IT. Per informazioni più generali sulle opzioni di ripristino, vedere Opzioni di ripristino in Windows 10.

Si applica a: Windows 10

Riepilogo

Esistono diversi motivi per cui un computer basato su Windows può avere problemi durante l'avvio. Per risolvere i problemi di avvio, determinare prima di tutto in quale delle fasi seguenti il computer rimane bloccato:

Fase Processo di avvio BIOS UEFI
1 Preboot MBR/PBR (codice Bootstrap) UEFI Firmware
2 Gestione avvio Windows %SystemDrive%\bootmgr \EFI\Microsoft\Boot\bootmgfw.efi
3 Caricatore del sistema operativo Windows %SystemRoot%\system32\winload.exe %SystemRoot%\system32\winload.efi
4 Kernel del sistema operativo Windows NT %SystemRoot%\system32\ntoskrnl.exe
  1. PreBoot: il firmware del PC avvia un self test di accensione (POST) e carica le impostazioni del firmware. Questo processo di preavvio termina quando viene rilevato un disco di sistema valido. Il firmware legge il record di avvio master (MBR) e quindi avvia Gestione avvio Windows.

  2. Gestione avvio windows: Gestione avvio windows trova e avvia il caricatore di Windows (Winload.exe) nella partizione di avvio di Windows.

  3. Caricatore del sistema operativo Windows: i driver essenziali necessari per avviare il kernel Windows vengono caricati e il kernel inizia a essere eseguito.

  4. Kernel del sistema operativo Windows NT: il kernel carica in memoria l'hive del Registro di sistema e altri driver contrassegnati come BOOT_START.

    Il kernel passa il controllo al processo di gestione sessione (Smss.exe) che inizializza la sessione di sistema e carica e avvia i dispositivi e i driver non contrassegnati BOOT_START.

Ecco un riepilogo della sequenza di avvio, ciò che verrà visualizzato sullo schermo e i problemi di avvio tipici in quel punto della sequenza. Prima di iniziare la risoluzione dei problemi, è necessario comprendere la struttura del processo di avvio e visualizzare lo stato per assicurarsi che il problema sia identificato correttamente all'inizio dell'engagement. Selezionare l'anteprima per visualizzarla in modo più grande.

Diagramma del diagramma di flusso della sequenza di avvio.

Ogni fase ha un approccio diverso alla risoluzione dei problemi. Questo articolo illustra le tecniche di risoluzione dei problemi che si verificano durante le prime tre fasi.

Nota

Se il computer esegue ripetutamente l'avvio alle opzioni di ripristino, eseguire il comando seguente al prompt dei comandi per interrompere il ciclo:

Bcdedit /set {default} recoveryenabled no

Se le opzioni F8 non funzionano, eseguire il comando seguente:

Bcdedit /set {default} bootmenupolicy legacy

Fase BIOS

Per determinare se il sistema ha superato la fase del BIOS, seguire questa procedura:

  1. Se sono presenti periferiche esterne connesse al computer, disconnetterle.

  2. Controllare se la luce dell'unità disco rigido sul computer fisico funziona. Se non funziona, questa disfunzione indica che il processo di avvio è bloccato nella fase del BIOS.

  3. Premere il tasto NumLock per verificare se la luce dell'indicatore si attiva e disattiva. Se non si attiva o disattiva, questa disfunzione indica che il processo di avvio è bloccato nel BIOS.

    Se il sistema è bloccato nella fase del BIOS, potrebbe verificarsi un problema hardware.

Fase del caricatore di avvio

Se lo schermo è nero ad eccezione di un cursore lampeggiante o se si riceve uno dei codici di errore seguenti, questo stato indica che il processo di avvio è bloccato nella fase del caricatore di avvio:

  • Dati di configurazione di avvio mancanti o danneggiati
  • File di avvio o MBR danneggiato
  • Sistema operativo mancante
  • Settore di avvio mancante o danneggiato
  • Bootmgr mancante o danneggiato
  • Impossibile eseguire l'avvio a causa di hive di sistema mancante o danneggiato

Per risolvere questo problema, usare i supporti di installazione di Windows per avviare il computer, premere MAIUSC+F10 per un prompt dei comandi e quindi usare uno dei metodi seguenti.

Metodo 1: Strumento di ripristino di avvio

Lo strumento ripristino di avvio risolve automaticamente molti problemi comuni. Lo strumento consente inoltre di diagnosticare e correggere rapidamente problemi di avvio più complessi. Quando il computer rileva un problema di avvio, il computer avvia lo strumento ripristino di avvio. All'avvio dello strumento, esegue la diagnostica. Questa diagnostica include l'analisi dei file di log di avvio per determinare la causa del problema. Quando lo strumento di ripristino di avvio determina la causa, lo strumento tenta di risolvere automaticamente il problema.

Per eseguire questa attività di richiamo dello strumento ripristino di avvio, seguire questa procedura.

Nota

Per altri metodi per avviare WinRE, vedi Ambiente ripristino Windows (Ambiente ripristino Windows).For additional methods to start WinRE, see Windows Recovery Environment (Windows RE).

  1. Avviare il sistema nel supporto di installazione per la versione installata di Windows. Per altre informazioni, vedere Creare supporti di installazione per Windows.
  2. Nella schermata Install Windows (Installa Windows) selezionare NextRepair your computer (Ripristina il> computer).
  3. Nella schermata Scegliere un'opzione selezionare Risoluzione dei problemi.
  4. Nella schermata Opzioni avanzate selezionare Ripristino di avvio.
  5. Dopo il ripristino di avvio, selezionare Arresta e quindi attivare il PC per verificare se Windows può essere avviato correttamente.

Lo strumento Ripristino di avvio genera un file di log che consente di comprendere i problemi di avvio e le riparazioni eseguite. È possibile trovare il file di log nel percorso seguente:

%windir%\System32\LogFiles\Srt\Srttrail.txt

Per altre informazioni, vedere Risolvere gli errori della schermata blu.

Metodo 2: Ripristinare i codici di avvio

Per ripristinare i codici di avvio, eseguire il comando seguente:

BOOTREC /FIXMBR

Per ripristinare il settore di avvio, eseguire il comando seguente:

BOOTREC /FIXBOOT

Nota

L'esecuzione BOOTREC insieme a Fixmbr sovrascrive solo il codice di avvio master. Se il danneggiamento del MBR influisce sulla tabella di partizione, l'esecuzione Fixmbr potrebbe non risolvere il problema.

Metodo 3: Correggere gli errori BCD

Se vengono visualizzati errori correlati a BCD, seguire questa procedura:

  1. Analizzare tutti i sistemi installati. Per eseguire questo passaggio, eseguire il comando seguente:

    Bootrec /ScanOS
    
  2. Riavviare il computer per verificare se il problema è stato risolto.

  3. Se il problema non è risolto, eseguire i comandi seguenti:

    bcdedit /export c:\bcdbackup
    
    attrib c:\boot\bcd -r -s -h
    
    ren c:\boot\bcd bcd.old
    
    bootrec /rebuildbcd
    
  4. Riavviare il sistema.

Metodo 4: Sostituire Bootmgr

Se i metodi 1, 2 e 3 non risolvono il problema, sostituire il file Bootmgr dall'unità C alla partizione riservata del sistema. Per eseguire questa sostituzione, seguire questa procedura:

  1. Al prompt dei comandi modificare la directory in Partizione riservata di sistema.

  2. Eseguire il attrib comando per visualizzare il file:

    attrib -r -s -h
    
  3. Passare all'unità di sistema ed eseguire lo stesso comando:

    attrib -r -s -h
    
  4. Rinominare il file bootmgr come bootmgr.old:

    ren c:\bootmgr bootmgr.old
    
  5. Passare all'unità di sistema.

  6. Copiare il file bootmgr e quindi incollarlo nella partizione riservata del sistema.

  7. Riavviare il computer.

Metodo 5: Ripristinare l'hive di sistema

Se Windows non riesce a caricare l'hive del Registro di sistema in memoria, è necessario ripristinare l'hive di sistema. Per eseguire questo passaggio, usare l'ambiente di ripristino di Windows o usare il disco di ripristino di emergenza (ERD) per copiare i file dalla directory C:\Windows\System32\config\RegBack in C:\Windows\System32\config.

Se il problema persiste, è possibile ripristinare il backup dello stato del sistema in un percorso alternativo e quindi recuperare gli hive del Registro di sistema da sostituire.

Nota

A partire da Windows 10 versione 1803, Windows non esegue più automaticamente il backup del Registro di sistema nella cartella RegBack. Questa modifica è progettata per contribuire a ridurre le dimensioni complessive del footprint del disco di Windows. Per ripristinare un sistema con un hive del Registro di sistema danneggiato, Microsoft consiglia di usare un punto di ripristino del sistema. Per altre informazioni, vedere Il backup del Registro di sistema non viene più eseguito nella cartella RegBack a partire da Windows 10 versione 1803.

Fase del kernel

Se il sistema si blocca durante la fase del kernel, si verificano più sintomi o si ricevono più messaggi di errore. Questi messaggi di errore includono, a titolo esemplificativo, gli esempi seguenti:

Per risolvere questi problemi, provare le opzioni di avvio di ripristino seguenti una alla volta.

Scenario 1: provare ad avviare il computer in modalità provvisoria o ultima configurazione valida nota

Nella schermata Opzioni di avvio avanzate provare ad avviare il computer in modalità provvisoria o in modalità provvisoria con rete. Se una di queste opzioni funziona, usare Visualizzatore eventi per identificare e diagnosticare la causa del problema di avvio. Per visualizzare gli eventi registrati nei log eventi, seguire questa procedura:

  1. Usare uno dei metodi seguenti per aprire Visualizzatore eventi:

    • Passare al menu Start, selezionare Strumenti di amministrazione e quindi selezionare Visualizzatore eventi.

    • Avviare lo snap-in Visualizzatore eventi in Microsoft Management Console (MMC).

  2. Nell'albero della console espandere Visualizzatore eventi e quindi selezionare il log da visualizzare. Ad esempio, scegliere Log di sistema o Registro applicazioni.

  3. Nel riquadro dei dettagli aprire l'evento da visualizzare.

  4. Dal menu Modifica, selezionare Copia. Aprire un nuovo documento nel programma in cui si vuole incollare l'evento. Ad esempio, Microsoft Word. Selezionare quindi Incolla.

  5. Usare la freccia su o il tasto freccia GIÙ per visualizzare la descrizione dell'evento precedente o successivo.

Avvio pulito

Per risolvere i problemi che interessano i servizi, eseguire un avvio pulito usando Configurazione di sistema (msconfig). Selezionare Avvio selettivo per testare i servizi uno alla volta per determinare quale causa del problema. Se non è possibile trovare la causa, provare a includere i servizi di sistema. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, il servizio problematico è di terze parti.

Disabilitare qualsiasi servizio che si ritiene difettoso e provare a riavviare il computer selezionando Avvio normale.

Per istruzioni dettagliate, vedere Come eseguire un avvio pulito in Windows.

Se il computer viene avviato in modalità Disabilita firma driver, avviare il computer in modalità Disabilita imposizione firma driver e quindi seguire i passaggi descritti nell'articolo seguente per determinare quali driver o file richiedono l'imposizione della firma del driver: Risoluzione dei problemi di avvio causati dalla firma del driver mancante (x64)

Nota

Se il computer è un controller di dominio, provare la modalità di ripristino di Servizi directory.If the computer is a domain controller, try Directory Services Restore mode (DSRM).

Questo metodo è un passaggio importante se si verifica l'errore Stop "0xC00002E1" o "0xC00002E2"

Esempi

Avviso

L'errata modifica del Registro di sistema tramite l'editor o un altro metodo può causare seri problemi. che potrebbero richiedere la reinstallazione del sistema operativo. Microsoft non può garantire che questi problemi possano essere risolti. La modifica del Registro di sistema è a rischio e pericolo dell'utente.

Codice di errore INACCESSIBLE_BOOT_DEVICE (0x7B STOP)

Per risolvere questo errore di arresto, seguire questa procedura per filtrare i driver:

  1. Passare a Ambiente ripristino Windows inserendo un disco ISO del sistema nell'unità disco. L'ISO deve essere della stessa versione di Windows o di una versione successiva.

  2. Aprire il Registro di sistema.

  3. Caricare l'hive di sistema e denominarlo test.

  4. Nella sottochiave del Registro di sistema seguente verificare la presenza di elementi filtro inferiore e filtro superiore per i driver non Microsoft:

    HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ControlSet001\Control\Class

  5. Per ogni driver di terze parti individuato, selezionare il filtro superiore o inferiore e quindi eliminare i dati del valore.

  6. Cercare elementi simili nell'intero Registro di sistema. Elaborare in base alle esigenze e quindi scaricare l'hive del Registro di sistema.

  7. Riavviare il server in modalità normale.

Per altri passaggi per la risoluzione dei problemi, vedere Risoluzione avanzata dell'errore 7B o Inaccessible_Boot_Device.

Per risolvere i problemi che si verificano dopo l'installazione degli aggiornamenti di Windows, verificare la presenza di aggiornamenti in sospeso attenendosi alla procedura seguente:

  1. Aprire una finestra del prompt dei comandi in WinRE.

  2. Eseguire il comando seguente:

    DISM /image:C:\ /get-packages
    
  3. Se sono presenti aggiornamenti in sospeso, disinstallarli eseguendo i comandi seguenti:

    DISM /image:C:\ /remove-package /packagename: name of the package
    
    DISM /Image:C:\ /Cleanup-Image /RevertPendingActions
    

    Provare ad avviare il computer.

Se il computer non viene avviato, seguire questa procedura:

  1. Aprire una finestra del prompt dei comandi in WinRE e avviare un editor di testo, ad esempio blocco note.

  2. Passare all'unità di sistema e cercare windows\winsxs\pending.xml.

  3. Se viene trovato il file pending.xml , rinominare il file come pending.xml.old.

  4. Aprire il Registro di sistema e quindi caricare l'hive del componente in HKEY_LOCAL_MACHINE come test.

  5. Evidenziare l'hive di test caricato e quindi cercare il valore pendingxmlidentifier.

  6. Se il valore pendingxmlidentifier esiste, eliminarlo.

  7. Scaricare l'hive di test.

  8. Caricare l'hive di sistema, denominarlo test.

  9. Passare alla sottochiave seguente:

    HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\ControlSet001\Services\TrustedInstaller

  10. Modificare il valore Start da 1 a 4.

  11. Scaricare l'hive.

  12. Provare ad avviare il computer.

Se l'errore Stop si verifica in ritardo nel processo di avvio o se l'errore Stop è ancora in fase di generazione, è possibile acquisire un dump di memoria. Un dump di memoria valido può aiutare a determinare la causa radice dell'errore Stop. Per altre informazioni, vedere Generare un kernel o completare il dump di arresto anomalo.

Per altre informazioni sui problemi relativi ai file di pagina in Windows 10 o Windows Server 2016, vedere Introduzione ai file di pagina.

Per altre informazioni sugli errori di arresto, vedere Risoluzione avanzata dei problemi relativi all'errore di arresto o all'errore della schermata blu.

A volte il file di dump mostra un errore correlato a un driver. Ad esempio, windows\system32\drivers\stcvsm.sys è mancante o danneggiato. In questa istanza seguire queste linee guida:

  • Controllare la funzionalità fornita dal driver. Se il driver è un driver di avvio di terze parti, assicurarsi di capire cosa fa.

  • Se il driver non è importante e non ha dipendenze, caricare l'hive di sistema e quindi disabilitare il driver.

  • Se l'errore di arresto indica il danneggiamento del file di sistema, eseguire il controllo file di sistema in modalità offline.

    • Per eseguire questa azione, aprire WinRE, aprire un prompt dei comandi e quindi eseguire il comando seguente:

      SFC /Scannow /OffBootDir=C:\ /OffWinDir=C:\Windows
      

      Per altre informazioni, vedere Uso del controllo file di sistema (SFC) per risolvere i problemi.

    • Se si verifica un danneggiamento del disco, eseguire il comando controlla disco:

      chkdsk /f /r
      
  • Se l'errore Stop indica il danneggiamento generale del Registro di sistema o se si ritiene che siano stati installati nuovi driver o servizi, seguire questa procedura:

    1. Avviare WinRE e aprire una finestra del prompt dei comandi.
    2. Avviare un editor di testo, ad esempio Blocco note.
    3. Passare a C:\Windows\System32\Config\.
    4. Rinominare tutti e cinque gli hive aggiungendo .old al nome.
    5. Copiare tutti gli hive dalla cartella Regback , incollarli nella cartella Config e quindi provare ad avviare il computer in modalità Normale.

Nota

A partire da Windows 10 versione 1803, Windows non esegue più automaticamente il backup del Registro di sistema nella cartella RegBack. Questa modifica è progettata per contribuire a ridurre le dimensioni complessive del footprint del disco di Windows. Per ripristinare un sistema con un hive del Registro di sistema danneggiato, Microsoft consiglia di usare un punto di ripristino del sistema. Per altre informazioni, vedere Il backup del Registro di sistema non viene più eseguito nella cartella RegBack a partire da Windows 10 versione 1803.