Esercitazione: Aggiungere Istanza gestita di SQL a un gruppo di failover

Si applica a: Istanza gestita di SQL di Azure

Aggiungere istanze gestite di Istanza gestita di SQL di Azure a un gruppo di failover automatico.

In questa esercitazione verranno illustrate le procedure per:

  • Creare un'istanza gestita primaria.
  • Creare un'istanza gestita secondaria come parte di un gruppo di failover.
  • Failover di test.

Esistono diversi modi per stabilire la connettività tra istanze gestite in aree di Azure diverse, tra cui:

Questa esercitazione illustra i passaggi per il peering di rete virtuale globale. Se si preferisce usare i gateway ExpressRoute o VPN, sostituire i passaggi di peering di conseguenza o passare al passaggio 7 se sono già configurati gateway ExpressRoute o VPN.

Importante

Prerequisiti

Per completare questa esercitazione, accertarsi di avere:

Creare un gruppo di risorse e un'istanza gestita primaria

In questo passaggio si userà il portale di Azure o PowerShell per creare il gruppo di risorse e l'istanza gestita primaria per il gruppo di failover.

Distribuire entrambe le istanze gestite in aree associate per motivi di prestazioni della replica dei dati. Le istanze gestite che risiedono nelle aree geografiche hanno prestazioni di replica dei dati molto migliori rispetto alle istanze che risiedono in aree non abbinate.

Usare il portale di Azure per creare il gruppo di risorse e l'istanza gestita primaria.

  1. Selezionare Azure SQL nel menu a sinistra nel portale di Azure. Se Azure SQL non è presente nell'elenco, selezionare Tutti i servizi e quindi digitare Azure SQL nella casella di ricerca. (Facoltativo) Selezionare la stella accanto ad Azure SQL per aggiungerlo ai Preferiti e come elemento del riquadro di spostamento sinistro.

  2. Selezionare + Aggiungi per aprire la pagina Selezionare l'opzione di distribuzione SQL. È possibile visualizzare informazioni aggiuntive sui diversi database selezionando Mostra dettagli nel riquadro Database.

  3. Selezionare Crea nel riquadro Istanze gestite di SQL.

    Selezionare Istanza gestita di SQL

  4. Nella scheda Generale della pagina Crea Istanza gestita di database SQL di Azure:

    1. In Dettagli del progetto selezionare la sottoscrizione dall'elenco a discesa e quindi scegliere Crea nuovo per creare il gruppo di risorse. Digitare un nome per il gruppo di risorse, ad esempio myResourceGroup.
    2. In Dettagli dell'istanza gestita immettere il nome dell'istanza gestita e l'area in cui si vuole distribuire l'istanza gestita. Lasciare i valore predefiniti per Calcolo e archiviazione.
    3. In Account amministratore immettere un account di accesso amministratore, ad esempio azureuser, e una password amministratore complessa.

    Creare l'istanza gestita primaria

  5. Lasciare i valori predefiniti per le altre impostazioni e selezionare Rivedi e crea per rivedere le impostazioni di Istanza gestita di SQL.

  6. Selezionare Crea per creare l'istanza gestita primaria.

Creare la rete virtuale secondaria

Se si usa il portale di Azure per creare l'istanza gestita secondaria, è necessario creare la rete virtuale prima di creare l'istanza per assicurarsi che le subnet dell'istanza primaria e secondaria non abbiano intervalli di indirizzi IP sovrapposti. Se si usa PowerShell per configurare l'istanza gestita, continuare direttamente con il passaggio 3.

Per verificare l'intervallo di subnet della rete virtuale primaria, seguire questa procedura:

  1. Nel portale di Azure passare al gruppo di risorse e selezionare la rete virtuale per l'istanza primaria.

  2. Selezionare Subnet in Impostazioni e prendere nota dell'intervallo di indirizzi della subnet creato automaticamente durante la creazione dell'istanza primaria. L'intervallo di indirizzi IP della subnet della rete virtuale per l'istanza gestita secondaria non deve sovrapporsi all'intervallo di indirizzi IP dell'istanza primaria di hosting della subnet.

    Subnet primaria

Per creare una rete virtuale, seguire questa procedura:

  1. Nel portale di Azure selezionare Crea risorsa e cercare rete virtuale.

  2. Selezionare l'opzione Rete virtuale e quindi selezionare Crea nella pagina successiva.

  3. Compilare i campi obbligatori per configurare la rete virtuale per l'istanza gestita secondaria e quindi selezionare Crea.

    La tabella seguente illustra i campi obbligatori e i valori corrispondenti per la rete virtuale secondaria:

    Campo valore
    Nome Nome della rete virtuale che deve essere usata dall'istanza gestita secondaria, ad esempio vnet-sql-mi-secondary.
    Spazio indirizzi Spazio indirizzi della rete virtuale, ad esempio 10.128.0.0/16.
    Sottoscrizione Sottoscrizione in cui trovano l'istanza gestita primaria e il gruppo di risorse.
    Area Località in cui si distribuirà l'istanza gestita secondaria.
    Subnet Nome della subnet. default viene offerto come nome predefinito.
    Intervallo di indirizzi Intervallo di indirizzi IP per la subnet, ad esempio 10.128.0.0/24. Non deve sovrapporsi all'intervallo di indirizzi IP usato dalla subnet della rete virtuale dell'istanza gestita primaria.

    Valori della rete virtuale secondaria

Creare un'istanza gestita secondaria

In questo passaggio si creerà un'istanza gestita secondaria, che configurerà anche la rete tra le due istanze gestite.

La seconda istanza gestita deve essere:

  • Vuoto, ad esempio senza database utente.
  • Ospitato in una subnet di rete virtuale senza intervallo di indirizzi IP si sovrappone alla subnet della rete virtuale che ospita l'istanza gestita primaria.
  1. Selezionare Azure SQL nel menu a sinistra nel portale di Azure. Se Azure SQL non è presente nell'elenco, selezionare Tutti i servizi e quindi digitare Azure SQL nella casella di ricerca. (Facoltativo) Selezionare la stella accanto a Azure SQL per aggiungerla come elemento preferito nel riquadro di spostamento a sinistra.

  2. Selezionare + Aggiungi per aprire la pagina Selezionare l'opzione di distribuzione SQL. È possibile visualizzare informazioni aggiuntive sui diversi database selezionando Mostra dettagli nel riquadro Database.

  3. Selezionare Crea nel riquadro Istanze gestite di SQL.

    Selezionare Istanza gestita di SQL

  4. Nella scheda Generale della pagina Crea Istanza gestita di database SQL di Azure compilare i campi obbligatori per configurare l'istanza gestita secondaria.

    La tabella seguente mostra i valori necessari per l'istanza gestita secondaria:

    Campo valore
    Sottoscrizione Sottoscrizione di Azure in cui creare l'istanza. Quando si usa portale di Azure, deve essere la stessa sottoscrizione di per l'istanza primaria.
    Gruppo di risorse Gruppo di risorse in cui creare un'istanza gestita secondaria.
    SQL Managed Instance name (Nome dell'istanza gestita di SQL) Nome della nuova istanza gestita secondaria, ad esempio sql-mi-secondary.
    Area Area di Azure per l'istanza gestita secondaria.
    SQL Managed Instance admin login (Account di accesso amministratore per l'istanza gestita di SQL) Account di accesso per la nuova istanza gestita secondaria, ad esempio azureuser.
    Password Password complessa che verrà usata dall'account di accesso amministratore per la nuova istanza gestita secondaria.
  5. Nella scheda Rete, per il Rete virtuale, selezionare dall'elenco a discesa la rete virtuale creata in precedenza per l'istanza gestita secondaria.

    Rete dell'istanza gestita secondaria

  6. Nella scheda Impostazioni aggiuntive per Replica geografica scegliere per Usa come failover secondario. Selezionare dall'elenco a discesa l'istanza gestita primaria.

    Verificare che le regole di confronto e il fuso orario corrispondano a quelli dell'istanza gestita primaria. L'istanza gestita primaria creata in questa esercitazione usava l'impostazione predefinita delle regole di confronto SQL_Latin1_General_CP1_CI_AS e il fuso orario (UTC) Coordinated Universal Time.

    Rete dell'istanza gestita secondaria

  7. Selezionare Rivedi e crea per rivedere le impostazioni per l'istanza gestita secondaria.

  8. Selezionare Crea per creare l'istanza gestita secondaria.

Creare un peering di rete virtuale globale

Nota

I passaggi elencati di seguito creeranno collegamenti di peering tra le reti virtuali in entrambe le direzioni.

  1. Nella portale di Azure passare alla risorsa Rete virtuale per l'istanza gestita primaria.
  2. Selezionare Peering in Impostazioni e quindi selezionare + Aggiungi.

Screenshot della pagina peering per VNetA

  1. Immettere o selezionare i valori per le impostazioni seguenti:

    Impostazioni Descrizione
    Questa rete virtuale
    Nome del collegamento di peering il nome per il peering deve essere univoco all'interno della rete virtuale.
    Traffico verso la rete virtuale remota Selezionare Consenti (impostazione predefinita) per abilitare la comunicazione tra le due reti virtuali tramite il flusso predefinito VirtualNetwork . L'abilitazione della comunicazione tra reti virtuali consente alle risorse connesse a una rete virtuale di comunicare tra loro con la stessa larghezza di banda e la stessa latenza come se fossero connesse alla stessa rete virtuale. Tutte le comunicazioni tra le risorse nelle due reti virtuali avvengono tramite la rete privata di Azure.
    Traffico inoltrato dalla rete virtuale remota Sia l'opzione Consentito (impostazione predefinita) che l'opzione Blocca funzionerà per questa esercitazione. Per altre informazioni, vedere Creare un peering
    Gateway di rete virtuale o server di route Selezionare Nessuno. Per altre informazioni sulle altre opzioni disponibili, vedere Creare un peering.
    Rete virtuale remota
    Nome del collegamento di peering Nome dello stesso peering da usare nella rete virtuale che ospita l'istanza secondaria.
    Modello di distribuzione della rete virtuale Selezionare Resource Manager.
    Conosco l'ID della risorsa Lasciare deselezionata questa casella di controllo.
    Subscription Selezionare la sottoscrizione di Azure della rete virtuale che ospita l'istanza secondaria con cui si vuole eseguire il peering.
    Rete virtuale Selezionare la rete virtuale che ospita l'istanza secondaria con cui si vuole eseguire il peering. Se la rete virtuale è elencata, ma disattivata, è possibile che lo spazio indirizzi per la rete virtuale si sovrapponga allo spazio indirizzi per questa rete virtuale. Se gli spazi indirizzi delle reti virtuali si sovrappongono, non è possibile eseguire il peering.
    Traffico verso la rete virtuale remota Selezionare Consenti (impostazione predefinita)
    Traffico inoltrato dalla rete virtuale remota Sia l'opzione Consentito (impostazione predefinita) che l'opzione Blocca funzionerà per questa esercitazione. Per altre informazioni, vedere Creare un peering.
    Gateway di rete virtuale o server di route Selezionare Nessuno. Per altre informazioni sulle altre opzioni disponibili, vedere Creare un peering.
  2. Fare clic su Aggiungi per configurare il peering con la rete virtuale selezionata. Dopo alcuni secondi, selezionare il pulsante Aggiorna e lo stato del peering cambierà da Aggiornamento a Connesso.

    Stato del peering di rete virtuale nella pagina peering

Creare un gruppo di failover

In questo passaggio si creerà il gruppo di failover e si aggiungeranno le due istanze gestite.

Creare il gruppo di failover con il portale di Azure.

  1. Selezionare Azure SQL nel menu a sinistra nel portale di Azure. Se Azure SQL non è presente nell'elenco, selezionare Tutti i servizi e quindi digitare Azure SQL nella casella di ricerca. (Facoltativo) Selezionare la stella accanto a Azure SQL per aggiungerla come elemento preferito nel riquadro di spostamento a sinistra.

  2. Selezionare l'istanza gestita primaria creata nella prima sezione, ad esempio sql-mi-primary.

  3. In Gestione dati passare a Gruppi di failover e quindi scegliere Aggiungi gruppo per aprire la pagina Gruppo di failover dell'istanza .

    Aggiungere un gruppo di failover

  4. Nella pagina Gruppo di failover dell'istanza digitare il nome del gruppo di failover, ad esempio failovergrouptutorial. quindi scegliere l'istanza gestita secondaria, ad esempio sql-mi-secondary, dall'elenco a discesa. Fare clic su Crea per creare il gruppo di failover.

    Create failover group

  5. Al termine della distribuzione del gruppo di failover, si tornerà alla pagina Gruppo di failover.

Failover di test

In questo passaggio verrà eseguito il failover del gruppo di failover nel server secondario e quindi il failback usando il portale di Azure.

Testare il failover con il portale di Azure.

  1. Passare all'istanza gestita secondaria con il portale di Azure e selezionare Gruppi di failover dell'istanza nelle impostazioni.

  2. Prendere nota delle istanze gestite nel ruolo primario e nel ruolo secondario.

  3. Selezionare Failover e quindi selezionare nell'avviso relativo alla disconnessione delle sessioni TDS.

    Eseguire il failover del gruppo di failover

  4. Verificare che l'istanza gestita sia l'istanza primaria e quale istanza gestita sia quella secondaria. Se il failover è riuscito, le due istanze dovrebbero essersi scambiate i ruoli.

    Le istanze gestite si sono scambiate i ruoli dopo il failover

  5. Passare alla nuova istanza gestita secondaria e selezionare Failover ancora una volta per eseguire il failback dell'istanza primaria al ruolo primario.

Pulire le risorse

Pulire le risorse eliminando prima le istanze gestite, quindi il cluster virtuale, poi le eventuali risorse rimanenti e infine il gruppo di risorse. Il gruppo di failover verrà eliminato automaticamente quando si elimina una delle due istanze.

  1. Passare al gruppo di risorse nel portale di Azure.
  2. Selezionare l'istanza o le istanze gestite, quindi selezionare Elimina. Digitare yes nella casella di testo per confermare che si vuole eliminare la risorsa, quindi selezionare Elimina. L'esecuzione di questa procedura in background può richiedere del tempo e, finché non viene completata, non sarà possibile eliminare il cluster virtuale o altre risorse dipendenti. Monitorare l'eliminazione nella scheda Attività per verificare che l'istanza gestita sia stata eliminata.
  3. Una volta eliminata l'istanza gestita, eliminare il cluster virtuale selezionandolo nel gruppo di risorse e quindi scegliendo Elimina. Digitare yes nella casella di testo per confermare che si vuole eliminare la risorsa, quindi selezionare Elimina.
  4. Eliminare eventuali risorse rimanenti. Digitare yes nella casella di testo per confermare che si vuole eliminare la risorsa, quindi selezionare Elimina.
  5. Eliminare il gruppo di risorse selezionando Elimina gruppo di risorse, digitando il relativo nome, myResourceGroup, quindi selezionando Elimina.

Script completo

Non sono disponibili script per il portale di Azure.

Passaggi successivi

In questa esercitazione si è configurato un gruppo di failover tra due istanze gestite. Si è appreso come:

  • Creare un'istanza gestita primaria.
  • Creare un'istanza gestita secondaria come parte di un gruppo di failover.
  • Testare il failover.

Passare all'argomento di avvio rapido successivo che illustra come connettersi a Istanza gestita di SQL e come ripristinare un database in Istanza gestita di SQL: