Introduzione a Git in Azure Repos

Azure DevOps Services | Azure DevOps Server 2022 - Azure DevOps Server 2019 | TFS 2018

| di Visual Studio 2019 Visual Studio 2022

Introduzione allo sviluppo del codice usando Azure Repos e repository Git. È possibile usare i comandi di Visual Studio o Git per clonare un repository, definire rami locali, eseguire il commit e eseguire il push delle modifiche e sincronizzarli con altri utenti. Se è necessario creare o importare un repository, vedere Creare un nuovo repository Git nel progetto o Importare un repository Git.

Nota

Questo articolo descrive come usare Visual Studio per gestire Azure Repos repository Git. Usando procedure simili, è possibile usare Visual Studio per gestire i repository GitHub. Per clonare un repository GitHub, ottenere l'URL come descritto in Clonazione di un repository.

Per una panoramica del flusso di lavoro Git, vedere Azure Repos esercitazione su Git.

Nota

Visual Studio 2019 versione 16.8 e versioni successive forniscono un nuovo menu Git per la gestione del flusso di lavoro Git con un cambio di contesto minore rispetto a Team Explorer. Le procedure fornite in questo articolo nella scheda Visual Studio forniscono informazioni per l'uso dell'esperienza Git e di Team Explorer. Per altre informazioni, vedere Confronto side-by-side di Git e Team Explorer.

Prerequisiti

  • I repos devono essere abilitati nelle impostazioni del progetto Azure DevOps. Se l'hub Repos e le pagine associate non vengono visualizzate, vedere Attivare o disattivare un servizio Azure DevOps per ripristinare repos.

  • Per visualizzare il codice nei progetti privati, è necessario essere membro di un progetto Azure DevOps con livello di accesso di base o superiore. Per i progetti pubblici, tutti possono visualizzare il codice.

  • Per clonare o contribuire al codice per un progetto privato, è necessario essere un membro del gruppo di sicurezza Collaboratori o disporre del set di autorizzazioni corrispondente. Per i progetti pubblici, chiunque può clonare e contribuire al codice. Per altre informazioni, vedere Informazioni su un progetto pubblico?

    Nota

    Per i progetti pubblici, gli utenti hanno concesso l'accesso completo agli stakeholder per Azure Repos.

  • I repos devono essere abilitati nelle impostazioni del progetto Azure DevOps. Se l'hub Repos e le pagine associate non vengono visualizzate, vedere Attivare o disattivare un servizio Azure DevOps per ripristinare repos.

  • Per visualizzare il codice, è necessario essere un membro del progetto Azure DevOps con accesso di base o versione successiva. Se non si è un membro del progetto, aggiungere.

  • Per clonare o contribuire al codice, è necessario essere un membro del gruppo di sicurezza Collaboratori o disporre delle autorizzazioni corrispondenti nel progetto da modificare.

  • Per visualizzare il codice, è necessario essere membro di un progetto Azure DevOps con accesso di base o versione successiva. Se non si è un membro del progetto, aggiungere.

  • Per clonare o contribuire al codice, è necessario essere un membro del gruppo di sicurezza Collaboratori o disporre delle autorizzazioni corrispondenti.

Per altre informazioni sulle autorizzazioni e sull'accesso, vedere Repository Git predefinito e autorizzazioni di ramo eInformazioni sui livelli di accesso.

Ottenere il codice

È possibile clonare un repository Git remoto per crearne una copia locale. La clonazione crea entrambe una copia del codice sorgente per l'uso e le informazioni sul controllo della versione in modo che Git possa gestire il codice sorgente.

Se si preferisce creare un repository locale senza clonare, vedere Creare un nuovo repository Git. Dopo aver creato il repository locale, è possibile procedere con il commit, la condivisione e la sincronizzazione del lavoro.

Visual Studio 2022 offre un'esperienza di controllo della versione Git usando il menu Git, Le modifiche Git e i menu di scelta rapida in Esplora soluzioni. Visual Studio 2019 versione 16.8 offre anche l'interfaccia utente Git di Team Explorer . Per altre informazioni, vedere la scheda Visual Studio 2019 - Team Explorer .

  1. Dal menu Git sulla barra dei menu scegliere Clona repository...

    Screenshot dell'opzione

  2. Nella finestra Clonare un repository immettere il percorso del repository remoto e il percorso della cartella per il repository clonato. Se non si conosce il percorso del repository remoto, selezionare Azure DevOps dalle opzioni Sfoglia un repository .

    Screenshot della finestra

  3. Selezionare Clona. Dopo aver clonato un repository Git, Visual Studio rileva il repository e lo aggiunge all'elenco dei repository locali nel menu Git.

    Screenshot dell'opzione

Nota

Con Azure DevOps Services, il formato per l'URL del progetto è dev.azure.com/{your organization}/{your project}. Tuttavia, il formato precedente che fa riferimento al visualstudio.com formato è ancora supportato. Per altre informazioni, vedere Introduzione ad Azure DevOps, Cambiare le organizzazioni esistenti per usare il nuovo URL del nome di dominio.

Eseguire il commit del lavoro

I rami Git isolano le modifiche da altre operazioni nel progetto. Il flusso di lavoro Git consigliato consiste nell'usare un nuovo ramo per ogni funzionalità o correzione su cui si lavora. Si effettuano commit nel repository Git locale per salvare le modifiche in tale ramo.

  1. Scegliere Nuovo ramo dal menu Git nella barra dei menu per aprire la finestra Crea un nuovo ramo.

    Screenshot dell'opzione

  2. Nella finestra Crea un nuovo ramo immettere un nome di ramo descrittivo per comunicare ad altri utenti il funzionamento del ramo. Per impostazione predefinita, Visual Studio crea il nuovo ramo dal ramo corrente. La casella di controllo Checkout branch consente di passare automaticamente al ramo appena creato. Selezionare Crea.

    Screenshot della finestra

  3. Aggiungere un file README.md al repository clonato. In Esplora soluzioni è possibile esplorare il contenuto del repository usando Visualizzazione cartelle o aprire soluzioni di Visual Studio nel repository. Git tiene traccia delle modifiche apportate sia all'interno che all'esterno di Visual Studio.

  4. Quando si è soddisfatti delle modifiche, salvarle in Git usando un commit. Nella finestra Modifiche Git immettere un messaggio che descrive le modifiche e quindi selezionare Commit All (Esegui commit tutto). Eseguire il commit di tutte le modifiche non salvate e ignorare l'area di gestione temporanea. È possibile scegliere di eseguire il commit di tutti i file prima di eseguire il commit selezionando il pulsante fase all + (più) nella parte superiore della sezione Modifiche nella finestra Modifiche Git .

    Screenshot del pulsante 'Commit All' nella finestra 'Git Changes' in Visual Studio.

    Selezionare il collegamento informazioni sul commit per ottenere altri dettagli sul commit.

    Screenshot che mostra il collegamento informazioni sul commit in Visual Studio.

Nota

Se sono presenti più file e non si vuole eseguirne il commit, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse su ogni file e scegliere Fase. Dopo aver eseguito il commit di tutti i file di cui si vuole eseguire il commit, selezionare Commit staged .When you've stagingd all'in stagingd, select Commit Staged. Commit Stagingd sostituisce Commit All quando si esegue manualmente la fase delle modifiche.

Screenshot dell'opzione Fase nella finestra

Condividere le modifiche

Dopo aver aggiunto uno o più commit a un ramo e si è pronti per condividere tali modifiche con altri utenti, eseguire il push dei commit in modo che altri possano visualizzarli.

Dopo aver eseguito il push dei commit, è possibile creare una richiesta pull. Una richiesta pull consente ad altri utenti di sapere che si vuole rivedere le modifiche. Dopo l'approvazione, una richiesta pull aggiunge in genere le modifiche al ramo predefinito del repository remoto.

  1. Nella finestra Modifiche Git selezionare il pulsante di scelta della freccia su per eseguire il push del commit.

    Screenshot del pulsante di selezione della freccia su nella finestra

    In alternativa, è possibile eseguire il push delle modifiche dalla finestra Repository Git . Per aprire la finestra Repository Git , selezionare il collegamento in uscita/in ingresso nella finestra Modifiche Git .

    Screenshot del collegamento

    In alternativa, è possibile eseguire il push delle modifiche dal menu Git sulla barra dei menu.

    Screenshot dell'opzione Push dal menu Git in Visual Studio.

  2. Creare una richiesta pull in modo che altri utenti possano esaminare le modifiche. Se è stato appena eseguito il push delle modifiche dalla finestra Modifiche Git, è possibile selezionare il collegamento Crea richiesta pull per aprire un Web browser in cui è possibile creare una nuova richiesta pull nel portale Web di Azure Repos.

    Screenshot del collegamento

    In alternativa, se è stato appena eseguito il push delle modifiche dalla finestra Repository Git , è possibile selezionare il collegamento Crea una richiesta pull nella parte superiore di tale finestra.

    Screenshot del collegamento

    In alternativa, è possibile fare clic con il pulsante destro del mouse su qualsiasi ramo nella finestra Repository Git e selezionare Crea richiesta pull.

    Screenshot dell'opzione di menu

Quando la richiesta pull viene aperta nel portale Web Azure Repos, verificare i rami di origine e di destinazione. In questo esempio si desidera unire i commit dal add-readme-file ramo al main ramo. Immettere un titolo e una descrizione facoltativa, specificare eventuali revisori, facoltativamente associare eventuali elementi di lavoro e quindi selezionare Crea.

Screenshot del modulo

Per altre informazioni sulle richieste pull, vedere l'esercitazione sulla richiesta pull .

Sincronizzazione con altri utenti

È possibile mantenere sincronizzati i rami locali con le loro controparti remote eseguendo il pull di commit creati da altri utenti. Anche se Git è utile per unire le modifiche in ingresso con le modifiche, a volte potrebbe essere necessario risolvere un conflitto di merge. Mentre si sta lavorando al ramo di funzionalità, è consigliabile passare periodicamente al main ramo e eseguire il pull di nuovi commit per mantenere aggiornato il ramo con il ramo remoto main .

Nella finestra Modifiche Git è possibile mantenere il ramo locale corrente con la controparte remota usando i pulsanti Fetch, Pull, Push e Sync.

Screenshot dei pulsanti Fetch, Pull, Push e Sync nella finestra

Da sinistra a destra nello screenshot precedente, i controlli del pulsante sono:

  • Recuperare i commit remoti che non si trovano nel ramo locale, ma non li unione.
  • Il pull esegue un recupero e quindi unisce i commit scaricati nel ramo locale.
  • Il push carica i commit non crittografati nel repository remoto, che li aggiunge al ramo remoto corrispondente.
  • La sincronizzazione esegue un pull e quindi un push.

È anche possibile selezionare Recupera, Pull, Push e Sincronizzazione dal menu Git.

Screenshot delle opzioni Fetch, Pull, Push e Sync nel menu Git in Visual Studio.