Condividi tramite


Usare gli endpoint servizio e le regole di rete virtuale per Database di Azure per MariaDB

Importante

Database di Azure per MariaDB è sul percorso di ritiro. È consigliabile eseguire la migrazione a Database di Azure per MySQL. Per altre informazioni sulla migrazione a Database di Azure per MySQL, vedere What's happening to Database di Azure per MariaDB?.

Le regole di rete virtuale rappresentano una funzionalità di sicurezza del firewall che consente di definire se il server di Database di Azure per MariaDB accetta le comunicazioni inviate da subnet specifiche nelle reti virtuali. Questo articolo spiega i motivi per cui la funzione delle regole di rete virtuale è talvolta la scelta ideale per consentire le comunicazioni con il server di Database di Azure per MariaDB.

Per creare una regola di rete virtuale, devono innanzitutto essere disponibili una rete virtuale (VNet) e un endpoint servizio di rete virtuale a cui la regola possa fare riferimento. La figura seguente illustra il funzionamento di un endpoint servizio di rete virtuale con Database di Azure per MariaDB:

Example of how a VNet Service Endpoint works

Nota

Questa funzionalità è disponibile in tutte le aree di Azure in cui Database di Azure per MariaDB viene distribuito nei server per utilizzo generico e ottimizzati per la memoria.

È anche possibile prendere in considerazione l'uso di collegamento privato per le connessioni. collegamento privato fornisce un indirizzo IP privato nella rete virtuale per il server Database di Azure per MariaDB.

Terminologia e descrizione

Rete virtuale: è possibile associare reti virtuali alla sottoscrizione di Azure.

Subnet: una rete virtuale contiene subnet. Le macchine virtuali (VM) di Azure esistenti vengono assegnate a subnet. Una subnet può contenere varie VM o altri nodi di calcolo. I nodi di calcolo esterni alla rete virtuale non possono accedervi, a meno che non si configuri la sicurezza in modo da consentirne l'accesso.

Endpoint servizio di rete virtuale: un endpoint servizio di rete virtuale è una subnet in cui i valori delle proprietà includono uno o più nomi formali di tipi di servizi Azure. Questo articolo è incentrato sul nome del tipo Microsoft.Sql, che fa riferimento al servizio Azure denominato Database SQL. Questo tag di servizio si applica ai servizi di Database di Azure per MariaDB, MySQL e PostgreSQL. È importante tenere presente che, quando si applica il tag di servizio Microsoft.Sql a un endpoint di servizio di rete virtuale, viene configurato il traffico dell'endpoint per tutti i server di Database SQL di Azure, Database di Azure per MariaDB, Database di Azure per MySQL e Database di Azure per PostgreSQL nella subnet.

Regola di rete virtuale: una regola di rete virtuale per il server di Database di Azure per MariaDB è una subnet presente nell'elenco di controllo di accesso (ACL) del server di Database di Azure per MariaDB. Per essere inclusa nell'elenco ACL del server di Database di Azure per MariaDB, la subnet deve contenere il nome tipo Microsoft.Sql.

Una regola di rete virtuale indica al server di Database di Azure per MariaDB di accettare le comunicazioni da ogni nodo che si trova nella subnet.

Vantaggi di una regola di rete virtuale

Finché non si interviene, le macchine virtuali nelle subnet non possono comunicare con il server di Database di Azure per MariaDB. Un'azione che stabilisce la comunicazione è la creazione di una regola di rete virtuale. La base logica per la scelta dell'approccio delle regole di rete virtuale richiede una discussione di confronto riguardo le opzioni di sicurezza concorrenti offerte dal firewall.

R. Consentire l'accesso ai servizi di Azure

Il riquadro Sicurezza connessione contiene un pulsante ON/OFF con l'etichetta Consenti l'accesso a Servizi di Azure. L'impostazione ON consente le comunicazioni da tutti gli indirizzi IP di Azure e tutte le subnet di Azure. Questi indirizzi IP o subnet di Azure potrebbero non essere di proprietà dell'utente. Questa impostazione ON è probabilmente più aperta rispetto al livello desiderato per l'istanza di Database di Azure per MariaDB. La funzione delle regole di rete virtuale offre un controllo molto più granulare.

B. Regole IP

Il firewall di Database di Azure per MariaDB consente di specificare gli intervalli di indirizzi IP da cui vengono accettate le comunicazioni nel server di Database di Azure per MariaDB. Questo approccio è ideale per gli indirizzi IP stabili esterni alla rete privata di Azure, ma molti nodi all'interno della rete privata di Azure sono configurati con indirizzi IP dinamici. Gli indirizzi IP dinamici potrebbero cambiare, ad esempio al riavvio di una macchina virtuale. Sarebbe inutile specificare un indirizzo IP dinamico in una regola del firewall, in un ambiente di produzione.

È possibile recuperare l'opzione IP ottenendo un indirizzo IP statico per la macchina virtuale. Per i dettagli, vedere Configurare indirizzi IP privati per una VM mediante il portale di Azure.

Tuttavia, l'approccio IP statico può diventare difficile da gestire ed è dispendioso a livello di scalabilità. Le regole di rete virtuale sono più semplici da creare e gestire.

Dettagli sulle regole di rete virtuale

Questa sezione illustra alcuni dettagli sulle regole di rete virtuale.

Una sola area geografica

Ogni endpoint servizio di rete virtuale si applica a una sola area di Azure. L'endpoint non consente ad altre aree di accettare le comunicazioni dalla subnet.

Ogni regola di rete virtuale è limitata all'area a cui si applica il relativo endpoint sottostante.

A livello di server, non a livello di database

Ogni regola di rete virtuale si applica all'intero server di Database di Azure per MariaDB, non solo a un determinato database nel server. In altre parole, la regola di rete virtuale si applica a livello di server, non a livello di database.

Ruoli di amministrazione di sicurezza

I ruoli di sicurezza sono distinti nell'amministrazione degli endpoint servizio di rete virtuale. Ogni ruolo indicato di seguito deve svolgere determinate azioni:

  • Amministratore di rete: attivare l'endpoint.
  • Amministratore di database: aggiornare l'elenco di controllo di accesso (ACL) per aggiungere la subnet specificata al server di Database di Azure per MariaDB.

Alternativa al controllo degli accessi in base al ruolo di Azure:

I ruoli di amministratore di rete e amministratore di database hanno più funzionalità di quelle necessarie a gestire le regole di rete virtuale. È necessario solo un subset delle relative funzionalità.

È possibile usare il controllo degli accessi in base al ruolo di Azure in Azure per creare un singolo ruolo personalizzato con solo il subset di funzionalità necessario. È possibile usare il ruolo personalizzato invece di coinvolgere l'Amministrazione di rete o l'Amministrazione database. L'area di attacco dell'esposizione alla sicurezza è inferiore se si aggiunge un utente a un ruolo personalizzato, anziché aggiungere l'utente agli altri due ruoli di amministratore principali.

Nota

In alcuni casi, Database di Azure per MariaDB e la subnet della rete virtuale sono in sottoscrizioni diverse. In questi casi è necessario garantire le configurazioni seguenti:

  • Entrambe le sottoscrizioni devono trovarsi nello stesso tenant di Microsoft Entra.
  • L'utente ha le autorizzazioni necessarie per avviare le operazioni, ad esempio abilitare gli endpoint di servizio e aggiungere una subnet della rete virtuale al server specificato.
  • Assicurarsi che sia la sottoscrizione dispongano del provider di risorse Microsoft.Sql che del provider di risorse Microsoft.DBforDb. Per altre informazioni, fare riferimento a resource-manager-registration.

Limiti

Per Database di Azure per MariaDB, la funzionalità delle regole di rete virtuale presenta le limitazioni seguenti:

  • Un'app Web può essere mappata a un indirizzo IP privato in una rete virtuale/subnet. Anche se gli endpoint di servizio sono attivati dalla rete virtuale/subnet specificata, le connessioni dall'app Web al server avranno come origine l'indirizzo IP pubblico di Azure, non la rete virtuale/subnet. Per abilitare la connettività da un'app Web a un server che dispone di regole del firewall della rete virtuale, è necessario selezionare Consenti ai servizi di Azure di accedere al server sul server.

  • Nel firewall per Database di Azure per MariaDB ogni regola di rete virtuale fa riferimento a una subnet. Tutte queste subnet cui viene fatto riferimento devono essere ospitate nella stessa area geografica che ospita Database di Azure per MariaDB.

  • Ogni server di Database di Azure per MariaDB può includere fino a 128 voci ACL per qualsiasi rete virtuale specificata.

  • Le regole di rete virtuale si applicano solo alle reti virtuali di Azure Resource Manager e non alle reti con un modello di distribuzione classica.

  • L'attivazione degli endpoint servizio di rete virtuale per Database di Azure per MariaDB tramite il tag del servizio Microsoft.Sql abilita anche gli endpoint per tutti i servizi di database di Azure: Database di Azure per MariaDB, Database di Azure per MySQL, Database di Azure per PostgreSQL, database SQL di Azure e Azure Synapse Analytics.

  • Gli endpoint di servizio di rete virtuale sono supportati solo per i server per utilizzo generico e ottimizzati per la memoria.

  • Se Microsoft.Sql è abilitato in una subnet, indica che si vogliono usare solo regole di rete virtuale per connettersi. Le regole del firewall non di rete virtuale delle risorse in tale subnet non funzioneranno.

  • Nel firewall, gli intervalli di indirizzi IP si applicano ai seguenti elementi di rete, ma non le regole di rete virtuale:

ExpressRoute

Se la rete è connessa alla rete di Azure con ExpressRoute, ogni circuito è configurato con due indirizzi IP pubblici in Microsoft Edge. I due indirizzi IP vengono usati per connettersi ai servizi Microsoft, ad esempio ad Archiviazione di Azure, usando il peering pubblico di Azure.

Per consentire le comunicazioni tra il circuito e Database di Azure per MariaDB, è necessario creare regole di rete IP per gli indirizzi IP pubblici dei circuiti. Per trovare gli indirizzi IP pubblici del circuito ExpressRoute, aprire un ticket di supporto in ExpressRoute tramite il portale di Azure.

Aggiunta di una regola del firewall di rete virtuale al server senza attivare gli endpoint servizio di rete virtuale

La semplice impostazione di una regola del firewall della rete virtuale non consente di proteggere il server nella rete virtuale. Per garantire la sicurezza, è anche necessario attivare gli endpoint servizio di rete virtuale. Quando si attivano gli endpoint servizio, la subnet della rete virtuale entra in un periodo di inattività fino al termine della transizione dallo stato inattivo a quello attivo. Questo vale soprattutto per le reti virtuali di grandi dimensioni. È possibile usare il flag IgnoreMissingServiceEndpoint per ridurre o eliminare il tempo di inattività durante la transizione.

È possibile impostare il flag IgnoreMissingServiceEndpoint usando l'interfaccia della riga di comando di Azure o il portale di Azure.

Passaggi successivi

Per articoli relativi alla creazione di regole di rete virtuale, vedere: