Configurare il ripristino di emergenza per una distribuzione di applicazioni SAP NetWeaver multilivello

La maggior parte delle distribuzioni SAP di medie e grandi dimensioni prevede una soluzione di ripristino di emergenza. L'importanza di soluzioni di ripristino di emergenza efficaci e testabili è aumentata con lo spostamento di un numero sempre maggiore di processi aziendali importanti in applicazioni come SAP. Azure Site Recovery è stata testato e integrato con le applicazioni SAP. Site Recovery supera le funzionalità della maggior parte delle soluzioni di ripristino di emergenza locali e con un costo totale inferiore rispetto alle soluzioni concorrenti.

Con Site Recovery è possibile:

  • Abilitare la protezione di applicazioni di produzione SAP NetWeaver e non NetWeaver in esecuzione in locale, eseguendo la replica dei componenti in Azure.
  • Abilitare la protezione di applicazioni di produzione SAP NetWeaver e non NetWeaver in esecuzione in Azure, eseguendo la replica dei componenti in un altro data center di Azure.
  • Semplificare la migrazione nel cloud usando Site Recovery per eseguire la migrazione della distribuzione SAP in Azure.
  • Semplificare gli aggiornamenti, i test e la prototipazione dei progetti SAP creando un clone di produzione su richiesta per testare le applicazioni SAP.

È possibile proteggere le distribuzioni di applicazioni SAP NetWeaver usando Azure Site Recovery. Questo articolo illustra le procedure consigliate per proteggere una distribuzione SAP NetWeaver a tre livelli in Azure quando si esegue la replica in un altro data center di Azure usando Site Recovery. L'articolo descrive scenari e configurazioni supportati e come eseguire failover di test (drill di ripristino di emergenza) e failover effettivi.

Prerequisiti

Prima di iniziare, assicurarsi di conoscere le procedure per eseguire le attività seguenti:

Scenari supportati

Con Site Recovery è possibile implementare una soluzione di ripristino di emergenza per gli scenari seguenti:

  • Sono disponibili sistemi SAP in esecuzione in un data center di Azure e vengono replicati in un altro data center di Azure (ripristino di emergenza da Azure ad Azure). Per altre informazioni, vedere Azure-to-Azure replication architecture (Architettura di replica da Azure ad Azure).
  • Sono disponibili sistemi SAP in esecuzione in server VMware (o fisici) in locale. Si replicano anche i sistemi SAP in un sito di ripristino di emergenza in un data center di Azure (ripristino di emergenza da VMware a Azure). Questo scenario prevede alcuni componenti aggiuntivi. Per altre informazioni, vedere VMware-to-Azure replication architecture (Architettura di replica da VMware ad Azure).
  • Sono disponibili sistemi SAP in esecuzione in Hyper-V locale. Si replicano anche i sistemi SAP in un sito di ripristino di emergenza in un data center di Azure (ripristino di emergenza hyper-V-to-Azure). Questo scenario prevede alcuni componenti aggiuntivi. Per altre informazioni, vedere Hyper-V-to-Azure replication architecture (Architettura di replica da Hyper-V ad Azure).

In questo articolo viene usato uno scenario di ripristino di emergenza da Azure a Azure . Lo scenario mostra le funzionalità di ripristino di emergenza SAP di Site Recovery. Poiché la replica di Site Recovery non varia in base all'applicazione, il processo descritto dovrebbe applicarsi anche ad altri scenari.

Servizi di base necessari

Nello scenario affrontato in questo articolo vengono distribuiti i servizi di base seguenti:

  • Azure ExpressRoute o gateway VPN di Azure
  • Almeno un server DNS e un controller di dominio Azure Active Directory in esecuzione in Azure

È consigliabile definire questa infrastruttura prima di distribuire Site Recovery.

Riferimento alla distribuzione di un'applicazione SAP

Questa architettura di riferimento esegue SAP NetWeaver in un ambiente Windows in Azure con disponibilità elevata. Questa architettura viene distribuita con dimensioni specifiche della macchina virtuale che è possibile modificare per soddisfare le esigenze dell'organizzazione.

Diagram of a typical SAP deployment pattern

Considerazioni sul ripristino di emergenza

Per il ripristino di emergenza, è necessario essere in grado di eseguire il failover in un'area secondaria. Ogni livello usa una strategia diversa per fornire protezione dal ripristino di emergenza.

Macchine virtuali che eseguono pool sap Web Dispatcher

Il componente Web Dispatcher funziona come servizio di bilanciamento del carico per il traffico SAP tra i server applicazioni SAP. Per ottenere una disponibilità elevata per il componente Web Dispatcher, Azure Load Balancer implementa la configurazione parallela di Web Dispatcher. Web Dispatcher usa una configurazione round robin per la distribuzione del traffico HTTP(S) tra i Dispatcher Web disponibili nel pool di balancer.

Macchine virtuali che eseguono pool di server applicazioni

La transazione SMLG gestisce i gruppi di accesso per ABAP server applicazioni. Usa la funzione di bilanciamento del carico all'interno del server messaggi di Servizi centrali per distribuire il carico di lavoro tra i pool di server applicazioni SAP per SAPGUIs e traffico RFC. È possibile replicare questa gestione usando Site Recovery.

Macchine virtuali che eseguono cluster SAP Central Services

Questa architettura di riferimento esegue Central Services in macchine virtuali nel livello applicazione. Servizi centrali è un potenziale punto di errore quando in una singola macchina virtuale. La distribuzione tipica e la disponibilità elevata non sono requisiti.

Per implementare una soluzione a disponibilità elevata, è possibile usare un cluster su disco condiviso o un cluster di condivisione file. Per configurare le macchine virtuali per un cluster di dischi condivisi, usare Windows Server Failover Cluster. È consigliabile usare il server di controllo cloud come controllo quorum.

Nota

Poiché Site Recovery non replica il server di controllo cloud, è consigliabile distribuire il server di controllo cloud nell'area di ripristino di emergenza.

Per supportare l'ambiente del cluster di failover, SIOS DataKeeper Cluster Edition esegue la funzione del volume condiviso del cluster. Nella funzione SIOS DataKeeper Cluster replica dischi indipendenti di proprietà dei nodi del cluster.

È anche possibile gestire il clustering implementando un cluster di condivisione file. SAP ha recentemente modificato il modello di distribuzione di Servizi centrali per accedere alle directory globali /sapmnt tramite un percorso UNC. È comunque consigliabile assicurarsi che la condivisione /sapmnt UNC sia a disponibilità elevata. È possibile controllare l'istanza di Servizi centrali. Usare Windows cluster di failover del server con Scale Out file server (SOFS) e la funzionalità Spazi di archiviazione diretta (S2D) in Windows Server 2016.

Nota

Site Recovery supporta attualmente solo la replica a punto coerente con arresto anomalo delle macchine virtuali che usano spazi di archiviazione diretti e il nodo passivo di SIOS Datakeeper.

Altre considerazioni sul ripristino di emergenza

È possibile usare Site Recovery per orchestrare il failover della distribuzione SAP completa in aree di Azure. Di seguito sono riportati i passaggi per configurare il ripristino di emergenza:

  1. Replicare le macchine virtuali
  2. Progettare una rete di ripristino
  3. Replicare un controller di dominio
  4. Replicare un livello dati di base
  5. Eseguire un failover di test
  6. Eseguire un failover

Di seguito è riportato il consiglio per il ripristino di emergenza di ogni livello usato in questo esempio.

Livelli di SAP Consiglio
Pool sap Web Dispatcher Eseguire la replica usando Site Recovery
Pool di server applicazioni SAP Eseguire la replica usando Site Recovery
Cluster SAP Central Services Eseguire la replica usando Site Recovery
Macchine virtuali di Active directory Usare la replica di Active Directory
Server di database SQL Usare la replica SQL Server Always On

Replicare le macchine virtuali

Per avviare la replica di tutte le macchine virtuali dell'applicazione SAP al data center di ripristino di emergenza di Azure, seguire le indicazioni in Replicare una macchina virtuale in Azure.

Configurazione della rete

Se si usa un indirizzo IP statico, è possibile specificare l'indirizzo IP che dovrà essere usato dalla macchina virtuale. Per impostare l'indirizzo IP, passare a Impostazioni> di rete Scheda interfaccia di rete.

Screenshot that shows how to set a private IP address in the Site Recovery Network interface card pane

Creare un piano di ripristino

Un piano di ripristino supporta la sequenziazione di vari livelli in un'applicazione multilivello durante un failover. La sequenziazione aiuta a mantenere la coerenza delle applicazioni. Quando si crea un piano di ripristino per un'applicazione Web multilivello, completare la procedura descritta in Creare un piano di ripristino con Site Recovery.

Aggiungere macchine virtuali a gruppi di failover

  1. Creare un piano di ripristino aggiungendo il server applicazioni, il dispatcher Web e le macchine virtuali di SAP Central Services.
  2. Selezionare Personalizza per raggruppare le macchine virtuali. Per impostazione predefinita, tutte le macchine virtuali fanno parte del gruppo 1.

Aggiungere script al piano di ripristino

Per il corretto funzionamento delle applicazioni, potrebbe essere necessario eseguire alcune operazioni nelle macchine virtuali di Azure. Eseguire queste operazioni dopo il failover o durante un failover di test. È anche possibile automatizzare alcune operazioni post-failover. Ad esempio, aggiornare la voce DNS e modificare associazioni e connessioni aggiungendo script corrispondenti al piano di ripristino.

È possibile distribuire gli script Site Recovery più usati nell'account Automazione di Azure selezionando Distribuisci in Azure. Quando si usa uno script pubblicato, seguire le indicazioni nello script.

Deploy to Azure

  1. Aggiungere uno script di pre-azione al gruppo 1 per eseguire il failover del gruppo di disponibilità SQL Server. Usare lo script ASR-SQL-FailoverAG pubblicato negli script di esempio. Seguire le indicazioni nello script e apportare le modifiche necessarie nello script in modo appropriato.
  2. Aggiungere uno script post-azione per collegare un servizio di bilanciamento del carico alle macchine virtuali di cui è stato eseguito il failover del livello Web (gruppo 1). Usare lo script ASR-AddSingleLoadBalancer pubblicato negli script di esempio. Seguire le indicazioni nello script e apportare le modifiche necessarie nello script in base alle esigenze.

SAP Recovery Plan

Eseguire un failover di test

  1. Nel portale di Azure selezionare l'insieme di credenziali di Servizi di ripristino.
  2. Selezionare il piano di ripristino creato per le applicazioni SAP.
  3. Selezionare Failover di test.
  4. Per avviare il processo di failover di test, selezionare il punto di recupero e la rete virtuale di Azure.
  5. Quando l'ambiente secondario diventa disponibile, eseguire le convalide.
  6. Al termine delle convalide, pulire l'ambiente di failover selezionando Pulisci failover di test.

Per altre informazioni, vedere Failover di test in Azure in Site Recovery.

Eseguire un failover

  1. Nel portale di Azure selezionare l'insieme di credenziali di Servizi di ripristino.
  2. Selezionare il piano di ripristino creato per le applicazioni SAP.
  3. Selezionare Failover.
  4. Per avviare il processo di failover, selezionare il punto di recupero.

Per altre informazioni, vedere Failover in Site Recovery.

Passaggi successivi