Funzionalità della macchina virtuale dell'hub di Azure Stack

Le macchine virtuali dell'hub di Azure Stack forniscono risorse di calcolo su richiesta e scalabili. Prima di distribuire macchine virtuali, è necessario apprendere le differenze tra le funzionalità della macchina virtuale disponibili nell'hub di Azure Stack e In Microsoft Azure. Questo articolo descrive queste differenze e identifica le considerazioni chiave per la pianificazione delle distribuzioni di macchine virtuali. Per informazioni sulle differenze di alto livello tra l'hub di Azure Stack e Azure, vedere l'articolo Considerazioni chiave .

Differenze tra macchine virtuali

Funzionalità Azure (globale) Hub di Azure Stack
Immagini di macchine virtuali L'Azure Marketplace include immagini che è possibile usare per creare una macchina virtuale. Vedere la pagina Azure Marketplace per visualizzare l'elenco di immagini disponibili nella Azure Marketplace. Per impostazione predefinita, non sono disponibili immagini in Azure Stack Hub Marketplace. L'amministratore cloud dell'hub di Azure Stack deve pubblicare o scaricare immagini in Azure Stack Hub Marketplace prima che gli utenti possano usarli.
Generazione del disco rigido virtuale La generazione di due macchine virtuali supporta le funzionalità chiave che non sono supportate nella generazione di una macchina virtuale. Queste funzionalità includono una maggior quantità di memoria, Intel Software Guard Extensions (Intel SGX) e la memoria persistente virtuale (vPMEM). La generazione di due macchine virtuali in esecuzione in locale include alcune funzionalità che non sono ancora supportate in Azure. Per altre informazioni, vedere Supporto per le macchine virtuali di seconda generazione in Azure L'hub di Azure Stack supporta una sola generazione di macchine virtuali. È possibile convertire una macchina virtuale di generazione da VHDX al formato di file VHD e dall'espansione dinamica a un disco di dimensioni fisse. Non è possibile modificare la generazione di una macchina virtuale. Per altre informazioni, vedere Supporto per le macchine virtuali di seconda generazione in Azure.
Dimensioni delle macchine virtuali Azure supporta un'ampia gamma di dimensioni per le macchine virtuali. Per informazioni sulle dimensioni e le opzioni disponibili, vedere le dimensioni e le dimensioni delle macchine virtuali di Azure. L'hub di Azure Stack supporta un subset di dimensioni delle macchine virtuali disponibili in Azure. Per visualizzare l'elenco delle dimensioni supportate, vedere la sezione Dimensioni della macchina virtuale di questo articolo.
Quote macchina virtuale I limiti di quota vengono impostati da Microsoft. L'amministratore cloud dell'hub di Azure Stack deve assegnare quote prima di offrire la macchina virtuale agli utenti.
Estensioni macchina virtuale Azure supporta un'ampia gamma di estensioni della macchina virtuale. Per informazioni sulle estensioni disponibili, vedere l'articolo estensioni e funzionalità della macchina virtuale . L'hub di Azure Stack supporta un subset di estensioni disponibili in Azure e ognuna delle estensioni include versioni specifiche. L'amministratore cloud di Azure Stack Hub può scegliere quali estensioni rendere disponibili per gli utenti. Per visualizzare l'elenco delle estensioni supportate, vedere la sezione estensioni della macchina virtuale di questo articolo.
Rete della macchina virtuale Gli indirizzi IP pubblici assegnati a una macchina virtuale tenant sono accessibili tramite Internet.


Le macchine virtuali di Azure hanno un nome DNS fisso.
Gli indirizzi IP pubblici assegnati a una macchina virtuale tenant sono accessibili solo nell'ambiente Azure Stack Development Kit. Un utente deve avere accesso al Kit di sviluppo di Azure Stack tramite RDP o VPN per connettersi a una macchina virtuale creata nell'hub di Azure Stack.

Le macchine virtuali create all'interno di un'istanza specifica dell'hub di Azure Stack hanno un nome DNS basato sul valore configurato dall'amministratore del cloud.
Archiviazione della macchina virtuale Supporta i dischi gestiti. I dischi gestiti sono supportati nell'hub di Azure Stack con la versione 1808 e versioni successive.
Prestazioni del disco della macchina virtuale Dipende dal tipo di disco e dalle dimensioni. Dipende dalle dimensioni della macchina virtuale a cui sono collegati i dischi. Per altre informazioni, vedere le dimensioni delle macchine virtuali supportate nell'articolo hub di Azure Stack .
Scambio disco del sistema operativo Se si dispone di una macchina virtuale esistente, ma si vuole scambiare il disco per un disco di backup o un altro disco del sistema operativo, è possibile scambiare i dischi del sistema operativo. Non è necessario eliminare e ricreare la macchina virtuale. È anche possibile usare un disco gestito in un altro gruppo di risorse, purché non sia già in uso. Lo scambio del disco del sistema operativo non è supportato nell'hub di Azure Stack.
Versioni dell'API Azure ha sempre le versioni api più recenti per tutte le funzionalità della macchina virtuale. L'hub di Azure Stack supporta servizi di Azure specifici e versioni API specifiche per questi servizi. Per visualizzare l'elenco delle versioni API supportate, vedere la sezione Versioni API di questo articolo.
Servizio metadati dell'istanza di Azure Il servizio metadati dell'istanza di Azure fornisce informazioni sull'esecuzione di istanze di macchine virtuali che possono essere usate per gestire e configurare la macchina virtuale. Il servizio metadati dell'istanza di Azure è disponibile come anteprima pubblica con l'hotfix dell'hub di Azure Stack 1.2108.2.73. Supporta lo spazio dei nomi Di rete di calcolo & . Per altre informazioni, vedere Servizio metadati istanza di Azure.
Set di disponibilità di macchine virtuali Più domini di errore (2 o 3 per area).
Più domini di aggiornamento.
Più domini di errore (2 o 3 per area).
Dominio di aggiornamento singolo, con migrazione in tempo reale per proteggere i carichi di lavoro durante l'aggiornamento. 20 domini di aggiornamento supportati per la compatibilità dei modelli.
La macchina virtuale e il set di disponibilità devono trovarsi nello stesso percorso e nello stesso gruppo di risorse.
set di scalabilità di macchine virtuali La scalabilità automatica è supportata. La scalabilità automatica non è supportata.

Aggiungere altre istanze a un set di scalabilità usando il portale, Resource Manager modelli o PowerShell.
Cloud di controllo Selezionare gli endpoint dalle proprietà dell'account di archiviazione disponibili nell'hub di Azure Stack. Cloud Witness è un tipo di controllo quorum del cluster di failover che usa Microsoft Azure per fornire un voto sul quorum del cluster.
Gli endpoint in Azure globale rispetto all'hub di Azure Stack possono essere simili a quanto segue:
Per Azure globale:
https://mywitness.blob.core.windows.net/
Per l'hub di Azure Stack:
https://mywitness.blob.<region>.<FQDN>/
Diagnostica delle macchine virtuali La diagnostica delle macchine virtuali Linux è supportata. La diagnostica delle macchine virtuali Linux non è supportata nell'hub di Azure Stack. Quando si distribuisce una macchina virtuale Linux con diagnostica vm abilitata, la distribuzione ha esito negativo. La distribuzione ha esito negativo anche se si abilitano le metriche di base della macchina virtuale Linux tramite le impostazioni di diagnostica.
Dimensioni della macchina virtuale di virtualizzazione annidata Supportato Supportato dalla versione 2102 e versioni successive.
Istanze di VM riservate Supportato Non supportata.
Deallocation della macchina virtuale Supportato Supporta la deallocazione della macchina virtuale. Il sistema operativo guest riconosce tutte le schede di rete dello stesso dispositivo e gestisce le impostazioni.
Certificazione del carico di lavoro SAP Azure supporta le certificazioni dei carichi di lavoro SAP, tra cui HANA, NetWeaver e altri. L'hardware dell'hub di Azure Stack non supporta la certificazione di carichi di lavoro SAP.

Dimensioni delle macchine virtuali

L'hub di Azure Stack impone limiti delle risorse per evitare il consumo di risorse (server locale e a livello di servizio). Questi limiti migliorano l'esperienza del tenant riducendo l'impatto sull'utilizzo delle risorse da parte di altri tenant.

  • Per le reti in uscita dalla macchina virtuale, sono presenti limiti di larghezza di banda. I limiti nell'hub di Azure Stack sono uguali ai limiti in Azure.
  • Per le risorse di archiviazione, l'hub di Azure Stack implementa limiti di IOPS di archiviazione (operazioni di input/output al secondo) per evitare la sovrassunzione di base delle risorse da parte dei tenant per l'uso dell'archiviazione.
  • Per i dischi delle macchine virtuali, le operazioni di I/O al secondo del disco nell'hub di Azure Stack sono una funzione di dimensioni della macchina virtuale anziché il tipo di disco. Ciò significa che per una macchina virtuale di serie Standard_Fs, indipendentemente dal fatto che si sceglie SSD o HDD per il tipo di disco, il limite di operazioni di I/O al secondo disco dati è 2300 operazioni di I/O al secondo.
  • I dischi temporanei collegati alla macchina virtuale non sono persistenti e possono essere persi nelle operazioni del piano di controllo, ad esempio ridimensionamento o deallocate stop-deallocate.

La tabella seguente elenca le macchine virtuali supportate nell'hub di Azure Stack insieme alla relativa configurazione:

Tipo Dimensione Intervallo di dimensioni supportate
Scopo generico Basic A A0 - A4
Scopo generico Standard A A0 - A7
Scopo generico Serie Av2 A1_v2 - A8m_v2
Scopo generico Serie D D1 - D4
Scopo generico Serie Dv2 D1_v2 - D5_v2
Scopo generico Serie DS DS1 - DS4
Scopo generico Serie DSv2 DS1_v2 - DS5_v2
Ottimizzate per la memoria Serie D D11 - D14
Ottimizzate per la memoria Serie DS DS11 - DS14
Ottimizzate per la memoria Serie Dv2 D11_v2 - DS14_v2
Ottimizzate per la memoria Serie DSv2 DS11_v2 - DS14_v2
Ottimizzate per il calcolo Serie F F1 - F16
Ottimizzate per il calcolo Serie Fs F1s - F16s
Ottimizzate per il calcolo Serie Fsv2 F2s_v2 - F64s_v2
GPU Serie NCv3 NC6s_v3-NC24s_v3
GPU Serie NVv4 NV4as_v4
GPU Serie NCasT4_v3 NC4as_T4_v3-NC64as_T4_v3

Le dimensioni delle macchine virtuali e le quantità di risorse associate sono coerenti tra Hub di Azure Stack e Azure. Questa coerenza include la quantità di memoria, il numero di core e il numero/dimensione dei dischi dati che possono essere creati. Tuttavia, le prestazioni delle macchine virtuali con le stesse dimensioni dipendono dalle caratteristiche sottostanti di un determinato ambiente hub di Azure Stack.

Estensioni di VM

L'hub di Azure Stack include un piccolo set di estensioni. Aggiornamenti e altre estensioni sono disponibili tramite la diffusione di Marketplace. L'inserimento di estensioni personalizzate nell'hub di Azure Stack non è uno scenario supportato; è necessario eseguire l'onboarding di un'estensione in Azure da rendere disponibile nell'hub di Azure Stack.

Usare lo script di PowerShell seguente per ottenere l'elenco delle estensioni della macchina virtuale disponibili nell'ambiente hub di Azure Stack.

Get-AzVmImagePublisher -Location local | `
  Get-AzVMExtensionImageType | `
  Get-AzVMExtensionImage | `
  Select Type, Version | `
  Format-Table -Property * -AutoSize

Se il provisioning di un'estensione in una distribuzione di macchine virtuali richiede troppo tempo, lasciare che il timeout del provisioning invece di tentare di arrestare il processo per deallocare o eliminare la macchina virtuale.

Versioni dell'API

Le funzionalità delle macchine virtuali nell'hub di Azure Stack supportano le versioni API seguenti:

"2017-12-01", "2017-03-30", "2016-03-30", "2015-06-15"

È possibile usare lo script di PowerShell seguente per ottenere le versioni API per le funzionalità della macchina virtuale disponibili nell'ambiente hub di Azure Stack:

Get-AzResourceProvider | `
  Select ProviderNamespace -Expand ResourceTypes | `
  Select * -Expand ApiVersions | `
  Select ProviderNamespace, ResourceTypeName, @{Name="ApiVersion"; Expression={$_}} | `
  where-Object {$_.ProviderNamespace -like "Microsoft.compute"}

L'elenco di tipi di risorse e versioni API supportate può variare se l'operatore cloud aggiorna l'ambiente dell'hub di Azure Stack a una versione più recente.

Attivazione di Windows

I prodotti Windows devono essere usati in conformità alle condizioni per l'uso dei prodotti e delle condizioni di licenza Microsoft. L'hub di Azure Stack usa l'attivazione automatica delle macchine virtuali (AVMA) per attivare macchine virtuali Windows Server.

  • L'host dell'hub di Azure Stack attiva Windows con chiavi AVMA per Windows Server 2016. Tutte le macchine virtuali che eseguono Windows Server 2012 R2 o versioni successive vengono attivate automaticamente.
  • Le macchine virtuali che eseguono Windows Server 2012 o versioni precedenti non vengono attivate automaticamente e devono essere attivate tramite l'attivazione mak. Per usare l'attivazione MAK, è necessario specificare il codice Product Key personalizzato.

Microsoft Azure usa l'attivazione del servizio di gestione delle chiavi per attivare macchine virtuali Windows. Se si sposta una macchina virtuale dall'hub di Azure Stack ad Azure e si verificano problemi di attivazione, vedere Risolvere i problemi di attivazione delle macchine virtuali Windows di Azure. Altre informazioni sono disponibili nel post di blog del team di supporto di Azure per la risoluzione dei problemi di attivazione di Windows .

Disponibilità elevata

La macchina virtuale può essere soggetta a un riavvio a causa della manutenzione pianificata come pianificato dall'operatore hub di Azure Stack. Per la disponibilità elevata di un sistema di produzione multi-VM in Azure, le macchine virtuali vengono inserite in un set di disponibilità che li distribuisce in più domini di errore e domini di aggiornamento. Nella scala più piccola dell'hub di Azure Stack viene definito un dominio di errore in un set di disponibilità come singolo nodo nell'unità di scalabilità.

Sebbene l'infrastruttura dell'hub di Azure Stack sia già resiliente agli errori, la tecnologia sottostante (clustering di failover) comporta ancora tempi di inattività per le macchine virtuali in un server fisico interessato se si verifica un errore hardware. L'hub di Azure Stack supporta l'utilizzo di un set di disponibilità con al massimo tre domini di errore in modo che siano coerenti con Azure.

Domini di errore

Le macchine virtuali inserite in un set di disponibilità verranno isolate fisicamente tra loro, distribuendole il più possibile in modo uniforme su più domini di errore (nodi dell'hub di Azure Stack). Se si verifica un errore hardware, le macchine virtuali dal dominio di errore non riuscito verranno riavviate in altri domini di errore. Verranno mantenuti in domini di errore separati dalle altre macchine virtuali, ma nello stesso set di disponibilità, se possibile. Quando l'hardware torna online, le macchine virtuali verranno riequilibrate per mantenere la disponibilità elevata.

Domini di aggiornamento

I domini di aggiornamento sono un altro modo in cui Azure offre disponibilità elevata nei set di disponibilità. Un dominio di aggiornamento è un gruppo logico di hardware sottostante che può eseguire la manutenzione contemporaneamente. Le macchine virtuali che si trovano nello stesso dominio di aggiornamento verranno riavviate insieme durante la manutenzione pianificata. Quando i tenant creano macchine virtuali all'interno di un set di disponibilità, la piattaforma Azure distribuisce automaticamente le macchine virtuali in questi domini di aggiornamento.

Nell'hub di Azure Stack le macchine virtuali vengono migrate in tempo reale tra gli altri host online nel cluster prima che l'host sottostante venga aggiornato. Poiché non sono presenti tempi di inattività del tenant durante un aggiornamento host, la funzionalità di dominio di aggiornamento nell'hub di Azure Stack esiste solo per la compatibilità dei modelli con Azure. Le macchine virtuali in un set di disponibilità mostreranno 0 come numero di dominio di aggiornamento nel portale.

Arc nelle macchine virtuali dell'hub di Azure Stack

I server abilitati per Arc non supportano l'installazione dell'agente di macchina connessa nelle macchine virtuali in esecuzione in Azure o nelle macchine virtuali in esecuzione nell'hub di Azure Stack o in Azure Stack Edge, come già modellate come macchine virtuali di Azure.

Prodotti server Di Microsoft Office nelle macchine virtuali dell'hub di Azure Stack

Non tutti i prodotti server di Microsoft Office sono supportati nelle macchine virtuali dell'hub di Azure Stack, che vengono chiarite come indicato di seguito:

Prodotto Istruzione di supporto di Office Altre informazioni
Exchange Non supportata. Non soddisfa i requisiti di virtualizzazione dell'archiviazione per Exchange. Exchange Server virtualizzazione
SharePoint Supportato solo se vengono soddisfatti requisiti di rete specifici. Pianificare la virtualizzazione di SharePoint Server
Skype Non supportata. Skype non supporta la migrazione in tempo reale, una funzionalità di virtualizzazione principale usata nell'hub di Azure Stack. Supporto per la virtualizzazione per Skype for Business Server 2019

Passaggi successivi

Creare una macchina virtuale Windows con PowerShell nell'hub di Azure Stack