Matrice di supporto per il ripristino di emergenza di macchine virtuali VMware e server fisici in Azure

Attenzione

Questo articolo fa riferimento a CentOS, una distribuzione Linux prossima allo stato EOL (End of Life, fine del ciclo di vita). Prendere in considerazione l'uso e il piano di conseguenza. Per altre informazioni, vedere le linee guida per la fine della vita di CentOS.

Questo articolo riepiloga i componenti e le impostazioni supportati per il ripristino di emergenza di macchine virtuali VMware e di server fisici in Azure tramite Azure Site Recovery.

Nota

È ora possibile spostare gli elementi replicati esistenti nell'esperienza di ripristino di emergenza VMware modernizzata. Altre informazioni.

  • Altre informazioni sull'architettura del ripristino di emergenza di macchine virtuali VMware/server fisici in VMware.
  • Seguire le esercitazioni per provare il ripristino di emergenza.

Nota

Site Recovery non sposta né archivia i dati dei clienti fuori dall'area di destinazione, in cui è stato configurato il ripristino di emergenza per i computer di origine. I clienti possono selezionare un insieme di credenziali di Servizi di ripristino di un'area diversa, se lo desiderano. L'insieme di credenziali di Servizi di ripristino contiene metadati, ma nessun dato effettivo del cliente.

Scenari di distribuzione

Scenario Dettagli
Ripristino di emergenza delle macchine virtuali VMware Replica di macchine virtuali VMware locali in Azure. Si può distribuire questo scenario con il portale di Azure o tramite PowerShell.
Ripristino di emergenza dei server fisici Replica di server fisici Windows/Linux locali in Azure. Si può distribuire questo scenario nel portale di Azure.

Server di virtualizzazione locali

Server Requisiti Dettagli
Server vCenter Versione 8.0 e aggiornamenti successivi in questa versione, versione 7.0, 6.7 o 6.5 È consigliabile usare un server vCenter nella distribuzione del ripristino di emergenza.
Host vSphere Versione 8.0 e aggiornamenti successivi in questa versione, versione 7.0, 6.7 o 6.5 È consigliabile che gli host di vSphere e i server vCenter si trovino nella stessa rete del server di elaborazione. Il server di elaborazione viene eseguito per impostazione predefinita nel server di configurazione. Altre informazioni.

Appliance di replica di Azure Site Recovery

L'appliance di replica è un computer locale che esegue componenti di Site Recovery, inclusi vari servizi di Site Recovery che consentono di individuare l'ambiente locale, orchestrare il ripristino di emergenza e agire da ponte tra l'ambiente locale e Azure.

  • Per le macchine virtuali VMware, è possibile creare l'appliance di replica scaricando un modello OVF per creare una macchina virtuale VMware.
  • Per i server fisici, è possibile configurare manualmente l'appliance di replica eseguendo lo script di PowerShell.
Componente Requisiti
Core CPU 8
RAM 16 GB
Numero di dischi 2 dischi

I dischi includono il disco del sistema operativo e il disco dati.
Sistema operativo Windows Server 2019 con esperienza desktop
Impostazioni locali del sistema operativo Inglese (en-us)
Ruoli di Windows Server Non abilitare Active Directory Domain Services, Internet Information Services (IIS) o Hyper-V.
Criteri di gruppo Non abilitare questi criteri di gruppo:
- Impedisci accesso al prompt dei comandi
- Impedisci accesso agli strumenti di modifica del Registro di sistema
- Logica di attendibilità per file allegati
- Attiva l'esecuzione di script
- Ulteriori informazioni
IIS Assicurarsi di:

- Non avere un sito Web predefinito preesistente
- Abilitare l'autenticazione anonima
- Abilitare l'impostazione di FastCGI
- Non avere un sito Web o un'app preesistente in ascolto sulla porta 443
Tipo di scheda di interfaccia di rete VMXNET3 (quando distribuito come macchina virtuale VMware)
Un nome di dominio completo (FQDN) Statico
Porti 443 usata per l'orchestrazione del canale di controllo
9443 per il trasporto dei dati
NAT Supportata

Nota

Il sistema operativo deve essere installato con le impostazioni locali in lingua inglese. La conversione delle impostazioni locali dopo l'installazione potrebbe causare potenziali problemi.

Computer replicati

Site Recovery supporta la replica di qualsiasi carico di lavoro in esecuzione in un computer supportato.

Componente Dettagli
Impostazioni del computer I computer che eseguono la replica in Azure devono soddisfare i requisiti di Azure.
Carico di lavoro del computer Site Recovery supporta la replica di qualsiasi carico di lavoro in esecuzione in un computer supportato. Altre informazioni.
Nome computer Assicurarsi che il nome visualizzato del computer non sia compreso tra i nomi riservati di risorse Azure.

I nomi dei volumi logici non fanno distinzione tra maiuscole e minuscole. Assicurarsi che due volumi in un dispositivo non abbiano lo stesso nome. Ad esempio, i volumi con nomi "voLUME1", "volume1" non possono essere protetti tramite Azure Site Recovery.
Macchine virtuali di Azure come computer fisici Il failover delle macchine virtuali con dischi di immagini del Marketplace non è al momento supportato.

Nota

Computer diverso con lo stesso ID BIOS non supportato.

Per Windows

Nota

Assicurarsi che nella cartella di installazione del computer locale e del computer Azure sia disponibile uno spazio di 500 MB.

Sistema operativo Dettagli
Windows Server 2022 Supportato dall'aggiornamento cumulativo 59 (versione 9.46 del servizio di mobilità) in poi.
Windows Server 2019 Supportato dall'aggiornamento cumulativo 34 (versione 9.22 del servizio di mobilità) in poi.
Windows Server 2016 a 64 bit Supportato per Server Core, Server con Esperienza Desktop.
Windows Server 2012 R2 / Windows Server 2012 Supportato.
Da Windows Server 2008 R2 con SP1 in poi. Supportato.

Dalla versione 9.30 dell'agente del servizio di mobilità è necessario che l'aggiornamento dello stack di manutenzione e l'aggiornamento SHA-2 siano installati nei computer che eseguono Windows 2008 R2 con SP1 o una versione successiva. SHA-1 non è supportato da settembre 2019 e se la firma del codice SHA-2 non è abilitata, l'estensione dell'agente non verrà installata o aggiornata come previsto. Altre informazioni sull'aggiornamento e sui requisiti di SHA-2.
Windows Server 2008 con SP2 o una versione successiva (64 bit/32 bit) Supportato solo per la migrazione. Altre informazioni.

Dalla versione 9.30 dell'agente del servizio di mobilità è necessario che l'aggiornamento dello stack di manutenzione e l'aggiornamento SHA-2 siano installati nei computer Windows 2008 SP2. SHA-1 non è supportato da settembre 2019 e se la firma del codice SHA-2 non è abilitata, l'estensione dell'agente non verrà installata o aggiornata come previsto. Altre informazioni sull'aggiornamento e sui requisiti di SHA-2.
Windows 10, Windows 8.1, Windows 8 È supportato solo il sistema a 64 bit. Il sistema a 32 bit non è supportato.
Windows 7 con SP1 a 64 bit Supportato dall'aggiornamento cumulativo 36 (versione 9.22 del servizio di mobilità) in poi.

Dalla versione 9.30 dell'agente del servizio di mobilità è necessario che l'aggiornamento dello stack di manutenzione e l'aggiornamento SHA-2 siano installati nei computer Windows 7 SP1. SHA-1 non è supportato da settembre 2019 e se la firma del codice SHA-2 non è abilitata, l'estensione dell'agente non verrà installata o aggiornata come previsto. Altre informazioni sull'aggiornamento e sui requisiti di SHA-2.

Per Linux

Nota

Le versioni del servizio di mobilità 9.56 e 9.60 sono disponibili solo per l'esperienza modernizzata.
La versione del servizio di mobilità 9.58 non viene rilasciata per VMWare in Azure Site Recovery.
Le versioni del servizio di mobilità 9.59 sono disponibili solo per l'esperienza classica.

Sistema operativo Dettagli
Linux È supportato solo il sistema a 64 bit. Il sistema a 32 bit non è supportato.

In ogni server Linux devono essere installati i componenti LIS (Linux Integration Services). È necessario avviare il server in Azure dopo il failover/failover di test. Se mancano i componenti LIS predefiniti, assicurarsi di installare i componenti prima di abilitare la replica per l'avvio dei computer in Azure.

Site Recovery orchestra il failover per l'esecuzione di server Linux in Azure. Tuttavia i fornitori di Linux potrebbero limitare il supporto solo alle versioni di distribuzione che non hanno raggiunto la fine del ciclo di vita.

Nelle distribuzioni di Linux sono supportati solo i kernel di scorta che fanno parte di una versione/aggiornamento secondaria della distribuzione.

L'aggiornamento di computer protetti tra versioni di distribuzione principali di Linux non è supportato. Per eseguire l'aggiornamento, disabilitare la replica, aggiornare il sistema operativo e quindi abilitare nuovamente la replica.

Altre informazioni sul supporto per Linux e sulla tecnologia open source in Azure.

L'I/O concatenato non è supportato da Site Recovery.
Linux Red Hat Enterprise Da 5.2 a 5.11
Da 6.1 a 6.10
7.0, 7.1, 7.2, 7.3, 7.4, 7.5, 7.6, 7.7, 7.8, 7.9 versione Beta, 7.9
8.0, 8.1, 8.2, 8.3, 8.4 (4.18.0-305.30.1.el8_4.x86_64 o una versione successiva), 8.5 (4.18.0-348.5.1.el8_5.x86_64 o una versione successiva), 8.6, 8.7, 8.8, 8.9, 9.0, 9.1, 9.2, 9.3
In alcuni kernel meno recenti nei server che eseguono Red Hat Enterprise Linux 5.2-5.11 e 6.1-6.10 i componenti Linux Integration Services (LIS) non sono preinstallati. Se mancano i componenti LIS predefiniti, assicurarsi di installare i componenti prima di abilitare la replica per l'avvio dei computer in Azure.

Note:
- Il supporto per le versioni di Linux Red Hat Enterprise 8.9, 9.0, 9.1, 9.2 e 9.3 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non per l'esperienza classica.
- RHEL 9.x è supportato per le versioni del kernel seguenti
Linux: CentOS Da 5.2 a 5.11
Da 6.1 a 6.10

7.0, 7.1, 7.2, 7.3, 7.4, 7.5, 7.6, 7.7, 7.8, 7.9
8.0, 8.1, 8.2, 8.3, 8.4 (4.18.0-305.30.1.el8_4.x86_64 o una versione), 8.5 (4.18.0-348.5.1.el8_5.x86_64 o una versione), 8.6, 8.7

In alcuni kernel meno recenti nei server che eseguono CentOS 5.2-5.11 e 6.1-6.10 i componenti Linux Integration Services (LIS) non sono preinstallati. Se mancano i componenti LIS predefiniti, assicurarsi di installare i componenti prima di abilitare la replica per l'avvio dei computer in Azure.
Ubuntu Server Ubuntu 14.04 LTS (rivedere le versioni del kernel supportate)
Server Ubuntu 16.04* LTS (rivedere le versioni del kernel supportate)
Server Ubuntu 18.04* LTS (rivedere le versioni del kernel supportate)
Server Ubuntu 20.04* LTS (rivedere le versioni del kernel supportate)
Server Ubuntu 22.04 LTS (rivedere le versioni del kernel supportate)
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
(*include il supporto per tutte le versioni 14.04.x, 16.04.x, 18.04.x, 20.04.x)
Debian Debian 7/Debian 8 (include il supporto per tutte le versioni 7. x, 8.x). Assicurarsi di scaricare il programma di installazione più recente dell'agente di mobilità nel server di configurazione.
Debian 9 (include il supporto dalla 9.1 alla 9.13. Debian 9.0 non è supportato.). Assicurarsi di scaricare il programma di installazione più recente dell'agente di mobilità nel server di configurazione.
Debian 10, Debian 11 (esaminare le versioni del kernel supportate).
SUSE Linux SUSE Linux Enterprise Server 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5(rivedere le versioni del kernel supportate)
SUSE Linux Enterprise Server 15, 15 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5 (rivedere le versioni del kernel supportate)
SUSE Linux Enterprise Server 11 SP3. Assicurarsi di scaricare il programma di installazione più recente dell'agente di mobilità nel server di configurazione.
SUSE Linux Enterprise Server 11 SP4
Nota: l'aggiornamento di computer replicati da SUSE Linux Enterprise Server 11 SP3 a SP4 non è supportato. Per eseguire l'aggiornamento, disabilitare la replica e abilitarla nuovamente dopo l'aggiornamento.
Il supporto per SUSE Linux Enterprise Server 15 SP5 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata.
Oracle Linux 6.4, 6.5, 6.6, 6.7, 6.8, 6.9, 6.10, 7.0, 7.1, 7.2, 7.3, 7.4, 7.5, 7.6, 7.7, 7.8, 7.9, 8.0, 8.1, 8.2, 8.3, 8.4, 8.5, 8.6, 8.7, 8.8, 8.9, 9.0, 9.1, 9.2 e 9.3

Note:
- Il supporto per Oracle Linux 8.9, 9.0, 9.1, 9.2 e 9.3 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non per l'esperienza classica.

Con kernel compatibile Red Hat o Unbreakable Enterprise Kernel versione 3, 4 e 5 (UEK3, UEK4, UEK5)

8.1
L'esecuzione in tutti i kernel UEK e del kernel RedHat <= 3.10.0-1062.* è supportata in 9.35 Il supporto per il resto dei kernel RedHat è disponibile in 9.36.
Oracle Linux 9.x è supportato per le versioni del kernel seguenti
Rocky Linux Vedere le versioni supportate.

Nota

  • Per ognuna delle versioni di Windows, Azure Site Recovery supporta solo le compilazioni LTS (Long-Term Servicing Channel, Canale di manutenzione a lungo termine). Le versioni del Canale semestrale non sono attualmente supportate.
  • Assicurarsi che per le versioni di Linux Azure Site Recovery non supporti le immagini del sistema operativo personalizzate. Sono supportati solo i kernel di scorta che fanno parte di un aggiornamento/versione secondaria della distribuzione.

Versioni supportate del kernel per Red Hat Enterprise Linux per le macchine virtuali di Azure

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel Red Hat
RHEL 9.0
RHEL 9.1
RHEL 9.2
RHEL 9.3
9,60 5.14.0-70.13.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.17.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.22.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.26.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.30.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.36.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.43.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.49.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.50.2.el9_0.x86_64
5.14.0-70.53.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.58.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.64.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.70.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.75.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.80.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.85.1.el9_0.x86_64
5.14.0-162.6.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.12.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.18.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.22.2.el9_1.x86_64
5.14.0-162.23.1.el9_1.x86_64
5.14.0-284.11.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.13.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.16.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.18.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.23.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.25.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.28.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.30.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.32.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.34.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.36.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.40.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.41.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.43.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.44.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.45.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.48.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.50.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.52.1.el9_2.x86_64
5.14.0-362.8.1.el9_3.x86_64
5.14.0-362.13.1.el9_3.x86_64
5.14.0-362.18.1.el9_3.x86_64

Versioni del kernel Ubuntu

Nota

Le versioni del servizio di mobilità 9.56 e 9.60 sono disponibili solo per l'esperienza modernizzata.
La versione del servizio di mobilità 9.58 non viene rilasciata per VMWare in Azure Site Recovery.
Le versioni del servizio di mobilità 9.59 sono disponibili solo per l'esperienza classica.

Versione supportata Versione del servizio Mobility Versione del kernel
14.04 LTS 9.54, 9.55, 9.56, 9.57, 9.59, 9.60 Da 3.13.0-24 generica a 3.13.0-170 generica
Da 3.16.0-25 generica a 3.16.0-77 generica
Da 3.19.0-18 generica a 3.19.0-80 generica
Da 4.2.0-18 generica a 4.2.0-42 generica
Da 4.4.0-21 generica a 4.4.0-148 generica
Da 4.15.0-1023 Azure a 4.15.0-1045 Azure
16.04 LTS 9.54, 9.55, 9.56, 9.57, 9.59, 9.60 4.4.0-21-generic to 4.4.0-210-generic,
Da 4.8.0-34 generica a 4.8.0-58 generica
Da 4.10.0-14 generica a 4.10.0-42 generica
4.11.0-13-generic, 4.11.0-14-generic,
Da 4.13.0-16 generica a 4.13.0-45 generica
Da 4.15.0-13-generic a 4.15.0-142-generic
Da 4.11.0-1009-azure a 4.11.0-1016-azure
Da 4.13.0-1005 Azure a 4.13.0-1018 Azure
Da 4.15.0-1012-azure a 4.15.0-1113-azure
Da 4.15.0-101-generic a 4.15.0-107-generic
18.04 LTS 9.60 4.15.0-1168-azure
4.15.0-1169-azure
4.15.0-1170-azure
4.15.0-1171-azure
4.15.0-1172-azure
4.15.0-1173-azure
4.15.0-214 generico
4.15.0-216 generico
4.15.0-218 generico
4.15.0-219 generico
4.15.0-220 generico
4.15.0-221 generico
5.4.0-1110-azure
5.4.0-1111-azure
5.4.0-1112-azure
5.4.0-1113-azure
5.4.0-1115-azure
5.4.0-1116-azure
5.4.0-1117-azure
5.4.0-1118-azure
5.4.0-1119-azure
5.4.0-1120-azure
5.4.0-1121-azure
5.4.0-1122-azure
5.4.0-1123-azure
5.4.0-152-generic
5.4.0-153 generico
5.4.0-155 generico
5.4.0-156 generico
5.4.0-159 generico
5.4.0-162 generico
5.4.0-163 generico
5.4.0-164-generic
5.4.0-165-generic
5.4.0-166 generico
5.4.0-167-generic
5.4.0-169 generico
5.4.0-170 generico
5.4.0-171 generico
4.15.0-1174-azure
4.15.0-222 generico
5.4.0-1124-azure
5.4.0-172 generico
18.04 LTS 9.59 Nessun nuovo kernel Ubuntu 18.04 supportato in questa versione.
18.04 LTS 9.57 Nessun nuovo kernel Ubuntu 18.04 supportato in questa versione
18.04 LTS 9.56 Nessun nuovo kernel Ubuntu 18.04 supportato in questa versione
18.04 LTS 9.55 4.15.0-1163-azure
4.15.0-1164-azure
4.15.0-1165-azure
4.15.0-1166-azure
4.15.0-1167-azure
4.15.0-210-generic
4.15.0-211-generic
4.15.0-212-generic
4.15.0-213-generic
5.4.0-1107-azure
5.4.0-1108-azure
5.4.0-1109-azure
5.4.0-147-generic
5.4.0-148-generic
5.4.0-149-generic
5.4.0-150-generic
18.04 LTS 9.54 4.15.0-1161-azure
4.15.0-1162-azure
4.15.0-204-generic
4.15.0-206-generic
4.15.0-208-generic
4.15.0-209-generic
5.4.0-1101-azure
5.4.0-1103-azure
5.4.0-1104-azure
5.4.0-1105-azure
5.4.0-1106-azure
5.4.0-139-generic
5.4.0-144-generic
5.4.0-146-generic
20.04 LTS 9.60 5.15.0-1054-azure
5.15.0-92 generico
5.15.0-94 generico
5.4.0-1122-azure
5.4.0-1123-azure
5.4.0-170 generico
5.4.0-171 generico
5.15.0-1056-azure
5.15.0-1057-azure
5.15.0-97 generico
5.4.0-1124-azure
5.4.0-172 generico
20.04 LTS 9.59 Nessun nuovo kernel Ubuntu 20.04 supportato in questa versione.
20.04 LTS 9.57 5.15.0-89-generic
5.15.0-91-generic
5.4.0-167-generic
5.4.0-169-generic
20.04 LTS 9.56 5.15.0-1049-azure
5.15.0-1050-azure
5.15.0-1051-azure
5.15.0-86-generic
5.15.0-87-generic
5.15.0-88-generic
5.4.0-1117-azure
5.4.0-1118-azure
5.4.0-1119-azure
5.4.0-164-generic
5.4.0-165-generic
5.4.0-166-generic
20.04 LTS 9.55 5.15.0-1037-azure
5.15.0-1038-azure
5.15.0-1039-azure
5.15.0-1040-azure
5.15.0-1041-azure
5.15.0-70-generic
5.15.0-71-generic
5.15.0-72-generic
5.15.0-73-generic
5.15.0-75-generic
5.15.0-76-generic
5.4.0-1107-azure
5.4.0-1108-azure
5.4.0-1109-azure
5.4.0-1110-azure
5.4.0-1111-azure
5.4.0-148-generic
5.4.0-149-generic
5.4.0-150-generic
5.4.0-152-generic
5.4.0-153-generic
20.04 LTS 9.54 5.15.0-1033-azure
5.15.0-1034-azure
5.15.0-1035-azure
5.15.0-1036-azure
5.15.0-60-generic
5.15.0-67-generic
5.15.0-69-generic
5.4.0-1101-azure
5.4.0-1103-azure
5.4.0-1104-azure
5.4.0-1105-azure
5.4.0-1106-azure
5.4.0-139-generic
5.4.0-144-generic
5.4.0-146-generic
5.4.0-147-generic
22.04 LTS
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
9.60 5.19.0-1025-azure
5.19.0-1026-azure
5.19.0-1027-azure
6.2.0-1005-azure
6.2.0-1006-azure
6.2.0-1007-azure
6.2.0-1008-azure
6.2.0-1011-azure
6.2.0-1012-azure
6.2.0-1014-azure
6.2.0-1015-azure
6.2.0-1016-azure
6.2.0-1017-azure
6.2.0-1018-azure
6.5.0-1007-azure
6.5.0-1009-azure
6.5.0-1010-azure
5.19.0-41-generic
5.19.0-42-generic
5.19.0-43-generic
5.19.0-45-generic
5.19.0-46-generic
5.19.0-50-generic
6.2.0-25-generic
6.2.0-26-generic
6.2.0-31-generic
6.2.0-32-generic
6.2.0-33-generic
6.2.0-34-generic
6.2.0-35-generic
6.2.0-36-generic
6.2.0-37-generic
6.2.0-39-generic
6.5.0-14 generico
5.15.0-1054-azure
5.15.0-92 generico
5.15.0-94 generico
6.2.0-1019-azure
6.5.0-1011-azure
6.5.0-15 generico
6.5.0-17 generico
5.15.0-1056-azure
5.15.0-1057-azure
5.15.0-97 generico
6.5.0-1015-azure
6.5.0-18 generico
6.5.0-21 generico
22.04 LTS
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
9.57 5.15.0-76-generic
5.15.0-89-generic
5.15.0-91-generic
22.04 LTS
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
9.56 5.15.0-1049-azure
5.15.0-1050-azure
5.15.0-1051-azure
5.15.0-86-generic
5.15.0-87-generic
5.15.0-88-generic
22.04 LTS
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
9.55 5.15.0-1037-azure
5.15.0-1038-azure
5.15.0-1039-azure
5.15.0-1040-azure
5.15.0-1041-azure
5.15.0-71-generic
5.15.0-72-generic
5.15.0-73-generic
5.15.0-75-generic
5.15.0-76-generic
22.04 LTS
Nota: il supporto per Ubuntu 22.04 è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non è ancora disponibile per l'esperienza classica.
9.54 5.15.0-1033-azure
5.15.0-1034-azure
5.15.0-1035-azure
5.15.0-1036-azure
5.15.0-60-generic
5.15.0-67-generic
5.15.0-69-generic
5.15.0-70-generic

Versioni del kernel Debian

Nota

Le versioni del servizio di mobilità 9.56 e 9.60 sono disponibili solo per l'esperienza modernizzata.
La versione del servizio di mobilità 9.58 non viene rilasciata per VMWare in Azure Site Recovery.
Le versioni del servizio di mobilità 9.59 sono disponibili solo per l'esperienza classica.

Versione supportata Versione del servizio Mobility Versione del kernel
Debian 7 9.54, 9.55, 9.56, 9.57, 9.59, 9.60 Da 3.2.0-4-amd64 a 3.2.0-6-amd64, 3.16.0-0.bpo.4-amd64
Debian 8 9.54, 9.55, 9.56
9.57, 9.59, 9.60
Da 3.16.0-4-amd64 a 3.16.0-11-amd64, da 4.9.0-0.bpo.4-amd64 a 4.9.0-0.bpo.12-amd64
Debian 9.1 9.60 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione.
Debian 9.1 9.59 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione.
Debian 9.1 9.57 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione
Debian 9.1 9.56 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione.
Debian 9.1 9.55 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione
Debian 9.1 9.54 Nessun nuovo kernel Debian 9.1 supportato in questa versione
Debian 10 9.60 4.19.0-26-amd64
4.19.0-26-cloud-amd64
5.10.0-0.deb10.27-amd64
5.10.0-0.deb10.27-cloud-amd64
5.10.0-0.deb10.28-amd64
5.10.0-0.deb10.28-cloud-amd64
Debian 10 9.59 Nessun nuovo kernel Debian 10 supportato in questa versione.
Debian 10 9.57 Nessun nuovo kernel Debian 10 supportato in questa versione
Debian 10 9.56 5.10.0-0.deb10.26-amd64
5.10.0-0.deb10.26-cloud-amd64
Debian 10 9.55 4.19.0-24-amd64
4.19.0-24-cloud-amd64
5.10.0-0.deb10.22-amd64
5.10.0-0.deb10.22-cloud-amd64
5.10.0-0.deb10.23-amd64
5.10.0-0.deb10.23-cloud-amd64
Debian 10 9.54 5.10.0-0.bpo.3-amd64
5.10.0-0.bpo.3-cloud-amd64
5.10.0-0.bpo.4-amd64
5.10.0-0.bpo.4-cloud-amd64
5.10.0-0.bpo.5-amd64
5.10.0-0.bpo.5-cloud-amd64
5.10.0-0.deb10.21-amd64
5.10.0-0.deb10.21-cloud-amd64
Debian 11 9.60 5.10.0-27-amd64
5.10.0-27-cloud-amd64
5.10.0-28-amd64
5.10.0-28-cloud-amd64
Debian 11 9.59 Nessun nuovo kernel Debian 11 supportato in questa versione.
Debian 11 9.57 Nessun nuovo kernel Debian 11 supportato in questa versione.
Debian 11 9.56 5.10.0-26-amd64
5.10.0-26-cloud-amd64
Debian 11 9.55 5.10.0-22-amd64
5.10.0-22-cloud-amd64
5.10.0-23-amd64
5.10.0-23-cloud-amd64
Debian 11 9.54 5.10.0-21-amd64
5.10.0-21-cloud-amd64

SUSE Linux Enterprise Server 12 (versioni del kernel supportate)

Nota

Le versioni del servizio di mobilità 9.56 e 9.60 sono disponibili solo per l'esperienza modernizzata.
La versione del servizio di mobilità 9.58 non viene rilasciata per VMWare in Azure Site Recovery.
Le versioni del servizio di mobilità 9.59 sono disponibili solo per l'esperienza classica.

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.60 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
4.12.14-16.163-azure:5
4.12.14-16.168-azure
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.59 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
Nessun nuovo kernel SUSE 12 supportato in questa versione.
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.57 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
Nessun nuovo kernel SUSE 12 supportato in questa versione.
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.56 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
Nessun nuovo kernel SUSE 12 supportato in questa versione.
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.55 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
4.12.14-16.130-azure:5
4.12.14-16.133-azure:5
4.12.14-16.136-azure:5
SUSE Linux Enterprise Server 12, SP1, SP2, SP3, SP4 9.54 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
4.12.14-16.124-azure:5
4.12.14-16.127-azure:5

Versioni del kernel supportate di SUSE Linux Enterprise Server 15

Nota

Le versioni del servizio di mobilità 9.56 e 9.60 sono disponibili solo per l'esperienza modernizzata.
La versione del servizio di mobilità 9.58 non viene rilasciata per VMWare in Azure Site Recovery.
Le versioni del servizio di mobilità 9.59 sono disponibili solo per l'esperienza classica.

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4 9.60 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
5.14.21-150500.33.29-azure
5.14.21-150500.33.34-azure
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4 9.59 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 12 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
Nessun nuovo kernel SUSE 15 supportato in questa versione.
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4, SP5
Nota: SUSE 15 SP5 è supportato solo per l'esperienza modernizzata.
9.57 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 15 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
Nessun nuovo kernel SUSE 15 supportato in questa versione.
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4, SP5
Nota: SUSE 15 SP5 è supportato solo per l'esperienza modernizzata.
9.56 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 15 SP1, SP2, SP3, SP4, SP5.
4.12.14-16.152-azure:5
5.14.21-150400.14.69-azure:4
5.14.21-150500.31-azure:5
5.14.21-150500.33.11-azure:5
5.14.21-150500.33.14-azure:5
5.14.21-150500.33.17-azure:5
5.14.21-150500.33.20-azure:5
5.14.21-150500.33.3-azure:5
5.14.21-150500.33.6-azure:5
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4 9.55 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 15, SP1, SP2, SP3, SP4.
5.14.21-150400.14.49-azure:4
5.14.21-150400.14.52-azure:4
SUSE Linux Enterprise Server 15, SP1, SP2, SP3, SP4 9.54 Per impostazione predefinita, sono supportati tutti i kernel di scorta SUSE 15, SP1, SP2, SP3, SP4.
5.14.21-150400.14.31-azure:4
5.14.21-150400.14.34-azure:4
5.14.21-150400.14.37-azure:4
5.14.21-150400.14.43-azure:4
5.14.21-150400.14.46-azure:4
5.14.21-150400.14.40-azure:4

Versioni del kernel Red Hat Linux supportate per le macchine virtuali Oracle Linux in Azure

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel Red Hat
Oracle Linux 9.0
Oracle Linux 9.1
Oracle Linux 9.2
Oracle Linux 9.3
9,60 5.14.0-70.13.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.17.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.22.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.26.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.30.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.36.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.43.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.49.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.50.2.el9_0.x86_64
5.14.0-70.53.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.58.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.64.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.70.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.75.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.80.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.85.1.el9_0.x86_64
5.14.0-162.6.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.12.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.18.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.22.2.el9_1.x86_64
5.14.0-162.23.1.el9_1.x86_64
5.14.0-284.11.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.13.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.16.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.18.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.23.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.25.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.28.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.30.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.32.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.34.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.36.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.40.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.41.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.43.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.44.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.45.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.48.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.50.1.el9_2.x86_64
5.14.0-284.52.1.el9_2.x86_64
5.14.0-362.8.1.el9_3.x86_64
5.14.0-362.13.1.el9_3.x86_64
5.14.0-362.18.1.el9_3.x86_64

Versioni supportate del kernel del server Rocky Linux

Importante

Il supporto per Rocky Linux è disponibile solo per l'esperienza modernizzata e non per l'esperienza classica.

Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel Red Hat
Rocky Linux 9.0
Rocky Linux 9.1
9.60 5.14.0-70.13.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.17.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.22.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.26.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.30.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.36.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.43.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.49.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.50.2.el9_0.x86_64
5.14.0-70.53.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.58.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.64.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.70.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.75.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.80.1.el9_0.x86_64
5.14.0-70.85.1.el9_0.x86_64
5.14.0-162.6.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.12.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.18.1.el9_1.x86_64
5.14.0-162.22.2.el9_1.x86_64
5.14.0-162.23.1.el9_1.x86_64
Versione Versione del servizio Mobility Versione del kernel
Rocky Linux
9.57 Rocky Linux 8.8
Rocky Linux 8.9
Rocky Linux
9.56 Rocky Linux 8.7
Rocky Linux 9.0

File system/archiviazione guest Linux

Componente Supportata
File system ext3, ext4, XFS, BTRFS (condizioni applicabili in base a questa tabella)
Provisioning di gestione dei volumi logici (Logical volume management, LVM) Thick provisioning - Sì

Thin provisioning - Sì, è supportato dall'aggiornamento cumulativo 61 in poi. Non era supportato nelle versioni precedenti del servizio di mobilità.
Gestore volumi - LVM è supportato.
- /boot su LVM è supportato dall'aggiornamento cumulativo 31 (versione 9.20 del servizio di mobilità) in poi. Non era supportato nelle versioni precedenti del servizio di mobilità.
- Non sono supportati più dischi del sistema operativo.
Dispositivi di archiviazione paravirtualizzati I dispositivi esportati da driver paravirtualizzati non sono supportati.
Dispositivi di I/O a blocchi a code multiple Non supportato.
Server fisici con controller di archiviazione HP CCISS Non supportato.
Convenzione di denominazione del dispositivo e del punto di montaggio Il nome del dispositivo o del punto di montaggio deve essere univoco.
Verificare che non esistano due punti di montaggio/dispositivi con nomi distinti per maiuscole/minuscole. Ad esempio, non è consentito chiamare i dispositivi per la stessa macchina virtuale dispositivo1 e Dispositivo1.
Directories Se si esegue una versione del servizio di mobilità precedente alla versione 9.20 (rilasciata nell'aggiornamento cumulativo 31), si applicano queste restrizioni:

- Le seguenti directory (se impostate come partizioni o file system separati) devono essere tutte nello stesso disco del sistema operativo: /(root), /boot, /usr, /usr/local, /var, /etc.
- La directory /boot deve essere in una partizione del disco e non in un volume LVM.

A partire dalla versione 9.20 in poi, queste restrizioni non si applicano.
Directory di avvio - Sono supportati i dischi di avvio con formato di partizione GPT. I dischi GPT sono supportati anche come dischi dati.

Più dischi di avvio in una macchina virtuale non sono supportati.

- /boot non è supportata in un volume LVM tra più dischi.
- Non è possibile replicare un computer senza un disco di avvio.
Requisiti di spazio disponibile nel disco 2 GB nella partizione /(root)

600 MB nella cartella di installazione
XFSv5 Le funzionalità di XFSv5 nei file system XFS, ad esempio il checksum dei metadati, sono supportate (dalla versione 9.10 del servizio di mobilità in poi).
Usare l'utilità xfs_info per controllare il superblocco XFS per la partizione. Se ftype è impostato su 1, le funzionalità XFSv5 sono in uso.
BTRFS BTRFS è supportato dall'aggiornamento cumulativo 34 (versione 9.22 del servizio di mobilità) in poi. BTRFS non è supportato se:

- Il volume secondario del file system BTRFS viene modificato dopo l'abilitazione della protezione.
- Il file system BTRFS viene distribuito su più dischi.
- Il file system BTRFS supporta RAID.

Gestione della macchina virtuale e del disco

Azione Dettagli
Ridimensionamento del disco nella macchina virtuale replicata L'aumento delle prestazioni nella macchina virtuale di origine è supportato. La riduzione delle prestazioni nella macchina virtuale di origine non è supportato. Il ridimensionamento deve essere eseguito prima del failover, direttamente nelle proprietà della macchina virtuale. Non è necessario disabilitare e riabilitare la replica.

Se si modifica la macchina virtuale di origine dopo il failover, le modifiche non vengono acquisite.

Se si modificano le dimensioni del disco nella macchina virtuale di Azure dopo il failover, quando si esegue il failback, Site Recovery crea una nuova macchina virtuale con gli aggiornamenti.
Aggiunta del disco alla macchina virtuale replicata Supportata.
È possibile abilitare manualmente la replica in un disco aggiunto dopo la protezione di una macchina virtuale VMware. Altre informazioni.
Escludere il disco prima della replica della macchina virtuale Supportato per le macchine VMware.

Non supportato per i computer fisici, se si usa un'esperienza modernizzata.

Nota

  • Le modifiche apportate all'identità del disco non sono supportate. Ad esempio, se il partizionamento del disco è stato modificato da GPT a MBR o viceversa, l'identità del disco verrà modificata. In uno scenario di questo tipo, la replica verrà interrotta e sarà necessaria una nuova configurazione.
  • Per i computer Linux, la modifica del nome del dispositivo non è supportata perché influisce sull'identità del disco.
  • Nell'esperienza modernizzata, il ridimensionamento del disco per ridurne le dimensioni originali non è supportato.

Rete

Componente Supportata
Gruppo NIC della rete host Supportato per la replica di macchine virtuali VMware e computer fisici.
VLAN rete host Sì.
IPv4 rete host Sì.
IPv6 rete host No.
Gruppo NIC della rete guest/server No.
IPv4 rete guest/server Sì.
IPv6 rete guest/server No.
IP statico (Windows) rete guest/server Sì.
IP statico (Linux) rete guest/server Sì.

Le VM sono configurate per l'uso di DHCP in caso di failback.
Più schede di interfaccia rete guest/server Sì.
Accesso del collegamento privato al servizio Site Recovery Sì. Altre informazioni.

Rete VM di Azure (dopo il failover)

Componente Supportata
Azure ExpressRoute
ILB
ELB
Gestione traffico di Azure
Più NIC
Indirizzo IP riservato
IPv4
Conservazione indirizzo IP di origine
Endpoint servizio di rete virtuale di Azure
Rete accelerata No

Storage

Componente Supportata
Disco dinamico Il disco del sistema operativo deve essere un disco di base.

I dischi dati possono essere dinamici
Configurazione dei dischi Docker No
NFS host Sì per VMware

No per server fisici
Host SAN (iSCSI/FC)
Host vSAN Sì per VMware

N/D per server fisici
Percorsi multipli (MPIO) Sì, testato con DSM Microsoft, EMC PowerPath 5.7 SP4, DSM EMC PowerPath per CLARiiON
Volumi virtuali host Sì per VMware

N/D per server fisici
VMDK guest/server
Disco cluster condiviso guest/server No
Disco crittografato guest/server No
Crittografia FIPS No
NFS guest/server No
iSCSI guest/server Per la migrazione - Sì, ma è necessario configurare la replica come computer fisico.
Per il ripristino di emergenza - No, iSCSI eseguirà il failback come disco collegato alla macchina virtuale
SMB 3.0 guest/server No
RDM guest/server

N/D per server fisici
Disco guest/server > 1 GB Sì, le dimensioni del disco devono superare i 1024 MB

Fino a 32,767 GB durante la replica su disco gestito (versione 9.41 e successive)

Fino a 4.095 GB durante la replica negli account di archiviazione
Disco guest/server con dimensioni logiche di settore a 4 KB e dimensioni fisiche di settore a 4 KB No
Disco guest/server con dimensioni logiche di settore a 4 KB e dimensioni fisiche di settore a 512 KB No
Volume guest/server con disco con striping > 4 TB
Gestione volumi logici (LVM) Thick provisioning - Sì

Thin provisioning - Sì, è supportato dall'aggiornamento cumulativo 61 in poi. Non era supportato nelle versioni precedenti del servizio di mobilità.
Guest/server - Spazi di archiviazione No
Guest/server - Interfaccia NVMe Sì, per i computer Windows. Non supportato per i computer Linux.
Disco di aggiunta/rimozione a caldo guest/server No
Guest/server - esclusione disco
Percorsi multipli (MPIO) guest/server No
ReFS Il file system resiliente è supportato con il servizio di mobilità versione 9.23 o successiva
Avvio EFI/UEFI guest/server - Supportato per tutti i sistemi operativi UEFI di Azure Marketplace.
- L'avvio UEFI è supportato purché l'impostazione Avvio protetto sia disabilitata. Altre informazioni.
- I server Windows 2008 R2 SP1 e Windows 2008 SP2 con UEFI non sono supportati.
Disco RAID I dischi RAID hardware non sono supportati.
I dischi RAID software non sono supportati.
Archiviazione vMotion Supportata per la migrazione. Non supportata per il ripristino di emergenza.
BIOS Supportata.

Canali di replica

Tipo di replica Supportata
Offloaded Data Transfer (ODX) No
Seeding offline No
Azure Data Box No

Archiviazione di Azure

Componente Supportata
Archiviazione con ridondanza locale
Archiviazione con ridondanza geografica
Archiviazione con ridondanza geografica e accesso in lettura
Archiviazione ad accesso sporadico No
Archiviazione ad accesso frequente No
BLOB in blocchi No
Crittografia a livello di host No
Crittografia per dati inattivi (SSE)
Crittografia dei dati inattivi (CMK) Sì (tramite il modulo Az 3.3.0 di PowerShell e versioni successive)
Doppia crittografia dei dati inattivi Sì (tramite il modulo Az 3.3.0 di PowerShell e versioni successive). Altre informazioni sulle aree supportate per Windows e Linux.
Archiviazione Premium
Opzione di trasferimento sicuro
Servizio di importazione/esportazione No
Firewall di Archiviazione di Azure per le reti virtuali Sì.
Configurati in un account di archiviazione di destinazione/archiviazione della cache (usato per l'archiviazione dei dati di replica).
Account di archiviazione v2 per utilizzo generico (livelli di accesso frequente e sporadico) Sì (i costi delle transazioni sono sostanzialmente superiori per V2 rispetto alla V1)
Elimina temporaneamente Non supportato.
Limiti delle sottoscrizioni del disco Fino a 3000 dischi protetti per sottoscrizione. Assicurarsi che la sottoscrizione di destinazione non abbia più di 3000 dischi protetti da Azure Site Recovery (sia dati che sistema operativo).

Calcolo di Azure

Funzionalità Supportata
Set di disponibilità
Gruppi di posizionamento di prossimità
Zone di disponibilità No
HUB
Dischi gestiti

Requisiti per le VM di Azure

Le macchine virtuali locali replicate in Azure devono soddisfare i requisiti per la macchina virtuale di Azure riepilogati in questa tabella. Un controllo dei prerequisiti per la replica eseguito da Site Recovery avrà esito negativo se alcuni dei requisiti non vengono soddisfatti.

Componente Requisiti Dettagli
Sistema operativo guest Verificare i sistemi operativi supportati per le macchine replicate. Il controllo ha esito negativo se non supportato.
Architettura sistema operativo guest 64-bit. Il controllo ha esito negativo se non supportato.
Dimensioni disco del sistema operativo Fino a 2.048 GB per i computer di prima generazione.
Fino a 4.095 GB per i computer di seconda generazione.
Il controllo ha esito negativo se non supportato.
Numero di dischi del sistema operativo 1
avvio e partizione di sistema su dischi diversi non sono supportati
Il controllo ha esito negativo se non supportato.
Numero di dischi dati 64 o un numero inferiore. Il numero di dischi supportati potrebbe essere interessato se il numero di volumi logici è elevato. In questi scenari, usare la formula seguente per calcolare il numero massimo supportato di dischi dati.

Se tutti i dischi condividono un volume logico:

D 627790 / (450 + (conteggio del volume logico * 317)) Se il volume logico condiviso dai dischi è variabile:

D << (627790 - (Conteggio di volte volume logico * 317))

/ 450

Qui D è il numero massimo di dischi dati che possono essere protetti.
Dimensioni del disco dati Fino a 32 TB durante la replica su disco gestito (versione 9.41 e successive)
Fino a 4 TB durante la replica nell'account di archiviazione
Ogni account di archiviazione Premium può ospitare fino a 35 TB di dati
Requisito minimo per le dimensioni del disco- almeno 1 GB
Il controllo ha esito negativo se non supportato.
RAM Il driver di Site Recovery utilizza il 6% della RAM.
Schede di rete Sono supportate più schede.
Disco rigido virtuale condiviso Non supportato. Il controllo ha esito negativo se non supportato.
Disco FC Non supportato. Il controllo ha esito negativo se non supportato.
BitLocker Non supportato. BitLocker deve essere disabilitato prima di abilitare la replica per un computer e deve rimanere disabilitato mentre il computer viene replicato tramite Site Recovery.
Nome della VM. Da 1 a 63 caratteri.

Limitato a lettere, numeri e trattini.

Il nome del computer deve iniziare e terminare con una lettera o un numero.
Aggiornare il valore nelle proprietà del computer in Site Recovery.

Limiti relativi ai gruppi di risorse

Per conoscere il numero di macchine virtuali che possono essere protette in un singolo gruppo di risorse, vedere l'articolo relativo ai limiti e alle quote delle sottoscrizioni.

Limiti di varianza

La tabella seguente indica i limiti di Azure Site Recovery.

  • Questi limiti si basano sui test di Microsoft, ma non coprono tutte le possibili combinazioni di I/O delle app.
  • I risultati effettivi possono variare in base alla combinazione di I/O delle applicazioni.
  • Per ottenere risultati ottimali, è consigliabile eseguire lo strumento Deployment Planner ed effettuare test estesi sulle applicazioni usando i failover di test per ottenere l'immagine delle prestazioni effettiva per l'app.
Destinazione della replica Dimensioni medie I/O disco di origine Varianza dati media disco di origine Varianza dati totale giornaliera disco di origine
Archiviazione standard 8 KB 2 MB/s 168 GB per disco
Disco P10 o P15 Premium 8 KB 2 MB/s 168 GB per disco
Disco P10 o P15 Premium 16 KB 4 MB/s 336 GB per disco
Disco P10 o P15 Premium 32 KB o superiori 8 MB/s 672 GB per disco
Disco P20, P30, P40 o P50 Premium 8 KB 5 MB/s 421 GB per disco
Disco P20, P30, P40 o P50 Premium 16 KB o superiori 20 MB/s 1684 GB per disco
Varianza dati di origine Limite Massimo
Picco di varianza dei dati su tutti i dischi in una VM 54 MB/s
Varianza massima dei dati al giorno supportata da un server di elaborazione 2 TB
  • Si tratta di numeri medi presupponendo una sovrapposizione I/O del 30%.
  • Site Recovery può gestire una velocità effettiva maggiore in base alla percentuale di sovrapposizione, alle dimensioni di scrittura maggiori e all'effettivo I/O del carico di lavoro.
  • Questi numeri presuppongono un backlog tipico di circa cinque minuti. ovvero i dati, dopo essere stati caricati, verranno elaborati e verrà creato un punto di ripristino entro cinque minuti.

Account di archiviazione della cache

Questa tabella riepiloga il supporto per l'account di archiviazione della cache usato da Site Recovery durante la replica.

Impostazione Supporto Dettagli
Account di archiviazione v2 per utilizzo generico Supportata Site Recovery richiede un utilizzo intensivo delle transazioni, un account per utilizzo generico v1 può risultare più conveniente.
Elimina temporaneamente Non supportato L'eliminazione temporanea non è supportata perché, una volta abilitata nell'account di archiviazione della cache, ne aumenta il costo. Azure Site Recovery esegue frequenti operazioni di creazione/eliminazione dei file di log durante la replica, causando un aumento dei costi.

Man mano che aumenta la varianza media dei dischi, il numero di dischi che un account di archiviazione può supportare diminuisce. La tabella seguente può essere usata come guida per prendere decisioni sul numero di account di archiviazione di cui è necessario eseguire il provisioning.

Tipo di account di archiviazione Varianza = 4 MBps per disco Varianza = 8 MBps per disco
Account di archiviazione V1 600 dischi 300 dischi
Account di archiviazione V2 1.500 dischi 750 dischi

Si noti che i limiti precedenti sono applicabili solo agli scenari VMware e Hyper-V.

Attività di insieme di credenziali

Azione Supportata
Spostamento insieme di credenziali tra gruppi di risorse No
Spostare l'insieme di credenziali all'interno e tra sottoscrizioni No
Spostamento di risorse di archiviazione, rete e VM di Azure tra gruppi di risorse No
Spostare le risorse di archiviazione, la rete, le macchine virtuali di Azure all'interno e tra sottoscrizioni. No

Ottenere i componenti più recenti

Nome Descrizione Dettagli
Server di configurazione Installato in locale.
Coordina le comunicazioni tra server VMware locali o computer fisici e Azure.
- Informazioni sul server di configurazione.
- Informazioni sull'aggiornamento alla versione più recente.
- Informazioni sulla configurazione del server di configurazione.
Server di elaborazione Installato per impostazione predefinita nel server di configurazione.
Riceve i dati di replica, li ottimizza attraverso la memorizzazione nella cache, la compressione e la crittografia e li invia ad Azure.
Con l'aumentare delle dimensioni della distribuzione, è possibile aggiungere altri server di elaborazione per gestire volumi più elevati di traffico di replica.
- Informazioni sul server di elaborazione.
- Informazioni sull'aggiornamento alla versione più recente.
- Informazioni sulla configurazione dei server di elaborazione con aumento del numero di istanze.
Servizio di mobilità Installato in server fisici o in macchine virtuali VMware da replicare.
Coordina la replica fra server VMware locali/server fisici e Azure.
- Informazioni sul servizio di mobilità.
- Informazioni sull'aggiornamento alla versione più recente.

Passaggi successivi

Informazioni su come preparare Azure per il ripristino di emergenza delle macchine virtuali VMware.