Condividi tramite


Novità di Azure Stack HCI, versione 23H2

Si applica a: Azure Stack HCI, versione 23H2

Questo articolo elenca le varie funzionalità e i miglioramenti disponibili in Azure Stack HCI versione 23H2.

Azure Stack HCI, versione 23H2 è la versione più recente della soluzione Azure Stack HCI. Questa versione è incentrata sulla distribuzione e sugli aggiornamenti basati sul cloud, sul monitoraggio basato sul cloud, sull'esperienza nuova e semplificata per la gestione delle macchine virtuali Arc, la sicurezza e altro ancora. Per una versione precedente di Azure Stack HCI, vedere Novità di Azure Stack HCI versione 22H2.

Attualmente sono disponibili 3 versioni di training per Azure Stack HCI, versione 23H2: 2405, 2402 e 2311. Le varie funzionalità e miglioramenti disponibili per le versioni incluse in questi treni sono descritte nelle sezioni seguenti.

Il training della versione 2405 include le versioni seguenti:

Funzionalità e miglioramenti nella versione 2405.1

Si tratta principalmente di una versione di correzione di bug con alcuni miglioramenti.

  • INDIRIZZI IP di archiviazione personalizzati per gli scenari di aggiunta e ripristino del server: a partire da questa versione, è possibile aggiungere server o ripristinare server al cluster Azure Stack HCI usando indirizzi IP personalizzati per le schede di rete delle finalità di archiviazione.
  • Controllo della connettività in uscita migliorato: a partire da questa versione sono stati apportati miglioramenti alla convalida dei requisiti di connettività in uscita nel controllo dell'ambiente.
  • In questa versione sono stati apportati miglioramenti di Reliabiltiy per i controlli di integrità dei partner implementati nelle estensioni di Solution Builder.
  • Rotazione delle credenziali dell'entità servizio ARC Resource Bridge (ARB): a partire da questa versione, è possibile ruotare le credenziali dell'entità servizio usate da ARB.
  • In questa versione sono state apportate più correzioni di bug correlate agli aggiornamenti .

Per altre informazioni sulle correzioni di bug, vedere l'elenco Dei problemi risolti.

Funzionalità e miglioramenti nella versione 2405

Ecco le funzionalità e i miglioramenti di questa versione.

Modifiche alla distribuzione

  • Integrazione di Active Directory: in questa versione viene risolto un problema relativo all'uso di un'istanza di Active Directory di grandi dimensioni che genera timeout quando si aggiungono utenti al gruppo di amministratori locali.

  • Nuovo modello di Azure Resource Manager (ARM): questa versione include un nuovo modello di Resource Manager per la distribuzione che semplifica le dipendenze di creazione delle risorse. La creazione del nuovo modello include anche più correzioni relative ai campi obbligatori mancanti.

  • Miglioramenti della rotazione dei segreti: in questa versione sono stati apportati miglioramenti al flusso di rotazione dei segreti.

    • Il comando Set-AzureStackLCMUserPassword PowerShell di rotazione dei segreti supporta ora un nuovo parametro per ignorare il messaggio di conferma. Questo parametro è utile quando si automatizza la rotazione dei segreti.
    • Sono stati apportati miglioramenti all'affidabilità relativi ai servizi che non vengono riavviati in modo tempestivo.
  • I miglioramenti di SBE includono:

    • Al momento della distribuzione viene fornito un nuovo comando di PowerShell per aggiornare i valori delle proprietà partner dell'estensione di Solution Builder.
    • Correzione di un problema che impedisce al servizio di aggiornamento di rispondere alle richieste dopo l'esecuzione di un'estensione di Solution Builder solo.
  • Aggiungere correzioni del server e ripristino includono:

    • Problema che impedisce a un nodo di aggiungere Active Directory durante l'operazione di aggiunta del server.
    • Abilitazione della distribuzione quando viene usato uno spazio dei nomi non contiguo.
  • I miglioramenti dell'affidabilità includono:

    • Modifiche per Network ATC durante la configurazione della rete host con determinati tipi di scheda di rete.
    • Modifiche durante il rilevamento delle versioni del firmware per le unità disco.
  • Questa versione contiene una correzione per un problema di distribuzione riscontrato durante l'impostazione del livello di diagnostica in Azure e nel dispositivo.

Per altre informazioni, vedere l'elenco Dei problemi risolti nel 2405.

Aggiornamenti delle modifiche

Questa versione contiene le modifiche seguenti per gli aggiornamenti:

  • A partire da questa versione, viene introdotto uno schema di denominazione modificato per gli aggiornamenti. Questo schema consente l'identificazione della funzionalità rispetto agli aggiornamenti cumulativi.

  • Questa versione contiene miglioramenti dell'affidabilità:

    • Per le notifiche di aggiornamento per i risultati del controllo integrità inviati dal dispositivo ad Azure Update Manager. In alcuni casi, le dimensioni del messaggio erano troppo grandi e i risultati non venivano visualizzati in Gestione aggiornamenti.
    • Per segnalare lo stato di avanzamento dell'aggiornamento del cluster all'agente di orchestrazione.
  • Questa versione include correzioni di bug per vari problemi, tra cui:

    • Problema di blocco dei file che potrebbe causare errori di aggiornamento per l'agente IGVM (Trusted Launch VM Agent).
    • Problema che impediva il riavvio dell'agente di orchestrazione durante un'esecuzione dell'aggiornamento.
    • Una condizione rara in cui il servizio di aggiornamento ha richiesto molto tempo per individuare o avviare un aggiornamento.
    • Problema relativo all'interazione con aggiornamento compatibile con cluster con l'agente di orchestrazione quando viene segnalato un aggiornamento in corso da Aggiornamento compatibile con cluster.

Per altre informazioni, vedere l'elenco Dei problemi risolti in 2405.

Modifiche al controllo dell'ambiente

In questa versione, le modifiche apportate al controllo dell'ambiente includono diversi nuovi controlli:

  • Viene aggiunto un nuovo controllo per assicurarsi che i driver della posta in arrivo nelle schede di rete fisiche non siano in uso. Prima della distribuzione, è necessario installare gli oem o i driver più recenti del produttore specificati.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per garantire che la velocità di collegamento tra schede di rete fisiche nella stessa finalità sia identica.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per assicurarsi che RDMA sia operativo nelle schede di rete di archiviazione prima della distribuzione.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per convalidare gli indirizzi IP dell'infrastruttura definiti durante la distribuzione hanno connettività in uscita e possono risolvere il DNS.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per assicurarsi che il valore del server DNS non sia vuoto nell'indirizzo IP di gestione.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per assicurarsi che nella scheda di rete di gestione sia presente solo 1 indirizzo IP.
  • Viene aggiunto un nuovo controllo per assicurarsi che la larghezza di banda minima necessaria per le schede di archiviazione RDMA sia di almeno 10 GB.
  • Verificare che la connettività uplink in qualsiasi scheda di rete fisica assegnata alle finalità di Network ATC sia elevata.
  • Miglioramento della possibilità di gestire gli adattatori che non espongono correttamente il campo ID VLAN.

Modifiche di osservabilità

Questa versione contiene i miglioramenti seguenti per l'osservabilità:

  • Quando si avvia una raccolta di log, un messaggio di avviso consiglia ora di limitare la raccolta di log a 24 ore.
  • I log di distribuzione vengono raccolti automaticamente per impostazione predefinita.
  • La funzionalità appena aggiunta Test-observability convalida se i dati di telemetria e diagnostica possono essere inviati correttamente a Microsoft.

Modifiche alla gestione delle macchine virtuali Arc

modifiche portale di Azure, estensioni e provider di risorse

Ecco le modifiche correlate ai provider di risorse, estensioni e portale di Azure:

  • In questa versione è stato risolto un problema che impediva di visualizzare una distribuzione non riuscita nella panoramica del cluster quando la distribuzione è stata annullata.
  • Il pulsante Riprova in portale di Azure viene rinominato Riprendi perché la distribuzione continua dal passaggio che ha avuto esito negativo.
  • I nuovi cluster distribuiti in questa versione hanno blocchi delle risorse abilitati per la protezione da eliminazioni accidentali.
  • Questa versione modifica il comportamento in modo da non eliminare le risorse del server Arc quando la risorsa del cluster Azure Stack HCI viene eliminata.

Servizio Azure Kubernetes in Azure Stack HCI, versione 23H2

Per un elenco delle modifiche e dei miglioramenti nel servizio Azure Kubernetes in Azure Stack HCI versione 23H2, vedere Novità del servizio Azure Kubernetes in Azure Stack HCI versione 23H2.

Passaggi successivi